Si candida con una lista di centrodestra alle Comunali di Marano, l’Afro Napoli la mette fuori squadra

La calciatrice Titty Astarita è stata messa fuori squadra perché candidata in una lista civica di centrodestra alleata della Lega Nord alle Elezioni Comunali di Marano. L'Afro Napoli United in un comunicato: “Non è compatibile con il nostro progetto” Napoli, 15 ottobre – Messa fuori squadra perché candidata in una lista civica di centrodestra che sostiene, come la Lega Nord, Rosario Pezzella alle Elezioni Comunali di Marano. È quanto successo a Titty Astarita, capitano dell'Afro Napoli United, squadra multietnica che milita nel campionato di Eccellenza femminile. I dirigenti della società ritengono che la candidatura di Astarita, in una coalizione dove c'è anche la Lega, non sia compatibile con i principi del Club, che da anni apre le porte ai calciatori extracomunitari. “L'Afro-Napoli

Salvini a Napoli, collaborazione con il sindaco de Magistris. Il primo cittadino, Salvini alimenta conflitto tra poveri

Il ministro dell'Interno ha partecipato questa mattina alla riunione del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza “Sono emozionato per essere qui nelle vesti di ministro. Voglio dare una mano alla città. Lo Stato deve dare la dimostrazione di essere più forte della criminalità. La camorra fa schifo e li andremo a prendere campanello per campanello, casa per casa, quartiere per quartiere. Non è vero che c'è una città rassegnata, tutt'altro. Vedremo chi ha la testa più dura. Tornerò già a novembre a presiedere un altro comitato. Non abbiamo bacchette magiche, ma faremo di tutto per lavorare nel miglior modo possibile. Napoli tornerà ad essere una capitale europea”. A dirlo il ministro dell'Interno Matteo Salvini, che questa mattina era in città

Anziana violentata da immigrato, indagini della Polizia

La 74enne risiede nella località di Pescopagano, sarebbe stata violentata da un uomo di colore Caserta, 4 settembre - La Polizia di Stato indaga sulla vicenda di una donna di 74 anni di Castel Volturno (Caserta), che ha raccontato di essere stata violentata da un extracomunitario nella notte mentre era nella sua abitazione. E' stata la donna a chiamare il 113; gli agenti, giunti poco dopo, hanno scoperto che presentava delle contusioni. Ma a colpire è stato il racconto drammatico fornito dalla pensionata della presunta violenza subita ad opera di "un uomo di colore". La 74enne risiede nella località di Pescopagano, dove vivono migliaia di immigrati africani. E' stata condotta alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno in stato confusionale, e sono subito

Licola, troppe risse tra immigrati: proteste dei residenti

Denunciata l'assenza delle Istituzioni, in piazza gli abitanti protestano contro la presenza di extracomunitari Pozzuoli, 12 maggio - Una protesta è stata fatta da un gruppo di residenti di Licola, nell'area flegrea, contro la presenza di extracomunitari nella zona; sono scesi in piazza gli abitanti del popoloso agglomerato nei pressi dell'Hotel Panorama nel comune di Giugliano, a poca distanza dalla moschea di via del mare. Bloccato con bidoni della spazzatura e suppellettili il vialone che da Licola Borgo collega la zona di Varcaturo. La richiesta è di allontanare la comunità di immigrati della zona che causerebbe, secondo le denunce degli abitanti, litigi tra bande di extracomunitari e a volte anche con i residenti. Alcuni abitanti riferiscono che solo nell'ultima settimana ci sono

Consulta degli immigrati: così Napoli punta a migliorare l’integrazione

L'organismo è stato presentato quest'oggi a Palazzo San Giacomo dall'assessore Gaeta e dal sindaco de Magistris Napoli, 1 marzo – Il Comune di Napoli ha istituito, con una delibera di Giunta, la Consulta degli immigrati: l'organismo coinvolgerà le comunità straniere, le associazioni, gli Enti e i sindacati che operano nel settore dell'immigrazione, allo scopo di favorire l'integrazione dei migranti presenti sul territorio cittadino. “La Consulta sarà un organismo che consentirà, fra le altre cose, di presentare delle proposte all'Amministrazione”, ha spiegato parlando coi cronisti, a margine della conferenza stampa di presentazione, l'assessore alle Politiche sociali Roberta Gaeta. “Qualcuno – ha aggiunto Gaeta –, ci vuole far credere che gli stranieri portano via qualcosa, questo non è assolutamente vero. Per noi, quindi, è

