Aggredito da baby gang è in rianimazione al Cardarelli

Immigrato del Bangladesh ferito per aver reagito a furto. L'aggressione nei pressi del lungomare Caracciolo Accerchiato da una baby gang che ha tirato anche una pietra colpendo al volto un immigrato originario del Bangladesh, 39 anni, rimasto ferito gravemente e ora ricoverato in rianimazione all'ospedale Cardarelli di Napoli. L'aggressione si è verificata domenica sera in via Generale Orsini, poco distante dal lungomare di via Partenope, a Napoli. Secondo quanto riferisce Repubblica l' ambulante, che era in compagnia di un connazionale, stava rientrando verso la sua abitazione ai Quartieri spagnoli dopo aver stazionato con un carrettino di fronte agli alberghi di via Partenope. Verso la mezzanotte i due sono stati accerchiati da un gruppo di ragazzini che gli avrebbero rubato una delle cover.

Noemi respira spontaneamente, il Cardinale Sepe va a trovare la piccola

"Noemi sta in condizioni stabili, sta in respiro spontaneo. Soltanto arricchito con un po' di ossigeno" Napoli, 11 maggio - "Quello che è avvenuto è un miracolo. Appena Noemi starà bene la porterò dal Papa". Così il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, al termine di una visita alla piccola Noemi, rimasta ferita durante una sparatoria a Napoli. "Le ho portato un peluche, ha sorriso con gli occhi. Abbiamo detto il 'Padre Nostro' tutti assieme e lei ha mosso le labbra", ha aggiunto l'arcivescovo. Questo il bollettino medico riferito da Massimino Cardone, primario del reparto di rianimazione pediatrica dell'ospedale Santobono: "Noemi sta in condizioni stabili, sta in respiro spontaneo. Soltanto arricchito con un po' di ossigeno". "La bambina ha avuto un grosso trauma ad

Arrestate due persone per il ferimento di Noemi

E' Armando Del Re l'uomo accusato di aver sparato alla piccola in piazza Nazionale a Napoli Napoli, 10 maggio - Due persone sono state arrestate per l'agguato di venerdì scorso a Napoli nel quale sono stati feriti la piccola Noemi ed un uomo, Salvatore Nurcaro, vero obiettivo del killer in Piazza Nazionale. Insieme ad Armando Del Re, l'uomo accusato di aver sparato, è stato bloccato un altro uomo, il fratello Antonio, che avrebbe fatto da complice. Armando Del Re sarebbe stato bloccato sulla Siena-Bettolle. All'operazione avrebbero partecipato agenti della polizia, finanzieri e carabinieri di Napoli. Il fratello invece è stato fermato nell'hinterland napoletano, nei pressi di Nola: ha dato supporto logistico ad Armando. A entrambi viene contestata la premeditazione.

Scontri per l’arrivo di Zingaretti a Napoli

Un manifestante ferito e medicato al Pellegrini Napoli, 29 aprile - Momenti di tensione all'esterno del teatro Sannazaro di Napoli, dove un gruppo di una trentina di disoccupati hanno attuato un presidio in attesa dell'arrivo del leader del Pd Nicola Zingaretti. C'è stato un contatto tra i manifestanti e le forze di polizia presenti sul posto: uno dei disoccupati è stato ferito alla fronte. La situazione è poi tornata sotto controllo. Il bilancio degli scontri, secondo le verifiche effettuate negli ospedali, è di un manifestante ferito e medicato al Pellegrini. I manifestanti hanno segnalato alcuni contusi nelle loro file. Zingaretti è stato fatto entrare nel teatro da un ingresso laterale. Alcuni dei partecipanti all'appuntamento sono stati insultati al loro arrivo dai disoccupati. Gli

