Flashmob “Dillo ad Azzolina”, la protesta dei precari ai tempi del Coronavirus

L'appuntamento è per lunedì 30 marzo sui canali social dell'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori con il video appello dei docenti precari che chiedono a gran voce di essere stabilizzati non esodati "Siamo tappati in casa con un costante filo diretto con i nostri ragazzi. Si fa quel che si può tra mille difficoltà, logistiche e psicologiche, sia nostre che dei nostri studenti. Ma la vita continua e deve contnuare. Ci auguriamo che presto si esca dall'emergenza ma intanto la situazione dei Docenti Precari con anni ed anni di esperienza è sempre maledettamente critica con la Spada di Damocle dei bandi che il ministro Azzolina non vede l'ora di pubblicare. Quel concorso a crocette che mette a rischio il

AnDDL, il 2020 si apre all’insegna della protesta in nome della stabilizzazione dei precari della Scuola

Fissati già 3 appuntamenti a gennaio per rilanciare le proposte di stabilizzazione: corteo a Napoli il 3, Milano in assemblea il 9 gennaio e Bologna il 17 per assemblea e corteo di protesta nel cuore della città "La mobilitazione avviata 5 anni fa con l'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori ed oltre un anno fa insieme ai sindacati era ed è per portare alla stabilizzazione decine di migliaia di lavoratori precari. Oggi quegli stessi precari si vedono penalizzati da una politica sorda che ha deciso numeri dei posti da mettere a bando, nettamente inferiori a quelli necessari per stabilizzare tutti i lavoratori che sono serviti allo Stato per garantire il funzionamento delle Scuole in questi anni, ed emesso sentenza:

Precariato Scuola, AnDDL propone Formazione e G36 per una vera stabilizzazione

Al posto della "procedura delle crocette" l'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori presenta al Miur e al Senato le proprie proposte per la stabilizzazione dei precari Sono giorni di fibrillazione per i precari storici di Terza Fascia con decennale esperienza. Attendono che il Parlamento vari un provvedimento che doveva portare alla loro stabilizzazione quando però in effetti di stabilizzazione nel Decreto Scuola n. 126/2019 non si fa nemmeno cenno. Tutto infatti è demandato ad una "scrematura" con il sistema delle crocette, in un "quiz della vita". Il precario che sbaglia una crocetta si giocherà il posto e l'abilitazione, quando invece dovrebbe essere formato e stabilizzato visto che per anni ha servito lo Stato e consentito il corretto funzionamento della

Lumino Day, a Napoli nuovo appuntamento con la fiaccolata per il lavoro

La battaglia per la stabilizzazione dei precari va avanti. Venerdì 29 AnDDL convocata per un incontro al MIUR. Va avanti anche la Petizione AnDDL e le firme saranno consegnate a Bruxelles Lumino Day, fiaccolata per il Lavoro, la manifestazione organizzata da AnDDL a viale Trastevere su gradini del Ministero della Pubblica Istruzione a Roma, venerdì 22 novembre, vede un nuovo appuntamento organizzato per Napoli. La fiaccolata per il Lavoro organizzata dall'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori avrà un secondo appuntamento a Napoli, capitale della disoccupazione e del lavoro precario. I precari si danno appuntamento venerdì 6 dicembre dalle ore 16 a piazza Carità a poca distanza dalla sede del Pd Napoli. E nel frattempo va avanti anche la raccolta firme

LuminoDay, fiaccolata per il Lavoro. In Europa le firme della Petizione AnDDL

La Petizione AnDDL va avanti. Le firme saranno consegnate a Bruxelles a supporto di una denuncia che l'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori ha intenzione di presentare alla Commissione Europea Lumino Day, fiaccolata per il Lavoro, la manifestazione organizzata da AnDDL a viale Trastevere su gradini del Ministero della Pubblica Istruzione a Roma, ieri 22 novembre. E' stato un evento particolarmente sentito e partecipato. Sono accorsi a Roma da tutte le Regioni d'Italia i coordinatori territoriali dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori, insieme ai soci ed ai tanti precari che in queste settimane si sono attivati per la raccolta firme della Petizione per la Stabilizzazione di tutto il personale precario lanciata dal presidente AnDDL, il professor Pasquale Vespa. All'appello

