Scuola, AnDDL: il concorso semplificato discrimina i precari, andremo alla Corte costituzionale

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale ammette con riserva i diplomati Isef al concorso e solleva questione di legittimità costituzionale anddl Napoli, 3 settembre - Si fa sempre più incalzante e forte la voce dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori che - per il tramite del suo presidente, il professor Pasquale Vespa - ancora una volta chiede alla "Politica una risposta Politica" per la stabilizzazione di tutto il precariato della Scuola. "Stiamo smantellando pezzo dopo pezzo il concorso riservato ai docenti abilitati. Quel concorso da noi sempre considerato una truffa ai danni dei lavoratori, un percorso discriminatorio nei confronti dei precari di Terza Fascia". Così in una nota il Presidente Vespa commenta la nuova ordinanza del Consiglio di Stato. Questa la notizia. Il

Scuola, è tempo di Apocalisse. Ma è tutto vero quello che ci raccontano?

Vespa, presidente di 'Docenti per i Diritti dei Lavoratori': "Siamo per la Legalità, le sentenze non si discutono. Si applicano. Diamo vita ad un piano transitorio che porti alla stabilizzazione di chi da anni lavora nella scuola e non chi magari ha conquistato il ruolo mettendo mano al portafogli ed investendo "solo" 150 euro per un ricorso" "E' tempo di Apocalisse! O almeno così ce la vogliono raccontare - così in una nota il professor Pasquale Vespa presidente dell'associazione "Docenti per i Diritti dei Lavoratori" -. A settembre pare che nelle scuole del Nord Italia assisteremo alla fine del mondo. E a raccontarcela, questa storia, sono sindacati e politici. O meglio chi ha promosso decine di migliaia di ricorsi e chi ha

Bonifica di Bagnoli, il Consiglio di Stato respinge il ricorso del Comune di Napoli

I giudici amministrativi hanno respinto il ricorso del Comune, chiedendo tuttavia alla Corte Costituzionale di esprimersi sul ruolo che dovrà avere Palazzo San Giacomo e sulla legittimità costituzionale delle procedure per la bonifica di Bagnoli Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso del Comune di Napoli contro la nomina del commissario per la bonifica di Bagnoli. Nello stesso tempo ha sollevato una questione di costituzionalità dell'art.33 del decreto legge n.133/2014, cosiddetto decreto Sblocca Italia, nella parte in cui disciplina le procedure per la bonifica e la rigenerazione urbana, prevedendo in particolare l'esproprio dei terreni, di proprietà della società in liquidazione Bagnoli Futura S.p.a, in favore di Invitalia quale soggetto incaricato dal governo di procedere alla bonifica. Il Consiglio di Stato

Comunali 2015 a Quarto, Consiglio di Stato esclude 7 liste

La decisione dopo il ricorso del Movimento Cinque Stelle che ha denunciato irregolarità nella presentazione delle firme. Vengono esclusi dalla competizione il centrosinistra, Fratelli d'Italia-AN ed Ncd Quando i cittadini di Quarto il 31 maggio si recheranno in cabina elettorale per decidere chi sarà il nuovo sindaco e rinnovare il Consiglio comunale si ritroveranno a dover scegliere fra una manciata di candidati. Infatti, dopo il ricorso del Movimento Cinque Stelle che aveva denunciato irregolarità nelle firme, il Consiglio di Stato si espresso dando ragione ai pentastellati ed escludendo ben 7 liste. È fuori dalla competizione elettorale tutto il centrosinistra (Pd, Sel Udc, Centrodemocratico, lista civica Quartopuntozero) che sosteneva il candidato sindaco Francesco Dinacci, fuori Fratelli d'Italia-AN che aveva candidato Giuseppe Martusciello

De Magistris esulta per la sentenza del Consiglio di Stato: “Napoli ti amo”

Il Consiglio di Stato ieri ha confermato la decisione del Tar Campania: de Magistris torna a fare il sindaco legittimato dalla doppia sentenza Napoli, 21 novembre — “Ha vinto il popolo, hanno vinto i napoletani, ha vinto Napoli. Napoli ti amo”. Lo scrive nella serata di ieri il sindaco di Napoli Luigi De Magistris sulla sua pagina facebook. “È una felicità improvvisa perché aspettavamo tutti il verdetto domani. Sono molto contento” - commenta così de Magistris la decisione del Consiglio di Stato che ieri ha confermato la decisione del Tar Campania che circa un mese fa lo aveva reintegrato nella carica di sindaco di Napoli. La legge Severino in questo caso specifico non ha trovato il riscontro sperato dal Parlamento, che aveva

Consiglio di Stato, De Magistris resta in carica

Respinti appelli contro Tar presentati da governo e associazioni (ANSA) - ROMA, 20 NOV - Respinti dal Consiglio di Stato i ricorsi del governo e di due associazioni contro la decisione del Tar Campania sul caso de Magistris: il sindaco di Napoli resta per ora in carica. Viene infatti confermata la sospensiva del Tar che ha bloccato gli effetti della delibera con cui il Prefetto lo aveva sospeso da sindaco per la legge Severino.

Emanato il regolamento Imu: tax-free per Chiesa e not for profit.

Il 4 ottobre 2012, il Consiglio di Stato  boccia il regolamento del Ministero dell’Economia, per l’introduzione di sconti a favore degli Enti non profit da parte del Governo. Il nostro Paese  sta rischiando molto, avvertono i giudici amministrativi, perché l’Europa controlla e la Commissione di Bruxelles potrebbe multare l’Italia per aiuti di Stato illegali e recuperare tali somme a partire dal 2006, quantificabili in  3 miliardi e mezzo di Euro. Troppi gli sconti praticati e, soprattutto, non godibili  da  tutti gli italiani. Ecco la lunga storia dell’Imu, ex Ici, cominciata esattamente 20 anni fa. Nel 1992, il primo governo Amato introdusse l’imposta comunale e con essa una lunghissima lista di esenzioni: dai fabbricati del Vaticano contemplati nei Patti Lateranensi alle attività sportive, dai luoghi di culto alle case di cura, dai centri sportivi a quelli di assistenza e d’istruzione, sia in