Coronavirus, primo guarito al Sud con Remdesivir

Farmaco anti Ebola usato con successo dall'Unità operativa di Malattie infettive dell'ospedale di Caserta Caserta, 31 marzo - Non solo i cinque pazienti guariti con il farmaco contro l'artrite reumatoide, il Tocilizumab, ma anche il primo e unico del Sud Italia uscito da una situazione di estrema gravità grazie al Remdesivir, un antivirale attualmente non in commercio usato per infezioni da virus potenti come l'ebola. All'azienda ospedaliera di Caserta si continuano a sperimentare i nuovi farmaci a disposizione per combattere i contagi da Covid-19. Ma se il Tocilizumab, provato con successo al Cotugno di Napoli e già usato in altri ospedali italiani, è ormai una realtà, il Remdesivir ad oggi è stato usato con il contagocce. "Non so se altri ospedali del

Al Cardarelli avviati i test rapidi

Primo screening per medici e operatori esposti a rischi contagio Napoli, 31 marzo - Al via i test rapidi all'ospedale Cardarelli di Napoli. In seguito all'approvazione da parte dell'Unità di Crisi regionale della procedura operativa per i test rapidi, il Cardarelli ha provveduto, attraverso una comunicazione interna, a organizzare lo screening sul personale, a cominciare da medici, infermieri e tutti i sanitari e non maggiormente a rischio contagio. I primi sono stati quelli in forza all'Unità Covid attivata nel Cardarelli, a cui è seguito il personale impegnato nei percorsi Covid, al Dea (Dipartimento di emergenza ed accettazione) e al di fuori del Dea. Nei prossimi giorni, si andrà avanti con i test rapidi sino ad effettuare i test su tutto il personale.

Coronavirus, arriva la Spesa Sospesa

L'iniziativa per raccogliere alimenti, farmaci e altri beni di prima necessità donati in favore dei più bisognosi Napoli, 31 marzo - Parte oggi nella IV Municipalità di Napoli la "Spesa Sospesa", per permettere a chi vuole donare alimenti, farmaci e altri beni di prima necessità a chi in questo momento complesso ne ha più bisogno di poterlo fare con semplicità, grazie al supporto degli assistenti sociali e di Gesco. "La Municipalità - spiega il Presidente della IV Municipalità Giampiero Perrella - quale istituzione più vicina ai bisogni concreti del cittadino non poteva non fare la sua parte. Abbiamo optato così per un modello semplice, trasparente e collettivo che offra ad ogni cittadino che vuole contribuire la possibilità di aiutare migliaia di famiglie e persone

Ischia, sorrisi e volontariato: così funziona la rete di solidarietà

Una rete di associazioni al servizio di anziani, disabili, famiglie bisognose e malati Il cuore di Ischia per contrastare la crisi legata al Covid-19. Una rete di associazioni, più di trenta volontari impegnati tutti i giorni, il sostegno di imprenditori e famiglie solidali: nei giorni in cui il sistema sanitario combatte per contenere il contagio da coronavirus, l’isola scopre il valore della solidarietà. In prima linea Insula Spei, Caritas, Catena Alimentare, Servizio umanitario ASSI, Mensa del Sorriso, Punto D, La Casa dei Bambini e Associazione Nazionale Carabinieri. Il numero verde 800 96 0528, gestito dalla cooperativa Eco, è attivo sin dai primi giorni dell’emergenza: a titolo gratuito, vengono consegnate a domicilio la spesa e i medicinali agli anziani over 70 residenti non autosufficienti

Napoli, in 700 in fila per la mensa dei poveri

Controlli dei Carabinieri con il supporto in volo dell'elicottero del 7° Nucleo Elicotteristi di Pontecagnano Continuano i servizi di controllo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli per evitare assembramenti, questa mattina anche con il supporto in volo dell'elicottero del 7° Nucleo Elicotteristi di Pontecagnano. Particolare attenzione per le mense che garantiscono pasti ai più bisognosi e che oggi prevedono la somministrazione di centinaia di pasti. Presso la mensa del centro di accoglienza "Elia Alleva", sita all'interno della basilica Santuario del Carmine Maggiore, i carabinieri della stazione di Borgoloreto hanno garantito l'ordine durante la fila che anticipa l'ingresso nei locali dove vengono serviti pasti: 700 quelli in distribuzione oggi. I militari, oltre a garantire assistenza durante l'afflusso e il deflusso, hanno realizzato

