Napoli: scontro tra metro, 5 passeggeri in ospedale. Servizio sospeso

Due macchinisti feriti ed altri contusi. Alcuni passeggeri sono stati soccorsi sul posto Napoli, 14 gennaio - Incidente intorno alle 7 tra tre treni della linea 1 della metropolitana di Napoli appena fuori dalla stazione Piscinola. Lo scontro è avvenuto tra un treno che dal deposito si stava immettendo sul binario 1 che si è scontrato con un altro che viaggiava sullo stesso binario e che si apprestava a entrare in stazione. L'incidente ha coinvolto un terzo treno con molti passeggeri che era appena partito dal binario 2 della stazione di Piscinola. Cinque le persone che sono state trasportate in ospedale. Secondo quanto conferma il responsabile del 118 nonché referente regionale sanitario delle maxi emergenze Giuseppe Galano a essere trasferiti all'ospedale Cardarelli

Ciclista precipita in dirupo sul Vesuvio e muore

Era in mountain bike con amico, si indaga su cause incidente Napoli, 1 maggio - Un ciclista di 50 anni, Santolo Napolitano, di Napoli è deceduto dopo essere precipitato, ieri sera, in un dirupo nel Parco Nazionale del Vesuvio. L'uomo stava percorrendo in mountain bike il sentiero numero 03 del Parco ovvero il Monte Somma quando, per cause in corso di accertamento, è precipitato per circa 70 metri nel dirupo. Il personale del 118 non ha potuto che constatarne il decesso. Sul posto il soccorso alpino e speleologico della Campania, i Carabinieri di Ercolano e quelli di Sant'Anastasia. La salma è stata trasferita al Policlinico di Napoli per l'autopsia.

Uomo in bici travolto e ucciso a Caivano

L'investitore fugge. I carabinieri indagano per identificarlo Il corpo di un uomo, probabilmente un extracomunitario vittima di un incidente stradale, è stato trovato dai carabinieri a Caivano nel Napoletano. I militari sono intervenuti in via Fratelli Rosselli dove era stata segnalata la presenza del corpo sulla strada e hanno rilevato evidenti tracce di frenata sull'asfalto nelle vicinanze dell'uomo, dell'apparente età di circa 45/50 anni, nonché segni e tracce verosimilmente riconducibili all'impatto con un altro veicolo. La vittima, in via di identificazione, era su una bicicletta al momento dell'incidente. L'investitore non ha prestato soccorso e si è allontanato secondo quanto ricostruito dai carabinieri che stanno tentando di identificarlo; i militari indagano anche per giungere all'identificazione di altre persone eventualmente coinvolte nell'incidente. La salma è stata

Muore investito dal treno della Circumvesuviana

Era in motorino sulla ferrovia Circumvesuviana nel Napoletano Napoli, 12 agosto - Un uomo - del quale non è ancora nota l'identità - è stato investito e ucciso da un treno mentre attraversava in motorino un binario della ferrovia Circumvesuviana in via Costantinopoli a Somma Vesuviana (Napoli). I Carabinieri sono sul posto per accertamenti sulla dinamica del fatto e le indagini.

Incidente stradale ad Arzano: muore 20enne alla guida di una smart, grave il passeggero

La smart sarebbe finita contro alcuni alberi per cause ancora da chiarire, sul posto sono intervenuti i carabinieri Napoli, 5 agosto - E' di un morto e un ferito grave il bilancio di un incidente stradale verificatosi la scorsa notte ad Arzano, in corso Salvatore D'Amato. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della locale Tenenza, una Smart presa a noleggio è finita, per cause in corso d'accertamento, contro alcuni alberi e paletti. Nell'impatto è rimasto ucciso il conducente, Pasquale Cozzolino, un 20enne di Orta di Atella (Caserta): personale del 118 intervenuto sul posto ne ha constatato il decesso a causa dei gravi traumi subiti nell'impatto. Un suo passeggero 19enne di Orta di Atella è stato invece trasportato d'urgenza dal 118 all'ospedale Cardarelli, dove

