Fotografia: “Pedamentita” in mostra, tra scale e scalinatelle di Napoli

Per una sola sera sarà esposta l’ultima “inesistenza” dell’Impossible Naples Project realizzata dal fotografo Marco Maraviglia: "Pedamentita, nessun luogo è finito" Non è un errore, Pedamentita è il nome attribuito dall’architetto Luigi Scarpato durante un contest online per l’individuazione di un titolo appropriato all’opera e scelto da una lista di circa venti nomi proposti da altri partecipanti. Perché Pedamentita è una pedamentina che non esiste, è bugiarda, mente crogiolandosi nella sua metafisicità di prospettive inesistenti. Eppure c’è, è lì, la vediamo tra spazi che ben conosciamo di una Napoli dalla potenza scenografica straordinaria. Scale e scalinatelle, accessi e percorsi improbabili tra volte di tufo partenopeo, archi e basalti assemblati in uno scenario metafisico e surreale dall’autore che si dedica dal 2000 alla sua ricerca

Ischia 24 hour project, raccontare l’isola con le foto

La maratona mondiale di street photography sbarca sull’isola: a partire dalla mezzanotte tra 31 marzo e 1 aprile, occhi puntati su volti, storie e tradizioni del nostro territorio Ischia, 24 marzo - Volti e storie, scorci e tradizioni, riti antichi e frammenti di quotidianità. Raccontati attraverso lo sguardo dei fotografi in una maratona lunga 24 ore a partire dalla mezzanotte tra 31 marzo e 1 aprile. Il Comune di Ischia accoglie, insieme con Federalberghi Ischia e Procida e con il sostegno di Medmar, il #24hourproject, uno dei più importanti progetti al mondo di street photography, ideato da Renzo Grande (@aliveinnyc) e Sam Smotherman (@whittiersam) con lo scopo di documentare la vita nelle città del mondo, contemporaneamente, in un unico giorno. Condividendo gli scatti in tempo

Napoli Svelata: arriva “Fotografi… Amo Napoli”, il concorso fotografico per riscoprire Napoli

L’associazione culturale Napoli “Terra del Sud” insieme con la Pastorale Universitaria Chiesa di Napoli ed in collaborazione con l’ENEL lanciano la seconda edizione del concorso fotografico rivolto ai ragazzi delle scuole medie inferiori, superiori e agli universitari In occasione della mostra/evento “Napoli Svelata” tra sacralità ed esoterismo del giornalista/fotoreporter Mario Zifarelli che si terrà dal 25 marzo 2017 nelle sale del complesso monumentale Santa Maria La Nova, i ragazzi avranno la possibilità, attraverso la fotografia, di ri-scoprire Napoli con i suoi antichi culti e tradizioni. Neapolis, città del sole, della sirena Partenope ma anche del culto di Ermes. Il concorso vuole stimolare i giovani nella conoscenza della propria città offrendo loro non solo un’occasione di riflessione sul significato culturale e turistico cittadino

“Scatta la notizia”, storie di quartiere attraverso l’obiettivo di giovani studenti

Progetto fotografico e sociale per giovani studenti dell'Istituto Rosario Livatino di San Giovanni a Teduccio Il progetto giunge alla seconda tappa del percorso: la mostra fotografica, realizzata con gli scatti intensi e sinceri di ragazzi che ritraggono un quartiere di periferia, difficile ma che gli appartiene, guidati dal maestro Pietro Masturzo, vincitore del prestigioso premio World Press Photo of the Year nel 2010. La mostra sarà inaugurata oggi sabato 4 febbraio alle ore 11.45 presso la sede dell'Istituto Livatino con un ospite d'eccezione Tony Gentile, autore della foto divenuta icona della rinascita della Sicilia contro la mafia. E’ previsto un incontro con la stampa durante il quale Pietro Masturzo racconterà la sua esperienza con i ragazzi insieme agli organizzatori del progetto e alla

