Eternit bis: il Tribunale di Torino sospende il processo a Stephen Schmidheiny

La Procura di Torino contesterà nel processo altre 94 morti per amianto killer Torino, 24 luglio - Inaspettata la decisione del Gup di Torino, che doveva decidere se aprire un nuovo processo contro Stephen Schmidheiny, l'imprenditore svizzero, precedentemente accusato e poi prosciolto per disastro ambientale doloso, ora accusato di omicidio intenzionale.  Il

Processo Eternit, chiesta la prescrizione e l’annullamento della sentenza di appello che condannò Stephan Schmidheiny a 18 anni di carcere

Ezio Bonanni presidente dell’osservatorio nazionale amianto: "se il patron della Eternit sarà condannato lo Stato italiano dovrà subito esigerne l’estradizione" Torino, 19 novembre — Slitta di una settimana la tanto attesa sentenza di terzo grado della Cassazione per il processo Eternit lasciando nell’ansia dell’attesa i familiari delle vittime che in centinaia già

Capri, rifiuti e amianto in strada: fioccano le multe

Elevate multe a residenti e proprietari di seconde case Capri, 3 luglio - Operazione di controllo del territorio disposta dal tenente Angelo Mazzarella, comandante dei vigili urbani. I controlli hanno riguardato soprattutto le zone alte e periferiche dell'isola. Gli agenti hanno elevato una raffica di multe nei confronti sia di residenti sia

Acqua inquinata? No, potabile ma forse al “gusto” di amianto. Dagli scoop alle inchieste giornalistiche a rischio la fiducia dei consumatori

Napoli, 30 novembre - A poche settimane dalla pubblicazione del dossier statunitense sulle acque contaminate della Campania, tiene ancora banco la querelle avviata con l'inchiesta di "L'Espresso". Nello stesso giorno dell'uscita del settimanale che rivelava i risultati scioccanti delle analisi americane, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris non esitò a definire vergognosa la copertina del

Sversamenti illeciti ed attentato alla salute pubblica, ritrovata dalla GdF una discarica abusiva di materiali industriali

È la provincia di Avellino, questa volta, ad essere sotto i riflettori per il ritrovamento dell’ennesima discarica abusiva sul territorio campano, divenuto terra fertile per la criminalità organizzata che fa ricchi affari con la spazzatura e in particolare con i rifiuti speciali, pericolosi per la salute. La vegetazione rigogliosa della campagna

Processo Eternit. Giustizia anche per Bagnoli. Il magnate dell’Eternit, Stephan Schmidheiny condannato dalla Corte d’Appello di Torino a 18 anni di carcere

Giustizia è fatta, o almeno la giustizia degli uomini ha fatto il suo corso. Gli occhi dei familiari delle vittime dell’Eternit si sono riempite di lacrime per la commozione mista a rabbia nel veder riconosciuto il torto subito, che ha portato via gli amori della vita, amici di scuola, colleghi di

Bagnoli 2.0. I cittadini stanchi di non ricevere risposte alle istanze di vivibilità del quartiere organizzano la protesta in rete.

E’ sconsolante vedere l’immobilismo della Regione nell’erogare i fondi alla società Bagnolifutura per poter riprendere i lavori dello smaltimento della colmata e per i cantieri dei progetti per la riqualificazione dell’area. Il gioco dello scaribarile, cavilli burocratici o affossamenti in cassetti, purtroppo è cosa ben nota al nostro paese. Ormai i

Convegno CGIL a Bagnoli, “Il caso Eternit”. Felice Casson (PD): “ipotesi di strage dello Stato”.

Al convegno "Il caso Eternit", tenutosi il 12 marzo presso l’Istituto Alberghiero G. Rossini di Bagnoli, organizzato dalla varie sigle della CGIL e dell’Associazione "Mai più amianto", sono intervenuti il Senatore Felice Casson Vicepresidente gruppo PD al Senato, Giovanni Sannino Segretario generale della Fillea Campania, Paolo Giugliano Presidente dell’Associazione Mai

Di amianto si muore ancora. De Magistris attende i fondi per la bonifica di Bagnoli. Nichi Vendola: “è la storia di una strage nascosta… E’ una delle grandi schifezze italiane”.

Nonostante che con la legge n.257 del 1992 l’amianto sia stato bandito, ancora oggi assistiamo a ritrovamenti di questo materiale nelle più svariate forme. Sono degli ultimi mesi ritrovamenti di giacimenti di amianto sotto forma di 5000 tetti in Puglia o di parti inglobate in pannellature lasciate come rifiuti in