Giornata Mondiale degli Oceani: flash mob di Greenpeace

I volontari di GP si uniscono all'onda blu per la tutela degli oceani con gli eventi #PlasticaZero Napoli, 8 giugno – Per la Giornata Mondiale degli Oceani i volontari del gruppo locale di Napoli, insieme a Retake Napoli e Let’s do it Italy, dipinti di blu hanno dato vita ad un flash mob presso l’Ex Convitto Le Monachelle, in Pozzuoli, unendosi alle attività organizzate da Greenpeace in tutto il mondo per chiedere la tutela dei nostri mari. Da Roma a Milano, da Palermo a Bari, da Napoli e Bologna fino a Vicenza, i volontari hanno creato un’onda blu per chiedere ai Governi di tutto il mondo un Accordo Globale per la creazione di una rete di Santuari che protegga il 30% degli Oceani

Greenpeace a Pozzuoli contro l’inquinamento da plastica

Appuntamento domani 25 maggio alle 10.30 presso la spiaggia Le Monachelle di Pozzuoli Il gruppo locale di Greenpeace Napoli svolgerà il prossimo 25 maggio alle 10.30, presso la spiaggia Le Monachelle di Pozzuoli, la pulizia del litorale dai rifiuti e la catalogazione degli imballaggi e dei contenitori di plastica raccolti. Questa iniziativa, parte di una serie di attività del movimento #BreakFreeFromPlastic - di cui fa parte anche Greenpeace - segue un protocollo ben preciso e replicabile su scala mondiale, che ha il duplice scopo di quantificare tutte le tipologie di rifiuti presenti sulle spiagge e identificare i marchi che contribuiscono maggiormente a generare l’inquinamento da plastica. "Da anni le grandi aziende continuano a immettere sul mercato enormi quantitativi di plastica, principalmente usa

Greenpeace lancia #PlasticaZero: una rete di locali per dire No alla plastica usa e getta

Obiettivo ridurre l’inquinamento da plastica dei nostri mari Napoli, 28 marzo – Parte l’iniziativa #PlasticaZero, con cui Greenpeace insieme ai propri volontari vuole creare una rete di locali che hanno deciso di “entrare in azione” per ridurre l’inquinamento da plastica dei nostri mari. I volontari del gruppo locale di Napoli organizzeranno a Bagnoli - Napoli, il 31 marzo insieme a CaffetiAmo in Viale Campi Flegrei 49, un aperitivo, alle ore 11,00, per lanciare #PlasticaZero. Durante l’evento il locale CaffetiAmo aderirà ufficialmente alla rete rendendo pubblico il proprio impegno a non utilizzare prodotti in plastica usa e getta. Ci sarà musica dal vivo, in un ambiente conviviale e amichevole, a zero plastica. “Siamo circondati da un mare di plastica. Riciclare non basta più,

Greenpeace: “Basta olio di palma che distrugge le Foreste”

Rischio distruzione dell’habitat degli oranghi Napoli, 17 novembre – Questa mattina i volontari di Greenpeace sono entrati nei supermercati di 18 città italiane e hanno lasciato tra gli scaffali dei cartoncini con la scritta “Oreo – Basta olio di palma che distrugge le foreste”. Il messaggio, diretto a Mondelēz, chiede il rispetto da parte della multinazionale statunitense dell’impegno preso nel 2010, ovvero l’eliminazione dalla propria filiera dei fornitori che producono olio di palma a discapito delle foreste e dei diritti umani, entro il 2020. L’olio di palma, che si ottiene dalla spremitura del frutto della palma da olio, è l’olio vegetale alimentare più consumato al mondo e, quindi, molto richiesto. La grande domanda di olio di palma ha dato molto potere all’industria indonesiana favorendo l’espansione,

Indagine Greenpeace rivela, in Italia un locale Plastic free è già possibile

Il 95% di locali non impiega piatti usa e getta né in plastica né in altri materiali, il 58% non utilizza posate in plastica ma nemmeno in altri materiali monouso e il 13% usa cannucce in metallo lavabili e riutilizzabili Napoli - Superare l'impiego di alcuni dei più comuni oggetti in plastica usa e getta, uno dei punti in discussione nella recente direttiva europea sulla plastica monouso, è già possibile. Lo rivela un’indagine condotta nelle scorse settimane dai volontari di Greenpeace in 162 bar, pub e caffetterie situati in dieci città italiane: Bari, Bologna, Firenze, Udine, Napoli, Milano, Palermo, Torino, Pisa e Padova. Dall’indagine, somministrata sotto forma di questionario ai gestori dei locali, emerge che il 95% di questi non impiega già

Flash mob dei volontari Greenpeace, “Stop diesel nelle nostre città”

A Napoli l'appuntamento è a piazza Cavour, sabato 11 novembre Napoli, 9 novembre - Sabato 11 novembre i volontari di Greenpeace realizzeranno flash mob per le strade di molte città italiane, per informare i cittadini su quanto l’inquinamento da biossido di azoto (NO2), derivante in particolare dai veicoli con motori diesel, sia pericoloso per la nostra salute. Il biossido di azoto è classificato tra le sostanze certamente cancerogene. I suoi effetti patogeni sono principalmente a carico delle vie respiratorie, del sistema sanguigno, delle funzioni cardiache. E' particolarmente nocivo sui bambini, causando infezioni alle vie respiratorie, asma, polmoniti, ritardo nello sviluppo del sistema nervoso e dei processi cognitivi. A Napoli i volontari saranno in Piazza Cavour dalle ore 11.00 di sabato mattina saranno disponibili comunicato e immagini relativi a

