Test d’ingresso con doppia chance

  La grande rivoluzione lanciata dal Suor Orsola coinvolge le iscrizioni ai corsi di laurea in Economia, Giurisprudenza, Psicologia e Scienze delle Comunicazione Una buona notizia per molti studenti che soffrono lo stress da ‘test d’ingresso’ all’Università. A Napoli all’Università Suor Orsola Benincasa per molti corsi di laurea a numero programmato (Economia, Giurisprudenza, Psicologia e Scienze della Comunicazione) quest’anno ci sarà una doppia chance di accesso. Una prima sessione di test a Luglio con la possibilità di ‘ripetizione’ a Settembre per chi non dovesse superarlo o per chi non abbia ancora definito la sua scelta universitaria. Un’opportunità valida per il Corso di laurea triennale in Economia, il primo in Italia specificamente dedicato alla Green Economy, per il corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione,

Da Giurisprudenza al Restauro dei beni culturali: ultimi giorni per le iscrizioni ai Test d’ingresso alle Facoltà umanistiche

Comunicazione, Giurisprudenza, Green Economy e Psicologia, scadono domani a mezzanotte le iscrizioni ai test d’ingresso. Fino al 6 ottobre sono aperte le iscrizioni alle selezioni per il Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali direttamente abilitante alla professione del restauratore Archiviati i test d’ingresso nelle Facoltà scientifiche arriva ora il momento di mettersi alla prova per gli studenti che vogliono iscriversi alle Facoltà umanistiche. In particolare all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli c’è tempo fino alla mezzanotte di domani martedì 26 settembre per iscriversi ai numerosi test d’ingresso (tutti gratuiti) per i corsi di laurea di ambito umanistico ed economico-giuridico. Dalla grande novità del primo corso di laurea italiano in Economia aziendale e Green economy all’eccellenza consolidata dell’unico corso di laurea

Gli studenti di Giurisprudenza faranno esperienza in Eav, siglato l’accordo tra azienda di trastorto e Federico II

La convenzione stipulata prevede il coinvolgimento degli studenti con specifici contratti di prestazione occasionale, a titolo gratuito ma con rimborso spese Napoli, 14 novembre - Siglata la Convenzione di consulenza giuridica Federico II - E.A.V.. L'accordo consentirà agli studenti di giurisprudenza della Federico II di fare esperienza di consulenza giuridica nel campo partecipando alla redazione di studi di consulenza. È uno degli effetti della convenzione stipulata tra il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Ateneo federiciano e la Società di trasporti E.A.V. srl - Ente Autonomo Volturno su iniziativa di Alberto Lucarelli, ordinario di Diritto costituzionale, che ne è coordinatore scientifico. La convenzione, di consulenza giuridica conto terzi, è stata siglata da Lucio De Giovanni, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Federico II, e

Giurisprudenza: inizia il viaggio di NapoliTime nel mondo delle Università napoletane

Partiamo dal dipartimento - ex facoltà - di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Napoli Federico II tra abbandoni, scelta di ripiego e la necessità dell'orientamento Il numero di neodiplomati che si iscrive al dipartimento di Giurisprudenza della Federico II resta sempre molto alto. Come molto alto è il numero di studenti che abbandona o resta fermo per anni. Abbiamo chiesto al dottor Fabrizio De Vita e ad Alessio Savarese, componenti della Commissione Didattica Studenti-Docenti del Dipartimento, quale sia, secondo loro, il motivo. Fabrizio De Vita: “Il problema principale credo sia la scelta, per così dire, "di ripiego". Molti optano per Giurisprudenza, pur non essendo interessati al tipo di studi che si apprestano ad affrontare e solo perché non hanno, o non sanno

Separazione giudiziale. Come il Giudice decide sull’affidamento dei minori

Io e mio marito ci stiamo separando, dopo vari tentativi di raggiungere un accordo stiamo per intraprendere una separazione giudiziale. I forti contrasti riguardano il mio mantenimento che mio marito si ostina a negarmi, ma principalmente nostra figlia di tredici anni, la sua educazione, i suoi studi, i suoi interessi e la convinzione di mio marito che io la stia allontanando da lui. Il mio Avvocato mi ha accennato alla possibilità di far ascoltare la bambina dal Giudice nel corso della causa di separazione, affinché possa esprimere le sue opinioni. Nutro qualche dubbio sull'opportunità di coinvolgerla in un processo, ma se dovesse essere l’unico rimedio per trovare una soluzione che sia favorevole soprattutto a lei, non vorrei sottovalutarlo. Mi potrebbe