Mostra Steve McCurry al Pan: aperta nel week end e con orario prolungato

La rassegna Senza Confini allestita nel Palazzo delle Arti di Napoli è promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Aperta per l’intero week end con orario prolungato la mostra Steve McCurry Senza confini. Dalle 9 alle 19,30 i visitatori che, venerdì 6 gennaio, sabato 7 e domenica 8 gennaio, vorranno visitare le sale del PAN che ospitano i suggestivi scatti di umanità del fotografo statunitense, potranno accedervi grazie all’apertura straordinaria permessa grazie all’ulteriore grande impegno del Comune di Napoli. La rassegna allestita nel Palazzo delle Arti di Napoli, oltre a presentare il nucleo essenziale delle fotografie più famose di McCurry, insieme ad alcuni lavori più recenti e ad altre foto non ancora pubblicate nei suoi numerosi libri, mette in

Steve McCurry: la mostra resterà aperta nelle festività natalizie

"Steve McCurry Senza confini", i luoghi del mondo dove si accendono i conflitti Napoli, 24 dicembre - Racchiusi nella cornice del Palazzo delle Arti di Napoli, quasi come presenze reali, si mostrano al pubblico alcuni degli scatti più suggestivi del fotografo statunitense Steve McCurry, esposti nella mostra Steve McCurry Senza confini che rimane aperta nelle festività natalizie ad accogliere turisti e napoletani che potranno immergersi nello spirito che caratterizza il fotografo attraverso le sue foto che sono racconto di un’umanità sofferente, stremata ma speranzosa. Formatosi in cinema e teatro - studi che hanno influenzato profondamente le sue opere - McCurry  deve oggi gran parte della notorietà alla sua attività di photoreporter capace di andare oltre gli orrori di ogni conflitto bellico ed

Steve McCurry al Pan, orario di chiusura posticipato

Da domenica 18 dicembre apertura straordinaria fino alle 19.30 Napoli, 12 dicembre - Si annuncia per domenica prossima il prolungamento di orario per la Mostra del fotografo statunitense Steve McCurry al Pan con apertura alle 9,30 e chiusura alle 19,30 Lo stesso orario è previsto per domenica 18 dicembre, fino ad entrare nel pieno del clima natalizio con un’offerta diversificata che permetterà la visita tutti i giorni (tranne il martedì) dalle ore 9,30 alle ore 19,30 e in più, apertura straordinaria fino alle 19.30 nei giorni: 26 dicembre 2016; 6 gennaio 2017. 24 e 31 dicembre apertura fino alle 15.30 e il 25 dicembre fino alle 14,30. Il 1° gennaio 2017 il  Pan aprirà dalle 15,00 alle 19,30. Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia

Latododici in mostra presso lo spazio Kromìa

La prima personale napoletana del duo fotografico Latododici, Chiara Arturo e Cristina Cusani Napoli, 20 novembre - In mostra centoventi opere di piccolo formato incorniciate in una frame/installazione: un primo possibile punto che non chiuda, ma apra prospettive, sul primo anno del progetto di ricerca delle due giovani ma consapevoli artiste, unificato e sostanziato dalla convergenza di dimensioni (formato quadrato di dodici centimetri per lato), atmosfere estetiche ed emotive (distesi cromatismi e armonioso sentire), modalità operative (scatti essenziali da cellulare) e formalizzazione finale (curati packaging di qualità artigianale in materiali naturali). Completano la mostra, oltre ad alcuni esempi dei diversi packaging finali delle opere, un pieghevole a fisarmonica con una serie inedita del duo su Napoli e un libro rilegato a mano

Apertura straordinaria oggi della mostra fotografica di Steve McCurry al Palazzo delle Arti di Napoli

Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea e molte delle sue immagini sono conosciute in tutto il mondo Napoli - Oggi, domenica 20 novembre, la mostra fotografica di Steve McCurry al Palazzo delle Arti di Napoli sarà straordinariamente aperta fino alle 19,30, con chiusura della biglietteria alle ore 18,30. Si offre così un’ulteriore possibilità di fruizione del suggestivo mondo di Steve McCurry per venire incontro alle esigenze dei visitatori. La prossima apertura straordinaria, con la stessa estensione oraria, riguarderà domenica 27 novembre. La rassegna allestita nel Palazzo delle Arti di Napoli, oltre a presentare il nucleo essenziale delle sue fotografie più famose insieme ad alcuni lavori più recenti e ad altre foto non ancora pubblicate nei suoi numerosi

