Coronavirus: intero paese in quarantena. Donna muore a Napoli, sanificazione al San Giovanni Bosco

Ariano Irpino nell'Avellinese in quarantena dopo boom contagi. Al San Giovanni Bosco di Napoli si registra il decesso di una donna di 53 anni Napoli, 15 marzo - Sono al momento 333 le persone positive al coronavirus in Campania. Lo rende noto l'unità di crisi della Regione sulla base dell'incrocio dei dati provenienti dai centri di elaborazione tamponi (Cotugno di Napoli, Ruggi d'Aragona di Salerno e Moscati di Avellino) e delle Asl di appartenenza alle 14 di oggi. 188 sono i positivi a Napoli (107 in città e 81 in provincia), 49 a Salerno, 45 a Caserta, 37 ad Avellino, 4 a Benevento ed altri 10 da verificare. Quarantena per tutta la popolazione e divieto di entrata e uscita per il Comune

Arriva in Italia la commedia campione di incassi in Francia “Il complicato mondo di Nathalie”

Il ritratto sincero e ironico di una donna alle prese con gli improvvisi cambiamenti alla soglia dei 50 anni. Dall’11 ottobre al cinema E se quando tutto sembra andare storto, la vita ti chiedesse solo di sorridere un po’ di più? Di questo e molto altro racconta la toccante commedia francese Il complicato mondo di Nathalie, il ritratto sincero e ironico di una donna alle prese con gli improvvisi cambiamenti e le difficoltà di un periodo di passaggio come i 50 anni. Per la regia di David e Stéphane Foenkinos, il film, con il Premio César Karin Viard (La famiglia Bélier, Delicatessen), sarà dall’11 ottobre al cinema con Officine UBU. Protagonista del film è Nathalie, professoressa di lettere divorziata e madre di una

Anziana violentata da immigrato, indagini della Polizia

La 74enne risiede nella località di Pescopagano, sarebbe stata violentata da un uomo di colore Caserta, 4 settembre - La Polizia di Stato indaga sulla vicenda di una donna di 74 anni di Castel Volturno (Caserta), che ha raccontato di essere stata violentata da un extracomunitario nella notte mentre era nella sua abitazione. E' stata la donna a chiamare il 113; gli agenti, giunti poco dopo, hanno scoperto che presentava delle contusioni. Ma a colpire è stato il racconto drammatico fornito dalla pensionata della presunta violenza subita ad opera di "un uomo di colore". La 74enne risiede nella località di Pescopagano, dove vivono migliaia di immigrati africani. E' stata condotta alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno in stato confusionale, e sono subito

“Stesa” a Forcella, ferita una donna affacciata al balcone

Il raid nel quartiere dove fu uccisa per errore la 14enne Annalisa Durante Napoli, 4 settembre - E' ancora ricoverata in ospedale la donna di 52 anni ferita da un proiettile vagante a Napoli. Il fatto è avvenuto in via Vicaria Vecchia, nella zona di Forcella nel corso di una "stesa", raid in cui vengono esplosi colpi in aria a scopo intimidatorio. La donna era affacciata al balcone di casa quando è stata ferita da un colpo d'arma da fuoco. A sparare sarebbero state due persone in sella ad uno scooter con il volto coperto da un casco che entrati hanno fatto fuoco in aria. Il fatto è accaduto poco dopo le 23. La donna è stata soccorsa e portata in ospedale. Le

Ceraso: va in scena “Libra”, una rassegna letteraria per esplorare il mondo femminile

Musa ispiratrice, dannata eroina, complesso universo imperscrutabile. Groviglio di funzioni irrisolte Conflitto e passione, amore eterno e santità. Non c'è una sola opera dell'intelletto umano che non si sia votata al femminile. La donna contemporanea rappresenta il baluardo di quella bellezza che può ancora “salvare il mondo”. "Libra - Rassegna letteraria femminile" si propone di presentare un ciclo di incontri per emozionarsi con la letteratura "rosa". Quattro serate con quattro donne scrittici animeranno Palazzo di Lorenzo a Ceraso. Un'idea di Emanuela Prota, Direttrice di Palazzo Di Lorenzo-Centro Culturale, per esplorare l'universo femminile. Negli spazi storici dell'antico palazzo cilentano, sono stati presenti domenica 19 Agosto (ore 21) Mariateresa Conte Ruocco con il suo lavoro “Namastè” Per volersi bene – Guida per guarire il