Distruzione delle foreste e fazzolettini di carta usa e getta: la multinazionale Essity risponde a Greenpeace

Greenpeace chiede alla multinazionale svedese di eliminare dalla propria filiera i fornitori coinvolti nella distruzione di aree importanti della Grande Foresta del Nord in Svezia, Finlandia e Russia. Di seguito la posizione di Essity in merito alle azioni sviluppate da Greenpeace in Italia  In risposta alle attività organizzate il 14 ottobre da Greenpeace (vai all'articolo) in alcune città italiane e del report pubblicato da Greenpeace International il 26 settembre, la multinazionale Essity sottolinea in una nota il proprio lavoro per promuovere la gestione sostenibile delle foreste. "Il 100% delle fibre utilizzate è controllato e certificato. Essity usa fibre di legno che includono sia fibre riciclate sia vergini. Tutte le fibre vergini contenute nei prodotti Essity devono essere certificate FSC® o PEFC™ o soddisfare

Volontari GreenPeace nei supermercati di tutta Italia: “Basta con i prodotti di carta che usano e gettano la grande foresta del nord”

Obiettivo, chiedere di eliminare dalla filiera i fornitori coinvolti nella distruzione di aree della Grande Foresta del Nord in Svezia, Finlandia e Russia Napoli, 14.10.17 – Questa mattina i volontari di Greenpeace hanno effettuato attività di sensibilizzazione creativa nei supermercati di 23 città italiane, per informare i cittadini sui pericoli che corre la Grande Foresta del Nord, ovvero l’ecosistema forestale boreale, a causa della produzione di articoli di carta usa e getta come i fazzoletti. I volontari dell’organizzazione ambientalista hanno lasciato tra gli scaffali dei supermercati dei cartoncini con la scritta “TEMPO – Non gettare via le foreste”, per chiedere al marchio di tissue - ovvero di articoli come fazzoletti, carta igienica, asciugatutto e tovaglioli - e alla sua casa madre, la

“Meno plastica, più Mediterraneo” arriva a Pozzuoli la nave Rainbow Warrior III di Greenpeace

Venerdì 30 giugno e sabato 1 luglio a bordo della Rainbow Warrior III presso il Molo Caligoliano Roma, 27 giugno - Arriva in Campania, a Pozzuoli, la nave Rainbow Warrior III di Greenpeace, impegnata nel giro di ricerca e sensibilizzazione “Meno plastica, più Mediterraneo”, in Italia organizzato con la collaborazione scientifica dell'Istituto di Scienze Marine del CNR di Genova, la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli e l'Università Politecnica delle Marche. La nave sarà ancorata al Molo Caligoliano del Porto Commerciale e resterà a disposizione di stampa e cittadini per due giorni. Sarà gratuitamente aperta a tutti venerdì 30 giugno, dalle 10 alle 12 e ambrogetta 16 alle 19, e sabato 1 luglio, dalle 10 alle 16. Tanti gli eventi e le attività

Greenpeace Napoli vi dà appuntamento in piazza per la giornata del volontariato

Il gruppo locale di Napoli vi dà appuntamento sabato 25 febbraio a via Toledo Napoli, 23 febbraio - "Il volontariato é un modo in cui tutti possono dare il proprio contribuito attivo per salvare il Pianeta". Sabato 25 febbraio, a Napoli, é possibile partecipare a delle passeggiate in città dove dei volontari parleranno delle campagne di Greenpeace e di come il volontariato contribuisca concretamente al loro successo. L’appuntamento, per chi volesse conoscere da vicino il mondo di Greenpeace, é in Via Toledo alle ore 10.30. I Gruppi Locali sono gruppi di persone che, riconoscendosi nei principi di Greenpeace, decidono, in accordo e coordinamento con l’ufficio nazionale, di tradurre sul territorio le campagne e le attività dell’associazione. Greenpeace può contare nel mondo sul

Al sud Italia l’80% del fabbisogno di energia elettrica è coperto da fonti rinnovabili

La Rainbow Warrior, nave simbolo di Greenpeace, approda a Napoli per presentare il suo report sulle energie rinnovabili Napoli, 22 ottobre - "Non è un paese per fossili" questo il nome della campagna di Greenpeace volta alla progressiva eliminazione delle trivelle per le estrazioni delle fonti fossili. Ieri mattina nei pressi di Napoli, a bordo della nave "Rainbow Warrior", si è concluso il tour della campagna con la presentazione di determinati obiettivi e dati finalizzati al perfezionamento delle energie rinnovabili. Alla conferenza a bordo è stato presentato il report “Le ricadute economiche delle energie rinnovabili in Italia”. Si stima che nell'anno 2013 nel sud Italia le energie rinnovabili abbiano soddisfatto l'80% della richiesta di elettricità. Si punta proprio al sud e alle isole quali possibili

L’attivista di Greenpace, Cristian, torna a casa

Napoli, 27 dicembre -  Gli attivisti a bordo dell'Arctic 30, la nave di Greenpeace che oltre tre mesi fa compì l'assalto pacifico alla piattaforma di Gazprom, hanno ottenuto l'amnistia per poter tornare a casa.  Cristian D'Alessandro, l'attivista italiano del gruppo detenuto in Russia oggi stesso tornerà a Napoli per riabbracciare famiglia ed amici. Aristide D'Alessandro, papà del ragazzo, rende nota la notizia ma preferisce non dare dettagli sul rientro. Ha infatti sentito il figlio nelle ultime ore, le sue condizioni sono buone: "Sta bene ed è molto contento di tornare a casa". Un abbraccio, a detta del padre, sarà quello che Crtistian troverà a casa al suo ritorno.