Cgil, commissariate Napoli e la Campania

La decisione del direttivo nazionale motivata dalla gravissima situazione amministrativa e finanziaria Roma, 14 dicembre -  Il Comitato direttivo della Cgil nazionale ha deciso il commissariamento del sindacato della Campania e di Napoli, come annunciato nei giorni scorsi dalla leader Camusso. Il Comitato "Prende atto" delle dimissioni dei segretari generali e dei componenti delle relative segreterie e spiega che "la decisione è motivata dalla gravissima situazione amministrativa, patrimoniale e finanziaria, determinata a causa dei ripetuti ed immotivati deficit di bilancio" delle stesse.

Cgil Napoli e Campania nel caos: si dimettono Libertino, Tavella e l’intera segreteria regionale

Alle dimissioni di Franco Tavella e di Federico Libertino sono seguite le dimissioni dell'intera segreteria regionale Napoli, 2 dicembre - I segretari generali della Campania della Cgil, Franco Tavella, e di Napoli, Federico Libertino, hanno rassegnato nella giornata di ieri le dimissioni dai loro incarichi. Le dimissioni sono state comunicate alla leader nazionale della confederazione, Susanna Camusso. Alla base delle dimissioni ci saarebberpo divergenze con la direzione nazionale sulla gestione e le linee del sindacato in Campania. A seguito delle dimissioni dei segretari generali, in serata si è dimessa l'intera segreteria regionale della Campania della Cgil. A rassegnare le dimissioni sono stati Enza Sanseverino, Luigi Savio e Alfonso Viola. La loro decisione è stata presa in seguito alle dimissioni del segretario regionale

Malati a capodanno, malati tutto l’anno? Spazzini, Sodano minimizza: la colpa è del freddo e dell’età degli operatori

Per Del Giudice, amministratore unico di Asia, si è trattato solo di qualche ora di ritardo nello svuotare i cassonetti a causa dei fuochi di mezzanotte Napoli, 3 gennaio — “Napule è na carta sporca e nisciuno se ne importa”, come canta Pino Daniele in un suo famosissimo ritornello. Non è piaciuto per nulla ai turisti e non meno ai residenti, ritrovarsi il giorno di Capodanno con la città invasa dai rifiuti e costretti a sopportare il fetore esalato dai tanti cassonetti colmi degli avanzi della vigilia. Una valanga di polemiche si è abbattuta sull'operato della giunta comunale, sulla cronica inefficienza del servizio  di spazzamento e raccolta rifiuti dell'Azienda speciale di Napoli. Quest'anno sono stati in 200 gli operatori ecologici che si sono dati ammalati nella notte

Renzi in visita all’Ema di Morra De Sanctis, Irpinia. La Cgil organizza un presidio di protesta

Franco Tavella, segretario Cgil Campania: "siamo stanchi delle passerelle" Avellino, 28 novembre - La Cgil Campania dice basta alle “passerelle” politiche manifestando il proprio dissenso nei confronti del premier Matteo Renzi con un presidio all'Ema di Morra de Sanctis dove oggi è prevista la visita del Primo Ministro. Franco Tavella segretario generale della Cgil Campania,  ha confermato il presidio dinanzi lo stabilimento affermando che ''la Cgil sarà in presidio davanti a quella fabbrica per ricordare al presidente del Consiglio la grave situazione in cui versa l'intera Campania e che la strada per il rilancio del Paese non passa per la riduzione dei diritti dei lavoratori. Siamo stanchi delle passerelle''. La realtà produttiva di eccellenza Campana Ema di Morra De Sanctis che si

Cgil Napoli, Federico Libertino riconfermato segretario generale

Attacco alla condotta di De Magistris: “Napoli è una città ripiegata su sé stessa” Napoli, 13 marzo – Alla guida della Camera del Lavoro di Napoli dall’ottobre 2011, Federico Libertino è stato riconfermato segretario generale, nel corso del quarto congresso della Cgil Napoli. Aspre sono state le critiche rivolte all’operato del sindaco Luigi De Magistris da parte di Franco Tavella, segretario generale Cgil Campania, il quale nel corso dell’assemblea ha sottolineato la necessità di un passo indietro da parte del sindaco, dichiarando che: “Napoli è una città ripiegata su se stessa, male amministrata, che rischia di perdere la speranza, una metropoli nella quale si consumano drammi che ne appannano l’immagine e la tengono in condizione indecorosa. Il sindaco non ha mai avuto

Assemblea lavoratori Città della Scienza. Silvestrini: “una realizzazione fatta di uomini che nessuna fiamma può bruciare”.

Napoli, 5 marzo - Alle ore 12,00 i lavoratori della Città della Scienza si sono riuniti spontaneamente in assemblea per affrontare la tragedia che ha distrutto i capannoni espositivi ma soprattutto il futuro lavorativo. Presenti le rappresentanze sindacali con Federico Libertino, Segretario Generale CGIL Napoli e Franco Tavella, Segretario Generale CGIL Campania, che hanno incontrato la presidenza per valutare le azioni da intraprendere al fine di mettere in sicurezza il reddito dei lavoratori ed il recupero delle mensilità arretrate. Presenti anche cittadini, rappresentanti della Stazione Zoologica Dohrn, dell’Università FedericoII ai quali si sono aggiunti i membri del Consiglio Comunale e quelli della X Municipalità. Si è dato voce al dolore, alla rabbia ed alla preoccupazione per il proprio posto di lavoro con un appello alla