Il cortometraggio “Siamo solo piatti spaiati” diventa Talk Show e coinvolge il pubblico

Dal libro al cortometraggio, “Siamo solo piatti spaiati” diventa un talk show con un dibattito interattivo dal palco del Teatro Troisi di Napoli, il 22 febbraio 2020. Oltre a ospiti esclusivi dello spettacolo e dei social, sarà presente parte del cast, tra esordienti e professionisti per C1V Film, spin off di C1V Edizioni Sabato 22 febbraio alle ore 16:30, al Teatro Troisi, il gioiello del quartiere Fuorigrotta di Napoli, si terrà la prima proiezione pubblica, al di fuori del circuito festivaliero, di Siamo solo piatti spaiati, realizzato dall’Associazione Culturale C1V, in collaborazione con C1V Film, emanazione della casa editrice romana di Cinzia Tocci. All’anteprima seguirà il Talk Show con nove ospiti. Lo spettacolo, ideato da Cinzia Tocci, editrice e produttrice, con la

Caserta, arrestato per spaccio percepiva il reddito di cittadinanza

In casa la Guardia di Finanza ha trovato 500 grammi di hascisc In casa aveva 500 grammi di hascisc. Per un uomo di 58 anni, incensurato, residente in provincia di Caserta, è scattato l'arresto. A bloccarlo sono stati i militari della Guardia di Finanza che hanno poi scoperto che l'uomo percepiva il reddito di cittadinanza per 500 euro al mese. La vicenda ha avuto inizio quando l'uomo è stato fermato per un controllo mentre si trovava a bordo di un veicolo che in passato, secondo gli investigatori, sarebbe stato utilizzato da spacciatori di droga. L'uomo aveva in tasca 400 euro in banconote di piccolo taglio. Nel corso di una successiva perquisizione in casa del 58enne è stata trovata la sostanza stupefacente, in

Spacciatore con reddito di cittadinanza, arrestato

Rinvenuti nell'auto un chilo e 350 grammi di marijuana e 202 grammi di hashish Napoli, 26 ottobre - Spacciatore con reddito di cittadinanza. E' quanto hanno scoperto i carabinieri della stazione di Boscoreale (Napoli) che hanno arrestato per spaccio il 58enne Francesco Colantuono, ufficialmente disoccupato e beneficiario del reddito di cittadinanza. Lo hanno bloccato su via Brancaccio dopo che aveva spacciato ad una donna una dose di marijuana del peso di 6 grammi. Poi, perquisendo la sua auto, i militari hanno scoperto che era imbottita di droga: nel vano del cruscotto, del sedile passeggero e dietro al cambio hanno trovato un chilo e 350 grammi di marijuana e 202 grammi di hashish. Colantuono è ora ai domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.

Camorra, 10 arresti in tutta Italia

Blitz del Ros. Sequestrato un ingente patrimonio Imponente operazione all'alba dei carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Napoli, con l' esecuzione su tutto il territorio nazionale di oltre 100 provvedimenti cautelari emessi dal Gip di Napoli su richiesta della Procura nei confronti di appartenenti ai clan Contini, Mallardo e Licciardi. L'attività di indagine è stata condotta anche con l'apporto investigativo della Polizia di Stato e della Dia. Contestualmente, la GdF ha sequestrato un ingente patrimonio. Il procuratore Giovanni Melillo ha tenuto una conferenza stampa alle ore 11.

Vallefuoco arrestato in Marocco, era nella lista dei 50 più pericolosi ricercati

Raffaele Vallefuoco deve scontare 30 anni Rabat, 30 maggio - Arrestato nelle scorse ore in Marocco Raffaele Vallefuoco, latitante, nella lista dei 50 più pericolosi ricercati italiani. Accusato di associazione camorristica, Vallefuoco sarebbe affiliato al clan Polverino e deve scontare 30 anni. È stato arrestato a Skirhat, nel nord del Paese, nella regione di Rabat, grazie alla collaborazione tra Interpol e Dsgt, gli 007 del Marocco. Raffaele Vallefuoco, 55 anni, era già stato arrestato a marzo del 2012, in Spagna. Quella volta, ricercato da dieci anni, era stato sorpreso nella villa di Jerez de la Fronteira, in Andalusia, insieme al boss Giuseppe Polverino, detto "'o Barone" e considerato tra i più importanti trafficanti di droga in Italia. Di lì a due mesi l'estradizione

