Cappelle acquisite dal Comune, il Comitato degli ex proprietari: “Grazie ai consiglieri che ci riconoscono parte lesa”

"Speriamo l'amministrazione finora sorda abbracci l'indirizzo politico emerso" Napoli - “Ringraziamo i consiglieri comunali che, al contrario di un’amministrazione sorda, hanno totalmente abbracciato la nostra causa e le nostre istanze, riconoscendo finalmente in sede istituzionale il fatto che siamo parte lesa”. Lo affermano i membri del comitato Tutela del Sepolcro Gentilizio i cui rappresentanti hanno partecipato alla riunione di commissione Sport e Cimiteri del Comune di Napoli delle scorse ore che aveva come argomento l’acquisizione da parte del Comune di Napoli di circa un centinaio di cappelle e manufatti cimiteriali – quelli al centro di una compravendita illegale acquisiti al Patrimonio dopo sentenza della Consiglio di Stato – di cui i membri del comitato stesso sono ex proprietari. Gli ex proprietari stanno da tempo

Consiglio comunale di Quarto, si dimettono sei consiglieri. Il sindaco: “Lunedì la sospensione”

Il primo cittadino del Comune flegreo: “La situazione è particolare” Napoli, 3 febbraio – Il 30 gennaio sei consiglieri si sono dimessi dal Consiglio comunale di Quarto. Si tratta di Enrico Alborino, Antonio Brescia, Gabriele Di Criscio, Vincenzo Di Pinto, Brigida Giaccio e Francesco Passaro. Le loro dimissioni hanno portato il numero di consiglieri in carica a 11, più il sindaco Rosa Capuozzo. Un numero inferiore alla maggioranza assoluta sui 24 eletti a giugno di tre anni fa. Per questa ragione, il prefetto di Napoli Carmela Pagano, ha sospeso il Consiglio comunale e nominato il vice prefetto vicario Demetrio Martino, incaricandolo della provvisoria amministrazione dell'Ente. “Il 30 gennaio, dopo le dimissioni dei consiglieri, ho chiesto un parere al Ministero sul corretto funzionamento

Mozione di sfiducia al presidente della X Municipalità, Diego Civitillo: “Chi mi accusa di sentire una sola campana è disattento”

Il presidente della X Municipalità (Bagnoli e Fuorigrotta) definisce “a dir poco fazioso” un articolo del quotidiano Il Mattino sulla vicenda della mozione di sfiducia firmata da 15 consiglieri Napoli, 12 agosto – Al presidente della X Municipalità (Bagnoli e Fuorigrotta), Diego Civitillo, e alla sua Giunta è stata presentata una mozione di sfiducia firmata da 15 consiglieri. A rivelarlo è stato il quotidiano Il Mattino, con un articolo sulla vicenda, che Civitillo non esita a definire “a dir poco fazioso”. Per il presidente nell'articolo del Mattino vengono raccontate “fandonie su un fantomatico non appoggio al piano per Bagnoli di Comune e Governo, sul quale invece stiamo lavorando da anni”. “Rivendico il lavoro svolto al di fuori delle istituzioni e al fianco

Torre del Greco, la maggioranza che sostiene Borriello perde pezzi

Si dimettono il vicesindaco Romina Stilo e quattro assessori. 9 (su 24) i consiglieri dimissionari Napoli, 9 agosto – A Torre del Greco perde pezzi la maggioranza che sostiene il sindaco dimissionario Ciro Borriello, arrestato due giorni fa con l’accusa di fondi neri, corruzione e appalti pilotati. Contro il primo cittadino di Torre del Greco ci sono intercettazioni che dimostrerebbero come questi si sarebbe adoperato per favorire la ditta di raccolta rifiuti Fratelli Balsamo S.r.l (vai all’articolo). Nella giornata di oggi si sono dimessi il vicesindaco Romina Stilo e quattro assessori: Anita Di Donna, Angela Laguda, Luigi Mele e Gerardo Mazzeo. Si sono dimessi anche i consiglieri comunali Annalaura Guarino, eletta con la lista civica Borriello sindaco e poi passata all’opposizione

Riqualificazione di Bagnoli, salta il Consiglio comunale monotematico: manca il numero legale

Assenti le opposizioni e diversi consiglieri di maggioranza. Rispondono “presente” in 20 Il Consiglio monotematico sul piano di riqualificazione di Bagnoli, che si sarebbe dovuto tenere stamane in via Verdi, non si è svolto per mancanza del numero legale: all'ordine del giorno c'era l'informativa del sindaco Luigi de Magistris sul piano. La seduta era stata fissata lo scorso 18 luglio, in vista della cabina di regia su Bagnoli in programma giovedì 27 luglio. Questa mattina il presidente del Consiglio comunale, Sandro Fucito, ha preso atto della mancanza del numero legale, vista l'assenza non solo delle opposizioni, ma anche diversi consiglieri di maggioranza: hanno risposto “presente” in 20. Assenti i consiglieri de La Città, Lebro e Solombrino, che hanno lasciato la maggioranza qualche

