Capri, controlli e multe alle imbarcazioni

La Guardia costiera controlla oltre 100 barche, 21 i verbali Capri, 11 agosto - Centosette imbarcazioni controllate e ventuno verbali amministrativi elevati per complessivi 6500 euro. Sono i dati relativi all'attività della Guardia Costiera di Capri che negli ultimi giorni ha intensificato i controlli nell'ambito dell'operazione 'Mare Sicuro'. L'intervento degli uomini della Capitaneria di Porto di Capri, coordinati dal tenente di vascello Antonio Ricci, nella maggioranza dei casi ha riguardato unità da diporto ma anche alcune adibite a noleggio. "Controllo e prevenzione - fanno sapere dalla Capitaneria di Porto di Capri - ma anche un'intensa attività di sensibilizzazione mirata alla sicurezza in navigazione, alla salvaguardia dell'habitat marino e ad una balneazione sicura per i bagnanti". Le zone controllate sono quelle più frequentate

Quindicenne annega nel Salernitano trascinato dalla corrente

La tragedia sul litorale di Agropoli, nei pressi del porto Salerno, 21 luglio - Quindicenne muore annegato davanti al litorale di Agropoli, nel Cilento. La tragedia è avvenuta nel pomeriggio di ieri davanti al locale porto turistico. Secondo una prima ricostruzione dei fatti la vittima si era tuffata insieme al padre dalla sua imbarcazione, un natante a vela di sette metri, quando la forte corrente lo ha trascinato al largo facendolo sparire tra i flutti. Il padre, un operaio del posto, ha tentato disperatamente di recuperarlo senza però riuscirci. Sul luogo della tragedia, oltre agli uomini della Guardia Costiera, diretta dal tenente di Vascello Giulio Cimmino, sono intervenute numerose imbarcazioni di privati che hanno partecipato alle ricerche. Il corpo del quindicenne è stato

Capitaneria di Porto, 154° anniversario della fondazione del Corpo

Celebrazione presso la sede della Direzione Marittima di Napoli Si è celebrato oggi, presso la sede della Direzione Marittima di Napoli, il 154° anniversario della fondazione del Corpo, avvenuta il 20 luglio 1865, in occasione della quale sono stati ripercorsi gli eventi salienti che hanno caratterizzato i 30 anni trascorsi dalla costituzione della Guardia Costiera, avvenuta nel 1989 con provvedimento a firma dell’allora Ministro della Difesa Zanone e dell’allora Ministro della Marina Mercantile Prandini. La Guardia Costiera, che costituisce l’articolazione del Corpo delle Capitanerie di porto a carattere tecnico operativo, è stata dunque al centro del convegno presieduto dal Direttore Marittimo e Comandante del porto di Napoli, Ammiraglio Ispettore (CP) Pietro G. Vella, che ha accolto, nella sede partenopea del Corpo, anche

Sub investito da un gommone a Lucrino

L'uomo è stato soccorso dalla Guardia Costiera e trasferito all'ospedale di Pozzuoli Napoli, 19 agosto - Ha riportato delle ferite lievi alla schiena, fortunatamente guaribili in sette giorni, il sub che nel pomeriggio di ieri è stato investito da un natante - un un gommone di medie dimensioni, con sette persone a bordo - al largo del litorale di Lucrino a Pozzuoli, in provincia di Napoli. Il sub, secondo quanto rilevato dalla Guardia Costiera, aveva segnalato opportunamente la sua presenza delimitando lo specchio d'acqua d'azione. L'uomo è stato soccorso dai Guardacoste di Baia, allertati da bagnanti che avevano notato da riva la scena. Successivamente il sub è stato trasferito all'ospedale di Pozzuoli. Contemporaneamente sono scattate le indagini della Capitaneria di Porto che

