Sea Watch, continua lo scontro a distanza tra de Magistris e Salvini

Il sindaco: “Eletto democraticamente, non mi dimetto certo per ordine suo”. Il ministro dell'Interno: “Si occupi dei problemi di Napoli. Se vuol fare il velista e aprire i porti lo faccia, ma la competenza è del Ministero dell'Interno” Napoli, 4 gennaio – Continua lo scontro a distanza tra de Magistris e Salvini sull'accoglienza dei migranti. Dopo le dichiarazioni del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dettosi pronto a non applicare il dl sicurezza, il primo cittadino partenopeo nella giornata di ieri aveva invitato, attraverso una lettera, il comandante della Sea Watch a dirigire la nave verso il porto di Napoli. Da qui la reazione del ministro dell'Interno Matteo Salvini, che ha affermato: “Se qualche sindaco non è d’accordo si dimetta. Orlando e

De Magistris riceve il presidente della Repubblica di Romania

Klaus Iohannis, in visita ufficiale in Italia, dopo la visita al presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha fatto tappa a Napoli, dove ha incontrato il sindaco di Napoli de Magistris Incontro a Palazzo San Giacomo tra il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il presidente della Repubblica di Romania, Klaus Iohannis, che è in visita ufficiale in Italia. “È con grande orgoglio che do il benvenuto nella nostra città al Presidente Iohannis e a tutta la delegazione – ha affermato de Magistris –. Napoli per secoli è stata capitale e lo è ancora per storia, cultura ed è terra in cui investire. La nostra – ha aggiunto – è una città dalla grande umanità e vuole contribuire a costruire un'Europa

Si candida con una lista di centrodestra alle Comunali di Marano, l’Afro Napoli la mette fuori squadra

La calciatrice Titty Astarita è stata messa fuori squadra perché candidata in una lista civica di centrodestra alleata della Lega Nord alle Elezioni Comunali di Marano. L'Afro Napoli United in un comunicato: “Non è compatibile con il nostro progetto” Napoli, 15 ottobre – Messa fuori squadra perché candidata in una lista civica di centrodestra che sostiene, come la Lega Nord, Rosario Pezzella alle Elezioni Comunali di Marano. È quanto successo a Titty Astarita, capitano dell'Afro Napoli United, squadra multietnica che milita nel campionato di Eccellenza femminile. I dirigenti della società ritengono che la candidatura di Astarita, in una coalizione dove c'è anche la Lega, non sia compatibile con i principi del Club, che da anni apre le porte ai calciatori extracomunitari. “L'Afro-Napoli

Al Maschio Angioino assemblea pubblica sul Decreto Salvini

“Immigrazione, quali conseguenze?” promossa dall'Assessorato al Welfare del Comune di Napoli. Domani 05/10 ore 16,30 Sala dei Baroni La città di Napoli, capitale dell'accoglienza nel Mediterraneo, inizia ad interrogarsi sulle conseguenze del Decreto Sicurezza e Immigrazione firmato dal Ministro degli Interni Matteo Salvini. L'occasione? Un'Assemblea Pubblica, dal titolo “Immigrazione, quali conseguenze?” promossa dall'Assessorato al Welfare del Comune di Napoli che si terrà domani 5 ottobre 2018, a partire dalle 16,30 presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino. L'immigrazione, infatti, è un tema piuttosto dibattuto e in questo momento storico è messo in discussione anche il valore dell'accoglienza: dopo gli ultimi fatti di cronaca, che hanno visto l'arresto del Sindaco di Riace Domenico Lucano per “favoreggiamento dell'immigrazione clandestina”, occorre ripensare (e ripesare) le

Salvini a Napoli, collaborazione con il sindaco de Magistris. Il primo cittadino, Salvini alimenta conflitto tra poveri

Il ministro dell'Interno ha partecipato questa mattina alla riunione del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza “Sono emozionato per essere qui nelle vesti di ministro. Voglio dare una mano alla città. Lo Stato deve dare la dimostrazione di essere più forte della criminalità. La camorra fa schifo e li andremo a prendere campanello per campanello, casa per casa, quartiere per quartiere. Non è vero che c'è una città rassegnata, tutt'altro. Vedremo chi ha la testa più dura. Tornerò già a novembre a presiedere un altro comitato. Non abbiamo bacchette magiche, ma faremo di tutto per lavorare nel miglior modo possibile. Napoli tornerà ad essere una capitale europea”. A dirlo il ministro dell'Interno Matteo Salvini, che questa mattina era in città

