Nasce FS Mobility Academy, corso di alta formazione dedicato alla mobilità integrata

Progetto per la promozione della ricerca scientifica e lo sviluppo di competenze trasversali nel campo della mobilità integrata in partnership con l'Università degli Studi di Napoli Federico II Napoli, 14 giugno - Promuovere la ricerca scientifica e tecnologica e formare figure professionali altamente specializzate nel campo della mobilità integrata e dei trasporti. Questi gli obiettivi della FS Mobility Academy, il percorso formativo post laurea, nato dalla partnership tra Ferrovie dello Stato Italiane e Università degli Studi di Napoli Federico II, rivolto a 50 studenti italiani e stranieri, in possesso di una laurea in discipline ingegneristiche ed economiche e in fisica. Il corso multidisciplinare è stato presentato ieri a Napoli da Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato di FS Italiane e da Gaetano Manfredi, Rettore dell Università degli Studi di Napoli Federico II. "Con FS

Museo Ferroviario di Pietrarsa, l’inaugurazione alla presenza di Mattarella

Il Presidente della Repubblica ha visitato questa mattina il nuovo Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, luogo della prima tratta ferroviaria italiana, la Napoli-Portici voluta dal re Ferdinando II di Borbone e inaugurata il 3 ottobre 1839 Napoli, 31 marzo – Un elegante treno d'epoca ha condotto stamane il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa. Per raggiungere Pietrarsa, luogo della prima tratta ferroviaria italiana, la Napoli-Portici voluta dal Re Ferdinando II di Borbone e inaugurata il 3 ottobre 1839, nonché del Reale Opificio borbonico, il Presidente della Repubblica ha viaggiato sul Pietrarsa Express, composto da carrozze d'epoca Centoporte e Corbellini, trainate da una coppia di locomotive elettriche E626. Ad accoglierlo Renato Mazzoncini e Mauro Moretti, rispettivamente Ad

Ferrovie dello Stato, sulla privatizzazione l’esecutivo rallenta

Alla Camera passano due mozioni apparentemente contrastanti. Quello di Sinistra Italiana impone al governo lo stop fino alla comunicazione del piano industriale. L'altro di Ncd dà il via libero alla privatizzazione Roma, 4 dicembre – L'esecutivo Renzi frena sulle privatizzazioni ma senza abbandonare l'idea. E così alla Camera passano due mozioni apparentemente contrastanti, una di Sinistra Italiana che impegna il governo allo stop fino alla comunicazione del piano industriale. L'altra del Nuovo Centrodestra, che invece chiede di proseguire la procedura di privatizzazione già avviata, “garantendo che la proprietà della rete resti pubblica ed al contempo assicurando gli obblighi del servizio pubblico e la maggioranza piena dell’azionariato dello Stato”. Si tratta apparentemente di due mozioni contrastanti, tanto da far dire ad Arturo Scotto

Ferrovie dello Stato, per il 2025 pronta nuova tratta Napoli-Bari

6,2 mld di euro l'investimento complessivo Nel 2025 la tratta Napoli-Bari grazie all'alta capacità ferroviaria sarà percorribile in due ore circa. Il primo cantiere è situato ad Acerra ed è stato da poco inaugurato. I primi lavori effettuati sono stati la rimozione di un passaggio a livello, la costruzione di un nuovo cavalcavia tra Acerra e Dugento e un rafforzamento tecnologico delle infrastrutture. Secondo Michele Elia (commissario straordinario di governo per la Napoli-Bari e ad ferrovie dello stato) altri cantieri verranno presto inaugurati lungo il percorso e resteranno aperti per circa dieci anni e si stima infatti che la nuova linea ferroviaria sia completa per il 2024-2025. Tra le tante operazioni anche la velocizzazione delle linee che porteranno la velocità massima di

“Pompei Scavi” sarà la nuova stazione di Fs con accesso diretto all’area archeologica

Occorreranno due anni e mezzo per la realizzazione della nuova linea delle Fs che costerà 35 milioni di euro. Previsti interscambi con la Circumvesuviana che collega tutta l'area Vesuviana Si chiamerà “Pompei Scavi” la nuova stazione della Ferrovia dello Stato che consentirà l’accesso diretto ad una delle zone archeologiche più belle ed importanti, visitata ogni anno da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo. Pompei punta al miglioramento dei sevizi per rendere più accessibile l’area archeologica e attrarre ancora più visitatori. Il progetto presentato dalle Fs è stato approvato ieri nella sede del Mibact dal Comitato di gestione della buffer zone riunito a Roma nella sede del Mibact alla presenza del Ministro dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo

Sciopero dei treni venerdì 14 marzo

FS, protesta indetta dal sindacato Orsa E' previsto per venerdì prossimo, dalle 9:00 alle 17:00, lo sciopero dei treni indetto dall'Orsa (Organizzazione Sindacati Autonomi e di base - settore Ferrovie). A comunicarlo è il Gruppo Ferrovie dello Stato, attraverso una dichiarazione inviata alla Presidenza del Consiglio e ai ministeri interessati. A causare l'agitazione, l'approvazione della legge 214/11, che determinerebbe "ingiustificate differenze tra lavoratori che operano nello stesso settore o svolgono la stessa mansione". L'intento del sindacato è quello di rimarcare la penalizzazione subita da ferrovieri e lavoratori impegnati in attività concernenti l'esercizio ferroviario (macchinisti, capitreno, manovratori, personale navi-traghetto), che sarebbero stati colpiti da un provvedimento legislativo ingiusto. Dal documento si può leggere che la nuova legge "ha spostato i limiti pensionistici di questa categoria

Metro Linea 2. Un percorso ad ostacoli per diversamente abili ed anziani

Napoli 13 maggio - Giorno di ordinaria follia metropolitana sulla Linea 2. Tutti i viaggiatori che sono costretti ad utilizzare i mezzi della Linea 2 Metropolitana di Napoli, quotidianamente, oltre a districarsi tra ritardi, carrozze affollate e termini di corsa, si trovano ad affrontare un percorso irto di ostacoli. Un gran numero di scale, scale mobili, gradini, fin dall'ingresso, in ogni stazione della linea che congiunge Pozzuoli a Gianturco e viceversa, un percorso impossibile non solo per portatori di handicap ma anche per viaggiatori carichi di bagagli o anziani. Il tratto di questa linea, denominata nel 1997 come Linea 2 della metropolitana, si estende per il primo ponte ferroviario urbano d’Italia appartenente alle Ferrovie dello Stato dal 1925, la tratta è infatti