Buon lavoro al ministro Fioramonti dai Precari della Scuola. AnDDL: “Chiediamo incontro”

L'Associazione costituita da docenti precari chiede di parlare con il ministro. "Ci ascolti, abbiamo proposte condivise con chi la scuola la vive" "Auguri di buon lavoro al neo Ministro dell’istruzione dell’Università e della Ricerca italiana Lorenzo Fioramonti. A lui le nostre congratulazioni per il nuovo ed impegnativo incarico. Un incarico che ha onori ed oneri, tra i quali quello di non stravolgere la vita dei lavoratori del ministero che da oggi rappresenta ma di migliorare la qualità della vita di tutti: studenti e docenti", così in una nota stampa l'Associazione Docenti per i Diritti dei Lavoratori presieduta dal professor Pasquale Vespa. "Chiudere la piaga del precariato di scuola, università e enti di ricerca” è una delle affermazioni del nuovo inquilino di viale

Docenti precari, AnDDL: “In piazza ma NO alle strumentalizzazioni politiche”

Vespa, presidente Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori: "Il 4 settembre saremo in piazza Montecitorio per la stabilizzazione dei precari. Diciamo NO alle strumentalizzazioni politiche e invitiamo i vertici di CGIL CISL UIL SNALS GILDA, firmatari dell'accordo dell'11 giugno, ad unirsi a noi lavoratori" Napoli, 1 settembre - "Leggo di fantomatici colleghi che dalla Sicilia verrebbero in piazza a Roma per manifestare contro il governo in formazione. E noi diciamo un netto e chiaro NO alle strumentalizzazioni politiche. La nostra manifestazione ha una ed una sola finalità ovvero chiedere la stabilizzazione dei docenti precari". Queste le dichiarazioni del professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori in vista della manifestazione organizzata per il 4 settembre

Vespa (AnDDL) risponde alla Granato: “Se c’è qualcuno che si è messo di traverso è lei cara signora”

La risposta di AnDDL al post facebook della senatrice grillina Granato che si rivolge ai precari ancora una volta con tono sprezzante "Mi ero ripromesso di non commentare più le farneticanti esternazioni della senatrice Granato, dopo il video sconclusionato postprandiale di una domenica di qualche mese fa dove ignobilmente attaccava i precari di Terza Fascia. Oggi l'ennesimo post su facebook della signora necessita di una puntualizzazione. Spero l'ultima visto che abbiamo qualcosa che è più di una possibilità, una certezza direi, di rispedirla a casa con le prossime elezioni politiche!". Così in una nota Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori e Coordinatore UIL Scuola Precari. “La Lega è il partito delle truffe – ha scritto la Granato

A Roma ad agosto costretti ancora a protestare, Vespa (AnDDL): “Stabilizzare tutti i precari e abilitare tutti gli ingabbiati”

Mercoledì 7 agosto i “Disoccupati di Stato” e i docenti di ruolo “ingabbiati” manifestano insieme a piazza Montecitorio Napoli, 1 agosto - "Ed anche il mese di luglio è trascorso nell'attesa di un decreto urgente che non arriva mai! Dopo oltre 3 mesi da quel 24 aprile 2019, data dell'accordo che poi ha dato l'avvio ad un tortuoso confronto Governo, Miur e Sindacati conclusosi con la firma dell'11 giugno, i precari della scuola sono ancora in attesa del “veicolo normativo” più veloce per dare attuazione a quanto deciso". Così, in una nota stampa, il professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori e Coordinatore UIl Scuola Precari. "Intanto Settembre è alle porte e si prevede un nuovo anno all'insegna

Precariato, Vespa: “La battaglia riparte da Siracusa con l’assemblea sindacale UIL Scuola”

