“Un Farmaco per tutti”, 140mila euro di farmaci inviati in Africa dall’Ordine dei farmacisti di Napoli

Medicinali raccolti all’interno delle farmacie saranno smistati ai vari enti assistenziali che hanno aderito all’iniziativa Con il progetto "Un Farmaco per tutti" l'Ordine dei Farmacisti di Napoli continua a tracciare traguardi solidali. Sono stati appena consegnati medicinali e presìdi per un valore di 140mila euro in Burkina Faso, dove rappresenteranno una risorsa sostanziale per la sopravvivenza della popolazione. Il progetto, promosso dai Farmacisti di Napoli e dal cardinale Crescenzio Sepe, permette a ciascuno di devolvere medicine, presìdi medico-chirurgici, integratori e dispositivi a chi non può avere accesso alle cure. Si tratta di medicinali non ancora scaduti, provenienti dalla donazione spontanea da parte di cittadini, aziende e privati che non hanno più bisogno del farmaco anche a seguito del cambio o della fine

Napoli: rapinavano le farmacie del Vomero, arrestati

I rapinatori avevano realizzato circa 15 colpi fino allo scorso marzo in farmacie della zona del Vomero Il gip di Napoli ha emesso due ordinanze di custodia cautelare per due uomini che tra novembre 2014 e lo scorso marzo hanno realizzato ben 15 colpi in 15 diverse farmacie situate nel quartiere del Vomero. Le indagini hanno avuto una svolta lo scorso 14 marzo, giorno in cui uno dei rapinatori è stato arrestato proprio mentre provava a rapinare una farmacia. I due sono Francesco Finelli e Salvatore Mirabella, entrambi 33enni. Il primo ad essere stato arrestato è stato Finelli che era il vero e proprio uomo d'azione, bloccato il 14 marzo scorso. Mirabella invece faceva il palo e quel 14 marzo ebbe modo di scappare

Rapinavano farmacie, ultimo tentativo al Vomero, finiti in manette

Colti in flagranza di reato dai carabinieri mentre stavano per rapinare l'ennesima farmacia al Vomero. Decisivi i video di altre farmacie rapinate Napoli, 14 marzo - La fine di un incubo per le farmacie del napoletano. Due rapinatori seriali sono finiti in manette grazie al tempestivo intervento dei carabinieri del comando provinciale di Napoli mentre stavano per mettere a segno l'ennesimo colpo in una farmacia del Vomero. Si tratta di Francesco Finelli, 32 anni, e del suo complice Salvatore Mirabella di 33 anni. Il Finelli è stato bloccato dalle forze dell'ordine nella farmacia "Astuni", sita in via Piscicelli, dove aveva fatto irruzione armato di pistola e minacciato il titolare di dargli l'incasso della giornata. Colto in flagranza di reato, i militari lo hanno

150 milioni di euro di credito ed i farmacisti dichiarano lo stato di agitazione a Napoli.

Michele Di Iorio, Presidente di Federfarma Napoli, annuncia lo stato di agitazione dei farmacisti di Napoli e provincia contro "La disastrosa situazione  gestionale dell'Asl Napoli 1 e l'incapacità a rispettare gli impegni assunti." Per esprimere lo stato di criticità in cui sono esposti i farmacisti napoletani, Michele Di Iorio, ha scritto al Commissario straordinario alla Sanità, Mario Marlocco, al Direttore generale dell'Azienda Sanitaria, Ernesto Esposito, ed al Prefetto di Napoli, Antonio Musolino. Nella lettera del 13 novembre scorso, si esprime perplessità nei confronti del Presidente Caldoro in merito alle sue rassicurazioni per il ripiano dei debiti della sanità regionale, smentite dalle circostanze che, allo stato attuale l'Asl Napoli1 è arretrata nei pagamenti a nove mesi e le Asl Na2 e Na3 a

La spunta Federfarma. Termina anche a Salerno il servizio di distribuzione domiciliare dei kit per diabetici.

Si conclude anche all’ASL di Salerno l’esperienza della Regione Campania della distribuzione porta a porta dei kit salvavita per diabetici, che aveva creato in quest’anno un duro braccio di ferro tra istituzioni e la Federfarma (federazione nazionale dei titolari di farmacia italiani). A comunicarlo tramite comunicato stampa è il Direttore generale dell'ASL di Salerno, il Dottor Antonio Squillante, venerdì 26 ottobre scorso: “L’erogazione dei dispositivi medici per diabetici torna alle farmacie; nell’ambito territoriale delle ex ASL Salerno 3, la distribuzione è già iniziata l’1 ottobre, mentre per le ex ASL Salerno 1 e Salerno 2 la medesima erogazione partirà l’1 novembre prossimo”. Ma facciamo un passo in dietro per ripercorrere i passaggi che hanno portato alla conclusione della distribuzione domiciliare dei presidi