Coronavirus, morto docente Federico II

65 anni, era ricoverato al Cotugno. Dg, uomo straordinario E' morto Maurizio Galderisi, cardiologo e docente di Medicina Interna all'Università di Napoli Federico II e responsabile del programma Infradipartimentale di Emergenze Cardiovascolari e Complicanze Onco-ematologiche dell'Azienda Ospedaliera Universitaria. Il professore, 65 anni, era ricoverato all'ospedale Cotugno perché contagiato dal coronavirus. "Perdiamo un uomo straordinario che lascia un grande vuoto nelle vite di quanti hanno avuto l'onore di conoscerlo", ha detto Anna Iervolino, direttore generale dell'Azienda universitaria ospedaliera Federico II. "Ho appreso con profondo dolore della scomparsa di Maurizio Galderisi, - ha aggiunto - a mio nome, e a nome di tutto il Policlinico Federico II di Napoli, voglio esprimere vicinanza alla famiglia di un uomo straordinario, che lascia un grande vuoto nelle

Lo Zoo di Napoli non si è fermato e non si fermerà, anche se a porte chiuse

Ogni giorno sui social Lo Zoo di Napoli, il parco come non si è mai visto, raccontato da veterinari, keeper e personale scientifico, che aggiornano i visitatori sull’attività dello staff mentre si prende cura degli animali, nell’attesa che il pubblico possa tornare numeroso E’ on line da ieri il video racconto di sette anni che ripercorre le tappe dello Zoo di Napoli, sui social del parco (facebook e instagram Lo Zoo di Napoli), per non dimenticare come era la struttura prima e come è diventata dal 2013 ad oggi, grazie all’attuale gestione. Una storia d’amore e sacrifici, testimoniata dall’ultima battaglia in corso, periodo di resistenza, in cui lo zoo non si è fermato e non si fermerà, grazie anche a chi vorrà aiutare

De Luca avverte Conte, si rischia il collasso

Da Roma non è arrivato nulla delle forniture richieste per la gestione dell'emergenza sanitaria. Lettera inviata questa mattina dal Presidente Vincenzo De Luca al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Ministro degli Affari Regionali e al Ministro per il Sud Questo il testo: "La comunicazione di questi ultimi giorni relativa alla epidemia è gravemente fuorviante. Il richiamo a numeri più contenuti di contagio al Nord, rischia di cancellare del tutto il fatto che non solo la crisi non è in via di soluzione, ma che al Sud sta per esplodere in maniera drammatica. I prossimi dieci giorni saranno da noi un inferno. Siamo alla vigilia di una espansione gravissima del contagio, al limite della sostenibilità. La prospettiva, ormai reale, è quella

Coronavirus: in Campania 56 vittime e 53 guariti

Totale dei positivi 1103, tra Napoli e provincia 588. Divieto di entrata e uscita da Auletta, piccolo centro a sud di Salerno Sono 56 le vittime dell'epidemia di coronavirus in Campania. Sono i dati forniti dall'Unità di Crisi della Regione Campania, in base ai quali i guariti sono 53. Il totale dei positivi è di 1103 casi, ripartiti, come di seguito, su base provinciale: provincia di Napoli 588 casi (di cui 306 Napoli città, 282 Napoli provincia); provincia di Salerno 182 casi; provincia di Avellino 155 positivi; provincia di Caserta: 15; provincia di Benevento 14 casi. Sono in attesa di verifiche altri 12 casi. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha disposto quest'oggi con un'apposita ordinanza il divieto di entrata e

