Rimborsopoli: Di Maio incontra “Le Iene” per parlare dello scandalo restituzioni

Il candidato premier del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, ha mostrato alle telecamere del programma “Le Iene” i bonifici da lui effettuati al fondo per il Microcredito. In Regione Campania, Ciarambino e Saiello, ricordano di aver accantonato 482mila euro dei propri stipendi, mentre De Luca non si sarebbe tagliato “un solo euro” Napoli, 13 febbraio – Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento 5 Stelle, ha incontrato quest'oggi l'inviato Filippo Roma della trasmissione “Le Iene”. Da un'inchiesta del programma di Italia1 è nato lo scandalo restituzioni, che ha fatto venire a galla il mancato taglio degli stipendi di alcuni parlamentari M5s. Di Maio ha mostrato alle telecamere di “Le Iene” tutti i bonifici da lui effettuati al fondo per il

Comizio di Renzi in chiesa, Saiello (M5s): “Il Partito Democratico ha commissariato il regno di Dio”

“Mai prima di oggi, un politico aveva varcato la soglia di un luogo sacro per discutere di politica”. Così Gennaro Saiello, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle “Una settimana fa denunciavamo che la Regione Campania, senza alcun criterio di trasparenza e merito, finanziava la Borsa mediterranea del Turismo archeologico di Paestum. Oggi scopriamo che Renzi e la compagnia del Pd hanno usufruito di questo permesso speciale per far campagna elettorale”. A dirlo è Gennaro Saiello, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, riferendosi al comizio improvvisato da Renzi in una chiesa durante il tour Destinazione Italia. “È la prima volta che accade – ha proseguito Saiello –. Mai prima di oggi, un politico aveva varcato la soglia di un luogo sacro per discutere

Incendi sul Vesuvio, mozione di sfiducia e denuncia contro De Luca del M5s

I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, per gli incendi che hanno mandato in fumo oltre 1600 ettari del Parco nazionale del Vesuvio, puntano il dito contro De Luca: “Non ha fatto prevenzione” Napoli, 25 luglio – I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle presenteranno una mozione di sfiducia e una denuncia contro il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, per accertare le responsabilità istituzionali di quest'ultimo rispetto agli incendi che hanno devastato 1600 ettari del Parco nazionale del Vesuvio. “Per colpa di questo presidente abbiamo perso il 70% del Parco e respirato veleni. Non ha fatto prevenzione, anche se dice il contrario, ed è una balla colossale”, ha dichiarato la capogruppo 5 Stelle, Valeria Ciarambino attraverso le pagine de

Regione Campania: 660 milioni di debiti fuori bilancio, il M5s lancia l’allarme

I consiglieri pentastellati parlano di “fabbrica dei debiti fuori bilancio” e chiedono una commissione d'inchiesta per analizzarne le cause e proporre interventi correttivi Napoli, 16 maggio – “Abbiamo depositato una proposta di legge per istituire una commissione d'inchiesta sui debiti fuori bilancio, una commissione che avrà il compito di monitorare, analizzare le cause e proporre interventi correttivi per evitare che si possano originare sempre nuovi debiti fuori bilancio con costi lievitati a dismisura”. Lo ha affermato Gennaro Saiello, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e segretario della Commissione Bilancio. Saiello ha partecipato alla conferenza stampa sulla “Fabbrica dei debiti fuori bilancio” insieme alla capogruppo M5s Valeria Ciarambino e ai consiglieri Maria Muscarà e Michele Cammarano. “Parliamo di fabbrica dei debiti fuori

Contro le polveri sottili nell’agro nolano arrivano gli alberi, approvata la proposta del M5s

Per ridurre l’inquinamento da polveri sottili nel "Triangolo delle Morte" arrivano migliaia di alberi. Piccola, grande vittoria del Movimento Cinque Stelle al Consiglio Regionale della Campania Su proposta del giovane consigliere pentastellato, il nolano Gennaro Saiello, il Consiglio regionale ha recepito un collegato alla finanziaria 2016. Contro le polveri sottili, salite alle stelle nelle città dell’agro nolano, uno dei rimedi sarà quello di affidarsi agli alleati naturali, gli alberi. Fondi e incentivi economici sono previsti per i comuni che acquisteranno e piantumeranno sul proprio territorio soprattutto quelle specie arboree che riescono a divorare e neutralizzare CO2 e le polveri sottili soprattutto le "temute" Pm2,5 e Pm10. "Grazie ai Cinque Stelle i comuni hanno questa nuova arma per combattere il particolato atmosferico -