Botti di Capodanno, per la donna ferita arrestato carabiniere

L'episodio è avvenuto per un petardo fatto esplodere a Sant'Agata dei Goti Benevento - Aveva ferito gravemente, nella notte di Capodanno a S. Agata dei Goti (Benevento), una donna di 36 anni con un petardo. Per un appuntato dei Carabinieri di 46 anni,è scattato questa sera l' arresto al termine delle indagini della Procura di Benevento. Il militare, che presta servizio fuori dalla Campania è accusato di detenzione e porto illegale di materiale esplosivo, reati commessi nelle immediate vicinanze di parchi e giardini pubblici e con le aggravanti dei futili motivi, della minorata difesa e della violazione dei doveri inerenti ad una pubblica funzione. La donna rimasta ferita stava festeggiando con altre persone l'arrivo del nuovo anno all'interno di una tensostruttura nel

Lancio di pietre contro un treno, ferita una ragazza

Fra Portici e Santa Maria La Bruna ai danni di un mezzo FS Torre del Greco, 10 dicembre - Lancio di sassi contro un treno Fs: è stata ferita una ragazza e ci sono stati anche ritardi sulla circolazione dei convogli. A comunicarlo è la direzione regionale di Rete Ferroviaria Italiana. In una nota, si afferma, che lungo la linea Napoli-Salerno il traffico ferroviario è risultato "rallentato dalle 15.40 per il lancio di sassi, da parte di ignoti, contro un treno regionale fra Portici e Santa Maria La Bruna". Per la giovane ferita una ferita alla faccia all'altezza dell'orecchio.

Spari a Fuorigrotta, indagini dei carabinieri: uomo ferito per la paura

Uomo di 64 anni per lo spavento ha urtato contro qualcosa in casa Napoli, 6 ottobre - Indagini dei carabinieri sono in corso per capire cosa sia successo la scorsa notte nel quartiere Fuorigrotta di Napoli dove sono stati esplosi colpi di arma da fuoco. Un uomo di 64 anni è rimasto ferito ma non perché raggiunto da qualche proiettile. Secondo accertamenti successivi, infatti, è stato accertato che l'uomo, incensurato, quando ha sentito l'esplosione di colpi, si è spaventato e alzandosi di fretta dal letto ha sbattuto contro qualcosa procurandosi una ferita guaribile in dieci giorni. In via Giacomo Leopardi, dove si è verificata la sparatoria, i militari stanno cercando di capire cosa sia successo prima e subito dopo il fatto: l'area

“Stesa” a Forcella, ferita una donna affacciata al balcone

Il raid nel quartiere dove fu uccisa per errore la 14enne Annalisa Durante Napoli, 4 settembre - E' ancora ricoverata in ospedale la donna di 52 anni ferita da un proiettile vagante a Napoli. Il fatto è avvenuto in via Vicaria Vecchia, nella zona di Forcella nel corso di una "stesa", raid in cui vengono esplosi colpi in aria a scopo intimidatorio. La donna era affacciata al balcone di casa quando è stata ferita da un colpo d'arma da fuoco. A sparare sarebbero state due persone in sella ad uno scooter con il volto coperto da un casco che entrati hanno fatto fuoco in aria. Il fatto è accaduto poco dopo le 23. La donna è stata soccorsa e portata in ospedale. Le

Si ribalta camion, un morto e un ferito

Sulla Caserta-Salerno, danneggiata barriera per oltre 70 metri Napoli, 12 agosto - Un morto e un ferito nella notte in un incidente stradale verificatosi sull'autostrada Caserta-Salerno (che è rimasta chiusa al traffico per circa sette ore) nel tratto compreso tra l'allacciamento con la A1 e Nola. Un mezzo pesante, dopo aver perso il controllo, si è ribaltato urtando le barriere di sicurezza su entrambi i lati della carreggiata e disperdendo parte del carico di carne che trasportava. Sul luogo dell'incidente, oltre al personale della direzione 6° Tronco di Cassino, sono intervenute le pattuglie della Polizia stradale e i soccorsi meccanici. Sono in corso le operazioni di ripristino della barriera spartitraffico danneggiata per oltre 70 metri. Al momento il traffico transita su due

