Fondi europei, la Regione Campania sblocca 35 milioni per interventi rimasti in sospeso

Sono sei i Comuni della Campania destinatari dello stanziamento Napoli, 15 dicembre – Sono stati firmati stamane gli atti relativi agli accordi di programma Fesr Campania-Asse VI- “Più Europa”, che sbloccano 35 milioni di euro per la riprogrammazione di interventi rimasti in sospeso. I Comuni destinatari dello stanziamento sono sei: Aversa (4,8 milioni), Battipaglia (8,7 milioni), Benevento (13,7 milioni), Casalnuovo di Napoli (4,5 milioni), Caserta (1,3 milioni), Marano di Napoli (1,9 milioni). Gli accordi sono stati sottoscritti con Enrico di Cristofaoro, sindaco di Aversa, Cecilia Franzese, sindaco di Battipaglia, Clemente Mastella, sindaco di Benevento, Massimo Pelliccia, sindaco di Casalnuovo di Napoli, Carlo Marino, sindaco di Caserta e il commissario prefettizio del Comune di Marano, Franca Fico. “Si tratta – ha spiegato De

Renzi firma il Patto per la Campania: “Basta buttare fondi Ue”

La firma in Prefettura a Napoli con il presidente della Regione, Vincenzo De Luca Napoli, 24 aprile – Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha firmato quest'oggi in Prefettura a Napoli il “Patto per la Campania” con il presidente della Regione, Vincenzo De Luca. Renzi è arrivato agli scavi di Pompei con la moglie Agnese alle 9 per una visita privata. La firma al “Patto” è stata posta alle ore 12 in Prefettura. Oltre a Renzi e De Luca erano presenti il vicepresidente della Giunta regionale Fulvio Bonavitacola, il sottosegretario Gennaro Migliore, il segretario regionale del Pd Assunta Tartaglione, l'eurodeputato Andrea Cozzolino, i consiglieri regionali Mario Casillo e Raffaele Topo, l'ex parlamentare Teresa Armato. Assente il sindaco di Napoli, Luigi de

Fondi Ue alla Regione Campania per anziani non autosufficienti e servizi all’infanzia

Roma - Lo scorso 9 luglio, nella sala stampa del Viminale è stato presentato il Pac (Programma di azione e coesione) un sostegno rivolto alle fasce più deboli come anziani non autosufficienti e servizi per l'infanzia di Campania, Puglia, Calabria, Sicilia. Presenti i governatori delle regioni Campania, Calabria, Puglia e Sicilia, il Garante dell'Infanzia e Adolescenza Vincenzo Spadafora e numerosi Dirigenti Ministeriali. I fondi dell' Unione Europea, che ammontano a 730 milioni e rientrano nell'obiettivo Europeo di Convergenza, saranno smistati alle varie regioni e così suddivisi: 330 milioni  agli anziani non autosufficienti di età superiore ai 65 anni, 400 milioni destinati ai bambini di età compresa tra zero e tre anni. L'attuazione è stata affidata al Ministero dell'Interno che gestirà il progetto triennale (2013-2015) e su richiesta del Viminale