Al Ravello Festival fuori programma con l’Ocarina Japan Orchestra

Dai talenti dei conservatori alle grandi orchestre, dagli ensemble da camera alle percussioni: la Città della Musica unisce linguaggi e culture La musica a Ravello non finisce mai. Un’altra bella storia è quella che verrà raccontata, martedì 15 ottobre (ore 12.30), nella Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo: 35 musicisti, quasi tutte donne, provenienti da ogni parte del Giappone (principalmente Osaka, Hyogo, Kyoto, Shiga, Ehime e Gunma), indossando dei meravigliosi kimoni faranno rivivere melodie tradizionali e non, con le loro ocarine. Questo "strano" strumento di terracotta è molto popolare proprio in Giappone, dove è appunto nata l’Ocarina Japan Orchestra che riunisce a Osaka, sotto la guida di Riko Kobayaschi, i migliori musicisti divenuti protagonisti anche di tournée internazionali. È di questi giorni la partecipazione dell’ensemble al

Torna a Napoli il Festival dell’Oriente con tante straordinarie novità

Appuntamento a settembre con la magia, il fascino e la bellezza del mondo Orientale Napoli, 30 agosto - Dopo aver entusiasmato migliaia di visitatori nelle principali città italiane, il Festival dell'Oriente fa nuovamente tappa nel capoluogo partenopeo con due intensi week-end all'insegna della cultura, del folklore e dell'intrattenimento, per una nuova edizione ricca di fantastiche novità. Contesto prescelto sarà come sempre la splendida Mostra d'Oltremare, dove i visitatori avranno modo di immergersi nell'atmosfera di paesi lontani ed affascinanti nei giorni 15-16-17 e 22-23-24 settembre dalle 10:30 alle 23:00. Spettacoli folkloristici di grande impatto, attività ed esperienze a disposizione del pubblico, mostre culturali ed aree interattive, un grande bazar orientale ricco di prodotti tipici e curiosità introvabili, numerosi punti ristoro dove gustare prelibatezze etniche, conferenze, seminari, workshop

Napoli: “L’impero dei Segni”, ricco programma di incontri sulla cultura giapponese

Settimana di eventi culturali ad ingresso libero dedicata al Giappone e alle sue arti, dal 29 gennaio al 5 febbraio organizzata dal collettivo NaDir \Napoli Direzione Opposta Presso gli spazi occupati dell’ex carcere minorile “Filangieri”, ora “Scugnizzo Liberato”, salita Pontecorvo 44, in collaborazione con i collettivi napoletani per la riappropriazione degli spazi urbani che fanno capo alle rete “Scacco Matto”, NaDir ha deciso di promuovere un ciclo di eventi mirati a valorizzare e conoscere meglio la cultura di un paese così lontano ma che ha invaso la nostra quotidianità occidentale, troppo spesso legandosi unicamente ad aspetti commerciali. Durante i cinque incontri che si terranno dal 29 gennaio al 5 febbraio, offriremo un piccolo viaggio tra immagini, colori, simboli e storie dal sapore

Education Design, il Giappone incontra Napoli

L’Accademia di Belle Arti di Napoli ospita venerdì 18 dicembre la lecture Education Design – A comparative approach, del professor Haruhiko Fujita, docente di Estetica della Facoltà di Lettere dell’Università di Osaka e Presidente della Japan Society of Design L’incontro, a cura di Raffaele Milani, professore di Estetica presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione, Scuola di Psicologia e Formazione, Direttore del “Laboratorio di ricerca sulle città” nell' Università degli Studi di Bologna, sarà introdotto da Enrica D’Aguanno, coordinatore del corso di Graphic Design e da Dario Giugliano, docente di Estetica, entrambi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’appuntamento è la prima tappa di una serie di incontri che Fujita condurrà, partendo dai suoi studi legati al progetto di ricerca quinquennale “International Comparative

Renzi dal Giappone assicura: “entro giovedì riforma della Pubblica amministrazione. Sud? basta piagnistei”

