Terra dei Fuochi, 1217 sversamenti illeciti

Ripuliti 208 siti. SMA Campania aumenta azione contrasto Sono 1217 gli sversamenti illeciti nel territorio della "Terra dei Fuochi" segnalati dal 1 gennaio 2019 ad oggi alla piattaforma i.TER, realizzata dalla Regione Campania per il monitoraggio dei progetti di infrastrutture. Dai controlli di SMA Campania, società in house della Regione, è emerso che in 260 siti su 2017, i depositi di rifiuti erano costituiti da materiale infiammabile e avrebbero potuto determinare altrettanti inneschi di roghi. I dati sono stati diffusi nel corso di un sopralluogo al Presidio operativo di Marcianise - uno dei quattro istituiti dalla Regione Campania - del sottosegretario all'Ambiente Salvatore Micillo, del coordinatore del "Piano d'azione per il contrasto dei roghi dei rifiuti", Fabrizio Curcio, del viceprefetto Gerlando Iorio, incaricato

Ecoballe: allarme del Consiglio d’Europa

M5S, rimosso appena il 5,6%. Bonavitacola, solito chiacchiericcio Napoli, 7 giugno - Il comitato dei ministri del Consiglio d'Europa è 'preoccupato' perché solo "una minima parte delle ecoballe accumulate prima del 2009" in Campania sono state rimosse e "sollecita le autorità italiane ad attuare senza ulteriori ritardi il piano per rimuovere questo tipo di rifiuti". "Meglio tardi che mai. Anche in Europa si sono finalmente accorti che l'operazione di smaltimento delle ecoballe in Campania è fallita" dice il M5S con i consiglieri regionali Maria Muscarà e Vincenzo Viglione. Ma il vicepresidente della Giunta regionale, Fulvio Bonavitacola, replica: "In evidente affanno di credibilità del movimento di appartenenza alcuni consiglieri regionali 5 Stelle alimentano il solito chiacchiericcio sulle ecoballe. Questa volta traggono spunto da

Incendio ecoballe a Taverna del Re, De Luca: “Non riusciranno a fermarci”

Il governatore commenta l'incendio che è divampato sabato notte nel sito di Taverna del Re, tra Villa Literno e Giugliano. Critiche dal Movimento 5 Stelle, che ricorda come in un anno sia stato smaltito solo lo 0,5% delle ecoballe “Mi pare del tutto evidente che siamo di fronte ad atti dolosi che tendono a ostacolare, se non a impedire, i programmi di bonifica ambientale e sociale, perché le cose camminano insieme, che abbiamo varato come Regione Campania”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, commentando l'incendio di svariate ecoballe avvenuto sabato notte nel sito di Taverna del Re, tra Villa Literno e Giugliano. “Aspettiamo lo sviluppo delle indagini – ha aggiunto –. Possono ritardare il lavoro di qualche

Ecoballe, De Luca: “I rifiuti inertizzati e non indifferenziati saranno usati per riempire le ex cave”

Il presidente della Regione Campania ha fatto il punto sulla situazione dei rifiuti in Campania, paragonando la sanzione Ue per il mancato smaltimento delle ecoballe a una “spada di Damocle” Napoli, 3 agosto – “Il 20-30% di ecoballe che non producono percolato ed emissioni si deve collocare in una discarica per l’accumulo dei rifiuti inertizzati. Con questi rifiuti inertizzati e non indifferenziati possiamo ricomporre le ferite nelle cave per realizzare dei parchi urbani”. Lo ha detto il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca. “Abbiamo sulla testa – ha aggiunto De Luca – una ‘spada di Damocle’ per la sanzione UE. Il nostro programma si fonda sull’eliminazione delle ecoballe, sulla bonifica delle discariche, sull’incremento della differenziata e sulla realizzazione di

Rifiuti, Scala (Sel): “L’Eco delle balle di De Luca e Renzi continua, propaganda del Governo e del Pd”

