Commerciante ucciso dal crollo di un cornicione in via Duomo, oggi i lavori di messa in sicurezza

La messa in sicurezza è stata autorizzata dalla Procura che ha sequestrato la facciata dei due stabili interessati dal crollo Napoli, 10 giugno - Dopo la tragedia di sabato scorso, che ha visto vittima il titolare di un negozio di Via Duomo, a Napoli, morto dopo essere stato colpito da un pezzo di cornicione staccatosi dal quinto piano di un edificio, oggi cominciano i lavori di messa in sicurezza. La messa in sicurezza è stata autorizzata dalla Procura che ha sequestrato la facciata dei due stabili interessati dal crollo. I lavori riguardano il cornicione dell'edificio al civico 228 ed uno spicchio della facciata dello stabile adiacente. Subito dopo, in giornata, le 30 famiglie sgomberate potrebbero fare ritorno nelle loro case. Intanto circa 50

Crolla una parete a scuola, feriti due bimbi

Colpita anche una maestra al quarto mese di gravidanza Napoli, 17 aprile - Una parete è crollata in una scuola sul corso Umberto I a Sant'Anastasia, in provincia di Napoli. Qualche bimbo è rimasto contuso. Sul posto i carabinieri. A crollare è stata una parte di una parete divisoria tra una terza ed una quarta classe situate al primo piano del plesso di corso Umberto I del primo istituto comprensivo di Santa'Anastasia. La parte del muro crollata ha colpito una maestra di sostegno impegnata con un bimbo disabile ferendola alla testa e ad una spalla: la donna è al quarto mese di gravidanza. A restare contuso dal crollo anche un bimbo. La docente, dopo essersi accertata delle condizioni degli alunni, ha voluto

Afragola: crolla una vecchia palazzina, nessun ferito

Era un edificio abbandonato, il crollo per le infiltrazioni d'acqua per la pioggia incessante Afragola, 1 febbraio - Una vecchia costruzione, composta da piano terra e primo piano, è crollata stamane ad Afragola (Napoli), in via Gramsci 12. Non ci sono feriti. L'edificio in condizioni fatiscenti era abbandonato, e veniva usato occasionalmente come rifugio da persone senza fissa dimora: al momento del cedimento però era vuoto. Il crollo è stato causato da una voragine che si è aperta al suolo, probabilmente a causa delle abbondanti piogge degli ultimi giorni. Sul posto carabinieri e vigili del fuoco.

Maltempo, crolla pezzo di capitello dalla Reggia di Caserta

Distacco da facciata Sud, restauro ultimato nel 2016 Caserta, 20 novembre - Il forte nubifragio abbattutosi ieri sulla città di Caserta ha causato il distacco di una porzione di capitello dalla facciata sud della Reggia borbonica, il cui restauro è stato ultimato a inizio 2016. La pioggia intensa, unita a grandine e fulmini, ha provocato in particolare il distacco di una porzione di foglia di acanto del capitello di una delle lesene angolari dell'avancorpo sudoccidentale della facciata, che affaccia su Piazza Carlo III. La zona è stata transennata in via precauzionale e i tecnici della Reggia, rende noto l'ufficio stampa del museo patrimonio dell'Unesco, stanno effettuando verifiche per individuare eventuali altre porzioni di rilievi lapidei danneggiate dagli eventi eccezionali.

Maltempo, a Fuorigrotta 21enne muore schiacciato da un albero

L'albero è crollato in via Claudio. Inutili i soccorsi Napoli, 29 ottobre - Un giovane di 21 anni, della provincia di Caserta, è morto schiacciato da un albero che gli è crollato addosso mentre camminava in via Claudio, nel quartiere Fuorigrotta di Napoli. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno chiesto l'intervento del 118. Il ragazzo è stato portato nel vicino ospedale San Paolo dove però è deceduto.

