Assunzione per 797 infermieri in Campania

Concorso bandito dall'azienda ospedaliera Cardarelli Alla Mostra d'Oltremare di Napoli sono state completate le procedure amministrative per l'assunzione a tempo indeterminato in Campania di 797 infermieri che hanno superato il concorso bandito dall'azienda ospedaliera Cardarelli e che prendono servizio nelle strutture delle Asl di Napoli, al Pascale e al Policlinico Federico II. In particolare, 567 infermieri sono stati assegnati all'Asl Napoli 1, 70 all' Asl Napoli 2, 130 all'Asl Napoli 3, 20 al Pascale e 10 al Policlinico Federico II. "Si tratta del primo blocco - ha dichiarato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca - delle 7.600 assunzioni che stanno per partire nella sanità campana grazie al via libera avuto con l'uscita dal commissariamento. Una vera e propria rivoluzione in

De Luca e de Magistris furiosi contro i furbetti del cartellino. Dal M5s mozione per “vigilanza popolare”

Le reazioni della politica in seguito all'indagine che ha portato all'arresto di 55 dipendenti dell'ospedale Loreto Mare nell'ambito del blitz anti-assenteismo dei carabinieri del Nas su mandato della Procura di Napoli “Saremo inflessibili contro chi non fa il proprio dovere”. Lo ha detto il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, parlando dell'inchiesta sull'assenteismo che vede coinvolti medici, infermieri e addetti tecnici amministrativi dell'Ospedale Loreto Mare. “Per dare una opportunità di lavoro ai giovani della Campania – ha aggiunto – l'unica cosa che non possiamo consentirci sono le chiacchiere al vento insieme con la demagogia di chi scarica sempre sugli altri le responsabilità. Il tempo delle chiacchiere è finito mi auguro che questo sia compreso da tutti”, ha concluso De

Asl Na 3 Sud, la denuncia della Cisl Fp: il lavoro viene tolto agli infermieri dipendenti e assegnato ai privati

La Cisl Fp area metropolitana chiede al Presidente De Luca e alla Corte dei Conti di aprire un'indagine interna "Il lavoro c'è e l'azienda ha infermieri a tempo indeterminato che paga regolarmente ogni mese. Ma ha deciso di non impiegarli. Perché quel lavoro che dovrebbe essere svolto dai dipendenti dell'azienda è stato affidato invece ad una cooperativa esterna. È così che le prestazioni per la cura delle lesioni croniche cutanee effettuate dal RARTeD aziendale di Torre Annunziata vengono pagate ben due volte dall'Asl Napoli 3 Sud". La denuncia arriva dalla Cisl Fp dell'area metropolitana di Napoli: "Vogliamo vederci chiaro sul caso del RARTeD - ex Cart, il cui troppo spesso assente responsabile risulta essere il dottor Marino Ciliberti" - afferma Salvatore

Tagli alla Sanità: 3 novembre sciopero nazionale degli infermieri, interventi chirurgici a rischio

Protesta contro i tagli alla sanità, blocco del turn over e dei contratti Interventi chirurgici a rischio il prossimo 3 novembre, a causa di uno sciopero nazionale degli infermieri indetto dal sindacato professioni infermieristiche Nursind. Al centro delle proteste da parte del personale sanitario i drastici tagli alla sanità, il blocco dei contratti e del turn over. Come ha infatti spiegato il segretario nazionale Nursind, Andrea Bottega: “il governo ha chiesto alle Regioni un taglio di risorse agli sprechi che innegabilmente esistono, ma tagliare sugli sprechi vuol dire riorganizzare il sistema dei servizi, cosa che non si può fare senza usare il lavoro professionale per cambiare le cose. Anche questa legge di stabilità ribadisce le politiche contro il lavoro pubblico”. Bottega sottolinea inoltre che