Tragedia della strada: travolti e uccisi un carabiniere e una guardia giurata

Investiti a Pomigliano d'Arco, altro carabiniere ferito grave Napoli, 21 luglio - Due carabinieri e una guardia giurata sono stati travolti da una vettura la scorsa notte a Pomigliano d'Arco, nella provincia di Napoli, mentre erano in corso degli accertamenti per un incidente stradale: uno dei militari e la guardia giurata, conducente di una delle due vetture coinvolte nell'incidente stradale sono deceduti. Un altro militare è ricoverato in ospedale in gravissime condizioni. I tre sono stati investiti da una Golf guidata da un 26enne che procedeva ad alta velocità. Altri due carabinieri si sono salvati lanciandosi tra le sterpaglie ai bordi della strada. La Golf è stata sequestrata, il conducente denunciato per omicidio stradale. Sono in corso indagini da parte della Polizia

Posillipo, 4 ragazzi volano giù per 21 metri con l’auto in una scarpata

Nessuna vittima ma due sono in gravi condizioni Napoli, 23 giugno - Incidente a via Posillipo a Napoli: un'auto, con a bordo 4 giovani, è precipitata per 21 metri: nessuna vittima ma due sono in gravi condizioni. Da una prima ricostruzione l'autovettura sulla quale viaggiavano i quattro ragazzi, due uomini e due donne stava percorrendo via Posillipo quando ha invaso l'altra corsia finendo contro una balaustra che però non ha retto al colpo. I ragazzi sono stati soccorsi e portati una coppia al Cardarelli e l'altra al Fatebenefratelli. E' avvenuto tutto intorno alle 6.30 di stamattina. "L'auto - dice il capitano Antonio Muriano - stava percorrendo via Posillipo in salita, quando dopo il civico 290, all'altezza della curva, evidentemente anche per la velocità,

Sequestrano ambulanza dal parcheggio del Vecchio Pellegrini

A Napoli gruppo di facinorosi aggredisce operatori del 118 Napoli, 28 maggio - Un'ambulanza del 118 è stata 'sequestrata' dal parcheggio dell'ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli da un gruppo di persone che, giunte al nosocomio a bordo di diversi scooter, hanno preteso, con minacce agli operatori, che il mezzo lì parcheggiato dopo un soccorso appena concluso intervenisse ai Quartieri Spagnoli per un incidente nel quale era morto un giovane. A denunciarlo è l'associazione 'Nessuno tocchi Ippocrate' che ha raccolto le testimonianze degli operatori sanitari vittime del 'sequestro'.

Giovane scomparso, ritrovato morto nel vallone di Positano

Il corpo è di Nicola Marra, il 20enne napoletano scomparso nella notte tra sabato e domenica Salerno, 2 aprile - Un cadavere è stato scoperto in un vallone a Positano (Salerno): con ogni probabilità si tratta del corpo di Nicola Marra, il 20enne napoletano scomparso nella notte tra sabato e domenica dopo una serata trascorsa in discoteca di Positano. A coordinare le ricerche i carabinieri della Compagnia di Amalfi guidati dal capitano Roberto Martina che hanno svolto ricerche via mare, terra e aria. Le operazioni di recupero sono state rese difficili dalla zona molto impervia; per i primi soccorritori giunti sul posto, però, il corpo sarebbe proprio quello del ragazzo. Da quanto hanno riferito gli amici che erano con lui quello sera, Nicola

Ubriaco e sotto effetto di cocaina causa incidente mortale

Ucraino accusato di omicidio stradale. Anche un ferito grave Napoli, 2 aprile - Si è messo alla guida in stato di ebbrezza e dopo aver assunto cocaina: a bordo di una Bmw ha causato uno scontro con una Fiat Punto sulla quale viaggiavano tre giovani di 28 anni. Uno di loro è morto sul colpo, uno è rimasto ferito in modo grave e il terzo se l'è cavata con lievi ferite. E' accaduto la scorsa notte a Pomigliano d'Arco (Napoli). Il responsabile dell'incidente, un cittadino ucraino che viaggiava con la moglie sulla Bmw, è stato fermato dai carabinieri che lo hanno sottoposto ad esami da cui è emersa l'assunzione di alcol e droga. Per l'uomo, attualmente trattenuto in caserma, scatterà l'accusa di