Il premier ha annunciato che entro giovedì verrà approvata la riforma della pubblica amministrazione che renderà l'Italia un Paese più semplice e leggero. Per quanto riguarda il Sud è "necessario rimboccarsi le maniche e smetterla con inutili piagnistei" Tokyo - Il premier Matteo Renzi in questi giorni è in visita ufficiale in Giappone, dove ha incontrato la comunità italiana nella residenza dell'ambasciatore italiano a Tokyo. Durante l'incontro il Presidente del consiglio ha annunciato, entro il prossimo giovedì, la riforma della pubblica amministrazione volta a rendere il nostro Paese più semplice ed efficiente. Le riforme sono, fin dal suo insediamento, uno dei punti cruciali del programma politico del Governo Renzi, di fondamentale importanza al fine di rendere "l'Italia un Paese più semplice e

Amnesty International: aumenta del 15% la pena di morte

Mancano i dati sulla Cina, il governo tiene segrete queste informazioni Roma - Il rapporto di Amnesty International sulla pena di morte divulgato il 27 marzo, fornisce una fotografia piuttosto inquietante della situazione. Il primo dato è che si è verificato un incremento di circa il 15% delle esecuzioni capitali ( 682 nel 2012, 778 nel 2013). Nelle indagini della ong mancano i dati sulla Cina, in quanto il governo cinese tiene secretate tutte le informazioni a riguardo. Si stima comunque che le condanne a morte in questo Paese siano migliaia ogni anno. In secondo luogo emerge una forte contraddizione. Da un lato, infatti, c'è stato un progresso in quanto sempre più Paesi fanno a meno della pena capitale. Nel 2012 in Bielorussia, ultimo

“L’odore intimo del Giappone” al Teatro Palcoscenico di Napoli

Teatro, si parla della sensualità “L’odore intimo del Giappone”, scritto e diretto da Mariella Soldo, che andrà in scena al Teatro Palcoscenico  (Via G. Agrigento 54) di Napoli il 7 febbraio alle ore 18, è un viaggio nella cultura giapponese attraverso le pagine della sua letteratura. Una donna, che trova voce nell’attrice Barbara De Palma, delusa dal mondo occidentale, si rintana tra i libri. Eros e thanatos, bellezza e follia, violenza e delicatezza, sono soltanto alcuni dei contrasti che la donna rivive attraverso l’evocazione di haiku, tanka, stralci di racconti. Si tratta di un reading teatrale delicato, mai volgare, anche quando si parla della sensualità più intima e profonda. L’atmosfera viene arricchita da contestualizzazioni mimiche, con accenni al teatro Nō. Nel 2013

Delegazione giapponese a Napoli, al via l’Educational tour

Napoli, 27 maggio - Al via, da Castel dell’Ovo, l'Educational Tour, alla scoperta di Napoli e provincia specificatamente organizzato per operatori nel settore turistico e giornalisti provenienti dal Giappone. Saranno 6 giorni intensi - la visita terminerà sabato primo giugno - dedicati alla scoperta del territorio campano. Il tour nel golfo di Napoli toccherà anche la costa di Massa Lubrense, la Baia di Ieranto ed Anacapri. Il progetto è stato presentato lo scorso 24 maggio da Luigi Lucarelli, commissario dell'Ente Provinciale per il Turismo di Napoli all'assessore regionale al Turismo e ai Beni culturali, Pasquale Sommese, che ha così commentato: "Si tratta di un'iniziativa importante ai fini della diffusione del patrimonio ambientale, storico e archeologico della provincia napoletana e dell’intera Campania". Una grande occasione

Se il Giappone sta peggio dell’Italia ma è giudicato meglio dai mercati

Mi hanno girato qualche giorno fa un articolo di Jim O’Neill, attualmente capo di tutto l’Asset management di Goldman Sachs ed ex capo economista della stessa banca. Jim, che ho incontrato nei miei anni a Goldman, è un economista  molto amato e straconosciuto anche in Italia (è l’inventore della  parola BRICs) perché parla “come mangia” e quindi la gente lo capisce e perché non ha strani “conflitti d’interesse”  (la sua vera passione è il Manchester United, altro che l’economia…). Jim nelle sue “idee per  il 2012”ha scritto un pezzo dal titolo auto-esplicativo: “Europe needs Growth not more Austerity”, dice qualcosa che nel team di Advise Only ci chiediamo da un bel po’ e, credo, non solo noi: “Ma perché il Giappone che ha