Protezione civile della Campania: dalle ore 20 allerta meteo

Previsto abbassamento delle temperature con nevicate e gelate nelle zone interne. Vento forte su tutta la regione La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un'allerta meteo su tutto il territorio regionale a partire dalle 20 di questa sera e fino alla stessa ora di domani. Si rileva, infatti, un abbassamento delle temperature che soprattutto sulle zone interne porterà nevicate generalmente a quote superiori ai 400 metri con gelate persistenti. Sull'intero territorio regionale insisteranno "venti localmente forti settentrionali con raffiche" con conseguente mare agitato lungo le coste esposte e al largo. La Protezione civile ricorda che la colonna relativa al livello di allerta dell'avviso destinato agli enti pubblici è verde poiché si riferisce alla sola criticità idrogeologica da temporali. Per l'allerta vento, neve e gelo, non è previsto il codice

Nuova allerta meteo: rischio neve e gelate anche in pianura

Nevicate anche in pianura, si consiglia di mettersi in viaggio solo con pneumatici adatti Napoli, 28 febbraio - La Protezione Civile della Regione Campania ha inviato un nuovo avviso di criticità meteo per "anomalia termica negativa": a partire dalle 20 di oggi, e fino alle 12 di domani, si attendono, "precipitazioni prevalentemente nevose, localmente anche a quote di pianura, quota neve in innalzamento nel corso della mattinata". Le gelate interesseranno tutte le quote durante la notte, ma tenderanno ad innalzarsi nel corso della mattinata di domani. Permangono le avvertenze sulle misure da adottare per prevenire eventuali disagi alla popolazione e mitigare l'impatto dei fenomeni meteorologici previsti. Necessario - sottolinea una nota - prestare attenzione alle fasce fragili della popolazione e alle persone

Neve a Napoli, Vesuvio innevato. Scuole chiuse nei paesi Vesuviani

Lezioni sospese in alcuni comuni del Napoletano Napoli, 26 febbraio - Neve, in particolare, nelle zone collinari a Napoli mentre il Vesuvio appare completamente innevato. Gelo e pioggia in queste ore nel capoluogo e nei comuni della provincia di Napoli. A Ercolano (Napoli) il Comune ha disposto la chiusura della strada comunale di accesso al cratere del Vesuvio, nel tratto compreso tra località La Siesta e piazzale quota 1000. Stop anche alle visite al Cratere - secondo quanto comunica l'Ente Parco Vesuvio - da oggi e fino al 28 febbraio. Ricoperto di neve da cima a valle il Vesuvio: strade ghiacciate e volontari della Protezione Civile comunale in giro a monitorare il territorio. Lezioni sospese oggi nelle scuole di ogni ordine e grado

Maltempo: siccità e gelo minacciano il 40% della produzione di fieno. Rischi anche per minor offerta latte

L'allarme lanciato da Alleanza Cooperative agroalimentari Roma, 24 febbraio - Dopo la siccità, arriva il gelo che mette a repentaglio la produzione di fieno in questa fase di crescita, la cui raccolta è prevista nella tarda primavera. “Si annuncia una mietitura scarsa - afferma l’Alleanza Cooperative agroalimentari - con cali della produzione anche del 40% e un aumento di costi che sfiora il + 50%. Tutto a scapito degli allevatori. In alcuni settori, come quello ovino, c’è chi ha rinunciato alla quota di rimonta, ovvero l’allevamento di capi giovani in sostituzione di quelli non più produttivi, proprio a causa dei costi del fieno schizzati alle stelle per una scarsa offerta del prodotto”. Il crollo delle temperature potrebbe influenzare anche la produzione del latte

Buran, il vento gelido siberiano arriva in Campania

Allerta meteo, previsto freddo e forti perturbazioni in tutta Italia Un'enorme perturbazione presente sul nord Europa farà sentire i suoi effetti anche sull'Italia, con flussi d'aria fredda provenienti da nord est che porteranno nevicate e piogge su buona parte del paese. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della protezione Civile ha dunque dato un'allerta meteo che prevede, dalla tarda serata di oggi, nevicate su Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Liguria e Lombardia. Alla luce dei fenomeni previsti, il Dipartimento ha valutato una allerta gialla su gran parte del centro e del sud Italia, dall'Emilia Romagna alla Sicilia. Temperature rigide si stanno verificando anche in Campania in queste ore. Ma la situazione potrebbe peggiorare nei prossimi giorni per l'arrivo sull'Italia del vento gelido siberiano,