Sanzionati per una festa in casa

12 giovani sanzionati a Genzano di Lucania. Altri 9 per essere arrivati dalla Campania per raccogliere funghi In un "piccolo appartamento" del centro storico di Genzano di Lucania (Potenza), 12 giovani - dai 17 ai 18 anni - senza indossare le mascherine e senza "osservare le distanze fisiche tra di loro", stavano ascoltando musica, consumando cibi e bevande: sono stati individuati e sanzionati dai Carabinieri. Inoltre, sempre nell'ambito dei controlli sul rispetto delle prescrizioni previste dalla fase 2 dell'emergenza coronavirus, a Lauria (Potenza) i militari dell'Arma hanno elevato sanzioni nei confronti di nove persone, tra i 32 e 61 anni, provenienti dalla Campania, sorprese a raccogliere funghi senza autorizzazione e tesserino e quindi in assenza "di comprovate esigenze" per essere in Basilicata.

Regionali Campania, de Magistris: “Io sostenitore di De Luca? Siamo diversi dal punto di vista politico, etico e umano”

Il sindaco di Napoli ha chiarito, se mai ce ne fosse bisogno, che non sosterrà il governatore Vincenzo De Luca alle elezioni regionali in Campania “Io sostenere De Luca alle Regionali? È impensabile, siamo su posizioni politiche, etiche e umane completamente diverse”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante un'intervista a Tv2000. Il primo cittadino ha elencato una serie di misure prese da De Luca per la fase 2 dell'emergenza Covid19 che non condivide. “Non posso andare d'accordo con il presidente della Regione se fino a qualche giorno fa vietata addirittura il cibo d'asporto e teneva le pizzerie aperte 5 o 6 ore laddove tutti sanno che non bastano neanche a far lievitare l'impasto. Adesso vuole chiudere tutta

Ristoratori di Positano: “I protocolli vigenti non permettono di riaprire”

Associazione dei Ristoratori di Positano: "Non ci fermiamo" Salerno, 25 maggio - A fine marzo gli operatori turistici di Positano si sono riuniti per formare una nuova associazione di categoria con l'obiettivo di pensare, ripensare e reinventare il loro settore di appartenenza, all’insegna della massima sicurezza verso i clienti e i dipendenti. Tale sodalizio ha preso parte alle riunioni della Regione, comunicato agli enti locali e nazionali le  preoccupazioni degli associati e fornito costantemente spunti e proposte. Sebbene le indicazioni contenute nel DPCM 17.05.2020, nelle ordinanze regionali n. 48 del 17.05.2020 e n.49 del 20.05.2020, e nei diversi protocolli di sicurezza elaborati da INAIL e Regione Campania lasciano intravedere un'apertura nei confronti del settore turismo, a Positano sono state comunque riscontrate delle

De Luca avvia campagna ‘cafoneria zero’

Mascherine, pubblicare i nomi di chi viene multato Napoli, 22 maggio - Lancia una campagna 'cafoneria zero' il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Lo fa in occasione della 'Fase 2' e dello stop della movida alle ore 23: "Cogliamo l'occasione per umanizzare i momenti di incontro affinché non ci si rincretinisca con alcol e droghe. Approfittiamo per fare una campagna cafoni zero, no boor". "Teniamo bloccata la movida con la chiusura dei baretti alle ore 23 - ha detto in diretta Fb - nessuno può immaginare che tornare alla normalità sia tornare a fare quello che si faceva prima, dobbiamo avere il coraggio di dirlo ai giovani. C'è una crescente massificazione alienante anche per il divertimento". De Luca si scaglia contro l'uso

Movida a Napoli, de Magistris contro l’ordinanza regionale: “apro tutto h24”

