Aversa, stop alla circolazione. Ecco le domeniche ecologiche

Il piano traffico del comune di Aversa Il sindaco di Aversa, Alfonso Golia, per fronteggiare l’inquinamento ha firmato un’ordinanza che prevede un ciclo di domeniche ecologiche e lo stop alla circolazione durante la settimana. Le domeniche ecologiche si terranno il 23 febbraio, il 15 e 22 marzo, il 19 aprile e il 10 maggio. Dal 24 febbraio al 29 maggio dalle 9 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19 sarà vietata la circolazione delle auto da euro 1 a euro 3. Ma, le seguenti strade non saranno interessate dalle domeniche ecologiche: Viale Europa, Viale Kennedy, Viale della Libertà, Viale Olimpico, Via Gramsci, Via Filippo Saporito, Via Atellana, Via Torrebianca, Via Di Giacomo, Via D’Acquisto, Via Diaz, Piazza Mazzini, Via Fermi, Via Nobel, Via

“Porto verde” a Ischia , il primo del Sud

Cabina di trasformazione Enel consentirà alle navi di alimentarsi dalla rete elettrica Il porto di Ischia sarà il primo “porto verde” del Sud grazie alla concessione di una cabina di trasformazione Enel che consentirà alle navi, di alimentarsi dalla rete elettrica. I traghetti che di notte stazioneranno al porto, potranno utilizzare l’energia elettrica e spegnere i generatori di bordo, minimizzando l’inquinamento acustico e ambientale. L’impianto sorgerà nell’area portuale. Il Comune di Ischia nei prossimi giorni porterà a compimento l’iter per l’autorizzazione. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Enzo Ferrandino ha individuato il posto dove sarà allocata la cabina di trasformazione ed ha dato il via a tutto l’iter burocratico. l’Enel quindi può cominciare i lavori. "Grazie alla sinergia di tutti i protagonisti in campo

40 treni nuovi per la Circumvesuviana di Napoli, grazie alla Bei

Accordo tra l’Ente autonomo del Volturno (Eav) e la Banca europea degli investimenti Arriveranno 40 treni elettrici nuovi per le linee ferroviarie di Napoli e provincia, la cosiddetta Circumvesuviana. L’operazione è un accordo tra l’Ente autonomo del Volturno (Eav), con la Banca europea degli investimenti. La Bei promuove lo sviluppo ferroviario campano, attraverso un finanziamento di 68 milioni di euro. l'investimento di Eav ha un valore complessivo di circa 220 milioni e permetterà finalmente la sostituzione di treni al termine del loro ciclo di vita. Certamente, l'arrivo di nuovi treni aiuterà ad attenuare il traffico e a ridurre l'inquinamento. Eav inoltre, potrà soddisfare i requisiti in materia di sicurezza, efficienza operativa ed energetica.

Napoli, in arrivo le macchinette mangia-plastica: soldi in cambio di bottiglie

Carta di Napoli, accordo internazionale per la salvaguardia del clima Le macchinette mangia-plastica arriveranno su tutto il territorio nazionale, ad annunciarlo è stato il ministro Sergio Costa, proprio da Napoli, durante l’assemblea Cop21 che ha come obiettivo quello di stilare la Carta di Napoli, un accordo internazionale per la salvaguardia del clima. Costa afferma: "Nel Decreto Clima è prevista la possibilità per i comuni, con fondi appropriati, di installare in tutto il territorio Italiano le macchinette mangia-plastica. Finalmente ci saranno anche in Italia, ma prevediamo una diffusione sistematica affinché la filiera della gestione della plastica sia la più corretta, così da trovare in mare sempre meno plastica. “La riduzione dei rifiuti e il riciclo degli esistenti è la base per il nostro

Aria inquinata per 9 città campane, valori fuorilegge a Napoli: il report di Legambiente

Superata la soglia limite per le polveri sottili Pm10 Un 2019 da aria inquinata per 9 città campane che restano intrappolate sotto la cappa grigia dello smog con rischi per la salute delle persone. Evidenzia Legambiente, in Campania sono state 9 le città fuorilegge per la qualità dell'aria, perché oltre la soglia limite per le polveri sottili Pm10. Le polveri sottili colpiscono soprattutto la provincia di Napoli: secondo i dati dell'Arpac elaborati da Legambiente, la maglia nera con il record di sforamenti è per San Vitaliano con 115 sforamenti, uno ogni tre giorni; segue Pomigliano D'Arco dove i giorni di superamento sono stati ben 82; chiude il podio Nocera Inferiore con 72 sforamenti. Infine per quanto riguarda le città capoluogo di provincia a