Sant’Angelo d’Ischia celebra la Giornata del mare e della cultura marinara

Appuntamento con studenti e cittadini: sicurezza, legalità, ambiente ed economia in sinergia tra Guardia costiera, Comune di Serrara Fontana e associazioni Tutto orbita intorno al mare. Soprattutto su un’isola. Sviluppo sociale, economico e culturale del paese dipendono dalla sua salute. E dunque per sensibilizzare i giovani sul valore e le risorse della risorsa mare, in un Paese come l’Italia – che può contare sull’immenso patrimonio offerto dai suoi circa 7.500 chilometri di coste affacciate sui mari più belli del mondo – il Codice di riforma della nautica da diporto ha introdotto presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado per oggi 11 aprile di ogni anno la Giornata del Mare e della Cultura Marinara, che il borgo di Sant’Angelo celebra in grande

Tre dispersi nel golfo di Napoli, tratti in salvo due uomini

Erano usciti ieri in barca per una battuta di pesca Napoli, 15 luglio - Sono stati tratti in salvo due dei tre uomini dispersi da ieri in mare nel golfo di Napoli. I due - Danilo Piscopo, 28 anni e Vincenzo Solano di 72 - secondo le prime notizie erano aggrappati a un salvagente. Ancora nessuna traccia del terzo uomo a bordo, di cui non si conoscono le generalità: si tratta del proprietario del natante su cui i tre erano usciti a pesca. Il salvataggio, secondo quanto si è appreso, sarebbe avvenuto al largo di Sorrento.

Capri: usavano esplosivo per raccogliere datteri di mare dagli scogli

Un subacqueo intento a pescare datteri di mare è stato sorpreso dagli uomini della Capitaneria di Porto e dai Carabinieri nei pressi della Grotta Bianca; individuata anche la barca di appoggio, sulla quale si trovavano altre due persone. Per loro foglio di via obbligatorio da Capri per tre anni Capri, 26 settembre - 30 kg di datteri di mare sono stati sequestrati insieme all’intera attrezzatura utilizzata per la pesca abusiva e tre pescatori denunciati, originari di Castellammare di Stabia, per i quali è stata avviata la procedura di espulsione dall’isola con foglio di via obbligatorio della durata di tre anni. In azione sono entrati gli equipaggi della motovedetta CP858 e del battello GCB70, coordinati dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Capri e guidati dal tenente di vascello Dario Gerardi

Tragedia in mare sfiorata a Posillipo, la Guardia Costiera salva 5 persone

Barca affondata a Posillipo, istantanea l’azione della guardia costiera Cinque bagnanti su un gozzo Aprea di colore bianco sono stati messi in salvo dalla Guardia costiera a largo di Posillipo. L’imbarcazione ha cominciato ad imbarcare acqua e ad affondare probabilmente a causa di una secca. Istantanea l'intervento di una motovedetta impegnata nell'operazione "Mare sicuro", preposti al controllo della costa, che ha tratto in salvo le 5 persone. La motovedetta che ha messo in salvo i 5 era la CP 890 guidata dal comandante Ciro Di Giacomo. Fra le persone che hanno rischiato la vita era presente un bambino di 2 anni.

La mucillagine invade il litorale Flegreo e fa scappare i turisti: mare di colore marrone e odore nauseante

La fioritura della mucillagine secondo i rilievi dell'Arpac è correlata ad una eccessiva presenza di alghe sui fondali Napoli, 27 aprile — Acqua marrone e odore acre e nauseante, è questo ciò che nella giornata di ieri si è presentato agli occhi dei tanti turisti che hanno scelto la bella Napoli, e il litorale flegreo come meta per trascorrere il ponte del 25 aprile. Prontamente allertati Guardia Costiera e Arpac, impegnati nel monitoraggio delle acque costiere e dei fondali, hanno rilevato una proliferazione della fioritura della mucillagine. La mucillagine dall’odore nauseabondo che si è riversata particolarmente nel porticciolo di Acquamorta a Monte di Procida, è un fenomeno naturale creato, secondo i primi rilievi effettuati, per un eccessiva presenza di alghe sui fondali. Resta