14 kg di cocaina sequestrati a Napoli

Valore di mercato, 2,5, milioni. Arrestato corriere Napoli, 20 marzo - Circa 14 chili di cocaina sono stati sequestrati dalla Polizia a Napoli. Li stava trasportando un corriere partito con un'auto da San Giovanni a Teduccio, periferia occidentale della città, e diretto a Giugliano, Comune dell'entroterra, che è stato intercettato dagli agenti della Squadra Mobile. Antonio Niglio, 23 anni, già denunciato in passato, è stato bloccato nel pomeriggio di ieri alla guida di una "Panda", in via Nuova Sant'Antonio dopo un breve inseguimento. Nel bagagliaio dell'auto c'erano 13 involucri con un nastro adesivo che recava la scritta "CR7" per un peso complessivo di circa 14 chili. Il valore di mercato della partita di cocaina sequestrata è di 2 milioni e mezzo di euro.

Carceri campane, agenti aggrediti e droga in cella

Carceri campane ancora nell’occhio del ciclone: detenuto tenta di strangolare un Agente e poi aggredisce un poliziotto penitenziario a Carinola, trovata droga nel minorile di Airola Ancora violenza ed eventi critici negli Istituti Penitenziari della Campania e ad avere la peggio è sempre il personale della Polizia Penitenziaria. Spiega Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE: “Giovedì un detenuto definitivo, con fine pena 2025 e inserito nel circuito Media sicurezza, già protagonista di altri eventi critici, ha aggredito i poliziotti di servizio nella Casa di Reclusione di Carinola (Ce). In particolare un assistente Capo coordinatore di Polizia Penitenziaria, nel tentativo di contenere la furia del detenuto che aveva stretto le mani al collo di altro collega,

Festino di Capodanno a base di droga nel carcere di Secondigliano

Preso detenuto-corriere tornato in carcere dopo Natale a casa Napoli, 31 dicembre - Maxi sequestro di sostanze stupefacenti nel carcere napoletano di Secondigliano dove i cani antidroga della polizia penitenziaria hanno verosimilmente sventato un festino di Capodanno in cella a base di droga: il finissimo fiuto di Igor e Cesare ha consentito di scoprire un detenuto, a cui era stato concesso di trascorrere il Natale in famiglia, tornato nell'istituto penitenziario dopo un permesso premio con nell'intestino numerosi ovuli contenenti hashish. L'uomo e' stato denunciato. "Nonostante lo Stato investa milioni di euro per i detenuti - ha commentato Ciro Auricchio, segretario regionale dell'Uspp - con programmi di trattamento, corsi di studio, lavoro e attività socio/ricreative, molti tradiscono la mano tesa della collettività". Il

Camorra: 33 arresti, sgominato il clan “Vigilia”

Azzerata la gestione di diverse piazze di spaccio Napoli, 12 dicembre - I Carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli a carico di 33 persone accusate a vario titolo di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata allo spaccio di stupefacenti, estorsione, rapina nonché di detenzione illegale e ricettazione di armi da sparo. Il provvedimento cautelare è stato emesso dopo indagini dei militari, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, e iniziate dopo l'omicidio di camorra di Rosario Grimaldi nel quartiere Soccavo nel luglio 2013 che - per i Carabinieri - ha permesso di documentare l'ascesa del clan camorristico dei "Vigilia" nel quartiere dopo la sua scissione dal gruppo dei "Grimaldi". Ricostruite

Malattie sessualmente trasmissibili, droghe e alcol: convengo al Comune di Napoli

Domani 31 ottobre convegno ore 15.30 Sala Giunta  Napoli, 30 ottobre - Adolescenti e ragazzi che cercano nello “sballo” momentaneo un piacere, una soluzione ai propri disagi inascoltati, inaspettati, incompresi. Con l'obiettivo di avviare una riflessione corale sul tema, si terrà domani a partire dalle 15,30 presso la Sala Giunta del Comune di Napoli il convegno sul tema "Malattie sessualmente trasmissibili, abuso di alcol e droghe moderne" presieduto dall'Assessore al Welfare Roberta Gaeta e organizzato insieme all'Associazione V.O.L.A. (Volontari Ospedalieri Lotta AIDS). Una riflessione su un fenomeno complesso che coinvolge numerosissimi giovani, in cui i dati rappresentano una tendenza in crescita, dalle conseguenze devastanti sul piano personale e sociale. Con questo incontro, l’Assessorato vuole dunque non solo riconoscere il prezioso lavoro ed impegno che i

