Napoli: auto pirata investe sit-in di protesta, uomo muore d’infarto

Forzato il blocco stradale nei presso l'Ufficio Scolastico regionale Napoli, 2 febbraio - Un uomo di 62 anni, che stava prendendo parte a un sit-in di protesta, a Napoli, davanti alla sede dell'Ufficio Scolastico regionale di via Ponte della Maddalena, è morto d'infarto nelle fasi concitate di un investimento da parte di un'auto pirata che, forzando il blocco stradale, ha anche ferito altri due manifestanti. Il lavoratore, di Pozzuoli (Napoli), morto in ospedale, stava partecipando al sit-in con una trentina di ex lsu del comparto scuola. La Polizia è sulle tracce del pirata.

Sacerdote colto da infarto durante la Messa di Pasqua, lo salva il sindaco cardiologo presente tra i fedeli

Don Mario Sibilia colto da arresto cardiocircolatorio deve la vita al pronto soccorso del sindaco di Vallo della Lucania Salerno, 27 marzo - Don Mario Sibilia, parroco della chiesa della Madonna delle Vittorie, deve salva la vita al pronto intervento di un fedele del tutto speciale, il sindaco di Vallo della Lucania. Il sacerdote mentre officiava la Santa Messa di Pasqua si è sentito male, colto da infarto. L'episodio è accaduto stamane a Massa, frazione del Comune di Vallo della Lucania. Il parroco, colto da arresto cardiocircolatorio si è accasciato a terra, davanti a centinaia di fedeli, tra questi il suo soccorritore. E' stato solo grazie all'intervento tempestivo del sindaco Antonio Aloia, cardiologo dell'Unità di terapia intensiva cardiologica dell'ospedale "San Luca", se il sacerdote, grazie alla

Il divorzio fa male, alle donne di più: aumenta il rischio infarto

“Circulation” rivista americana ha rivelato che divorziare causa un maggior rischio di infarto. Punte del 77% per le donne Lo studio condotto tra il 1992 e 2010 negli USA da una squadra della Duke University su 15.8000 persone, dopo alcuni anni, ha rivelato che il divorzio crea numerosi problemi di cuore, in particolar modo, infarti. Non si tratta quindi di questioni sentimentali ma di rischi paragonabili all’ipertensione e al diabete. Secondo gli scienziati il cambiamento dello stile di vita dopo il divorzio causa uno stress psicologico che influenza negativamente le difese immunitarie e, i rischi di problemi al cuore e alle arterie aumentano a dismisura in quanto si ha un aumento delle infiammazioni e di produzioni di ormoni. Nonostante il problema riguardi la

Twitter Time: il mondo della musica è in lutto per la scomparsa del grande Pino Daniele

E' morto Pino Daniele, colto da infarto nella notte, vai alla notizia » Anche Pino ci ha lasciato... - http://t.co/QON78wEqa8 http://t.co/DCyQccd6rK — Eros Ramazzotti (@RamazzottiEros) 5 Gennaio 2015 Ho appena sentito Eros, è tutto maledettamente vero: il nostro Pino Daniele non c'è più... una notte senza fine... — negramaro (@Negramaro) 5 Gennaio 2015 Ho appena saputo che Pino è volato in cielo.. Sono molto scossa, immobile nel letto perchè mi sembra... http://t.co/0XQTRnRclz — Laura Pausini (@LauraPausini) 5 Gennaio 2015   Pino Daniele ci ha lasciato. Un dolore immenso, sono attonita, non trovo altre parole. — fiorella mannoia (@FiorellaMannoia) 5 Gennaio 2015 E’ morto Pino Daniele, colto da infarto nella notte http://t.co/bHUh8ikGeX — NapoliTime (@NapoliTime) 5 Gennaio 2015 Sono sconvolto per la morte di Pino Daniele. Addio maestro la tua

E’ morto Pino Daniele, colto da infarto nella notte

La notizia, in attesa di conferme ufficiali, nella notte sconvolge i fan sul web, è stata poi confermata dal manager del cantautore napoletano e dalla figlia Sara 5 gennaio - Pino Daniele ricoverato d'urgenza presso l'ospedale San Raffaele di Roma sarebbe stato stroncato da un infarto. Il cantautore napoletano, classe 1955, avrebbe compiuto 60 anni il 19 marzo prossimo, sarebbe giunto già morto in ospedale. Aggiornamento - La conferma della scomparsa del cantautore è arrivata all'alba di oggi dal manager Ferdinando Salzano, mentre la figlia Sara ha così commentato: "E' un momento terribile". E' cordoglio sul web per la scomparsa del grande cantautore e chitarrista partenopeo e la notizia corre veloce nella notte lanciata anche da Eros Ramazzotti e ripresa sul profilo Facebook dei Tiromancino. Con il passare

Napoli, le auto in sosta bloccano l’ambulanza, paziente muore

Auto rallentano ambulanza, riesce a passare, ma per uomo colto da malore è tardi (ANSA) - NAPOLI, 30 DIC - Alcune auto in doppia fila rallentano il passaggio di un'ambulanza mentre sullo sfondo si sentono le grida disperate di chi invoca aiuto per spostarle: il tutto ripreso da un telefonino e postato in tempo reale su Facebook dove sta raccogliendo molte proteste. L'episodio - di cui parla Il Mattino oggi - è accaduto a Napoli il 28 dicembre al rione Sanità. Quando sono intervenuti i vigili l'ambulanza era riuscita a passare ma per il 50 enne colto da malore, non c'è stato nulla da fare.

Muore Mango, infarto durante il concerto

Il cantante si è accasciato sul palco mentre cantava “Oro” 8 dicembre – Durante il concerto al “Pala Ercole” di Policoro, è morto il cantante Mango, stroncato da un infarto mentre cantava “Oro”, uno dei suoi brani più famosi. Immediatamente soccorso, il cantante è stato subito trasportato in ospedale, ma non c’è stato nulla da fare. Il cantante aveva compiuto 60 anni lo scorso 6 novembre. Da sempre considerato l’orgoglio lucano, Mango aveva esordito nel 1976 con il brano “La mia ragazza è un gran caldo”, suscitando immediato interesse nel mondo delle spettacolo. La svolta avvenne dopo l’incontro con Mogol, quando lui stesso dichiarò: “Proprio grazie a Mogol ho iniziato a fare questo mestiere sul serio; stavo per abbandonare la musica e ritornare agli studi

La scienza rivaluta la “bruschetta”: l’olio d’oliva riduce il rischio di infarto

Polifenoli e omega-6 per bloccare le reazioni scatenate dalle patologie cardiache Per quanti amano la gustosa “bruschetta” semplicemente fatta di pane tostato ed olio extravergine d'oliva ad inizio pasto, da oggi quest’abitudine, potrebbe rivelarsi un vero e proprio toccasana per il benessere del cuore, riducendo il rischio di infarto. Secondo uno studio condotto dalla Glasgow University e pubblicato su “The American Journal of Clinical Nutrition”, consumare per sei settimane di seguito una fettina di pane con l’olio d’oliva potrebbe ridurre sensibilmente i rischi di infarto. L’olio di oliva infatti, ricchissimo di polifenoli ed omega-6, è in grado di bloccare le reazioni del corpo all'infiammazione scatenata dalle patologie cardiache, riducendo anche la pressione sanguigna. I ricercatori fanno sapere infatti che la giusta quantità “salva-cuore” è pari a 20