Suppletive Senato, Sandro Ruotolo: “Se eletto chiederò una legge per Napoli e per il Sud”

Il giornalista è candidato del Partito Democratico e del movimento demA alle suppletive del prossimo 23 febbraio “La 'Bestia' di Salvini lavora sui social media e nelle periferie. Napoli non è Napoli senza Scampia, San Giovanni e Barra, allora noi dobbiamo abbattere quei muri che separano il centro dalle periferie. Io andrò in parlamento anche per chiedere una legge per Napoli e per il Mezzogiorno”. A dirlo Sandro Ruotolo, il giornalista che è il candidato per il centrosinistra (Partito Democratico e altri, ndr) e del movimento demA che fa capo al sindaco de Magistris al collegio uninominale 7 di Napoli del Senato della Repubblica, per sostituire il seggio vacante dopo la morte del senatore Franco Ortolani (M5s). Ruotolo ha iniziato la campagna

Crisi di governo, de Magistris attacca Di Maio: “Dopo Salvini resusciterà anche Renzi”

Il sindaco di Napoli, in un post su Facebook, ha attaccato il leader dei Cinque Stelle Luigi Di Maio, affermando: “Se qualcuno si trova nella fase della sepoltura politica vada da Di Maio, che pare abbia delle sorprendenti doti taumaturgiche”. E su Salvini: “La sfiducia a Conte? Sole e potere gli hanno dato alla testa” Dopo il “capolavoro politico” che ha permesso a Salvini di passare “dal 17 per cento dei consensi a quasi il 40 per cento”, si ipotizza “un nuovo matrimonio, tra Cinque Stelle e Pd: così passeremo al secondo capolavoro politico di Di Maio, quello di riesumare Matteo Renzi. Dal vangelo Cinque Stelle, il secondo Matteo”. Lo scrive il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in un lungo

Crisi di Governo ed elezioni, de Magistris: “Pronti a scendere in campo”

Il sindaco in un post su Facebook parla della crisi di governo e annuncia che in caso di elezioni è “pronto a portare l'alternativa”. Parla al plurale il primo cittadino, ma non ha mai detto che si candiderà, considerando che il suo mandato da sindaco termina nel 2021 e che nel 2020 ci saranno le elezioni regionali in Campania “Nel pieno di un agosto di fuoco il Governo è scoppiato. Sembra imminente la consumazione definitiva di un’esperienza politica e di governo complessivamente dannosa per la tenuta democratica del nostro Paese. Se il Presidente della Repubblica, garante degli equilibri costituzionali, dovesse ad un certo punto maturare, invece, la scelta dello scioglimento della Camera e del Senato, ritengo sia venuto il  nostro momento

Consigliera comunale di Roma ex 5 Stelle aderisce al movimento politico di de Magistris

Cristina Grancio ha annunciato il suo passaggio a demA, movimento politico guidato dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris “Annuncio la mia adesione a demA. Sono davvero emozionata perché questo passaggio lo sento molto. È un passaggio che ho maturato e che non viene così semplicemente perchè in un gruppo misto non si sa più cosa fare o come muoversi. Il mio percorso nel Movimento 5 Stelle si è definitivamente concluso. Questa situazione parte da molto lontano, già dalla fine del 2017. Ho capito che ormai era un percorso senza soluzioni. A seguito della situazione dello stadio sono stata poi espulsa dal gruppo consiliare del Movimento. Da lì ho cominciato a guardarmi intorno, perché un amministratore deve farlo. Deve capire chi

Consigliere DemA X Municiplaità aggredito a colpi di mazza da baseball

L'episodio di violenza nell'androne del palazzo alla Loggetta dove abita con la famiglia Maurizio Molinaro, consigliere DemA della X Municipalità di Napoli, è stato vittima ieri sera di una violenta aggressione a colpi di mazza da baseball nell'androne del palazzo alla Loggetta dove abita con la famiglia. Lo rende noto DemA, il movimento politico del sindaco de Magistris. Il consigliere DemA, che ha avuto cinque punti di sutura, ha ricostruito con i Carabinieri la dinamica dei fatti e ha sporto denuncia contro ignoti. "Siamo sconvolti e abbiamo paura - dice Maurizio Molinaro - la dinamica dell'aggressione è inquietante, perché sono stato aggredito con una violenza inaudita, a casa mia, mentre ero in compagnia di mia moglie. Io non ho visto il mio aggressore