Napoli, mare rosso a San Giovanni a Teduccio

L'assessore Menna: "Fenomeno che non riusciamo a spiegarci"Allertati i servizi del comune che non avevano ricevuto segnalazione alcuna dagli organi competenti: autorità portuale e ARPAC Mare rosso a San Giovanni a Teduccio, nella periferia orientale di Napoli dove l'acqua che bagna la spiaggia accessibile da vicoletto Municipio è diventata di color rosso scuro. Di colore più intenso ai piedi dell'ex depuratore di via Boccaperti, dismesso da diversi anni, all'interno del quale è attivo un impianto di sollevamento di acque nere. In una nota l'assessore alla salute del Comune di Napoli Francesca Menna dice "Fenomeno che non riusciamo a spiegarci, naturalmente a seguito dell'episodio verificatosi a San Giovanni il pomeriggio del 3 gennaio, sulla spiaggia di Boccaperti, ho subito allertato i servizi del comune

Ischia, vince l’ambiente: dopo la Festa di Sant’Anna meno rifiuti e più volontari

L’operazione dell’area marina protetta Regno di Nettuno: sensibilizzazione e pulizia, in acqua anche il comandante generale della Guardia Costiera Giovanni Pettorino Meno rifiuti e più volontari: c’è da essere ottimisti al termine dei tre giorni di sensibilizzazione alla tutela del mare e, soprattutto, della pulizia collettiva degli scogli e dei fondali della baia di Cartaromana dopo la Festa a mare agli scogli di Sant’Anna. E’ infatti più che positivo il bilancio dell’operazione ideata e organizzata dall’area marina protetta Regno di Nettuno e inserita nel cartellone dell’evento. Le attività sono iniziate giovedì 25 luglio con una serie di partecipatissimi laboratori di Educazione Ambientale tenuti nell'arco della giornata da diverse associazioni (Marevivo, Legambiente e Project M.A.R.E) e un punto informativo in cui è stato distribuito materiale

Greenpeace a Pozzuoli contro l’inquinamento da plastica

Appuntamento domani 25 maggio alle 10.30 presso la spiaggia Le Monachelle di Pozzuoli Il gruppo locale di Greenpeace Napoli svolgerà il prossimo 25 maggio alle 10.30, presso la spiaggia Le Monachelle di Pozzuoli, la pulizia del litorale dai rifiuti e la catalogazione degli imballaggi e dei contenitori di plastica raccolti. Questa iniziativa, parte di una serie di attività del movimento #BreakFreeFromPlastic - di cui fa parte anche Greenpeace - segue un protocollo ben preciso e replicabile su scala mondiale, che ha il duplice scopo di quantificare tutte le tipologie di rifiuti presenti sulle spiagge e identificare i marchi che contribuiscono maggiormente a generare l’inquinamento da plastica. "Da anni le grandi aziende continuano a immettere sul mercato enormi quantitativi di plastica, principalmente usa

Allarme smog e limitazioni del traffico, anche il martedì a Napoli non si circola

Superato per la 35^ volta nel 2017 il limite giornaliero di PM10, dati Arpac dalla centralina di rilevamento “NA07” Ferrovia Napoli - Lo scorso 24 novembre l’Arpac ha pubblicato sul proprio sito istituzionale il bollettino della qualità dell’aria dal quale è emerso che in data 23 novembre è stato superato per la centralina di rilevamento “NA07” Ferrovia il limite giornaliero di PM10 per la 35^ volta nel 2017. La giunta comunale con una nota del 27 novembre rende noto che ricorrendone le condizioni, dispone fino al 31 dicembre 2017 i nuovi divieti di accesso e circolazione dei veicoli privati destinati a trasporto di persone e merci sull’intero territorio cittadino con l’aggiunta del martedì. E’ stato dunque disposto fino al 31 dicembre 2017 il

Flash mob dei volontari Greenpeace, “Stop diesel nelle nostre città”

