“Parti con il libro”, la notte bianca della lettura: gli eventi di questa sera

Reading e spettacoli nelle librerie di Napoli, un ricco programma di eventi per promuovere la lettura Napoli, 31 luglio - Dopo il Flash mob di protesta contro le multe alle bancarelle dei librai a Port'Alba (vai all'articolo) e la strabiliante inaugurazione del bookstore ad azionariato popolare “Iocisto” nel cuore del Vomero (vai all’articolo), parte oggi un’altra straordinaria iniziativa che vede protagonista la lettura: la notte bianca "Parti con il libro", una kermesse tutta dedicata al reading che sarà accompagnata da una serie di spettacoli con lo scopo di incentivare l’acquisto di libri in vista delle imminenti vacanze estive e di proporre il prolungamento dell’apertura delle librerie fino a mezzanotte. Saranno parte integrante dell’evento la neonata “Iocisto”, Pironti a piazza Dante, il megastore Feltrinelli

Il 14 febbraio si balla nelle piazze contro la violenza alle donne

Mobilitazione di massa per ballare sulle note di "Break the chain" Grazie all'iniziativa di One Billion Rising, lanciata già l'anno scorso da Eve Ensler, autrice de I monologhi della Vagina, a cui aderiscono oltre 200 Paesi in tutto il mondo, si vogliono puntare i riflettori sulla tematica della violenza di genere. Il 14 febbraio, giornata dedicata agli innamorati, si vuole porre l'attenzione sull'altra faccia dell'amore, sulla violenza alle donne, che secondo i numeri sono una su tre ad esserestata vittima di stupro o maltrattamenti almeno una volta nella vita. L'obiettivo è la sensibilizzazione verso la tematica, che tocca tutti: donne e uomini, giovani e adulti e necessita di un momento di riflessione, estrinsecandosi in quella richiesta di risposte, non solo legali, ma di

Flash Mob in 4 piazze d’Italia per dire no alle delocalizzazioni dei call center.

A Napoli in Piazza del Plebiscito sabato 6 aprile. Dal coordinamento nazionale degli operatori di call center per dire no alle delocalizzazioni arrivano messaggi di entusiasmo e di unitarietà in vista del primo evento di carattere nazionale del neo nato coordinamento che vedrà impegnati i lavoratori del Gruppo Almaviva - principale azienda di outsourcing del Paese che lavora per tutti i grandi gestori di telefonia fissa e mobile e per la Pubblica amministrazione – nella realizzazione di un Flash Mob in contemporanea a Roma Napoli Palermo e Catania, principali sedi del colosso dell’Ict e dei servizi di customer care, per gridare NO alle delocalizzazioni. “L’obiettivo – spiegano dal coordinamento nazionale – non è però soltanto quello di restare circoscritti nell’ambito di Almaviva:

La marcia per Città della Scienza. #FlashMobCdS [Video]

Tanti colori, tante emozioni, un solo obiettivo: Ripartire. Napoli, 10 marzo 2013 - La Marcia organizzata dalla X Municipalità Bagnoli Fuorigrotta per Città della Scienza. Tanti i giovani ed i cittadini che vi hanno preso parte per sottolineare la solidarietà ai lavoratori dello Science Center di Bagnoli distrutto dall'incendio doloso del 4 marzo scorso. Alle 9.30 è partito il corteo alla cui testa si è aggiunto il sindaco De Magistris con la partecipazione di centinaia i bambini delle scuole di Napoli. Slogan dei manifestanti “Ricostruiamo Città della Scienza”. Alle 12,00 il flash mob prevedeva di sporcarsi il viso con il carbone ed al segnale urlare la parola “Basta” scandita da colpi a salve. Una nuvola di palloncini bianchi sono stati liberati nel

8 Marzo 2013 all’insegna della cultura. Spazio alle donne

Sebbene risulti scontato dire che le donne andrebbero celebrate ogni giorno, da ormai un secolo a questa parte l’ 8 marzo è diventata una data simbolica in cui tutto il mondo festeggia  la Giornata Internazionale della Donna. Una ricorrenza, questa, che non deve essere sottovalutata come spesso si fa pensando esclusivamente all'aspetto materialistico della festa, ma che deve essere un occasione in più per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne negli ultimi decenni sia le discriminazioni e le violenze che ancora oggi, molte di loro devono subire. Non solo discoteche, mimose e striptease di baldi giovani muscolosi dunque, la festa in occasione della Giornata Internazionale della Donna si può, e a noi piacerebbe dire si deve, celebrare nel segno della cultura.

Flash Mob per Città della Scienza. Domenica 10 marzo ore 11,30 urliamo insieme: “Basta!”

Il tam tam della rete è cominciato a poche ore dal rogo che ha distrutto lo Science Center di Città della Scienza. Una voglia irrefrenabile di urlare la propria rabbia di migliaia di cittadini indignati e sgomenti per un incendio che ha raso al suolo qualcosa più di un simbolo di un Quartiere e di un'intera città che da anni cerca invano riscatto economico, sociale e culturale, si è propagata attraverso il web. Il polo museale di Bagnoli era a tutti noto come punto di eccellenza della cultura scientifica che poteva e doveva essere il volano per lo sviluppo di tutta l'area occidentale di Napoli. E la rabbia è sfociata in voglia di manifestare tutti insieme, la volontà di ricominciare. In poche