Comune di Napoli: domani presentazione “Consulta degli Immigrati” con de Magistris e Gaeta

​Ancora una volta, Napoli parla la lingua dell'integrazione e dell'inclusione: sarà presentata domani dal Sindaco de Magistris e dall'Assessore Gaeta la "Consulta de​gli Immigrati", strumento di partecipazione politica per le comunità migranti ospiti o radicate sul territorio napoletano Napoli, 28 febbraio - L'appuntamento è fissato alle ore 12,00 presso la Sala Giunta del Comune: "Vogliamo dare un segnale in controtendenza - spiega Gaeta-  mentre nel resto del Paese si osserva una pericolosa deriva nazifascista l'Amministrazione Comunale, in continuità con l'idea progettuale della Città accogliente, sceglie di aprire anche le sedi politiche al confronto con gli immigrati, per rafforzarne l'inclusione, l'ascolto e la partecipazione".“Le cronache degli ultimi mesi - continua l'Assessore - ci stanno consegnando un’Italia pericolosamente alla deriva e attratta dalle sirene razziste o nazifasciste. Ancora

Vendeva visti di ingresso a 12mila euro, arrestato

Arresto in aeroporto Napoli, 'clienti' anche da Francia e Spagna Napoli, 29 gennaio - Con 10-12 mila euro gli immigrati irregolari, perlopiù pachistani, ottenevano un visto di ingresso in Italia grazie al quale potevano spostarsi nell'area Schengen. Un pachistano di 30 anni, Akhtar Jahamgir, considerato a capo di un'organizzazione criminale transnazionale che sfruttava l'immigrazione clandestina, è stato arrestato ieri dalla Digos di Napoli e Matera nell'aeroporto napoletano di Capodichino. Alla sua organizzazione facevano riferimento anche immigrati che giungevano appositamente in Italia dal Pakistan, ma anche da Francia e Spagna, per 'acquistare' i permessi. L'uomo, residente a Napoli, è stato bloccato dopo essere sbarcato da un volo proveniente da Istanbul. Era riuscito a sfuggire alla cattura nell'ambito di indagini coordinate dalla DDA di Potenza

Quartiere Vasto, due arresti in operazione di polizia dopo l’aggressione ai militari di “Strade sicure”

Due nigeriani arrestati, uno trovato in possesso di 14 dosi di eroina e l'altro era stato rimpatriato lo scorso anno Napoli, 10 agosto - Due arresti, 60 identificati, 10 dei quali trasferiti in Commissariato, 14 dosi di eroina sequestrati, 11 negozi contravvenzionati, un contatore elettrico abusivo sequestrato, 18 veicoli controllati. Questo il bilancio dei controlli a tappeto svolti dalla Polizia dal pomeriggio di ieri fino a notte inoltrata nel quartiere Vasto, a Napoli, dopo l'aggressione di parte di un gruppo di immigrati ad una pattuglia di militari impegnati nell' operazione "Strade sicure" domenica 6 agosto (vai all'articolo), che ha provocato la reazione di un Comitato di cittadini, che ha raccolto oltre 600 adesioni. 10 immigrati africani sono stati condotti in Commissariato per

Migranti, De Luca sull’Europa: “Sapevo ci avrebbero lasciati soli”

“Non possiamo accogliere decine di migliaia di persone in maniera indiscriminata”, ha spiegato il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ai microfoni dell'emittente salernitana Lira Tv Salerno, 7 luglio – “Sono tra quelli che non avevano dubbi che ci avrebbero lasciati soli”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante il consueto monologo settimanale sull'emittente salernitana Lira Tv, riferendosi alla indisponibilità di altri Paesi UE, tra cui Spagna e Francia, all'apertura dei porti alle navi che trasportano migranti salvati in mare. “Stiamo al punto in cui dobbiamo prendere atto della realtà – ha aggiunto De Luca –. Una cosa sono i desideri e le aspirazioni, un'altra è la realtà e la realtà vera è che l'Italia è sola di

