I precari della scuola sul piede di guerra. AnDDL invita alla mobilitazione tra Cagliari, Napoli e Roma

Appuntamento a Cagliari il 5 marzo per la fiaccolata per il lavoro, il 6 marzo a Napoli con un sit-in di protesta tra Comune e Regione e a Roma con le maggiori sigle sindacali "Saranno 2 giorni di mobilitazioni, il 5 marzo a Cagliari con un nuovo 'Lumino Day' ed il 6 marzo aderiremo tutti allo sciopero della scuola proclamato dalle principali sigle sindacali e ci organizzeremo per essere presenti in corteo a Napoli e al sit-in di Roma". Così il professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori. "Obiettivo, denunciare ancora una volta la volontà politica di mandare allo sbaraglio 60 mila docenti precari, che invece di essere stabilizzati come sta avvenendo in tutta la PA, saranno

Lumino Day, a Napoli nuovo appuntamento con la fiaccolata per il lavoro

La battaglia per la stabilizzazione dei precari va avanti. Venerdì 29 AnDDL convocata per un incontro al MIUR. Va avanti anche la Petizione AnDDL e le firme saranno consegnate a Bruxelles Lumino Day, fiaccolata per il Lavoro, la manifestazione organizzata da AnDDL a viale Trastevere su gradini del Ministero della Pubblica Istruzione a Roma, venerdì 22 novembre, vede un nuovo appuntamento organizzato per Napoli. La fiaccolata per il Lavoro organizzata dall'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori avrà un secondo appuntamento a Napoli, capitale della disoccupazione e del lavoro precario. I precari si danno appuntamento venerdì 6 dicembre dalle ore 16 a piazza Carità a poca distanza dalla sede del Pd Napoli. E nel frattempo va avanti anche la raccolta firme

Dillo a #NapoliTime – Vomero: intensificare subito la lotta alla delinquenza

La proposta del Comitato Valori collinari: fiaccolata per sensibilizzare Governo nazionale e locale Napoli, 10 novembre - "Aumentano in questi giorni le preoccupazioni e gli allarmi, per residenti e commercianti, a ragione dell'intensificarsi delle azioni della delinquenza nell'area collinare della Città, che abbraccia i quartieri del Vomero e dell'Arenella  – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Gli ultimi episodi di cronaca nera, a danno anche di alcuni esercizi commerciali, sono l’ennesimo segnale del rinnovato interesse della malavita, organizzata e non, nei confronti della Collina, con un ulteriore incremento, con l'avvicinarsi del periodo natalizio, degli episodi criminali". "Fino ad oggi, purtroppo, gli organi responsabili della sicurezza hanno dato risposte che, allo stato, appaiono insufficienti a fronteggiare la gravità della situazione,

Pozzuoli: fiaccolata per Carla. La donna bruciata viva dal compagno è in condizioni critiche

La donna è ricoverata al Cardarelli di Napoli, è intubata ed ha ustioni di terzo grado sul 50 per cento del corpo Lotta tra la vita e la morte di Carla Ilenia Caiazzo, la 38enne di Pozzuoli (Napoli), che il compagno ha tentato di uccidere dandole fuoco ieri a Pozzuoli. La donna è ricoverata al Cardarelli di Napoli, nel reparto grandi ustionati. Ha il 50& di probabilità di vivere ed il viso sfigurato. Le ustioni hanno colpito anche il collo, la schiena ed il torace. Il primario della terapia intensiva grandi ustionati dell'ospedale Cardarelli di Napoli, Gennaro Savoia illustra la situazione: "E' intubata e ventilata da ieri - dice ancora il primario - ha ustioni di terzo grado su 50 per cento del corpo e se

“Genny vive”, al Rione Sanità la fiaccolata in memoria del 17enne ucciso

Piantato un ulivo in memoria di Gennaro Cesarano ucciso la notte di sabato 5 settembre Napoli, 8 settembre - Un ulivo in memoria di Gennaro Cesarano, il 17enne ucciso nel rione Sanità, a Napoli, nella notte tra sabato e domenica scorsi (vai all'articolo): l'albero è stato piantato nella serata di ieri in piazza, accanto alla chiesa, dove già dal primo pomeriggio si sono riuniti numerosi ragazzi con una maglietta con la foto del ragazzo. Un lungo applauso ha accompagnato la piantumazione. Molti commercianti del rione hanno abbassato le serrande dei negozi in segno di lutto. A seguire una fiaccolata. Lo striscione "Genny vive" sulla fiancata della chiesa. Protagoniste le mamme, "arraggiate" (arrabbiate, in napoletano, ndr) prima che preoccupate. "Non pensatelo nemmeno che