Immigrazione: uomini armati minacciano motovedetta italiana

Spari contro migranti, Lupi: “indispensabile un intervento delle istituzioni internazionali in Libia” Lampedusa, 15 febbraio – A sud di Lampedusa sono stati avvistati 12 barconi carichi di migranti, per cui sono stati disposti immediatamente i soccorsi. Tra i 280 migranti accorsi nel canale di Sicilia, un uomo ha destato in particolare l’attenzione della Polizia di Stato a causa di alcune ferite di arma da fuoco. Secondo quanto viene riportato dalle prime ricostruzioni del caso, l’uomo sarebbe stato ferito da alcuni trafficanti libici per costringerlo a salire sulle imbarcazioni. Sulla delicata vicenda, indaga al momento la squadra mobile della Questura. Un altro episodio altrettanto delicato si è verificato nel primo pomeriggio, all’incirca tra le 15 e le 16, quando alcuni uomini armati hanno minacciato una motovedetta

Procida: scontro tra due imbarcazioni, tragedia sfiorata

Giovane investito riporta fratture multiple e numerose ferite. Procida, 9 agosto - Poteva finire in tragedia la collisione avvenuta nelle acque di Procida tra un gommone e un motoscafo diretto a Ischia. P. D. M. di Caserta, di 36 anni, era alla guida del gommone al momento dell'impatto ed ha riportato fratture multiple agli arti e ferite in più parti del corpo. L'incidente è avvenuto ieri sera nel canale di Procida. Gli investitori hanno chiamato i soccorsi al numero 1530. Prontamente intervenuta sul luogo dell'incidente, la Guardia Costiera ha soccorso l'uomo che è stato ricoverato all'ospedale "La Schiana" di Pozzuoli. L'uomo è ora ricoverato e sotto stretta sorveglianza medica, ma non in pericolo di vita. Le due imbarcazioni sono state posto sotto sequestro. La

Barca affonda a Capri, salvati in cinque

 Intervento della guardia costiera (ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 16 LUG - Un piccolo gozzo in legno ha imbarcato acqua ed è affondato poco fa a circa un miglio al largo di Capri. Le cinque persone che si trovavano a bordo, tutti ragazzi di nazionalità straniera in escursione nelle acque dell'isola azzurra, sono state tratte in salvo dalla guardia costiera. (ANSA).

Missioni di volo sul territorio regionale per il controllo dell’ambiente

Le indagini sono state effettuate grazie alle quattro missioni di volo organizzate dalla Guardia Costiera Napoli, 7 marzo - Sono emersi i primi dati riguardanti il telerilevamento sul territorio regionale organizzato dalla Guardia Costiera, di comune accordo con l'assessorato all'ambiente della Regione Campania e il Comando Generale delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera. Quattro le cosiddette missioni di volo che hanno interessato il comune di Castel Volturno (litorale domitio-flegreo), le aree interne situate ad est del Lago di Patria (Giugliano e Villa Literno) e diverse zone a nord del Vulcano Solfatara (comune di Pozzuoli). Le ultimi analisi effettuate, hanno individuato circa 28 anomalie in termini di suolo e corpi idrici - sui quali sono in corso eventuali accertamenti - e

Incidente al largo di Nisida, esploso il motore di un gommone

Nel primo pomeriggio di ieri, sabato 27 luglio, poco prima delle 16,30, è avvenuto un grave incidente nautico nel porticciolo dell’isola di Nisida a Napoli. Un violento scoppio a bordo di un gommone è stato avvistato poco distante dal molo dal quale l’imbarcazione si era da poco allontanata. Doveva essere una giornata spensierata all’insegna del mare e del sole per quattro occupanti del gommone pronti a partire per un giro in mare. La situazione è invece precipitata in un attimo. Lo scoppio è stato improvviso e ha provocato ustioni sul corpo dei quattro passeggeri che hanno ricevuto la prima assistenza sanitaria dai medici della Capitaneria di Porto di Pozzuoli. La Guardia Costiera con la motovedetta 573 di Pozzuoli ha prontamente soccorso i