Maxi operazione antidroga dei Carabinieri, 67 arresti tra Napoli, Caserta e Avellino

In tre province maxi operazione contro pusher crack e coca Caserta - Sessantasette persone arrestate, con cinque organizzazioni dedite allo spaccio di droga, cocaina e crack soprattutto, smantellate in tre province campane, Caserta, Napoli e Avellino: sono i numeri della maxioperazione "White Stone" (pietra bianca) realizzata dai carabinieri del Comando provinciale di Caserta con il coordinamento della Dda di Napoli (sostituto Luigi Landolfi e aggiunto Luigi Frunzio). Il Gip del tribunale napoletano che ha emesso i provvedimenti ha disposto il carcere per 58 indagati, i domiciliari per altri nove; cinque persone sono tuttora ricercate. Le indagini sono partite da Santa Maria Capua Vetere (Caserta) dopo lo smantellamento, avvenuto nel 2013, dei due clan camorristici locali, i Fava e i Del Gaudio, che

Blitz dei carabinieri a Scampia, tre arresti

Sequestrate armi, soldi, droga e una mazza da baseball Napoli, 13 ottobre - Blitz dei carabinieri nel Rione Scampia, a Napoli. Nella 'Vela Celeste' i militari hanno arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e detenzione di armi comuni e clandestine tre persone ritenute elementi vicini alla "Vanella-Grassi": Carmine Ricci, 23 enne, Giuseppe Esposito, 21 e Luigi Romeo, 40, già noti alle forze dell'ordine. Perquisendo un appartamento nella disponibilità dei primi due, i militari hanno sequestrato 940 euro in contanti, 29 cilindretti di eroina e uno di cocaina, un passamontagna, un tirapugni, una mazza da baseball, un'agenda con appuntati nomi e conti inerenti "piazze di spaccio" delle 'Vele' e un telefono cellulare. Quando i carabinieri hanno bussato a casa di

Mix di alcol e droga, tredicenne esce dal coma: “sembrava morto”

La madre: "Non è possibile che i ragazzi si facciano così del male. Mi sento anche io responsabile" Napoli, 28 maggio - E' fuori pericolo il 13enne di San Sebastiano al Vesuvio (Napoli) ricoverato ieri all'ospedale Santobono di Napoli dove era giunto in codice rosso per aver assunto sostanze alcoliche e droga. Risultato positivo al test di assunzione dei cannabinoidi, il ragazzino già nella serata di ieri è riuscito a scambiare alcune parole con i suoi familiari e i sanitari. Il sindaco di San Sebastiano al Vesuvio, Salvatore Sannino, ha avuto un colloquio telefonico con la madre del minore: "C'è un'indagine dei Carabinieri e noi aspettiamo l'evolversi della vicenda, dall'altro lato posso dire - spiega, interpellato dall'ANSA - che la Polizia Municipale qui

Stupro di gruppo, turista inglese drogata e violentata: 5 arresti

In penisola sorrentina, l'indagine della polizia porta in carcere cinque uomini dipendenti della struttura alberghiera presso cui la turista soggiornava Meta di Sorrento, 14 maggio - Gli agenti di Polizia del Commissariato di Sorrento e della Squadra Mobile di Napoli, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, stanno eseguendo tra Massa Lubrense, Vico Equense, Portici e Torre del Greco, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque persone ritenute responsabili di violenza sessuale di gruppo con l'aggravante dell'uso di sostanza stupefacente nei confronti di una turista inglese. I fatti risalgono alll'ottobre 2016, quando i cinque uomini, tutti dipendenti dell'albergo presso cui soggiornava la turista insieme alla figlia, avrebbero prima drogato la donna con la cosiddetta "droga dello stupro" (Z-drugs e benzodiazepine)