Estorsione e usura ai danni di trans e prostitute, fermata banda guidata da una donna

La banda operava nella zona orientale di Napoli, arrestati gli 8 componenti Napoli, 31 luglio - C'era una donna a capo di una gang 'specializzata' in estorsioni ed usura a transessuali e prostitute nella zona orientale di Napoli. I carabinieri hanno scoperto la banda arrestandone gli 8 componenti e ritengono vi siano legami con il clan Mazzarella. La gang quotidianamente controllava le vittime che si prostituivano nella zona: erano assegnate 'postazioni fisse', controllando gli spostamenti e gli orari, imponendo con violenza e minacce il pagamento di 30 euro al giorno. Una donna del quartiere di San Giovanni a Teduccio era al vertice del gruppo. Emersi anche casi di elargizione di prestiti di denaro con restituzione a tassi usurari. Tre indagati pretendevano una percentuale sui

Stupro di gruppo, turista inglese drogata e violentata: 5 arresti

In penisola sorrentina, l'indagine della polizia porta in carcere cinque uomini dipendenti della struttura alberghiera presso cui la turista soggiornava Meta di Sorrento, 14 maggio - Gli agenti di Polizia del Commissariato di Sorrento e della Squadra Mobile di Napoli, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, stanno eseguendo tra Massa Lubrense, Vico Equense, Portici e Torre del Greco, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque persone ritenute responsabili di violenza sessuale di gruppo con l'aggravante dell'uso di sostanza stupefacente nei confronti di una turista inglese. I fatti risalgono alll'ottobre 2016, quando i cinque uomini, tutti dipendenti dell'albergo presso cui soggiornava la turista insieme alla figlia, avrebbero prima drogato la donna con la cosiddetta "droga dello stupro" (Z-drugs e benzodiazepine)

Risponde al telefono mentre fa la Tac, la foto impazza sul web

Irritazione tra sanitari del Cardarelli dove si è verificato l'episodio, esame sospeso Napoli, 5 maggio - Allo smartphone non si rinuncia mai, neanche se ci si sottopone a una Tac. É quello che deve aver pensato la signora che oggi, in preda a forti emicranie, si è sottoposta con urgenza a Tac neuroradiologica nell'ospedale Cardarelli di Napoli. La donna, eludendo le norme che impongono di non tenere con sé oggetti metallici durante l'esame, non ha rinunciato a usare il telefono, non è chiaro se per una dimenticanza o per dipendenza da cellulare. Fatto sta che l'immagine radiografica davanti alla quale si sono trovati i medici, degna di una film di fantascienza, è di quelle che rimandano a figure mitologiche avveniristiche, a metà

Sangue infetto, Tar Campania dispone il pagamento di 400mila euro agli eredi

Deciso il risarcimento ai danni dello Stato in favore dei familiari di una donna di Arzano che sarebbe stata a contagiata da HCV epatite virale di tipo C a seguito di trasfusione di sangue Napoli, 30 aprile - Lo Stato dovrà pagare 400mila euro alle eredi di una donna di Arzano (Napoli) che, nel 1992, contrasse l'epatite C in seguito a una trasfusione di sangue infetto. È quanto stabilito dal Tar Campania che, confermando la sentenza di primo grado del Tribunale di Napoli, ha condannato il ministero della Salute al risarcimento della somma. La donna - secondo la ricostruzione fornita da fonti della difesa - venne ricoverata in una casa di cura di Napoli dove fu sottoposta alla somministrazione di sacche di sangue.