Progetto demA, mettere le persone al primo posto

De Magistris: "C’è chi dice pensiamo prima agli italiani. Io dico pensiamo prima alle persone" “C’è chi dice pensiamo prima agli italiani. Io dico pensiamo prima alle persone. Un paese che non si costruisce sulla paura, sui contratti di diritto privato, ma sull’applicazione della Costituzione. Quindi pensiamo prima alle persone e mettiamo l’umanità al centro dell’azione politica” sono le parole del sindaco di Napoli Luigi de Magistris a margine dell’assemblea congressuale al cinema Modernissimo, nel capoluogo campano, dove si sta definendo la forma del movimento demA (Democrazia e Autonomia), di cui l’ex pm è fondatore. “Soprattutto da oggi si fanno cento passi in avanti, visto che la lotta alle mafie è assente dal contratto di diritto privato”, ha aggiunto, con riferimento al

De Magistris rilancia il movimento Dema: “Pronti a partecipare a tutte le elezioni”

Il sindaco di Napoli ha annunciato che il suo movimento politico, Dema, sarà presente alle elezioni Regionali in Campania del 2021, ma anche alle Politiche qualora si torni al voto anticipatamente “Questo è un progetto per la giustizia, per i diritti, per essere al fianco dei più deboli. Lanciamo un’alternativa al Governo più a destra della storia repubblicana e alla finta opposizione targata Renzi-Berlusconi. Non iniziamo una passeggiata, questo è un viaggio complicato, è un’opposizione sociale”. A dirlo il sindaco di Napoli e presidente del movimento Dema, Luigi de Magistris, a margine dei lavori dell’Assemblea che aprirà la fase congressuale e che oggi definirà la struttura del movimento. “Da questo momento – ha annunciato de Magistris – Dema parteciperà a tutte le

Europee 2019, da Napoli inizia il percorso per la costruzione di una lista transnazionale di sinistra

Esponenti progressisti delle sinistre europee si sono ritrovati in città per discutere della costruzione di un nuovo soggetto politico di sinistra che si presenterà alle elezioni europee 2019 Napoli, 10 marzo – Da Napoli inizia il percorso che porterà alla costruzione della prima lista transnazionale in vista delle Europee del 2019. Oggi alla Domus Ars si sono incontrati esponenti progressisti delle sinistre europee per discutere della costruzione del nuovo soggetto politico. Presenti il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l'ex ministro delle Finanze della Grecia e fondatore del movimento DiEM25 Yanis Varoufakis, il candidato alle presidenziali francesi Benoit Hamon ed esponenti ecologisti di diversi paesi europei. Il progetto ha alla base l'opposizione alle politiche europee basate sull'austerità e durante l'assemblea si

De Magistris e Varoufakis lavorano alla costruzione di una lista per le Europee 2019

Sabato 10 marzo incontro a Napoli tra il sindaco de Magistris, l'ex ministro delle Finanze in Grecia Yanis Varoufakis e vari esponenti progressisti delle sinistre europee Napoli, 8 marzo – “Per la prima volta si lavorerà per costruire una vera lista transnazionale, che presenterà un’unica lista di candidati con un unico programma in tutto il continente alle elezioni europee del 2019″. A dirlo Yanis Varoufakis, ex ministro delle Finanze della Grecia e fondatore del movimento DiEM25, che sabato 10 marzo incontrerà a Napoli il sindaco de Magistris per lavorare, insieme ad esponenti progressisti ed ecologisti delle sinistre europee, alla nascita di un nuovo soggetto politico che si presenterà alle elezioni europee del 2019. Il programma prevede un incontro tra i membri fondatori

Elezioni politiche 2018, de Magistris: “demA non correrà, ma nel 2023 sarò candidato”

