Giornate Europee del Patrimonio, Palazzo Reale di Napoli “Un Due Tre… I-dee”

Appuntamento per domenica 22 settembre, alle ore 11, negli spazi di Palazzo Reale Storia, mitologia e mondo digitale, s’intrecceranno negli spazi del Palazzo Reale di Napoli in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019. Un appuntamento da non perdere, in programma per domenica 22 settembre, alle ore 11, caratterizzato da una performance site specific, che condurrà i visitatori alla scoperta di uno splendido dipinto recuperato dai depositi ed esposto eccezionalmente nell’Appartamento Storico. La performance art di Mauro Maurizio Palumbo prenderà il via dalla Fontana del Cortile d’onore dedicata alla Dea della Fortuna, ai cui piedi andrà in scena un racconto mitologico cantato in lirica, che proseguirà sullo Scalone d’Onore. Nell’ambulacro avrà luogo, invece, una danza antica, che si trasformerà in ultra contemporanea,

A Pompei riaprono le terme del foro dopo i restauri

Appuntamento per le Giornate Europee del Patrimonio il 21 e 22 settembre Il 21 e il 22 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il cui tema di quest’anno è “Un due tre... Arte! - Cultura e intrattenimento”, i siti del Parco archeologico di Pompei proporranno visite straordinarie ad alcuni edifici. Il tema scelto per le giornate è legato alla "terme", luogo prediletto dagli antichi romani per trascorrere il tempo, conversare e rilassarsi, presenti in più punti dell’antica città di Pompei, ma anche nelle Ville di Oplontis e Stabia. In tutti i siti, funzionari del Parco saranno a disposizione nel corso della mattinata per illustrare gli ambienti. Presso l’Antiquarium di Boscoreale, oltre alle sale del Museo e all'esposizione dedicata al Villaggio Protostorico di Longola, sarà

Giornate Europee del Patrimonio: la Soprintendenza apre le Sale Pompeiane a Palazzo Reale

Sabato e la domenica mattina del 22 e 23 settembre aperture straordinarie delle Sale Pompeiane del Palazzo Reale La Soprintendenza Abap di Napoli apre gratuitamente al pubblico le sale pompeiane il sabato e la domenica mattina per divulgare la conoscenza di quei luoghi del nostro patrimonio dei Beni Culturali ancora poco noti. Le Sale Pompeiane furono realizzate da Clemente D’Agostino e Gennaro Maldarelli su progetto di Gaetano Genovesi nel 1840 ca. La coppia di tavoli parietali in commesso di marmi combinati a mosaico è di Giuseppe Canart, mentre il tavolo, che è un campionario di marmi antichi, pietre dure e pregiate è di manifattura napoletana del 1830. Palazzo Reale di Napoli-Sale Pompeiane Sabato e Domenica: 22. 23 settembre 2018 ore 09-13 Ingresso Gratuito

“Cultura e Natura”, le Giornate Europee del Patrimonio al Parco Archeologico di Ercolano

Con "Maiuri pop-up, alla scoperta dei paesaggi di Ercolano", 23 e 24 settembre Ercolano - Ritornano sabato 23 e domenica 24 settembre le Giornate Europee del Patrimonio incentrate sul tema “Cultura e Natura”. L’argomento di grande attualità, scelto dal Consiglio d’Europa per questo anno, permette di approfondire il rapporto tra l’uomo e la natura e l’interazione dell’uomo con l’ambiente che lo circonda. Il Parco Archeologico di Ercolano aderisce all’iniziativa con “Maiuri pop-up: alla scoperta dei paesaggi di Ercolano”,  visite alla ricerca dei paesaggi della città antica. E’ nell’ambito delle celebrazioni del 90° anniversario dalla campagna di scavo avviata da Amedeo Maiuri, lungimirante direttore mosso dalla sfida di trasformare la città antica in un museo all'aria aperta, che il Parco celebra il paesaggio

Mostra: “Ashes to ashes. Encausti”. Dalla Svezia un percorso che richiama i paesaggi, i luoghi e le immagini della storia di Napoli

Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli nell'ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2016, 25 settembre – 27 ottobre Napoli, 22 settembre - “Ashes to ashes. Encausti” è il titolo della mostra di Mats Bergquist che si inaugura domenica 25 settembre alle ore 12.00 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, nell'ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2016 e resterà aperta al pubblico fino al 27 ottobre. L'opera di Mats Bergquist, artista svedese, riunisce in un unico percorso influenze nord europee con paesaggi, luoghi e immagini che appartengono alla storia di Napoli, pur venendo da così lontano. La tecnica antichissima utilizzata, l'encausto, suggerisce un dialogo a più voci con gli spazi del Museo: "Con le sue pitture/sculture ‒ eseguite a encausto su legno, e

Giornate Europee del Patrimonio, le iniziative nei siti archeologici Vesuviani

Sabato 19 e domenica 20 settembre le aree archeologiche vesuviane aderiscono alle Giornate Europee del Patrimonio, che interesseranno con iniziative e aperture straordinarie tutti i luoghi d’arte e della cultura statali Un programma speciale di visite, aperture in anteprima ed esposizioni di reperti arricchiranno l’offerta  della manifestazione il cui filo conduttore è il tema “L’alimentazione e la storia dell’Europa: identità culturali e alimentari alle radici dell’Europa”. Il costo di ingresso ai siti è regolare (13 euro Pompei - 11 euro Ercolano - 5,50 euro Oplontis e Boscoreale – ingresso gratuito, Stabia e Villa Sora) In anteprima assoluta gli Scavi di Pompei propongono sabato mattina (9,00-13,00) l’apertura straordinaria della Casa di Sutoria Primigenia, ubicata sulla via dell’abbondanza. Si tratta di una piccola abitazione con triclinio all’aperto,

Pompei, 13mila presenze per le Giornate del Patrimonio

Scavi aperti anche di notte, balletto al Teatro Grande Napoli, 21 settembre - Grazie all'iniziativa delle Giornate Europee del Patrimonio, i siti archeologici vesuviani sono rimasti aperti fino alle ore 24 di ieri. Oltre tredicimila persone hanno visitato gli scavi pagando l'ingresso un euro. 10.840 sono stati i biglietti venduti a Pompei, 1865 a Ercolano, 276 ad Oplontis e 113 a Boscoreale. A Pompei c'è stata l'apertura notturna delle Terme Suburbane e della zona antistante la Porta Marina. Per l'occasione, oltre alla visita guidata alle Terme sono state ricordate le amare vicende del bombardamento subito a Pompei nella Seconda Guerra Mondiale.  

28 e 29 settembre Giornate Europee del Patrimonio

Al via, il 28 ed il 29 settembre, le Giornate Europee del Patrimonio ideate nel 1991 dalla Commissione europea e dal Consiglio d'Europa con l'intento, come riporta il portale del Ministero dei Beni Culturali, "di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei". La manifestazione, a cui l'Italia, insieme ad altri quarantanove Stati Europei, aderisce anche quest'anno, avrà inizio sabato 28 settembre e già dalle prime ore del mattino tutti i "monumenti ed i luoghi d'arte statali, alcuni dei quali generalmente chiusi al pubblico, saranno aperti gratuitamente e offriranno diversi eventi creati per dare rilievo alle tradizioni, all'architettura e all'arte, con l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini europei alla ricchezza, alla diversità culturale dell’Europa ed