Città Metropolitana di Napoli, de Magistris completa il conferimento delle deleghe

Il sindaco metropolitano di Napoli, Luigi de Magistris, ha consegnato le deleghe mancanti a Giovanni Varchetta del Pd e Raffaele Cacciapuoti della lista civica Con de Magistris Napoli, 7 aprile – Il sindaco metropolitano di Napoli, Luigi de Magistris, ha conferito oggi altre due deleghe: al consigliere comunale di Carbonara di Nola, Giovanni Varchetta (Pd) e al consigliere comunale di Villaricca, Raffaele Cacciapuoti (lista civica Con de Magistris). Al consigliere Cacciapuoti è stata conferita la delega in materia di Strade, mentre al consigliere Varchetta, quella in materia di Salute, Qualità della vita e Avvocatura. Negli scorsi giorni erano state conferite la maggior parte delle deleghe: al consigliere comunale di Marigliano, Giuseppe Jossa (Pd), era andata la delega a fondi comunitari e nazionali

Dopo la sfiducia Valente si dimette da capogruppo Pd in Consiglio comunale

Le dimissioni della Valente sono arrivate dopo il documento di sfiducia inviato dai consiglieri comunali Pd alla segreteria del Partito Democratico di Napoli Napoli, 7 marzo – “Come avevo detto più volte in queste settimane di fronte alla richiesta che mi è stata formalizzata stamattina dai componenti del gruppo consiliare e anticipata dalle dichiarazioni del segretario regionale della Campania rese nel corso dell’assemblea pubblica di venerdì scorso, non posso che lasciare il ruolo da capogruppo del Pd al Consiglio comunale di Napoli”. Lo ha dichiarato la deputata e consigliera comunale del Pd a Napoli, Valeria Valente, annunciando le sue dimissioni da capogruppo in Consiglio comunale. Le dimissioni dalla carica interna al partito erano state chieste dai consiglieri Pd Aniello Esposito, Federico Arienzo

Valeria Valente sfiduciata, i consiglieri comunali Pd la invitano a dimettersi da Capogruppo in Consiglio comunale

I consiglieri comunali del Pd hanno sfiduciato formalmente la Valente, a seguito del caso Listopoli, con un documento inviato alla segreteria del Partito Democratico a Napoli Napoli, 6 marzo – I consiglieri comunali del Pd Aniello Esposito, Federico Arienzo e Alessia Quaglietta, a seguito del caso Listopoli e cioè dei candidati a loro insaputa alle ultime Elezioni comunali di Napoli inseriti nella lista Napoli Vale (vai all'articolo), hanno sfiduciato la consigliera Valeria Valente invitandola a dimettersi dalla carica di Capogruppo in Consiglio comunale. Il documento è stato inviato alla segreteria del Partito Democratico di Napoli e, per conoscenza, alla segreteria regionale. Il documento non è stato firmato da Salvatore Madonna, autosospesosi dal Pd a seguito dell'inchiesta della Procura di Napoli che lo

Manifestazione: “Bagnoli arriva a Roma. Tutti sotto palazzo Chigi”, ci sarà anche de Magistris

Il sindaco, con gli assessori all'Ambiente e all'Urbanistica del Comune di Napoli e alcuni consiglieri comunali e municipali, il 23 settembre si recherà a Roma per partecipare alla manifestazione organizzata da alcuni movimenti cittadini, tra cui Bagnoli Libera Napoli – Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha aderito alla manifestazione organizzata a Roma per il 23 settembre da alcuni movimenti cittadini napoletani, tra cui Bagnoli Libera. Il primo cittadino, insieme agli all'assessori all'Ambiente e all'Urbanistica del Comune di Napoli e ad alcuni consiglieri comunali e municipali, sarà a fianco dei manifestanti che protestano contro il commissariamento di una vasta area del quartiere. L'iniziativa però è al centro delle polemiche perché il Questore di Roma non ha autorizzato il corteo, decisione

Pompei, sfiduciato il sindaco Uliano: “Non vado a casa, non lascio la città in mano ai farabutti”

Nella notte dieci consiglieri hanno firmato le loro dimissioni davanti a un notaio, sfiduciando il primo cittadino Napoli, 30 agosto – Il sindaco di Pompei Ferdinando Uliano non ha più i numeri in Consiglio Comunale per proseguire la consiliatura. Nella notte dieci consiglieri (due della maggioranza e otto dell'opposizione) hanno formalizzato le proprie dimissioni davanti a un notaio, sfiduciando il sindaco. Il prefetto di Napoli è stato informato e nelle prossime ore nominerà il commissario prefettizio per l'ordinaria amministrazione del Comune. Le nuove elezioni dovrebbero tenersi non prima di maggio. L'amministrazione Uliano era composta da Pd, Udc e liste civiche. I consiglieri dimissionari sono Maria Padulosi, Franco Gallo, Bartolo Martire, Carmine Cirillo, Salvatore Perillo, Lello De Gennaro, Marika Sabini, Angelo Calabrese, Stefano De