Auto contro bus, muore una donna di 41 anni

Il marito è ricoverato in codice rosso presso l'ospedale Moscati di Avellino Avellino, 12 marzo - Incidente mortale nei pressi del nucleo industriale di Avellino dove, poco dopo le 13 ha perso la vita una donna di 41 anni. L'auto a bordo della quale viaggiava con il marito, una berlina, per cause ancora da accertare, è finita sotto un bus dell'Air che stava transitando sulla strada provinciale all'altezza della frazione Arcella del comune di Montefredane (Avellino). La donna è morta sul colpo mentre il marito, incastrato nelle lamiere, è stato ricoverato in codice rosso presso l'ospedale "Moscati" di Avellino. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri.

Donna morta nel Salernitano, ritrovata legata e imbavagliata

Il proprietario dell'abitazione non riusciva a mettersi in contatto con la vittima ed ha allertato i carabinieri Agropoli, 4 gennaio - Una 50enne di nazionalità cinese è stata ritrovata morta nella sua abitazione ad Agropoli (Salerno), in uno stabile tra via Risorgimento e via Caravaggio, in una zona centrale della città. Quando i carabinieri della locale compagnia sono entrati in casa, hanno assistito ad una scena raccapricciante. La donna, infatti, aveva mani e piedi legati dallo scotch, che copriva anche la bocca, ed era nuda nel letto. I carabinieri non escludono alcuna pista. Sembra che il decesso sia avvenuto almeno tre, quattro giorni prima del ritrovamento. Ad allertare le forze dell'ordine, pare sia stato il proprietario dell'abitazione che non riusciva a mettersi

Tragedia a Napoli, donna cade dal balcone nel tentativo di sfuggire ad un incendio

Scena ripresa da passanti, soccorsi rallentati da auto in sosta Napoli, 15 ottobre - E' accaduto questa notte intorno alle 4,30 in vico Lorenzo Giustiniani, nel borgo Sant'Antonio Abate a Napoli. Una donna di nazionalità russa, di 57 anni è morta cadendo nel vuoto dal terzo piano nel tentativo di sfuggire alle fiamme di un incendio divampato nel palazzo dove viveva. Altre tre persone sono rimaste intossicate. La vittima era uscita sul balcone, in preda al panico, per sfuggire alle fiamme che devastavano l'appartamento. Quando le fiamme hanno raggiunto la donna, si è calata aggrappandosi alle inferriate del balcone finchè non ce l'ha fatta a reggersi ed è caduta nel vuoto, morendo nell'impatto al suolo. La scena è stata ripresa dai vicini

Forcella, trovata morta una giovane ragazza

Probabilmente di nazionalità asiatica, la giovane donna non presenta segni esterni di violenza Napoli, 10 giugno - Una ragazza di età apparente tra i 15 ed i 20 anni, forse di nazionalità asiatica, è stata trovata morta questa mattina in via Forcella, nell' omonimo quartiere, a Napoli. La ragazza era avvolta in una trapunta ed adagiata su alcuni sacchetti, come se fosse stata depositata con attenzione al suolo. Chi l' ha scorta, ha avvertito la polizia, che è intervenuta sul posto poco prima delle 7. Ad un primo e sommario esame la giovane donna non presenta segni esterni di violenza.

47enne picchiava la moglie con mazza da baseball, arrestato

Donna in ospedale, la denuncia parte dal figlio A Cardito  in provincia di Napoli un uomo di 47 anni è  stato arrestato per violenza domestica. Dalle indagini è emerso che l'uomo per farsi consegnare i soldi dalla moglie, era arrivato a colpirla alla testa con una mazza da baseball, provocandole la rottura del setto nasale. Il figlio della coppia, durante l'aggressione  alla madre con calci e pugni ha deciso di avvisare i militari. Dagli accertamenti effettuati dai carabinieri di Casoria, è risultato che l'uomo spesso picchiava la moglie per farsi dare del denaro. La donna di 44 anni è stata ricoverata in ospedale dove i medici le hanno riscontrato contusioni guaribili in quattro giorni. Per il marito violento si sono aperte le porte del