Tonino Scala: "L'Eco (delle) balle di De Luca e Renzi continua, mentre la situazione ambientale nella terra dei fuochi è sempre più drammatica, con tassi di mortalità riconducibili all'emergenza inquinamento che dovrebbero suggerire comportamenti ben più seri e responsabili" "Il presidente De Luca, spalleggiato dal premier Renzi, sulla terra dei fuochi prosegue con annunci stratosferici, senza fare nulla. In più di un anno di governo abbiamo ascoltato solo promesse dalla coppia del PD, in una brutta commedia che per i cittadini campani non ha niente di divertente". Così in una nota il coordinatore regionale di SEL, Tonino Scala. "Da candidato alle primarie del PD, De Luca promise che un anno dopo la sua elezione sarebbero state rimosse le ecoballe. Poi. lo scorso 30

Renzi in Campania: “via le ecoballe in tre anni, politici non facciano i furbi e diano delle scadenze”

Il Premier in visita al sito di stoccaggio delle ecoballe dei taverna del Re e a due stabilimenti del Casertano Napoli, 11 giugno - Il presidente del Consiglio in visita in Campania questa mattina. Punto della situazione con il governatore Vincenzo De Luca al sito di stoccaggio delle ecoballe di Taverna del Re prima di recarsi in visita agli stabilimenti della Coca Cola, a Marcianise (Caserta) e della Getra, industria leader in Italia e in Europa nella costruzione di trasformatori elettrici di grande potenza. Al sito di stoccaggio dei rifiuti di Giugliano Renzi è stato accompagnato dal presidente della Regione Campania. "Via le ecoballe dalla Terra dei Fuochi. Via la camorra da gestione rifiuti". Il premier in visita allo stabilimento Coca Cola di Marcianise,

Rifiuti, a Villa Literno via le prime ecoballe. De Luca “Cancelleremo la vergogna della Terra dei Fuochi

Il presidente della Regione ha parlato di una “grande operazione di bonifica ambientale e di legalità”. Poi ha aggiunto: “Basta ad accuse infami. Basta guerre ad agroalimentare campano” Napoli, 30 maggio – È iniziata oggi la rimozione delle ecoballe dal sito di stoccaggio di Taverna del Re, nel Comune di Villa Literno. Nel sito, posto al confine tra le province di Napoli e Caserta, si trovano più di 5 milioni di ecoballe, depositate negli anni dell'emergenza rifiuti. Tre anni è il tempo previsto per la bonifica dei suoli. Stamane a Taverna del Re erano presenti il sindaco di Villa Literno, Nicola Tamburino, i sindaci dei Comuni limitrofi Giugliano e Parete, Antonio Poziello e Raffaele Vitale, il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola

Ecoballe, De Luca annuncia l’avvio della rimozione per la fine del mese

Nuova gestione del ciclo dei rifiuti, obiettivo 65% di differenziata entro il 2019 ''Abbiamo programmato per ultima settimana di questo mese l'avvio del trasferimento di ecoballe fuori regione. E' una sfida gigantesca: entro due o tre anni l'obiettivo è ripulire tutta la Campania. Ma abbiamo cominciato e arriveremo all'obiettivo''. Lo sottolinea, intervistato da Lira Tv, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. ''Ci sarà una nuova gestione del ciclo dei rifiuti, senza termovalorizzatori, incrementando la differenziata. Dobbiamo continuare a migliorare a Napoli città dove siamo inchiodati sotto il 30%, ma sono molto fiducioso. Credo che la regione possa arrivare entro il 2019 al 65%'', conclude De Luca.

Renzi e De Luca in diretta su Fb. Il presidente della Campania: “la Regione è un modello di trasparenza”

L'annuncio di De Luca: “ecoballe via da maggio” Napoli, 28 aprile – Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ospita il presidente della Giunta regionale campana, Vincenzo De Luca, alla diretta su Fb “Matteo Risponde”. Il Patto per la Campania, lo smaltimento delle ecoballe, la bonifica di Bagnoli, l'emergenza barelle negli ospedali e l'Alta Velocità: questi i principali temi trattati durante la diretta. Quanto al Patto per la Campania, ha esordito Renzi, faremo qualcosa di simile in tutte le Regioni e città metropolitane del Sud. Abbiamo cominciato dalla partita più difficile. Lo faremo dappertutto, da Bari a Taranto, alla Basilicata, alla Sicilia”. De Luca ha esposto i diversi punti del Patto, spiegando che permetterà il completamento della metropolitana di Napoli e lo smaltimento

De Luca: “Ecoballe via? Bisogna anche bonificare le discariche”

