Coronavirus, sempre più probabile il rinvio delle elezioni regionali

A giugno oltre alla Campania sono chiamate al voto Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania e Puglia A causa dell'emergenza sanitaria legata al coronavirus è sempre più probabile un rinvio delle elezioni regionali previste in primavera, nonché delle elezioni comunali e a tempi più lunghi per il referendum sul taglio del numero dei parlamentari. È quanto sarebbe previsto da una bozza di decreto che dovrebbe essere approvata nel prossimo Consiglio dei ministri. Le elezioni regionali in primavera riguardano Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania e Puglia. L'ipotesi è quella di intervenire sul mandato degli organi elettivi regionali che scade il 31 luglio 2020, prorogandolo di tre mesi. Le elezioni dei consigli comunali verrebbero invece fissate in una domenica compresa tra il 15 ottobre e

Crisi di governo, Conte si dimette. Nel discorso al Senato duro attacco a Salvini

Il premier durante le comunicazioni al Senato: “Salvini ha compromesso interessi nazionali in cambio dei suoi”. E ancora: “I comportamenti del ministro Salvini rilevano scarsa responsabilità istituzionale e grave carenza di cultura costituzionale”. Al termine della giornata il premier è salito al Colle per dimettersi “La crisi in atto compromette l’azione di questo governo, che qui si arresta”. Con queste parole il presidente del Consiglio Giuseppe Conte mette fine all'esperienza del governo gialloverde. Parole pronunciate dal premier durante le comunicazioni in Senato, l'Aula dove appena 14 mesi fa ha ottenuto la fiducia per la prima volta. “La decisione della Lega che ha presentato la mozione di sfiducia e ne ha chiesto l’ìmmediata calendarizzazione oltreché le dichiarazioni e comportamenti, chiari e univoci,

Crisi di governo, de Magistris attacca Di Maio: “Dopo Salvini resusciterà anche Renzi”

Il sindaco di Napoli, in un post su Facebook, ha attaccato il leader dei Cinque Stelle Luigi Di Maio, affermando: “Se qualcuno si trova nella fase della sepoltura politica vada da Di Maio, che pare abbia delle sorprendenti doti taumaturgiche”. E su Salvini: “La sfiducia a Conte? Sole e potere gli hanno dato alla testa” Dopo il “capolavoro politico” che ha permesso a Salvini di passare “dal 17 per cento dei consensi a quasi il 40 per cento”, si ipotizza “un nuovo matrimonio, tra Cinque Stelle e Pd: così passeremo al secondo capolavoro politico di Di Maio, quello di riesumare Matteo Renzi. Dal vangelo Cinque Stelle, il secondo Matteo”. Lo scrive il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in un lungo

Crisi di Governo ed elezioni, de Magistris: “Pronti a scendere in campo”

Il sindaco in un post su Facebook parla della crisi di governo e annuncia che in caso di elezioni è “pronto a portare l'alternativa”. Parla al plurale il primo cittadino, ma non ha mai detto che si candiderà, considerando che il suo mandato da sindaco termina nel 2021 e che nel 2020 ci saranno le elezioni regionali in Campania “Nel pieno di un agosto di fuoco il Governo è scoppiato. Sembra imminente la consumazione definitiva di un’esperienza politica e di governo complessivamente dannosa per la tenuta democratica del nostro Paese. Se il Presidente della Repubblica, garante degli equilibri costituzionali, dovesse ad un certo punto maturare, invece, la scelta dello scioglimento della Camera e del Senato, ritengo sia venuto il  nostro momento

Governo, Salvini apre la crisi: “Non c’è più una maggioranza”. Conte: “Salvini spieghi le ragioni”

Il leader della Lega Matteo Salvini: “Inutile andare avanti a colpi di 'no' e di litigi, come nelle ultime settimane”. Luigi Di Maio (M5s): “La Lega ha preso in giro gli italiani. Noi pronti al voto, ma prima il taglio di 345 parlamentari”. Esultano le opposizioni, con il Partito Democratico e Forza Italia che chiedono il voto “L’ho ribadito oggi al presidente Conte: andiamo subito in Parlamento per prendere atto che non c’è più una maggioranza, come evidente dal voto sulla Tav, e restituiamo velocemente la parola agli elettori”. Con queste parole il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini nella giornata di ieri ha aperto la crisi di Governo. “Inutile andare avanti a colpi di 'no' e di litigi, come nelle

Riqualificazioni di Bagnoli e Scampia, incontro tra il ministro per il Sud Lezzi e il sindaco de Magistris