Crollo di Genova, denuncia dai familiari delle vittime di Torre del Greco

Iniziativa parenti di due dei quattro ragazzi di Torre del Greco deceduti nel crollo del ponte Morandi Torre del Greco, 18 agosto -  Una denuncia contro ignoti alla Procura di Genova per il crollo del ponte Morandi è stata presentata dall'avvocato Antonio Cirillo, su incarico di due delle quattro famiglie dei ragazzi di Torre del Greco (Napoli) deceduti nel crollo del ponte mentre si recavano in vacanza a Barcellona. A farlo sapere è lo stesso legale, che ha ricevuto mandato dai congiunti di Giovanni Battiloro (29 anni) e Matteo Bertonati (26). ''Per ora - spiega l'avvocato Cirillo - la denuncia è contro ignoti. A breve, magari già lunedì, conto di incontrare anche le altre due famiglie per formalizzare quella che potrebbe

A Torre del Greco i feretri dei 4 ragazzi morti nel crollo di Genova, la città non aspetta i funerali di Stato

Rimosso striscione polemico: "Non è stato il fato ma lo Stato" Torre del Greco , 17 agosto - Sono giunti a Torre del Greco (Napoli) i feretri con i corpi di Giovanni Battiloro, Matteo Bertonati, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione, i quattro ragazzi morti nel crollo del ponte Morandi di Genova. AI funreali si terranno oggi alle 17:30. Ad accoglierli il sindaco Giovanni Palomba, tornato nella notte da Genova, dove ieri si è recato per stare vicino ai familiari delle vittime. ''Abbiamo proclamato il lutto cittadino - afferma Palomba - informando i torresi con manifesti pubblici. È un giorno di dolore per la nostra città, nel quale ci stringiamo idealmente ai parenti delle vittime, genitori che hanno perso in modo tanto

Domani a Torre del Greco i funerali dei 4 ragazzi vittime del crollo del ponte di Genova

Non saranno funerali di Stato. Il sindaco di Torre del Greco, le famiglie non potevano attendere ancora Torre del Greco, 16 agosto - Si svolgeranno domani pomeriggio nella basilica di Santa Croce a Torre del Greco i funerali delle quattro giovani vittime del crollo del ponte Morandi originarie della città vesuviana, le cui famiglie hanno rinunciato alle esequie di Stato in programma sabato. Lo rende noto il sindaco Giovanni Palomba: "I resti mortali dei quattro ragazzi partiranno domani mattina da Genova alle 5 per giungere in Campania nel primo pomeriggio". I funerali si svolgeranno nella basilica di Santa Croce alle 17.30: "A Genova - spiega Palomba, oggi nel capoluogo ligure - sono giunte una trentina di persone da Torre del Greco. Ho

La tragedia di Genova travolge anche Torre del Greco, 4 giovani napoletani ritrovati sotto le macerie

Il sindaco della città vesuviana, "Stavano andando a Ventimiglia e poi in Spagna per vacanza". Il bilancio delle vittime del ponte di Genova sale a 39, tra cui 3 bambini Torre del Greco, 15 agosto - Sono stati individuati nelle prime ore della giornata ed estratti dalle macerie del ponte di Genova i corpi di quattro ragazzi di Torre del Greco (Napoli) di cui non si avevano notizie da ieri e che erano diretti prima a Ventimiglia e poi in Spagna per vacanza. A darne notizia è il sindaco della città vesuviana, Giovanni Palomba. Le vittime sono Giovanni Battiloro, 29 anni; Matteo Bertonati, 26; Gerardo Esposito, 26; Antonio Stanzione, 29 anni. Tra i quattro ragazzi di Torre del Greco (Napoli) morti nel crollo

