Capone & BungtBangt. Intervista esclusiva: la musica, l’ambiente

Mr Paradais, il valorista. Ruolo: bassista, polistrumentista. Baffo da maschio latino, ma follemente innamorato di sua figlia e della sua compagna. Maestro Zannella, il taciturno. Su un palco da quando aveva 3 anni. Parla solo in “buatterese”, suono emesso dalla “buatteria”, batteria fatta di bidoni e grattugie. Il Rosso, l’adrenalinico. Ruolo: percussionista, tastierista. Iperattivo, inventore dello “zinghi zinghi”, strumento con cui fa il solletico a chiunque si addormenti durante i tour. Capone, lo sciamano. Ruolo: cantante, compositore e polistrumentista. Uomo animale forgiato da principi di uguaglianza, antirazzismo e condivisione post sessantottini, naturalmente predisposto all’anarchia. Questi sono i quattro dell’Ave Maria, anzi della Capone & Bungt Bangt. Banda, anzi, branco musicale distaccato dal mondo comune e dalle sue regole. Il capobranco è Maurizio Capone. Con