#VentiRighe – Steve McCurry

L’invito del Pan che ha prolungato la mostra di Steve McCurry lasciava intendere che non è da perdere Top secret il nome dell’artista che qualche tempo fa ha esposto nel Palazzo delle Arti di Napoli. Per rigoroso rispetto della privacy e a tutela della sua onorabilità non lo rivelo. Quel giorno, nelle sale del museo che ospitavano le sue opere, ci siamo aggirati con giustificato smarrimento in tre. Oltre me una coppia di giapponesi per tutto il tempo della visita. Sarà che la città non risponde presente agli inviti della cultura, ho pensato non senza perplessità sulla diagnosi. Questa mattina il richiamo di quegli occhi verdi che un gigante mondiale della fotografia ha colto con il suo magico obiettivo nel volto di

Aperture straordinarie per la mostra di Steve McCurry al Pan

Grande successo di pubblico e soprattutto di giovani che affollano la mostra in questi giorni; proprio per soddisfare questa richiesta, sono state programmate delle  aperture straordinarie per venire incontro alle esigenze dei visitatori Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea ed è un punto di riferimento per molti, soprattutto giovani, che nelle sue fotografie riconoscono un modo di guardare il nostro tempo. In ogni suo scatto è racchiuso un complesso universo di esperienze e di emozioni e molte delle sue immagini sono conosciute in tutto il mondo. Fin dal 2009, mettendo ogni volta in evidenza un aspetto peculiare della sua produzione fotografica, Civita e SudEst57 hanno dedicato varie mostre al grande fotografo americano, che hanno visto la presenza

Catturati dagli scatti di McCurry, al Pan la mostra di uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea

Aperta al pubblico fino al 12 febbraio, propone un viaggio dall’Afghanistan all’India, dal Medio Oriente al Sudest asiatico, dall’Africa a Cuba, dagli Stati Uniti all’Italia Napoli, 8 novembre - La mostra di Steve McCurry al Palazzo delle Arti di Napoli., realizzata da Civita Mostre in collaborazione con SudEst57 e promossa dal Comune di Napoli, sarà aperta al pubblico fino al 12 febbraio e vede quotidianamente un'affluenza di pubblico entusiasta di poter godere in città del prestigio di ospitare gli scatti di Steve McCurry, uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea, un punto di riferimento per molti, soprattutto giovani, che nelle sue fotografie riconoscono un modo di guardare il nostro tempo. In ogni suo scatto è racchiuso un complesso universo di

Steve McCurry a Napoli per la mostra Senza confini al PAN

"Perché già il solo viaggiare e approfondire la conoscenza di culture diverse, mi procura gioia e mi dà una carica inesauribile" Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea ed è un punto di riferimento per molti, soprattutto giovani, che nelle sue fotografie riconoscono un modo di guardare il nostro tempo. In ogni suo scatto è racchiuso un complesso universo di esperienze e di emozioni e molte delle sue immagini sono conosciute in tutto il mondo. Fin dal 2009, mettendo ogni volta in evidenza un aspetto peculiare della sua produzione fotografica, Civita e SudEst57 hanno dedicato varie mostre al grande fotografo americano, che hanno visto la presenza di oltre 800.000 visitatori. La nuova rassegna allestita nel Palazzo delle Arti di Napoli,

Mostra: “Fino alla Fine del Mare” di Jacopo di Cera, al PAN

Trenta opere in mostra, fonte di ispirazione Lampedusa. Immagini stampate in alta definizione direttamente su frammenti di legno Napoli, 15 settembre - Sarà inaugurata mercoledì 21 settembre al PAN | Palazzo delle Arti di Napoli la prima personale napoletana del fotografo milanese Jacopo di Cera dal titolo "Fino alla fine del mare" a cura di Auronda Scalera. Il progetto espositivo promosso dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, gode del patrocinio morale del Comune di Lampedusa. Jacopo di Cera ha lavorato per anni come responsabile marketing nelle principali multinazionali, mondiali. Ha studiato con Oliviero Toscani, e con tanti altri grandi fotografi internazionali con i quali ha avuto modo di sperimentare e di confrontarsi. Ha esposto i suoi lavori in