18 colpi d’arma da fuoco a Monte di Dio, ferito un parcheggiatore abusivo

L'uomo è stato sottoposto a intervento chirurgico. Indaga la Polizia Napoli, 9 luglio - Diciotto colpi d'arma da fuoco sono stati esplosi la scorsa notte da sconosciuti in via Supportico d'Astuti, in zona Monte di Dio, a Napoli. A far scattare l'allarme è stata una guardia giurata che ha udito gli spari ed ha chiamato la polizia. Il fatto è accaduto intorno alle 2,30 della scorsa notte. Gli agenti giunti sul posto hanno trovato i 18 bossoli esplosi da tre armi di calibro diverso ed alcune macchie di sangue. Successivamente in Questura è giunta la segnalazione di un uomo ferito a colpi d'arma da fuoco, ricoverato in gravi condizioni all'ospedale 'Loreto Mare'. L'uomo, 32 anni, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico

Agguato di camorra al Rione Conocal: un morto ed un ferito

Nel quartiere di Ponticelli si torna a sparare, muore un 19enne sparato alla schiena Napoli, 27 aprile - Poco prima delle 20 di ieri, in via al Chiaro di Luna, nel Rione Conocal, un giovane diciannovenne è stato ucciso da un colpo di arma da fuoco alla schiena. Emanuele Errico, così si chiamava il ragazzo, è morto dopo essere stato trasportato all’ospedale di Villa Betania. Era insieme ad un amico, il trentenne Rosario Ciro Denaro, originario di Volla, rimasto ferito alla gamba sinistra. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri sembrerebbe che Errico, evaso dagli arresti domiciliari ottenuti per spaccio di stupefacenti, si sia reso conto di ciò che stava accadendo e perciò abbia cercato di scappare dirigendosi verso l’interno delle palazzine. Conosciuto nel rione Conocal

Sparatoria a Napoli, grave 20enne ferito al torace

Colpito al torace, sottoposto a intervento chirurgico all’ospedale Loreto Mare. Indaga la polizia Napoli, 8 aprile - Agguato a Napoli. Un giovane di 20 anni, V.J.M., è stato ferito gravemente con colpi d'arma da fuoco. L'episodio è avvenuto intorno alle 12 in via Giovanni Tappia, nei pressi della sua abitazione nella zona cosiddetta delle "Case Nuove". Secondo le prime notizie fornite dalle forze dell'ordine, sono quattro i colpi di pistola che hanno raggiunto il torace del ragazzo. Soccorso immediatamente, il ragazzo è stato portato nel vicino ospedale Loreto Mare, dove in condizioni gravissime, è stato sottoposto a intervento chirurgico. La polizia ha avviato indagini per ricostruire modalità e contesto del ferimento.

Picchiato da giovanissimi: 15enne vittima del branco, lesioni alla milza

Baby gang in azione: l'aggressione alla periferia di Napoli ad opera di giovanissimi Napoli, 13 gennaio - Ennesimo episodio di violenza da parte di baby gang a Napoli: un ragazzo di 15 anni, residente a Melito, è stato aggredito e picchiato da un gruppo di una quindicina di giovanissimi. E' accaduto nella serata di ieri all'esterno della metropolitana di Chiaiano, alla periferia del capoluogo. La vittima era in compagnia di due cugini. Portato in ospedale dallo zio, il 15enne ha riportato lesioni alla milza e viene sottoposto a intervento chirurgico. Sull'episodio indaga il commissariato della polizia di Stato di Giugliano. Non sono ancora note le cause dell'aggressione.

Prima vittima dei fuochi d’artificio, 14enne ferito a mano, occhio e gamba

L'episodio avvenuto nel quartiere di Bagnoli Napoli, 31 dicembre - Mancano ancora diverse ore alla notte di San Silvestro ma a Napoli c'è già stato un ragazzo ferito da un botto: è un 14enne del quartiere Bagnoli, che ha riportato ferite a una mano, a una coscia e ad un occhio. Accompagnato dalla madre in ospedale, ha raccontato di essere stato investito dallo scoppio di un petardo lanciato da ignoti mentre usciva dalla stazione di Agnano della Cumana. Guarirà in 15 giorni.