Natale, Fedagripesca: pesce protagonista sul 75% delle tavole, per una spesa di oltre 500 mln di euro

Indagine Fedagripesca-Confcooperative in vista delle feste di Natale Roma, 23 dicembre - Le mode e il calo dei consumi non frenano la voglia degli italiani di festeggiare il Natale con pesci, molluschi e crostacei, protagonisti su oltre il 75% delle tavole della Vigilia, per una spesa che supera i 500 milioni di euro. È quanto emerge da una indagine Fedagripesca-Confcooperative in vista delle feste di Natale. Al Nord i prodotti ittici sono spesso in abbinamento anche con i prodotti di terra, al Sud diventano il “file rouge” del menu tutto di ‘magro’ del 24 dicembre con antipasti, primi e secondi a base rigorosamente di specie ittiche di mare e di acqua dolce. Bene i consumi e anche l’offerta, nonostante il cattivo tempo

Natale, menu di pesce alla Vigilia per 3 italiani su 4. Crescono offerta e consumi, prezzi stabili

Gli over 60 premiano ricette regionali o di famiglia. I giovani scelgono piatti gourmet e fusion Vongole, cozze, pesci e crostacei in tavola alla Vigilia di Natale ed è subito festa. Un must a cui non rinunciano 3 italiani su 4, che nel cenone del 24 dicembre prevedono almeno una portata a base di prodotti ittici. Da Nord a Sud sarà un tripudio all’insegna dei prodotti ittici di mare e di acqua dolce, pescati o allevati, portati in tavola con ricette regionali o, per gli aspiranti chef, con qualche tocco di cucina gourmet o fusion. È la fotografia scattata da Federcoopesca-Confcooperative che parla di “una offerta abbondante, grazie anche al bel tempo degli ultimi giorni, che porterà tra il 20% e il

Napoli, pane e cozze trasportate con furgoni fatiscenti e in scarse condizioni d’igiene

Controlli notturni effettuati in città dai vigili urbani che hanno distrutto quintali di pane e cozze trasportati con 8 furgoni abusivi e senza i documenti che ne attestavano il luogo di produzione. Napoli, 24 aprile - Trasportavano pane e cozze con furgoni fatiscenti e in totale assenza di condizioni d'igiene. E' la scoperta fatta dagli agenti della Polizia Municipale di Napoli in seguito ai controlli notturni effettuati in città. Gli agenti hanno posto in fermo giudiziario 8 furgoni, utilizzati per il trasporto, mentre quintali di pane e cozze sono stati sequestrati e distrutti. A parte l'assenza di minime condizioni d'igiene, gli agenti hanno riscontrato che militi e prodotti da forno venivano trasportati sui mezzi abusivi privi dei documenti che ne attestassero e

Sequestrati 40 chili di cozze a Castellammare di Stabia

I mitili erano privi delle certificazioni di idoneità al consumo, appello a non acquistare prodotti da venditori illegali Castellammare di Stabia, 24 agosto - Sequestrati 40 chili di cozze prive di certificazione di idoneità al consumo dagli uomini della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia. Continuano le azioni di contrasto delle frodi alimentari, contro la pesca illegale a tutela della salute dei consumatori. I mitili sono stati distrutti, la barca usata per l'attività illecita è stata sequestrata, mentre al contravventore è stata elevata una multa amministrativa di 5.000 euro. L'appello della Capitaneria di porto è ai cittadini consumatori. Occorre fare attenzione a dove si acquistano questi prodotti, evitando venditori improvvisatti e banchetti allestiti in strada, senza alcun controllo e senza il rispetto