Riprendono le assemblee UIL Scuola - AnDDL: "In attesa che si materializzi quel tanto sospirato "veicolo normativo" per l'emendamento che deve condurre alla stabilizzazione e all'abilitazione di 55mila precari" L'appuntamento con la prossima Assemblea Sindacale della UIL Scuola è per l'8 luglio a Siracusa. L'incontro si terrà alle ore 9,00 presso I.I.S.S. Liceo Artistico “A. Gagini” di Via Piazza Armerina n. 1 e vedrà la partecipazione di Claudio Parasporo, Segretario Generale Regionale UIL Scuola Sicilia, di Pasquale Vespa, Coordinatore UIL Scuola Precari e presidente dell'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori e di Mario Rubino, Segretario Generale Territoriale UIL Scuola Siracusa. "Dopo le tante assemblee e manifestazioni della prima metà di quest'anno, ora ripartiamo dal Sud, - si legge in una nota

Vespa (AnDDL): “Grazie alla ritrovata unità sindacale si è giunti a dare una risposta ai tanti docenti precari”

"Ora ci attendiamo il sostegno e il supporto di tutte le forze politiche, da destra a sinistra, perchè questa firma sia non un punto di arrivo ma un punto di partenza per dare quella serenità necessaria a decine di migliaia di famiglie di onesti lavoratori" Napoli, 15 giugno - Accordo fatto. L'11 giugno scorso il tavolo di confronto tra Governo, Miur e Sindacati ha portato alla firma di un'intesa che apre un nuovo scenario nella Scuola pubblica italiana. Si è sancita la legittimità di un diritto, il diritto a continuare a lavorare, per decine di migliaia di precari. Ho tardato a commentare l'intesa raggiunta in settimana, - scrive in una nota il professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione nazionale "Docenti per i

“La Scuola cambia: la favola dell’ascolto!”, se ne discute a Napoli

L'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti deil Lavoratori organizza e promuove un'Assemblea pubblica dal titolo: "La Scuola cambia: la favola dell'ascolto!" - che si terrà a Napoli, Sabato 17 Giugno 2017 presso la Sala Nugnes di Via Verdi, n. 35 alle ore 10,30 COMUNICATO STAMPA In seguito all'approvazione delle deleghe previste dalla Legge 107/15 l'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori terrà un incontro-confronto con chi avrà voglia di confrontarsi con i precari della scuola tagliati fuori dalla fase di stabilizzazione definita dalla Legge 107/15. Sarà un confronto tra il mondo politico-sindacale e quello della scuola. Al meeting sono state invitate le maggiori sigle sindacali - anche di base come Cobas - Cgil, Cisl e Uil e non solo la categoria

Scuola, caos convocazioni in Campania: chi è l”avente diritto” a fine marzo? Studenti, precari o burocrati?

A seguito della circolare del 14/03/2017 n°1764 della dottoressa De Lisa Maria Teresa dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania si è venuta a creare negli Istituti della città di Napoli e della Provincia una situazione caotica per le scuole e drammatica per i docenti precari La circolare avente come oggetto "modifica contratti" nella quale testualmente si legge: "Le Istituzioni scolastiche che alla data odierna hanno docenti in servizio con contratti "fino all'avente diritto" sono invitati a modificaretali contratti "fino al termine delle attività didattiche". Tanto per consentire ai docenti interessati di presentare istanza di partecipazione agli Esami di Stato in qualità di commissario esterno ai sensi della circolare Miur n. 2 prot. 2600 del 932016 - punto 2.c.c.". La circolare poi continua,

Scuola, sindacati auditi in Senato: nessuna proposta di stabilizzazione per i precari

Continuano le audizioni informali presso la VII Commissione cultura della Camera Si sono svolte ieri, 2 febbraio, presso 7ª Commissione permanente, istruzione pubblica, beni culturali le audizioni informali dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali, in relazione all'esame degli schemi di decreto legislativo attuativi della legge n. 107 del 2015 (Buona Scuola). Dalla lettura delle memorie presentate dalle associazioni sindacali maggiormente rappresentative del comparto scuola, appare evidente che nessuno di essi ha previsto alcuna apertura delle graduatorie ad esaurimento ai docenti precari abilitati e altresì nessun riferimento è stato fatto ai docenti precari non abilitati e attualmente iscritti nella terza fascia delle graduatorie d'Istituto. Le richieste dei sindacati sono state relative, in coerenza con la fase transitoria voluta dal governo e dal neo ministro Fedeli, alla possibilità