Nasce Rosarium, l’app per pregare il Santo Rosario con l’Apple Watch

La nuova App per iOS e watchOS nata all’interno dell’Apple Developer Academy di Napoli Napoli, 8 aprile - Il mondo del cristianesimo sta per ricevere un nuovo strumento digitale per vivere al meglio la fede. Dalla prossima settimana, infatti, sarà disponibile Rosarium, una nuova app per iOS e watchOS nata all’interno dell’Apple Developer Academy di Napoli, il primo centro di formazione europeo creato da una collaborazione tra Apple e l’Università Federico II di San Giovanni a Teduccio (Napoli). Con Rosarium sarà possibile recitare il Santo Rosario in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo in un modo nuovo ed al passo con i tempi, grazie a due dispositivi diventati fondamentali per la nostra quotidianità: lo smartphone e lo smartwatch. La versione per Apple Watch consente di gestire lo scorrimento della tradizionale recita del Santo Rosario. Sullo schermo appariranno i

Apre i battenti la Apple Academy, da lunedì cominciano le lezioni per i primi 100 studenti

Apre a San Giovanni a Teduccio, periferia est di Napoli, la prima scuola europea per sviluppatori di App targata Apple Napoli, 6 ottobre - Inaugurata oggi a Napoli la "Ios Developer Academy", ospitata nel nuovo polo tecnologico di San Giovanni a Teduccio. Dopo la selezione dei candidati avvenuta agli inizi del mese di settembre, la prima scuola europea per sviluppatori di App targata Apple, aprirà i battenti ai primi 100 giovani programmatori. Partnership tra l'Università Federico II di Napoli e la Apple, il progetto è stato inaugurato alla presenza, tra gli altri, del ministro della Pubblica Istruzione Stefania Giannini, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, cha ha così commentato l'evento: "Oggi investire

Nuovo iPhone: i “rumors” dicono meno chip ma più potenti nel prossimo modello

Analisi 9to5Mac dalle foto trapelate, consumerà meno batteria Il prossimo modello di casa Apple, che potrebbe essere battezzato iPhone 6s ed uscire il 25 settembre, sarà, almeno esteticamente, uguale ai precedenti modelli di iPhone, ma presenterà molti cambiamenti per quanto riguarda i chip al suo interno. La notizia è trapelata da un’analisi di 9to5Mac, dopo aver analizzato le immagini dei componenti di un probabile prototipo del nuovo smartphone. I rumors più recenti avevano già parlato dell’ introduzione del gesto “Force Touch”, il nuovo tocco con pressione, del sistema operativo aggiornato alla versione iOs9, della videocamera da 12 megapixel in grado di registrare video 4K, del nuovo processore A9 e la connessione LTE a velocità doppia rispetto a quella del modello precedente. Le