Dopo l'abbattimento delle Vele previsti 50 milioni per la riqualificazione di Scampia. Passi avanti anche per Bagnoli “Ieri a Roma ho incontrato il sindaco Luigi de Magistris per approfondire alcuni dossier su Napoli e, in particolare, quello relativo a Scampia: un progetto di riqualificazione al quale entrambi teniamo molto. In particolare, ho confermato al sindaco la piena disponibilità a finanziare, dopo l’abbattimento delle Vele, la rigenerazione di quell’area prevedendo lo stanziamento a settembre di 50 milioni di euro attraverso il Fondo sviluppo e coesione, di cui presiedo la cabina di regia. Il passaggio successivo prevedrà il via libera da parte del Cipe, dopo di che tale finanziamento diventerà effettivo. Anche in occasione dell’incontro di ieri ho registrato la piena disponibilità alla

Autonomia differenziata, il presidente della Camera Fico: “Non divida il Paese”

La riforma sulle autonomie “non deve dividere il Paese e non deve lasciare il Sud nella condizione, anche economica, in cui si trova”, ha affermato il presidente della Camera durante un visita istituzionale nel carcere minorile di Nisida Napoli, 22 luglio – “L'autonomia regionale non deve dividere il Paese, non deve lasciare il Sud nella condizione economica in cui si trova, ma deve essere un'autonomia che dà qualche potere in più alle Regioni. L'Italia è unita, una e indivisibile e bisogna lavorare e coordinarsi insieme. Qualsiasi sia l'intesa, passerà in Parlamento”. Lo ha affermato il presidente della Camera, Roberto Fico, durante una visita istituzionale nel carcere di Nisida. Parlando con la stampa Fico si è soffermato anche sulla situazione del governo nazionale.

De Magistris sulla manovra di Governo: “Create aspettative di cambiamento e invece riprendono i tagli ai Comuni”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, critica la manovra economica del governo Conte definendola “in continuità con il passato” “Devo registrare forte insoddisfazione perché il Governo nei confronti degli Enti locali aveva creato aspettative di cambiamento e invece con la manovra riprendono i tagli ai Comuni che erano stati interrotti da Gentiloni. Ci sono misure che vanno a colpire fortemente gli Enti locali e ci sono misure esclusivamente a favore di alcuni Enti”. A dirlo il sindaco di Napoli e vicepresidente Anci, Luigi de Magistris, in merito alla manovra economica del governo Conte. “Vorrei ricordare al Governo – ha aggiunto il primo cittadino – che in Italia molti Comuni sono in predissesto o in dissesto e, come accade a Napoli, già

Terra dei Fuochi, De Luca contro il Governo: “Mistificazione della realtà che danneggia la Campania”

Il governatore ha firmato solo uno dei due protocolli sulla Terra dei Fuochi “Quello a cui abbiamo assistito in questi giorni è un’opera di mistificazione della realtà che danneggia la Campania, i suoi cittadini e la sua economia”. A dichiararlo il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante una conferenza stampa convocata dopo la firma del protocollo d'azione per la Terra dei Fuochi. Il governatore, mostrando una cartina con la mappa dei roghi in Italia, ha aggiunto che “la Terra dei Fuochi non è in Campania, ma nel Nord del Paese”. La Regione Campania ha firmato solo uno dei due protocolli sulla Terra dei Fuochi. “C'erano due protocolli, uno lo abbiamo firmato, l'altro no”, ha spiegato De Luca. “Il protocollo firmato

Donne e Lavoro, Laura Boldrini a Napoli: “Questo è il governo del cambiamento talebano”

“La composizione dell'esecutivo, con 63 membri di cui solo 11 donne, ci riporta indietro di 30 anni: siamo vicini alle percentuali di Kabul più che a quelle di Madrid”, spiega l'ex presidente della Camera Laura Boldrini “Con questo governo del cambiamento talebano c'è da temere il peggio. La composizione dell'esecutivo, con 63 membri di cui solo 11 donne, ci riporta indietro di 30 anni: siamo vicini alle percentuali di Kabul più che a quelle di Madrid. Nel decreto dignità non c'è una riga sul sostegno all'occupazione femminile, che è un'emergenza nel nostro Paese. È inquietante: in un Paese evoluto, il cambiamento passa per una maggiore presenza delle donne nell'esecutivo. Da noi succede esattamente il contrario”. A dirlo la deputata di Leu

Vincenzo De Luca contro il governo M5s-Lega guidato da Conte: “Sono preistoria”

“Parlano di governo del cambiamento ma nell’esecutivo metà dei ministri vengono dalla preistoria”, ha affermato il governatore durante il consueto monologo sull’emittente salernitana Lira Tv L’Italia a quasi 90 giorni dal voto del 4 marzo ha un governo. L’esecutivo, guidato da Giuseppe Conte, è nato dall’accordo tra Movimento 5 Stelle e Lega. A Luigi Di Maio (M5s) e Matteo Salvini (Lega Nord), entrambi vice-premier, andranno rispettivamente il Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’Interno. 18 in totale i ministri (di cui 5 donne) che hanno giurato quest’oggi davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Critico sul nuovo esecutivo il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che durante il consueto monologo settimanale sull’emittente salernitana Lira Tv, ha