A Napoli l'appuntamento è a piazza Cavour, sabato 11 novembre Napoli, 9 novembre - Sabato 11 novembre i volontari di Greenpeace realizzeranno flash mob per le strade di molte città italiane, per informare i cittadini su quanto l’inquinamento da biossido di azoto (NO2), derivante in particolare dai veicoli con motori diesel, sia pericoloso per la nostra salute. Il biossido di azoto è classificato tra le sostanze certamente cancerogene. I suoi effetti patogeni sono principalmente a carico delle vie respiratorie, del sistema sanguigno, delle funzioni cardiache. E' particolarmente nocivo sui bambini, causando infezioni alle vie respiratorie, asma, polmoniti, ritardo nello sviluppo del sistema nervoso e dei processi cognitivi. A Napoli i volontari saranno in Piazza Cavour dalle ore 11.00 di sabato mattina saranno disponibili comunicato e immagini relativi a

Porto di Napoli, i Verdi chiedono che il presidente Spirito intervenga contro lo smog

Per il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, l’inquinamento del porto sommato a quello di auto e moto, “crea un mix insopportabile e pericoloso” “Molte cose sono migliorate nel Porto di Napoli dopo l’arrivo di Pietro Spirito alla guida dell’Autorità portuale, che ha messo fine a un lungo commissariamento che aveva, nei fatti, bloccato gran parte delle attività, ma c’è ancora molto da fare e bisognosa cominciare concretamente a risolvere il problema dell’inquinamento derivante dai fumi rilasciati dalle navi che approdano nello scalo napoletano”. Lo afferma in una nota il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, con i consiglieri comunali del Sole che Ride, Stefano Buono e Marco Gaudini. Nel corso dei vari incontri con Spirito, ricordano i consiglieri, “abbiamo

“Meno plastica, più Mediterraneo” arriva a Pozzuoli la nave Rainbow Warrior III di Greenpeace

Venerdì 30 giugno e sabato 1 luglio a bordo della Rainbow Warrior III presso il Molo Caligoliano Roma, 27 giugno - Arriva in Campania, a Pozzuoli, la nave Rainbow Warrior III di Greenpeace, impegnata nel giro di ricerca e sensibilizzazione “Meno plastica, più Mediterraneo”, in Italia organizzato con la collaborazione scientifica dell'Istituto di Scienze Marine del CNR di Genova, la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli e l'Università Politecnica delle Marche. La nave sarà ancorata al Molo Caligoliano del Porto Commerciale e resterà a disposizione di stampa e cittadini per due giorni. Sarà gratuitamente aperta a tutti venerdì 30 giugno, dalle 10 alle 12 e ambrogetta 16 alle 19, e sabato 1 luglio, dalle 10 alle 16. Tanti gli eventi e le attività

Terra dei fuochi. Il vicepresidente della Campania, Bonavitacola annuncia 100 milioni per le bonifiche

Firmato il Protocollo d'Intesa per la rilevazione dei rischi sanitari legati al degrado ambientale nel territorio casertano. Monitoraggio in 15 Comuni, su cui ha competenza la Procura di Santa Maria Capua Vetere Caserta, 23 giugno - “Nei prossimi giorni sottoscriveremo con Invitalia un accordo quadro per l'erogazione di 100 milioni di euro per le bonifiche ambientali, di cui 36 solo per le aree comprese nella Terra dei Fuochi”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, a margine dell'incontro convocato nella sede della Procura di Santa Maria Caputa Vetere per la firma del Protocollo d'Intesa per la rilevazione dei rischi sanitari legati al degrado ambientale nel territorio casertano. Un gruppo di lavoro, formato da diversi soggetti istituzionali, si occuperà di

Da Paestum a Villa Adriana, è rivolta contro la costruzione di Centrali a biomasse nei siti protetti

Dopo le trivelle sono le centrali a biomassa a minacciare le bellezze artistiche, storiche e paesaggistiche dei nostri territori. A Paestum si ricorre al Tar Con una delibera del Consiglio dei Ministri dello scorso 8 gennaio, si dà il via libera alla realizzazione dell'impianto per una centrale biomasse non lontana dal sito archeologico di Paestum, patrimonio dell'Unesco. La risposta a questa delibera è stata subito attaccata da Italo Voza, sindaco del Comune di Capaccio (Salerno) che ha deciso di presentare ricorso al Tar Lazio. Non è la prima volta che interventi ritenuti dannosi per i siti di pregio scatenano l'ira dei dei cittadini e degli ambientalisti. Tra i casi più eclatanti, la rivolta contro la discarica di Corcolle, a pochi metri da Villa Adriana