Bologna, operaio muore folgorato durante i lavori alla rete ferroviaria

Originario di Napoli, aveva 56 anni Bologna, 29 marzo - Un operaio è morto la scorsa notte folgorato mentre effettuava lavori di manutenzione alla linea elettrica ferroviaria. L'incidente è avvenuto alle ore 1:40 nei pressi del nodo ferroviario "bivio Navile". La vittima era dipendente della ditta appaltatrice Sifel. L'uomo era originario di Napoli. Per far luce sull'accaduto la Procura della Repubblica di Bologna ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti. Al fine di accertare le cause e la dinamica dell'incidente un'indagine interna è stata avviata da parte di Rete Ferroviaria Italiana, che ha espresso il proprio cordoglio e la propria vicinanza alla famiglia.

Turista cade dalla finestra di un B&B al centro di Napoli, ritrovato morto sulla terrazza sottostante

Sul corpo dell'umo di nazionalità lituana disposta l'autopsia per rivelare le cause del decesso Napoli, 28 marzo - Un turista lituano ha perso la vita verosimilmente cadendo dalla finestra di un bed and breakfast di Largo Donnaregina, a Napoli, dove alloggiava insieme con altri connazionali. L'uomo, che aveva 31 anni, si è schiantato in un terrazzo sottostante, di proprietà di un privato, che stamattina ha trovato il corpo e lanciato l'allarme. Pare che il turista e i suoi amici abbiano fatto uso di alcolici, ieri sera. Poi tutti sono andati a dormire, nelle rispettive stanze. A fare luce sull'accaduto, comunque, sarà l'autopsia disposta dagli inquirenti: la salma è stata trasportata nel II Policlinico per gli esami. Sulla morte del turista sono in

Sedicenne trovato morto a Casoria, probabile caduta dal treno in corsa

Ipotesi più probabile per inquirenti avvalorata da alcuni filmati Napoli - Sarebbe stato vittima di un incidente Ciro Ascione, il ragazzo di 16 anni, di Arzano (Napoli), scomparso alcuni giorni fa e ritrovato cadavere nel pomeriggio del 23 gennaio scorso vicino ai binari della linea Napoli-Caserta, nei pressi della stazione di Casoria (vai all'articolo). Questa, secondo quanto si apprende da fonti giudiziarie, sarebbe l'ipotesi allo stato più probabile, riguardo la morte del ragazzo, suffragata da alcuni video acquisiti dalla polizia giudiziaria. Gli inquirenti non escludono ancora altre ipotesi e stanno facendo ulteriori approfondimenti e verifiche. Le porte si chiudono, Ciro non riesce a salire ma non vuole perdere il treno e quindi si appoggia sul predellino rimanendo aggrappato in maniera precaria all'esterno

Tragedia a Napoli, donna cade dal balcone nel tentativo di sfuggire ad un incendio

Scena ripresa da passanti, soccorsi rallentati da auto in sosta Napoli, 15 ottobre - E' accaduto questa notte intorno alle 4,30 in vico Lorenzo Giustiniani, nel borgo Sant'Antonio Abate a Napoli. Una donna di nazionalità russa, di 57 anni è morta cadendo nel vuoto dal terzo piano nel tentativo di sfuggire alle fiamme di un incendio divampato nel palazzo dove viveva. Altre tre persone sono rimaste intossicate. La vittima era uscita sul balcone, in preda al panico, per sfuggire alle fiamme che devastavano l'appartamento. Quando le fiamme hanno raggiunto la donna, si è calata aggrappandosi alle inferriate del balcone finchè non ce l'ha fatta a reggersi ed è caduta nel vuoto, morendo nell'impatto al suolo. La scena è stata ripresa dai vicini