Il sindaco: “Non dobbiamo contingentare gli orari, le persone devono distribuirsi, devono uscire”. E sull'emergenza: “Rendere i sindaci amministratori di condominio è eversivo”. Intanto proprio sulla movida il governatore De Luca dice: “Ferma alle 23, mai più rincretinirsi con droghe e alcol” Il nuovo scontro politico tra il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il governatore della Campania Vincenzo De Luca si consuma sull'ordinanza regionale n.49 che vieta a bar e locali della movida di restare aperti dopo le ore 23. Un'ordinanza, quella della Regione, che non piace proprio a de Magistris, perché spiega in un'intervista a Radio1: “La gente non scompare, ma succede esattamente il contrario. Noi dobbiamo aprire tutto ed è quello che farò io a Napoli, aprirò

Fase 2 dell’emergenza coronavirus Covid19, de Magistris chiama De Luca

Il sindaco ha riferito di aver avuto una conversazione telefonica con il governatore e che presto seguirà un incontro. Il primo cittadino rivendica un ruolo per i sindaci “Io e De Luca ci siamo sentiti stamattina. È stata un conversazione molto importante e credo che sia giusto così: una cosa sono le differenze politiche che ci dividono, altro è quello che ho sempre auspicato, cioè il dialogo istituzionale. Ci siamo detti che presto ci incontreremo”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante un'intervista a L'aria che tira su La7. Secondo il primo cittadino “se la gestione della ripartenza nella Fase 2 viene affidata a un altro Ente, questo porterà caos e non rilancio immediato” e pertanto devono essere proprio

Fase 2 emergenza Covid19, la Campania ha dato parere contrario all’intesa Stato-Regioni sulle riaperture

Critiche al governatore Vincenzo De Luca da parte del ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, dal sottosegretario all'Economia Buffagni e del sindaco di Napoli de Magistris Per la fase 2 dell'emergenza coronavirus Covid19 la Campania ha dato parere contrario all'intesa Stato-Regioni sulle riaperture e ha emanato nella tarda serata di ieri una nuova ordinanza (la n.48 ndr) che non dà il via libera alla riapertura di ristoranti, pub e lidi. “La Campania non è d’accordo e non ha sottoscritto l’intesa Stato-Regioni che alcuni media presentano come condivisa all’unanimità. Su alcune norme di sicurezza generale deve pronunciarsi il ministero della Salute, non è possibile che il Governo scarichi opportunisticamente tutte le decisioni sulle Regioni. Non è accettabile”, con queste parole, pronunciate

AFINA: linee guida per la nautica, bisogna aprire alle regioni

Amato: “Giuste le linee guida del MIT per la nautica” ma “Troppo restrittiva la navigazione nelle regioni” Napoli, 18 maggio – Parlano chiaro le linee guida del MIT per la nautica da diporto privata, noleggio, charter e sport d’acqua: ogni limitazione è associata a quanto regolamentato a terra. Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha, in sostanza, liberalizzato la navigazione associando le regole per buona parte a quelle che valgono sulla terra ferma e fissando così i paletti alla sanificazione, al rispetto delle distanze e soprattutto al buon senso degli armatori/cittadini. “Al momento queste linee guida del Dicastero del ministro Paola de Michele ci lasciano soddisfatti – dichiara Gennaro Amato presidente dell’associazione di filiera Afina che raggruppa oltre 250 aziende del settore

Fase 2, riaprono musei e parrucchieri

Caffè al bar solo al banco. Per ristoranti stop fino a 21 maggio Napoli, 17 maggio - Riaprono parrucchieri, barbieri, i centri estetici ma anche bar con servizio al banco e non ancora ai tavolini. Riaprono anche musei, biblioteche e luoghi cultura. Stop invece per la ristorazione che ripartirà il 21 maggio. Sono alcuni dei contenuti dell'ordinanza della Regione Campania che disciplina le riaperture previste dalla giornata di domani, lunedì 18 maggio, e che sarà pubblicata entro stasera. Per gli esercizi commerciali si autorizza e si raccomanda l'apertura dalle 7 alle 23, senza obbligo di chiusura domenicale. Per quanto riguarda le attività sportive è consentito il tennis e tutte le attività sportive con distanziamento di almeno due metri; anche circoli e associazioni

