Olimpiadi 2028, Renzi fa sua l’idea di de Magistris e scrive nel suo libro: “Per Napoli sarebbe la svolta”

Il segretario Pd, nel suo libro di prossima uscita, dal titolo Avanti, scrive tra le altre cose della possibilità per Napoli di ospitare le Olimpiadi 2028 “Dopo la figuraccia mondiale che ci ha fatto fare l’amministrazione 5 Stelle con le Olimpiadi 2024, per Roma sarà quasi impossibile riprendere in considerazione la candidatura, per la quale il Coni aveva preparato un dossier perfetto. A questo punto, la città italiana che può davvero giocarsi la carta della candidatura alle Olimpiadi è proprio Napoli. E per Napoli sarebbe la svolta, come lo fu per Barcellona nel 1992: percorso peraltro simile, considerando che la Barcellona degli anni ottanta non era come la Barcellona di oggi, e che proprio le Olimpiadi sono state il fattore di

A Roccaraso il Pinocchio sugli sci: nel week end la selezione del più importante evento per sciatori da 8 a 15 anni

Zazzaro, vincitore nel 2012, è bronzo ai Giochi Olimpici della gioventù  Napoli, 18 febbraio - Sabato 18 e domenica 19 febbraio Roccaraso ospiterà una delle più importanti delle 24 selezioni che si svolgono in tutta Italia del Pinocchio sugli sci, da 35 anni il più grande evento dedicato ai giovani sciatori dagli 8 ai 16 anni. Lo slalom gigante, organizzato dal SAI Napoli in collaborazione con il Comitato Campano Fisi e lo SkiPass Alto Sangro, si disputerà sulla pista Canguro di Pizzalto e selezionerà - sabato nella categoria Children e domenica nella categoria Pulcini - una squadra di 50 piccoli atleti campani per la finale nazionale in programma a fine marzo all’Abetone, in provincia di Pistoia. Al parterre ci sarà, quest’anno il Villaggio

Il presepe napoletano in Campidoglio a Roma. Raggi (M5s): “Rafforza il legame con Napoli”

Il presepe è stato inaugurato questa mattina dalla sindaca pentastellata e dagli assessori al Commercio e al Sociale Roma, 15 dicembre – “Siamo qui per inaugurare un presepe concesso gratuitamente per le festività da un'associazione napoletana 'I sedili di Napoli' e siamo molto onorati di poter ospitare qui la natività che è la parte centrale della tradizione religiosa. Sappiano quanto la tradizione presepiale sia parte integrante della napoletanità, quindi ospitare questo presepe rafforza il legame con Napoli”. Lo ha dichiarato la sindaca di Roma, Virginia Raggi, intervenendo all'inaugurazione del presepe installato in Campidoglio. Presto per dire se seguiranno altre iniziative volte a “rafforzare il legame” con la città di Napoli, oltre a questa che appare essere meramente simbolica. Probabilmente all'amministrazione comunale partenopea

Berdini, assessore all’Urbanistica del Comune di Roma: “Consiglio al Coni di farle a Napoli le Olimpiadi”

“Se devo indicare una strada al Cio e al Coni, il sindaco di Napoli ha proposto la sua meravigliosa città come sede delle Olimpiadi, ha detto l'assessore capitolino ai microfoni di Radio 24 “Credo che non ci siano possibilità per Roma. Se devo indicare una strada al Cio e al Coni, il sindaco di Napoli ha proposto la sua meravigliosa città come sede delle Olimpiadi. A Roma c'erano tre progetti per le Olimpiadi, francamente inaccettabili”. Lo ha affermato Paolo Berdini, assessore all'Urbanistica del Comune di Roma, parlando ai microfoni di Radio 24 dei Giochi Olimpici del 2024.

Anniversario Quattro Giornate, de Magistris: “Orgogliosi che Napoli sia stata la prima città d’Europa a liberarsi da sola dal nazifascismo”

Le parole del primo cittadino a margine delle celebrazioni per l'anniversario delle Quattro Giornate di Napoli Napoli, 28 settembre – “Siamo profondamente orgogliosi da napoletani che Napoli sia stata la prima città d'Europa a liberarsi da sola dall'oppressione e dalla dittatura nazifascista con una rivolta di popolo. Vuole dire che questa città ha nel sangue e nelle sue radici i valori della resistenza, della libertà, della fratellanza e dell'uguaglianza”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, a margine delle celebrazioni per l'anniversario delle Quattro Giornate di Napoli, che ebbero inizio il 28 settembre 1943. “Mai come quest'anno sentiamo le Quattro Giornate perché avvertiamo l'esigenza di difendere la più bella Costituzione al mondo, quella nata dalla resistenza al nazifascismo”, ha

De Magistris sogna le Olimpiadi 2028: “Ci candidiamo, Napoli è pronta. Perché no?”