Coronavirus, finiti i posti letto al Cotugno e Monaldi. Nuovi 90 casi

Verso saturazione posti terapia intensiva in 2 ospedali città Napoli, 23 marzo - Sono 136 i pazienti ricoverati nelle strutture dell'Azienda dei Colli, di Napoli, tra gli ospedali Cotugno, centro di riferimento regionale per le malattie infettive, e Monaldi. La disponibilità di posti letto, in regime di ricovero ordinario, che comprende anche una quota di sub intensiva, è esaurita, perché quelli disponibili sono attualmente occupati. Dei 136 ricoverati, 127 sono casi confermati di positività al coronavirus, mentre per altri 9 pazienti si è in attesa dell'esito dei tamponi. In Terapia intensiva, al momento sono ricoverate 15 persone, in tutto. Nell'Ospedale Monaldi, si contano altri 6 posti letto 'liberi' nel reparto di terapia intensiva. A breve, al Cotugno saranno attivati nuovi posti letto

Coronavirus: controlli della Polizia al Rione Pignasecca

Controlli ed informazione ai residenti del Rione Pignasecca da parte dalla Polizia Napoli, 22 marzo - Il Rione - dove più volte sono stati segnalate situazioni di mancato rispetto della normativa anti-Covid 19 - è stato raggiunto dagli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale e dei Commissariati di zona. I poliziotti hanno informato i residenti sulla necessità di scaglionare gli orari di uscita per fare la spesa ed hanno verificato che negli esercizi commerciali, venisse rispettata la distanza di sicurezza fra i clienti per evitare pericolosi assembramenti. L' invito rivolto ai cittadini è quello di ridurre le uscite ai casi di necessità e di osservare con rigore le raccomandazioni per evitare il contagio

De Luca tenta di arginare l’esodo verso il Sud

Controlli straordinari sono in corso alla stazione ferroviaria di Napoli Centrale Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha avuto questa mattina un colloquio con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, "al quale - si legge in una nota dell'Unità di crisi della Regione - è stata sollecitata l'adozione di misure drastiche per bloccare il prevedibile flusso di cittadini di ritorno al Sud e in Campania per la chiusura di attività produttive". "Il premier Conte - conclude la nota - ha rassicurato De Luca: il Governo sta affrontando questa problematica per le decisioni di merito".​ Controlli straordinari sono in corso alla stazione ferroviaria di Napoli Centrale sui passeggeri in arrivo dal Nord. Tre, in particolare, i convogli all'attenzione degli agenti di polizia

Mascherine in dono dalla Comunità cinese a Napoli

Direttore generale ASL Ciro Verdoliva, sono gesti concreti, sentire sostegno comunità aiuta Napoli, 21 marzo - Questa mattina la comunità cinese della Campania ha voluto far sentire la sua vicinanza a tutti i cittadini di Napoli, medici, infermieri e operatori sociosanitari in primis, e lo ha fatto con un gesto concreto. "Ci hanno donato 1.000 mascherine FFp2, 3.000 mascherine chirurgiche e 20 taniche da 5 litri ciascuna di gel disinfettante", rende noto il direttore generale ASL Ciro Verdoliva. "Al Loreto Mare, oggi deputato in maniera specifica all'emergenza Covid-19, la comunità Cinese della Campania ha inoltre donato 500 mascherine FFp2, 2.000 mascherine chirurgiche e 15 taniche da 5 litri ognuna di gel disinfettante - aggiunge - Sono gesti molto concreti, e questo è

Aerospazio, Carrino: grande preoccupazione per la tenuta del sistema industriale in Italia

Conseguenze negative per l’economia anche dopo il superamento della crisi generata dal Covid19 “Ora che la dimensione della diffusione internazionale del coronavirus Covid-19 e la sua pericolosità sono meglio delineati, non posso nascondere una grandissima preoccupazione per la tenuta del sistema industriale dell’aerospazio sia in Italia sia nella nostra regione”, afferma Luigi Carrino, Presidente del Distretto Aerospaziale della Campania, DAC, commentando il cambiamento di scenario economico generato dalla necessità di contenimento della pandemia. “Lo stop ai voli sta determinando situazioni di grave crisi in quasi tutte le compagnie aeree che, inevitabilmente, stanno rivedendo i loro programmi di ampiamento e rinnovo delle flotte di velivoli. Gli ordini vengono modificati e le commesse ridimensionate. A livello internazionale, la Boeing ha già interrotto alcune produzioni e altri stop