Portici, si dimettono 13 consiglieri. Cade l’amministrazione guidata da Marrone

Il Comune sarà affidato a un commissario prefettizio fino alle prossime amministrative Napoli, 4 luglio – A Portici si dimettono 13 consiglieri comunali e dopo 3 anni cade l'amministrazione guidata dal sindaco Nicola Marrone (in foto), che ormai non ha più i numeri in Consiglio comunale. Dopo l'azzeramento della Giunta deciso dallo stesso Marrone lo scorso 29 giugno, a eccezione del vicesindaco Pignalosa, questa mattina sono arrivate le dimissioni di 13 consiglieri. Il Comune sarà affidato a un commissario prefettizio fino alle prossime amministrative. Le dimissioni sono state firmate da Fernando Farroni e Gianluca Viscardi (Rinnovamento Democratico Adesso!), Salvatore Iacomino (Sinistra Ecologia e Libertà), Franco Santo Martino (Verdi), Luca Manzo (lista Il Cittadino) e dai consiglieri del Partito Democratico: Giovanni Iacone, Raffaele

Bacoli, dimissioni per 9 consiglieri. Comune verso il commissariamento

Il sindaco, Della Ragione, non ha più i numeri in Consiglio comunale per continuare l'esperienza alla guida del comune Flegreo Napoli, 4 luglio – A Bacoli 9 consiglieri comunali, tra maggioranza (Bacoli Libera) e opposizione (di centrodestra) hanno formalizzato le proprie dimissioni. Il sindaco, Josi Gerardo Della Ragione, non ha più i numeri in Consiglio comunale per continuare l'esperienza alla guida del comune Flegreo e a ore sarà nominato il commissario prefettizio che guiderà la città fino alle prossime elezioni amministrative. Le dimissioni sono state firmate da Dario Perreca, Alessandro Radice, Valentina De Cicco, Antonio Carannante, Alessandro Capuano con i consiglieri di Forza Italia Ermanno Schiano, Simone Scotto di Carlo, Monica Carannante e Nello Savoia di Fratelli d'Italia. In mattinata è stata

Napoli, tutti gli eletti al Consiglio Comunale

I nomi degli eletti che andranno a formare il Consiglio Comunale di Napoli nella consiliatura 2016-2021 Napoli, 20 giugno – Con la riconferma di Luigi de Magistris a sindaco di Napoli (vai all'articolo), il nuovo Consiglio comunale della città sarà così formato: De Magistris Sindaco: Gabriele Mundo, Fulvio Frezza, Manuela Mirra, Elpidio Capasso, Carmine Sgambati, Gaetano Simeone, Francesco Vernetti, Gaetano Troncone, Laura Bismuto, Luigi Zimbaldi. DEMA: Alessandra Clemente, Eleonora De Majo, Rosario Andreozzi, Claudio Cecere, Salvatore Pace. Napoli in Comune a sinistra: Ciro Borriello, Alessandro Fucito, Mario Coppeto, Elena Coccia. La città con de Magistris: David Lebro, Vincenzo Solombrino. Federazione dei Verdi: Stefano Buono, Marco Gaudini. Ce simme sfasteriati: Maria Caniglia. Partito Democratico: Valeria Valente, Salvatore Madonna, Aniello Esposito, Alessia Quaglietta, Federico Arienzo, Anna Ulleto. Movimento 5 Stelle: Matteo

Quarto, si dimettono altri due consiglieri del M5s. I fedelissimi del sindaco: “colpo a tradimento”

Fino ad ora in 7 hanno dato le dimissioni Ancora due dimissioni nel gruppo ex M5S rimasto legato al sindaco di Quarto (Napoli) Rosa Capuozzo, espulsa dal movimento per i forti contrasti con i vertici sulla vicenda giudiziaria che ha coinvolto il comune di Quarto. Nella tarda mattinata hanno protocollato le dimissioni Stefania Ganino e Raffaele D'Alise. "E' stato un vero colpo a tradimento", hanno commentato i fedelissimi del sindaco. "Ieri sera - si apprende dall'entourage del primo cittadino - nell'ennesimo vertice per confrontare le posizioni e definire il varo di una lista civica per proseguire l'esperienza amministrativa, tutti si erano detti concordi nel sostenere il sindaco Capuozzo". C'è rammarico tra i 12 consiglieri "superstiti" anche se c'è la convinzione a voler