Eboli, crolla il soffitto di un asilo durante la lezione, tre alunni in ospedale

Calcinacci e pannelli crollano in un'aula dell'asilo Vincenzo Giudice di Eboli Eboli, 12 maggio - Panico nella giornata di ieri nella scuola Vincenzo Giudice di Eboli. Calcinacci e pannelli si sono staccatti dal soffitto dell'aula della scuola materna mentre circa 20 bambini erano presenti, alcuni dei quali erano in piedi a giocare. Tre alunni, anche se incolumi, sono stati portati in ospedale per un controllo, e dimessi subito dopo. Il sindaco Massimo Cariello ha firmato la chiusura dell'edificio scolastico per la giornata di oggi, 12 maggio, in modo da consentire un ulteriore controllo. Molto probabilmente, lunedì riapriranno il piano terra e il primo piano del plesso, mentre l’ala interessata dal crollo dei calcinacci dovrebbe essere oggetto di ulteriori controlli. “Troveremo il modo di risistemare

Zona ospedaliera di Napoli, traffico in tilt per il crollo di calcinacci da un pilone tangenziale

Ore di gravi disagi nella zona collinare di Napoli, interessata da un maxi-ingorgo che ha coinvolto la zona ospedaliera, il Vomero alto e i Colli Aminei Napoli, 8 maggio - Sono stati necessari oltre sessanta minuti per percorrere poche centinaia di metri, con forti difficoltà per le ambulanze e gli altri veicoli diretti al Cardarelli. Tra le cause, la chiusura dell'uscita Pigna-Soccavo della tangenziale in seguito alla caduta di pezzi di calcestruzzo da un pilone, chiusura che ha riversato il traffico sull'area Arenella-Capodimonte. Si prevede che l'uscita possa riaprire in giornata. La polizia municipale sta presidiando le aree di maggior disagio.

Torre Annunziata, 16 avvisi di garanzia per chiusura indagini crollo palazzina

L'indagine è relativa al crollo della palazzina avvenuto il 7 luglio del 2017 Napoli, 17 aprile - Sedici avvisi di conclusione delle indagini sono stati emessi dalla Procura di Torre Annunziata (Napoli) nei confronti di altrettante persone ritenute coinvolte nel crollo della palazzina - avvenuto il 7 luglio del 2017 a Torre Annunziata (Napoli) - che provocò otto vittime. Secondo gli inquirenti a causare il crollo sono stati i lavori di manutenzione straordinaria non autorizzati, eseguiti al secondo piano del palazzo. Responsabilità nella tragedia sono individuate a carico, tra gli altri, degli architetti Massimiliano Bonzani (individuato come direttore dei lavori 'di fatto'), Aniello Manzo e Giacomo Cuccurullo (deceduto nel crollo). Il cedimento fu preceduto dalla comparsa di lesioni: gli interventi messi in opera dai

Crollo all’ex convento San Paolo Maggiore, 4 operai feriti

Cede il muro perimetrale nella zona dei Tribunali nel centro storico di Napoli Napoli, 16 marzo - Il muro perimetrale di un ex monastero è crollato in via San Paolo, chiesa San Paolo Maggiore, nella zona dei Tribunali nel centro storico di Napoli. Il bilancio è di quattro operai feriti. Ad operare nei soccorsi la squadra Usar (Urban search and rescue) dei Vigili del Fuoco. Prosegue intanto il lavoro di messa in sicurezza dell'area. Complessivamente sono stati quattro gli operai coinvolti, tutti ora in ospedale per accertamenti.

Crollo agli scavi di Pompei in domus chiusa al pubblico

E' la 'Casa della caccia ai tori', forse causa maltempo Il cedimento di una parete è stato scoperto stamane in un edificio dell'area archeologica di Pompei chiuso al pubblico, la 'Casa della caccia ai tori'. Il crollo si è verificato probabilmente nei giorni scorsi, caratterizzati da una forte ondata di maltempo, ma è stato rilevato solo stamattina. Non è ancora nota l'entità del danno: sul posto il soprintendente Massimo Osanna e i tecnici per effettuare i rilievi del caso.