Landini (FIOM) da Napoli lancia l’accusa: “pezzi interi dell’economia sono in mano alla malavita organizzata”

Per Landini manca un piano industriale capace di sfruttare le potenzialità dell'Italia. Anche Draghi esorta i Governi ad attuare politiche di riforma per gli investimenti Napoli, 18 novembre — “Ormai pezzi interi dell'economia reale, non solo al Sud ma in tutta Italia, e in alcuni casi anche fuori dall'Italia, sono in mano alla malavita organizzata”. Con queste parole il leader della Fiom Cgil, Maurizio Landini lancia un monito forte al Paese che stenta a ripartire e la cui economia è pressata dalle dinamiche politiche sia interne che europee. Landini nella giornata di ieri ha incontrato gli operai della Whirlpool a Napoli ed ha inoltre partecipato ad un'assemblea dei lavoratori davanti allo stabilimento Alenia Aermacchi a Pomigliano d'Arco. Landini accusa la criminalità di

Esercito per combattere la prostituzione

E' la richiesta del parroco della chiesa di San Matteo a Giugliano “Invoco l’intervento dell’esercito a tutela della decenza pubblica” è quanto ha affermato il parroco della chiesa di San Matteo, a Stella Maris, borgo periferico di Giugliano in provincia di Napoli, riferendosi alla presenza delle prostitute che vendono il proprio corpo non lontano dal sagrato della chiesa a qualunque ora del giorno e della notte. Don Luigi scrive al prefetto di Napoli, alla diocesi di Aversa, ai commissari straordinari e alla polizia municipale del comune di Giugliano, chiedendo un aiuto concreto. “Si è stanchi di dover lottare a difesa dei diritti più elementari, si chiede l'intervento dell'esercito per un periodo lungo, affinché la malavita capisca che non può continuare I'attività di

Gli avvocati manifestano contro la Cancellieri. L’introduzione del nuovo tribunale di Napoli Nord non piace

Napoli, 30 giugno – Il ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri, nella sua visita a Napoli di ieri, ha dovuto fare i conti con sindacati, avvocati e amministratori pubblici in protesta contro la riorganizzazione della giustizia in Campania che prevede la soppressone delle sedi distaccate dei Tribunali con l’introduzione del nuovo Tribunale di Napoli Nord che dovrebbe nascere ad Aversa. “La giustizia è morta” era il coro di protesta che echeggiava tra le file dei manifestanti, che considerano le nuove misure dispendiose e non efficienti. Il Guardasigilli era a Napoli per discutere di “Mafia ed economia” al convegno organizzato a Castel Capuano nel quale hanno partecipato il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro e lo scrittore Roberto Saviano. Il ministro ha chiarito

Nella notte sparatoria a Piazza Nazionale, 2 feriti

Napoli - È avvenuto nella nottata del 6 maggio a Napoli, nei pressi di piazza Nazionale l'ennesimo episodio di criminalità. All' esterno di un noto centro scommesse della zona, due ragazzi, uno di 22 anni e l'altro di 23, sono stati raggiunti da diversi colpi d'arma da fuoco. L'episodio si è verificato dinanzi gli occhi di tutti, nonostante la tarda ora. Fortunatamente la sparatoria non si è conclusa in un bagno di sangue. I due giovani feriti sono ora ricoverati all'ospedale Loreto Mare sito in via Amerigo Vespucci, e non appare siano in pericolo di vita. Non è ancora chiara la vicenda, sembrerebbe però, che il 22enne e il 23enne, già noti alle forze dell'ordine, siano stati colpiti da uomini appostati in macchina

Scafati: l’associazione Spes contro crisi e criminalità.

Si è tenuto Giovedì 5 Luglio, presso la biblioteca comunale di Scafati, un importante convegno su crisi e legalità, due problemi assai in voga negli ultimi tempi. L'evento è stato organizzato dall'associazione Spes diretta da Mariarosaria Vitiello che, insieme ad importanti personaggi che da anni si impegnano per promuovere la legalità nel nostro Paese, ha dato vita ad un intenso e costruttivo dibattito. Tra i presenti al tavolo dei relatori Lorenzo Diana, presidente nazionale della rete della legalità; don Aniello Tortora, direttore dell’ufficio pastorale "Giustizia e Pace" di Nola, Franco Roberti, procuratore capo della repubblica a Salerno, Tommaso Battaglini, presidente di Sos Impresa e Marcello Ravveduto, presidente del coordinamento "Libero Grassi". L'iniziativa ha voluto rappresentare un'occasione di incontro su temi di attualità alla luce del protocollo firmato