Rom, de Magistris su Salvini: “Sta costruendo l’Italia dell’odio”

Il sindaco di Napoli: “Se Salvini vuole alzare il tiro noi siamo già sulle barricate” Napoli, 19 giugno – “Sui valori della Costituzione Salvini non passerà. Se vuole alzare il tiro noi siamo già sulle barricate”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in riferimento all’idea del ministro dell’Interno Matteo Salvini di “una ricognizione sulla situazione rom in giro per l’Italia, per vedere chi, come e quanti sono”. Idea quella del ministro che vede nettamente contrario il sindaco di Napoli. “La Costituzione non è un optional – ha affermato de Magistris –. Abbiamo una delle Costituzioni più belle del mondo, nata dalla resistenza al nazifascismo. Nella Costituzione c’è scritto che non puoi fare l’anagrafe degli immigrati, non puoi fare il

Svolta di Renzi sui migranti, anche Saviano lo critica. “Aiutarli a casa loro? L’Italia lo fa vendendo armi”

Lo scrittore, Roberto Saviano, boccia le parole sui migranti del segretario Pd Matteo Renzi e spiega che sotto il governo da lui guidato sono triplicate le esportazioni di armi “Noi non abbiamo il dovere morale di accoglierli, ripetiamocelo. Ma abbiamo il dovere morale di aiutarli. E di aiutarli davvero a casa loro”, è la frase sul tema migranti scritta nel nuovo libro del segretario dem Matteo Renzi, condivisa su Facebook dal Partito Democratico e poi cancellata non appena ricevute decine di critiche, in barba a una buona pratica sui social, che vorrebbe si chiedesse semplicemente scusa, se non si è in grado di sostenere caparbiamente le proprie idee e fregarsene. Le parole di Renzi sui migranti dividono la sinistra, ma fanno

Migranti, De Luca sull’Europa: “Sapevo ci avrebbero lasciati soli”

“Non possiamo accogliere decine di migliaia di persone in maniera indiscriminata”, ha spiegato il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ai microfoni dell'emittente salernitana Lira Tv Salerno, 7 luglio – “Sono tra quelli che non avevano dubbi che ci avrebbero lasciati soli”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante il consueto monologo settimanale sull'emittente salernitana Lira Tv, riferendosi alla indisponibilità di altri Paesi UE, tra cui Spagna e Francia, all'apertura dei porti alle navi che trasportano migranti salvati in mare. “Stiamo al punto in cui dobbiamo prendere atto della realtà – ha aggiunto De Luca –. Una cosa sono i desideri e le aspirazioni, un'altra è la realtà e la realtà vera è che l'Italia è sola di

Migranti, de Magistris: “L’Europa deve rispondere, noi del Sud Italia faremo il massimo”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha commentato le prese di posizione, con atteggiamenti di chiusura verso i migranti, da parte di alcuni Paesi UE Napoli, 4 luglio – “L'Austria schiera l'esercito, altri chiudono i porti e innalzano mura, altri ancora costruiscono filo spinato. Devo registrare, che ancora una volta, l'Europa non risponde come dovrebbe”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, riferendosi alle recenti prese di posizione, con atteggiamenti di chiusura verso i migranti, da parte di alcuni Paesi UE, tra cui Austria, Francia e Spagna. L'Austria ha addirittura schierato l'esercito al Brennero, con truppe pronte ad essere utilizzate per il controllo dei migranti. “L'Europa ha una grande responsabilità perché è la cultura occidentale. L'Europa ha voluto

De Luca punta il dito contro i migranti: “C’è relazione tra immigrazione e sicurezza”