Pianura si mobilita per una fiaccolata in ricordo delle vittime dell’inquinamento ambientale

Appuntamento per venerdì 10, quando per le vie del quartiere, una fiaccolata ricorderà le vittime dell'inquinamento e sarà fatta richiesta  di istituire una giornata di lutto cittadino Venerdì 10 luglio. E' questa la data scelta per la fiaccolata commemorativa che si terrà nel quartiere di Pianura (NA) in nome delle vittime dell'inquinamento ambientale. L'evento è stato organizzato dal Presidente dell'associazione "Rinascita dei Campi Flegrei", nonché attivista M5s Vincenzo Russo, e come lo stesso Russo afferma, questo appuntamento ha l'obiettivo di "riaccendere i riflettori sull'altissima incidenza di gravi patologie quali linfoma di Hodgkin, Tumori, Tiroidismo, Autismo, S.L.A ed altre nelle zone limitrofe alla ex discarica "Di.Fra.Bi"(Pisani)". L'attivista partenopeo, che porta avanti la sua causa ormai da 3 anni, è fiero del lavoro svolto anche

Napoli, fiaccolata unitaria contro il Ddl #LaBuonaScuola, le proteste non si fermano – VIDEO

E' un popolo di lavoratori arrabbiato per la scarsa considerazione di questo governo, in programma il blocco degli scrutini per la prossima settimana https://www.youtube.com/watch?v=Rt9YPWpBQTk Napoli, 5 giugno - Mentre i docenti scendono nuovamente in piazza arrivano in redazione le comunicazioni delle scuole che adotteranno lo sciopero degli scrutini indetto dai sindacati per la prossima settimana. E continuano ad arrivare segnalazioni, per ora sono: Rossini, Labriola, Levi, Fortunato, Mazzini, Pansini, Tognazzi De Cillis, Righi, Volta, IC 49 Toti per la primaria, Calamandrei, IC 88, IC 83 Bordiga, IC 46 Scialoia, SMS Solimena, ITI Curie, Sbordone, Nitti, Vico, Silio Italico, Majorana, ed ancora Galiani, Galilei, Flacco di Portici, Mercalli, Serra, Cuoco-Campanella e Garibaldi. Dopo lo storico sciopero unitario del 5 maggio scorso, ad un mese

Terremoto a L’Aquila 6 anni dopo, “il fatto non sussiste ma uccide” e la santa Pasqua è giorno della memoria

Numerosi hanno partecipato alla tradizionale fiaccolata in memoria delle 309 persone che hanno perso la vita nel terremoto del 2009. Quest'anno i familiari delle vittime hanno sfilato protestando contro la sentenza di assoluzione al processo alla commissione Grandi Rischi L'Aquila (Abruzzo), 6 aprile - Erano le 3.32 della notte del 6 aprile 2009 quando un terribile sisma fece tremare l'Aquila causando 309 morti, 1600 feriti e più di 70 mila sfollati. Per molti aquilani il tempo sembra essersi fermato inesorabilmente a quella data e nei loro occhi, a distanza di sei anni, è ancora possibile vedere la disperazione e il dolore di chi ha perso tutto; una casa, ridotta in un cumulo di macerie, i ricordi di una vita spezzati improvvisamente

Norman Atlantic, fiaccolata per Carmine

Amici e familiari incontrano sindaco, 'non si fermino ricerche Napoli, 12 gennaio - Circa trecento persone hanno preso parte questa sera ad una fiaccolata per Carmine Balzano, il trasportatore napoletano che viaggiava a bordo del traghetto ''Norman Atlantic'' e del quale non si hanno più notizie dal giorno del grave incidente. In piazza con candele accese sono scesi i familiari e gli amici dello sfortunato trasportatore disperso: hanno chiesto che non si fermino le ricerche. In prima fila la moglie e la figlia che alla fine hanno incontrato il sindaco de Magistris. ANSA FOTO: tratta da ANSA.it