Dopo le Universiadi, che si svolgeranno in città nel 2019, il sindaco spera che la città possa ospitare le Olimpiadi del 2028 Napoli, 7 settembre – Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha annunciato ai microfoni di Rtl 102.5 che Napoli si candiderà per ospitare i Giochi Olimpici del 2028. “Ci candidiamo: Napoli è pronta. Perché no? Mentre a Roma si discute, a Napoli si decide e intanto nel 2019 avremo le Universiadi, 15mila atleti da tutto il mondo”, ha affermato de Magistris. “Tra Regione, Comune e Università abbiamo fatto un accordo importante – ha sottolineato il sindaco – e con le Universiadi vogliamo dimostrare di essere la città dei giovani, dello sport, di un Mediterraneo di accoglienza”. Quello delle Olimpiadi non

“PalExtra”, la città saluta i campioni partenopei in partenza per la XXXI edizione dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro

A guidare la pattuglia degli atleti impegnati in Brasile lo schermidore Diego Occhiuzzi Lunedì 18 luglio alle ore 10, nell’ambito della seconda edizione di PalExtra, la città saluterà i campioni olimpici e paralimpici partenopei in partenza per la XXXI edizione dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. A guidare la pattuglia degli atleti impegnati in Brasile lo schermidore Diego Occhiuzzi, già argento a Londra 2012 e oro mondiale a Mosca 2015, presidente dell’associazione Milleculure che promuove il progetto. L’impegno degli olimpionici prosegue instancabilmente per Napoli e i giovani. Come nel 2015 consentiranno di praticare gratuitamente sport all’interno del villaggio a cinque cerchi allestito nella Mostra d’Oltremare, promuovendo in modo convinto il valore sociale delle attività sportive con la partecipazione di scuole, associazioni,

Napoli protagonista all’Antica Olimpia per l’accensione della Fiaccola per i Giochi di Rio 2016

Isolimpia crea un ponte tra l’antica iscrizione dei Sebastà Partenopei, conservata nella città ellenica patria delle Olimpiadi, e lo Stadio dei Giochi Isolimpici, riscoperto a piazza Nicola Amore, nell’area della nuova stazione Duomo della linea 1 del Metrò Sarà Napoli tra le città protagoniste, giovedì 21 aprile, nel tradizionale scenario di Olimpia, della riaccensione della torcia olimpica che giungerà venerdì 5 agosto allo stadio Maracanà di Rio de Janeiro, per la cerimonia inaugurale dei Giochi della XXXI Olimpiade. Il legame, molto forte, tra l’Antica Olimpia e Napoli, rafforzato dal gemellaggio e dal Giuramento d'Amicizia siglato dai due sindaci Efthimios Kotzas e Luigi de Magistris, è testimoniato dalla presenza, fin dal 2 d.C., degli Italikà Romaia Sebastà Isolympia, svoltisi almeno fino alla seconda

Le Olimpiadi al tempo della crisi economica e la grande voglia di dimostrare al mondo la capacità del Governo Britannico. Londra vincerà la sua sfida?

Sono iniziate le Olimpiadi e Londra, la città che sta ospitando la manifestazione, dovrà vincere la sfida più grande: pilotare l'evento gestendo i costi durante il periodo di recessione che tutta l'Europa sta vivendo. "Non è importante come organizzi le Olimpiadi, ma il perché”, le parole di Sebastian Coe, leggenda dello Sport inglese, attuale presidente del Comitato Organizzatore di Londra 2012 sono forti: "Saranno un fantastico spot per l’industria, per lo sport e le nostre imprese”, questo il motivo ricorrente. In effetti come avrebbe potuto dire il contrario, ma per il momento, i dati sulle spese pongono molti interrogativi. Secondo il Governo Britannico i costi finiti ammontano a 9,3 miliardi di sterline (pari a 11,7 miliardi di euro) di spesa pubblica, ma