Il governatore della Campania: “C'è una percentuale di irregolari che si orienta verso comportamenti delinquenziali” “Una relazione tra immigrazione e sicurezza c'è. Sono per l'accoglienza, ma anche per il rispetto della verità. Questa verità ci dice che c'è una percentuale di irregolari che si orienta verso comportamenti delinquenziali”. Lo ha affermato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante il consueto monologo settimanale sull'emittente salernitana Lira TV. De Luca ha sostenuto di aver “verificato direttamente la presenza di gruppi di immigrati che diventano bande urbane, ed è intollerabile”. Poi ha aggiunto che “i problemi o li governa lo Stato o determineranno reazioni autoritarie e violenza”, perché “se la gente si sente sola e abbandonata reagisce anche con violenza privata”. “Sono discorsi

Primarie Pd, ad Ercolano migranti spinti a votare Renzi. La Procura apre un fascicolo

In un video di Fanpage.it la testimonianza di un migrante a cui sarebbe stato consigliato di votare alle primarie e, in particolare, di votare Renzi Napoli, 3 maggio – Lo scorso 30 aprile si sono svolte le primarie del Partito Democratico per la scelta del segretario nazionale. A vincerle è stato l'ex premier Matteo Renzi con il 70,1% dei voti. Staccatissimi gli altri due candidati: il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha conquistato il 19,5% dei voti e il governatore della Puglia, Michele Emiliano, il 10,49%. I votanti a livello nazionale sono stati un milione e 848.658 persone. In Campania uno dei Comuni in cui l'affluenza è stata migliore è Ercolano (praticamentre triplicata con oltre 5mila votanti, ndr). Proprio qui, però,

De Magistris sulle elezioni in Francia: “Avrei votato Mélenchon. Vittoria di Macron non scontata”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commenta i risultati del primo turno delle presidenziali in Francia Napoli, 24 aprile – In Francia “avrei votato Mélenchon, perché rappresenta il progetto politico più interessante di cambiamento e di forza anche ribelle di fronte all'Europa delle austerità e all'Europa degli egoismi”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando i risultati del primo turno delle presidenziali francesi, che vede al ballottaggio la candidata di estrema destra Le Pen e il centrista Macron, con il candidato di centrodestra Fillon e lo stesso Mélenchon, della sinistra radicale, fuori dai giochi. “Il segnale – ha aggiunto de Magistris – è il crollo anche in Francia dei partiti tradizionali. Questo mi sembra il tema

Varcaturo, centro di accoglienza: migrante chiude operatrice in una stanza. Lei: “Nessuna violenza”. Ma il caso innesca il botta e risposta tra Salvini e Saviano

La donna ha negato di essere stata violentata: “Ha fatto delle avance e ha cominciato a toccarsi. Non c'è stato nessun contatto fisico” Napoli, 1 febbraio – Nell'Hotel le Chateau di Varcaturo, struttura usata per ospitare i migranti, un nigeriano di 25 anni ha chiuso in una stanza un'operatrice di 62 anni della struttura. Inizialmente si era diffusa la voce di una violenza sessuale, smentita però al quotidiano La Repubblica dalla signora. “Il ragazzo mi ha chiesto di alcuni suoi documenti, poi ha fatto delle avance, si è tirato giù i pantaloni e ha cominciato a toccarsi. Ma non c'è stato nessun contatto fisico. Certo, non è stato piacevole”. Il giovane nigeriano è stato tratto in arresto ed è accusato di

Brindisi di Capodanno con de Magistris al Molo San Vincenzo: “2017 non solo di impegni ma anche di obiettivi”

Tra gli obiettivi da raggiungere, ha spiegato de Magistris, c'è la l'apertura del “Molo San Vincenzo alla gente” Napoli, 1 gennaio – “Oggi ci sono tutte le condizioni istituzionali e umane e c'è la volontà affinché il 2017 sia l'anno non solo degli impegni, ma di alcuni obiettivi e tra questi c'è l'apertura del Molo San Vincenzo alla gente. Non vogliamo più mura che separino la città dal porto”. A dirlo è il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che con queste parole torna a parlare degli obiettivi presenti e futuri (vai all'articolo) e lo fa durante l'incontro con i cittadini per il brindisi di Capodanno, tenutosi stamane alle ore 11 al Molo San Vincenzo (vai all'articolo). Tra i progetti che potrebbero