Salerno: grida ‘Allah akbar’ e ferisce due vigilanti

Extracomunitario in escandescenze, ricoverato in Psichiatria Salerno, 5 gennaio - Poco prima delle 7 un extracomunitario - del quale non è ancora nota la nazionalità - ha cominciato a dare in escandescenze nel pronto soccorso dell'ospedale Ruggi di Salerno. L'uomo, in codice verde, nonostante il tentativo di calmarlo da parte dei sanitari, ha continuato a urlare, dirigendosi il bagno e ripetendo la frase "Allah akbar". Il personale di vigilanza è intervenuto tempestivamente ma alla vista degli uomini in divisa il paziente ha strappato dal muro uno specchio e ha aggredito chi gli si presentava dinanzi. I due vigilanti, feriti al volto e alle mani, sono riusciti ad immobilizzare l'uomo grazie anche all'intervento del responsabile della ditta che si occupa della vigilanza. All'arrivo

La commissione “Qualità della Vita” lavora per l’elezione di un cittadino extracomunitario in Consiglio Comunale

Avviato il confronto con i rappresentanti delle comunità straniere La commissione Qualità della Vita, presieduta da Francesco Vernetti, che ha delega anche per il diritto all’integrazione, ha incontrato oggi l’assessora competente Alessandra Sardu ed i rappresentanti di alcune comunità straniere per discutere della delibera per la partecipazione al Consiglio Comunale di un cittadino extra-comunitario.

Napoli, lite tra extracomunitari: giovane colpisce con le forbici un 18enne ferendolo ai polmoni

Motivi passionali, 19enne lo colpisce con forbici da sarto Napoli, 17 settembre - Motivi passionali sono stati alla base di una lite tra extracomunitari avvenuta all'interno di un club-discoteca di via Giovanni Antonio Pasquale, nel centro di Napoli, che ha provocato il ferimento di una persona ora ricoverata in gravi condizioni. Heron Patrick Spencer Almeida, 19enne, di Capo Verde, ha ferito un connazionale 18enne perforandogli un polmone con forbici da sarto. A intervenire i carabinieri del Nucleo Radiomobile che hanno arrestato il 19enne per tentativo di omicidio e lesioni personali aggravate. Il ferito è stato portato nel "Vecchio Pellegrini" ed è ricoverato in rianimazione per pneumotorace oltre che ferite al petto e alla spalla e alla mano sinistra; è in prognosi riservata,

Bimba ferita a Napoli, De Luca: “Episodio intollerabile”

Il governatore della Campania commenta l'episodio promettendo il mantenimento degli impegni assunti sulla videosorveglianza Napoli, 4 gennaio - “Riteniamo intollerabile e odioso questo episodio che ha colpito anche una bambina nel cuore di Forcella. Un fatto gravissimo, ben oltre le prime rassicuranti notizie che arrivano dall'Ospedale Santobono”. A dirlo è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, riferendosi al raid contro immigrati avvenuto questa mattina in via Annunziata, nel centro storico di Napoli. Durante il raid, probabilmente avvenuto per il pizzo, sono stati feriti tre extracomunitari e una bimba di 10 anni, che si trovava a passare per caso col papà. Alla bimba, ricoverata all'Ospedale Santobono, è stato estratto il proiettile che l'ha colpita e non è in pericolo di

Napoli: spose in vendita per permesso di soggiorno ad extracomunitari

La truffa è stata scoperta dai carabinieri di Qualiano. Denunciate due sorelle che hanno accettato di sposare per 2000 euro due stranieri e le due mediatrici che hanno organizzato la truffa Napoli, 26 luglio — A.A.A. spose vendesi per cittadinanza a prezzi modici. Sono bastati appena 2000 euro a testa a due extracomunitari per comprare una moglie e poter così richiedere il permesso di soggiorno per motivi familiari e poter avanzare in seguito anche la richiesta di cittadinanza. Le due spose sono due sorelle di Qualiano che hanno accettato per pochi spiccioli di unirsi in matrimonio rispettivamente ad un tunisino di 26 anni e ad un marocchino di 38 anni. Le donne, entrambe impiegate in una impresa di pulizia, avrebbero sposato due

Le negano le cure al pronto soccorso di Pozzuoli perché extracomunitaria, muore poco dopo all’ospedale San Paolo

Giunge in condizioni gravissime all’ospedale, ma le guardie giurate le dicono di andare a casa Il suo nome è Mary Jacob, 30 anni, originaria dello Zimbabwe, immigrata e residente a Castel Volturno. È deceduta ieri nell’Ospedale San Paolo di Napoli in circostanze non ancora ben accertate, probabilmente vittima di un infarto. Un conoscente, che l’ha accompagnata e le è stato vicino in questa drammatica vicenda, racconta che prima di giungere al San Paolo Mary era stata portata in un altro ospedale, il Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli, ma le “guardie” l’hanno mandata via. “Non le hanno permesso di entrare in Pronto Soccorso. Lei aveva solo bisogno di essere visitata”, spiega sconvolto e tra le lacrime il ragazzo al quotidiano “La Repubblica”.