Lo ha affermato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del suo consueto monologo a Lira Tv Napoli, 20 febbraio - “La rimozione delle ecoballe di rifiuti dai siti di stoccaggio non è esaustiva della questione ambientale della Campania”. Lo ha affermato il presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto monologo a Lira Tv. De Luca, oltre a ricordare che proprio in questi giorni è scaduto il termine per la presentazione delle offerte per la rimozione delle ecoballe (vai all'articolo), ha sottolineato come ci sia un altro problema, che è rappresentato dalla “bonifica delle discariche”. A suo giudizio però, liberare dalle ecoballe la Regione, rappresenta un punto di svolta. “Significa voltare pagina. Liberarsi di

Ecoballe, pervenute 9 offerte alla gara d’appalto

De Luca: "Si apre davvero una pagina straordinaria per la soluzione di un problema storico che ha sporcato l'immagine della Campania e dell'Italia negli anni passati" Napoli, 18 febbraio - Sono scaduti oggi alle ore 13 i termini della gara per la rimozione di 800mila tonnellate di ecoballe stoccate nella 'Terra dei fuochi', in Campania: risultano pervenute 9 offerte dagli operatori del settore. "Ora si procederà all'accertamento dei requisiti dei soggetti partecipanti e al successivo affidamento degli interventi. La struttura regionale, appositamente costituita - si legge in una nota - provvederà ad espletare con rigore e celerità le procedure per la stipula dei contratti. Ciò consentirà, nel più breve tempo possibile, di avviare le operazioni di carico delle ecoballe sui mezzi per lo smaltimento

Ecoballe, De Luca: “Abbiamo avviato la risoluzione del problema”. Scettica la Commissione Ecoreati

“Quella delle ecoballe è un'emergenza di natura ambientale ma anche un problema di credibilità, dato che diventa ridicolo parlare di sviluppo e turismo in queste aree finché avremo distese infinite di ecoballe”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha parlato dell'emergenza ambientale nella Terra dei Fuochi Napoli, 21 gennaio - “Con la commissione parlamentare bicamerale Ecoreati abbiamo finalmente avviato la risoluzione del problema delle ecoballe, un'emergenza di natura ambientale ma anche un problema di credibilità, dato che diventa ridicolo parlare di sviluppo e turismo in queste aree finché avremo distese infinite di ecoballe”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha parlato dell'emergenza ambientale nella cosiddetta Terra dei Fuochi. “Il problema – ha aggiunto De Luca –

Parte la gara per la rimozione delle ecoballe. De Luca: “Cancelleremo una vergogna”

L'annuncio è stato dato dal presidente della Giunta regionale, dopo che l'Autorità Nazionale Anticorruzione ha approvato i bandi di gara Parte la gara per la rimozione delle ecoballe. L'annuncio è stato dato dal presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, che ha parlato di “giornata storica”. “Il capitolato d’appalto per la rimozione delle ecoballe – ha scritto De Luca su Facebook – è stato approvato dall’Autorità anticorruzione. In queste ore si avvia formalmente la procedura di gara per eliminare in Campania 5,6 milioni di tonnellate di ecoballe. Parte una iniziativa di valore storico dopo un’attesa durata 16 anni”. Del problema ecoballe si sta occupando il vicepresidente con delega all'Ambiente, Fulvio Bonavitacola, che in questi mesi ha redatto il piano per lo smaltimento.

Terra dei Fuochi, De Luca: “Ecoballe, entro due mesi operativi per risolvere il problema”

Il presidente della Giunta regionale: “Abbiamo inviato la bozza del capitolato di gara e stiamo lavorando a quello definitivo” Napoli, 16 dicembre – Presto il problema delle ecoballe sarà risolto. Ne ho convinto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che ha dichiarato all'Ansa: “Nell'arco di due mesi e mezzo saremo operativi per risolvere il problema delle tonnellate di ecoballe. Abbiamo inviato la bozza del capitolato di gara e, in base alle osservazioni del Governo, stiamo definendo il capitolato definitivo”. Nei giorni scorsi sulla questione ecoballe era tornato anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi, che dal palco della Leopolda aveva detto: “Ho sfidato De Luca. Gli ho detto se non sei un 'personaggetto' questa la devi risolvere”. L'iter burocratico sembra procedere