De Luca punta il dito contro i migranti: “C’è relazione tra immigrazione e sicurezza”

Il governatore della Campania: “C'è una percentuale di irregolari che si orienta verso comportamenti delinquenziali” “Una relazione tra immigrazione e sicurezza c'è. Sono per l'accoglienza, ma anche per il rispetto della verità. Questa verità ci dice che c'è una percentuale di irregolari che si orienta verso comportamenti delinquenziali”. Lo ha affermato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante il consueto monologo settimanale sull'emittente salernitana Lira TV. De Luca ha sostenuto di aver “verificato direttamente la presenza di gruppi di immigrati che diventano bande urbane, ed è intollerabile”. Poi ha aggiunto che “i problemi o li governa lo Stato o determineranno reazioni autoritarie e violenza”, perché “se la gente si sente sola e abbandonata reagisce anche con violenza privata”. “Sono discorsi

Varcaturo, centro di accoglienza: migrante chiude operatrice in una stanza. Lei: “Nessuna violenza”. Ma il caso innesca il botta e risposta tra Salvini e Saviano

La donna ha negato di essere stata violentata: “Ha fatto delle avance e ha cominciato a toccarsi. Non c'è stato nessun contatto fisico” Napoli, 1 febbraio – Nell'Hotel le Chateau di Varcaturo, struttura usata per ospitare i migranti, un nigeriano di 25 anni ha chiuso in una stanza un'operatrice di 62 anni della struttura. Inizialmente si era diffusa la voce di una violenza sessuale, smentita però al quotidiano La Repubblica dalla signora. “Il ragazzo mi ha chiesto di alcuni suoi documenti, poi ha fatto delle avance, si è tirato giù i pantaloni e ha cominciato a toccarsi. Ma non c'è stato nessun contatto fisico. Certo, non è stato piacevole”. Il giovane nigeriano è stato tratto in arresto ed è accusato di

Bimba ferita a Napoli, De Luca: “Episodio intollerabile”

Il governatore della Campania commenta l'episodio promettendo il mantenimento degli impegni assunti sulla videosorveglianza Napoli, 4 gennaio - “Riteniamo intollerabile e odioso questo episodio che ha colpito anche una bambina nel cuore di Forcella. Un fatto gravissimo, ben oltre le prime rassicuranti notizie che arrivano dall'Ospedale Santobono”. A dirlo è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, riferendosi al raid contro immigrati avvenuto questa mattina in via Annunziata, nel centro storico di Napoli. Durante il raid, probabilmente avvenuto per il pizzo, sono stati feriti tre extracomunitari e una bimba di 10 anni, che si trovava a passare per caso col papà. Alla bimba, ricoverata all'Ospedale Santobono, è stato estratto il proiettile che l'ha colpita e non è in pericolo di

Spari nel centro storico di Napoli, ferita bimba di 10 anni

Feriti anche tre immigrati, forse una ritorsione per motivi di pizzo Napoli, 4 gennaio - Una bimba di 10 anni è stata ferita accidentalmente al piede da un colpo d'arma da fuoco sparato in via Annunziata, centro storico di Napoli. Ancora incertezza sulla dinamica dei fatti e su chi abbia sparato. La piccola è ricoverata all'ospedale Santobono, dove le hanno estratto il proiettile. Indaga la polizia. Tre extracomunitari sono stati feriti nella stessa circostanza nella quale è stata colpita per errore anche la bambina. Il fatto è accaduto nel mercato della Maddalena dove folta è la presenza di commercianti di colore. I tre sono stati portati all'ospedale Loreto mare mentre la bambina è ricoverata nell'ospedale Santobono per una ferita a un piede.

Puteolana 1909: tesserati tre migranti del Gabon

I tre tesserati sono del Gabon ed avevano chiesto asilo politico Il club calcistico della città di Pozzuoli ha tesserato tre ragazzi dai 17 ai 19 che erano scappati dai loro paesi d'origine per cercare fortuna. I ragazzi in questione sono del Gabon e sono stati aggregati alla primavera della squadra che si allena nei Rione Toiano. Mentre si attendono i documenti necessari per il tesseramento i giovani stanno imparando l'italiano ed effettuano le prime sessioni di allenamento in gruppo.