A Bagnoli per la bonifica arrivano le ruspe, de Magistris: “Queste sono quelle che ci piacciono”

Il sindaco: “In questi anni fatto un grande lavoro istituzionale”. E il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano, citando il titolo di un famoso film di Troisi afferma: “Scusate il ritardo” La bonifica dell'ex area Italsider nel quartiere Bagnoli dovrebbe finalmente avvenire, dopo 30 anni di sprechi e promesse, nel 2024. Durerà infatti 4 anni, secondo quanto dichiarato dall'ad di Invitalia Domenico Arcuri, la bonifica inaugurata con l'evento #RilancioBagnoli. Evento che ieri ha visto la partecipazione oltre che dello stesso Ad di Invitalia anche del ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, del vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, del commissario di governo Francesco Floro Flores e del presidente della X Municipalità Diego Civitillo. “Dopo 25

Bagnoli, il nuovo commissario è Francesco Floro Flores

L'annuncio è arrivato con un post su Facebook del ministro per il Sud Barbara Lezzi Napoli, 10 ottobre – L'ingegnere Francesco Floro Flores è il nuovo commissario governativo per la bonifica di Bagnoli. A darne l'annuncio con un post su Facebook è stato il ministro per il Sud Barbara Lezzi. “Ciao a tutti – ha scritto il ministro – sono davvero lieta di presentarvi il nuovo commissario per Bagnoli, l'ingegner Francesco Floro Flores”. “Sono certa – ha aggiunto – che con lui lavoreremo bene, con in mente un unico obiettivo: restituire finalmente quest'area ai cittadini bagnolesi e di tutta la Napoli”. “Ho accettato questo incarico con molto orgoglio: è la madre di tutte le battaglie per la nostra città e Napoli. Sono

Francesco Floro Flores alla guida del nuovo Consorzio Napoli Fiere ed Eventi

Insieme all’imprenditore che ha rilanciato Arena Flegrea e Zoo, i rappresentanti delle maggiori fiere organizzate ogni anno alla Mostra Napoli, 26 luglio - Con la sottoscrizione dell’atto notarile da parte dei principali rappresentanti di un gruppo di società di organizzazione di eventi fieristici, martedì 25 luglio è stato costituito ufficialmente il Consorzio Napoli Fiere ed Eventi. Il nuovo organismo rappresenta al momento 5 società di organizzazione eventi e 11 tra fiere e saloni organizzati ogni anno a Napoli nella sede della Mostra d’Oltremare. Le società che aderiscono al Consorzio Napoli Fiere ed Eventi sono: Progecta (BMT, Pharmexpo, Arkeda, Gustus, Expofranchising), Come on Web (Arena Flegrea e Zoo), Knowledge for Business (Innovation Village), Funtastic (Aestetica) e Visiona (Comicon e Gamecon). Presidente del nuovo soggetto

Capua: si inaugura Citema, il nuovo stabilimento di 4mila mq per un investimento di 10 milioni di euro

Interverranno all’incontro il presidente del Gruppo Trefin Francesco Floro Flores, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, l’Assessore alle Attività produttive Amedeo Lepore ed il sindaco di Capua Carmine Antropoli Sarà inaugurato oggi alle ore 11, CITEMA lo stabilimento del gruppo Trefin, di 4.000 mq sorto su un’area di circa 16.000 mq a Capua (CE), nelle adiacenze del CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali). Il progetto, cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del P.O.R. (Piano Operativo Regionale) FESR 2007-2013, che ha previsto un investimento complessivo di circa 10 milioni di euro, sarà presentato dall’ingegnere Francesco Floro Flores, durante l’incontro al quale parteciperanno il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, l’Assessore alle Attività produttive Amedeo Lepore ed il sindaco di Capua Carmine Antropoli. Fiore all’occhiello

Intervista a Francesco Floro Flores sullo Zoo di Napoli, lo stato dei lavori tra progetti e preoccupazioni

Napoli, 16 dicembre – NapoliTime ha incontrato Francesco Floro Flores per visionare lo stato dei lavori dello Zoo. Molto solare e disponibile, l'imprenditore partenopeo ha illustrato tutte le fasi delle opere fin qui realizzate. Tanto entusiasmo, ma altrettanta preoccupazione per i tempi che impongono la presentazione di quanto svolto per il rinnovo della licenza. Ad oggi l’ingresso è stato totalmente ripristinato conservando e rivalorizzando l’architettura degli anni quaranta, epoca della sua inaugurazione, grazie al reperimento delle foto dell’epoca dagli archivi storici. Anche la zona verde dell’entrata è stata sistemata con la potatura delle alte palme e la semina del prato che a breve spunterà. Sul lato destro, prima incolto e trascurato, è stato creato un parco giochi per i bambini con