L'annuncio del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine della presentazione del libro “Demacrazia. Il popolo è il mio partito. Il manifesto di Luigi de Magistris” del giornalista Giacomo Russo Spena Napoli, 19 gennaio – “DemA non sarà in campo alle prossime Elezioni politiche come già annunciato, ma nel 2023 ci metterò la faccia in prima persona. Sarà la quarta volta che mi candido e nelle occasioni precedenti ho sempre vinto”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine della presentazione alla Domus Ars del libro Demacrazia. Il popolo è il mio partito. Il manifesto di Luigi de Magistris, scritto da Giacomo Russo Spena. “Siamo consapevoli che il movimento non è ancora organizzato a sufficienza per fare

Fico (M5s) avverte de Magistris: “Niente alleanze”

Il deputato dei Cinque Stelle chiarisce che non ci sarà nessuna alleanza con Dema, il movimento politico che fa capo al sindaco di Napoli Luigi de Magistris Napoli, 11 novembre – “Non c'è nessun dialogo o alleanza. Con de Magistris c'è stato semplicemente uno scambio di contenuti. Sappiamo bene quali sono le cose che non vanno bene a Napoli e lo abbiamo fatto presente più volte, poi ovviamente non abbiamo alcun problema ad intavolare dibattiti su diversi temi della vita politica”. Lo ha detto il deputato del Movimento 5 Stelle Roberto Fico, commentando l'incontro avvenuto a Montecitorio tra Luigi Di Maio e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris (vai all'articolo). In questo modo Fico, che secondo alcuni sarebbe pronto a correre

L’annuncio di de Magistris: “Ad Avellino in campo con un candidato Dema”

Il sindaco di Napoli ha confermato la presenza di una lista di Dema alle prossime comunali di Avellino. Stoccata al segretario regionale del Pd, Assunta Tartaglione, sul salvataggio dell'Eav Avellino, 9 settembre – Il movimento politico Dema, che fa capo al primo cittadino di Napoli Luigi de Magistris, presenterà un proprio candidato sindaco alle prossime elezioni comunali di Avellino. Ad annunciarlo è stato lo stesso de Magistris, presente quest'oggi in città per presentare il suo libro La città ribelle. Per le prossime amministrative, ha affermato de Magistris durante il colloquio con il giornalista Gianni Colucci del quotidiano Il Mattino, “ci stiamo lavorando. Noi abbiamo intenzione di costruire insieme ad altri un movimento politico senza confini, Avellino è una città molto importante

Comunali 2017. Ai ballottaggi il centrodestra conferma il buon momento, conquistando 16 capoluoghi di provincia

Sei capoluoghi di provincia vanno al centrosinistra. In Campania il Pd tiene, battendo a Bacoli con Giovanni Picone l'ex sindaco Josi Gerardo Della Ragione, sostenuto da demA, il movimento di de Magistris, che si consola vincendo ad Arzano con Fiorella Esposito Napoli, 26 giugno – I ballottaggi, in 111 Comuni che non sono riusciti a rinnovare le proprie amministrazioni al primo turno, confermano l'ottimo momento di forma del centrodestra. Clamorosi i risultati in alcune città, come a Genova dove il centrodestra vince con Marco Bucci in quella che storicamente è una roccaforte del centrosinistra. Anche Piacenza, Pistoia, La Spezia, L'Aquila vanno al centrodestra: cadono quelle che sono state spesso definite le roccaforti rosse. Il M5s vince 8 ballottaggi su 10 e conquista

Elezioni amministrative 2017. Ballottaggi in 111 Comuni italiani, 6 in provincia di Napoli

Seggi aperti dalla 7 alle 23 di quest'oggi Napoli, 25 giugno – Urne aperte per i ballottaggi in 111 Comuni italiani che non sono riusciti a rinnovare le proprie amministrazioni al primo turno. Si sta votando in 3 capoluoghi di Regione e 19 capoluoghi di Provincia. Al voto anche diversi Comuni della Campania, tra cui 6 del Napoletano. Si sta votando dalle 7 e lo si potrà fare fino alle 23 di quest'oggi, ora in cui inizieranno gli scrutini. Per votare è necessario un documento di identità e la tessera elettorale. Chi ha smarrito la tessera elettorale potrà richiederla, anche oggi, all'ufficio comunale competente. Può votare anche chi non si è recato ai seggi al primo turno. In Provincia di Napoli si