Pompei riapre in 2 tempi

Confronto con le istituzioni locali per la riapertura in sicurezza Il Parco archeologico di Pompei ha avviato in questi giorni un confronto con le istituzioni locali – il Comune, il Santuario, e le forze dell’ordine, Polizia e Carabinieri - per coordinare le modalità di riapertura in sicurezza del sito di Pompei e definire le varie fasi operative. Come già precedentemente condiviso con le organizzazioni sindacali del Parco archeologico, si è proposto di iniziare con una fase sperimentale di due settimane, da fine maggio, che prevedrà una passeggiata lungo le strade della città antica, per tornare ad ammirare i luoghi più rappresentativi del sito, secondo un percorso predefinito e con le necessarie misure di distanziamento previste dal Ministero della Salute, a garanzia tanto

Coronavirus Covid19, De Luca: “Chi porta la mascherina al collo è un imbecille doppio”

Secondo il governatore della Campania “l'mbecille normale è quello che non porta la mascherina” mentre “l'imbecille doppio che è quello che porta la mascherina, ma la porta appesa al collo come un ciondolo” “Noi dobbiamo combattere gli imbecilli doppi: l'imbecille normale è quello che non porta la mascherina, poi c'è l'imbecille doppio che è quello che porta la mascherina, ma la porta appesa al collo come un ciondolo”. A dirlo il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, all'inaugurazione del reparto Covid dell'Ospedale di Boscotrecase, in provincia di Napoli. De Luca ha ricordato che l'utilizzo della mascherina in Campania è obbligatorio, affermando che chi non indossa correttamente la mascherina “è scemo due volte, perché si prende il fastidio e non si

Tanta gente in strada per la prima domenica post lockdown

In tanti su lungomare, molti a comprare fiori per festa mamma Napoli, 10 maggio  - Gente in strada nella prima domenica della fase 2 a Napoli. In tanti si sono riversati sul lungomare, ma tutti nel rispetto delle norme previste: distanziamento e mascherine. Nella maggior parte dei casi, le persone indossavano le mascherine, con le dovute eccezioni. Molti sono usciti per un gelato oppure per comprare un omaggio floreale in occasione della festa della mamma. Non sono stati pochi i ragazzi che hanno approfittato dell'apertura consentita dei bar per consumare qualcosa da bere. La prassi ormai è la stessa: si compra al bar e si consuma strada facendo, cercando di evitare assembramenti davanti ai locali. Passeggiate, ma senza folla, anche in altre

De Luca, faremo ripartire l’economia della Campania

Ai cittadini, non andate in ospedali Nord, qui più sicuri "Siamo all'avanguardia per la Fase 2, faremo di tutto per far ripartire in maniera decisa l'economia della Campania, il commercio, l'artigianato, gli eventi, la cultura, con una sola attenzione: se riapriamo, riapriamo per sempre e non per fermarci domani". Così su Facebook, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. "Sono assolutamente fiducioso, quando riaprirà la Campania avrà un andamento della crescita che, anche in questo caso, sarà da primato nazionale ne sono convinto". E poi ai cittadini: "Evitate di andare negli ospedali del Nord perché abbiamo la migliore assistenza e gli ospedali più sicuri d'Italia ". "Nel corso degli anni i sistemi ospedalieri del nord hanno campato con i soldi che prendevano dalla

Fase 2, di nuovo traffico a Napoli

Torna il piacere del caffè del bar, consumato all'esterno Napoli, 4 maggio - Traffico sostenuto, gente in strada, attese alle fermate dei bus, il piacere ritrovato del caffè del bar sia pure consumato all'esterno del locale. La 'ripartenza' a Napoli non ha visto orari sfalsati nè movimenti differenziati. Oggi non è sembrato di essere ancora nel pieno di un'emergenza ma una giornata come una di quelle pre lockdown. L'unica differenza l'hanno fatta le mascherine indossate in strada dalle persone sia a piedi, che sui mezzi pubblici che in auto. E probabilmente non c'è stato caos perchè le scuole e le Università sono rimaste chiuse. Dalla Regione Campania è comunque arrivato un contributo per cercare di evitare affollamenti. L'ingresso negli uffici regionali è