Iran, attacco terroristico dell’Isis: nel mirino degli attentatori Parlamento ed mausoleo di Khomeini, 12 morti

Doppio attacco terroristico con un bilancio provvisorio di 42 feriti, alcuni in gravi condizioni e 12 morti. Due assalitori si sono fatti esplodere nei due obiettivi. L'Isis rivendica l'azione criminale Terrore a Teheran questa mattina. Un commando di 4 persone ha assaltato il palazzo del Parlamento iraniano ed il mausoleo di Khomeini sparando su chiunque capitasse a tiro. Due kamikaze si sono fatti esplodere in entrambi i luoghi assaltati. Drammatico il bollettino delle vittime, almeno 12 morti e 42 feriti. Molte delle persone rimaste ferite sono ora ricoverati in quattro ospedali della capitale in gravi condizioni. La situazione all'interno del Parlamento iraniano è ora sotto controllo. A confermarlo è stato il presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, che ha presieduto oggi una seduta a porte

M5S prima forza politica del Paese? Gli USA bocciano la politica estera di Grillo. L’Europa e l’Italia sull’attenti.

Il Movimento 5 Stelle è sotto attacco, da più fronti, su due livelli, uno nazionale e uno internazionale. Le cause sono indubbiamente da ricercare nell’opera degli attivisti del movimento stesso e nell’ingenua politica estera del suo leader carismatico, Beppe Grillo. La struttura orizzontale del Movimento ha mostrato il fianco agli avversari politici italiani e questi hanno colpito duramente, lì dove c’è lacuna di trasparenza e democrazia interna, un vuoto di risposte poste dalla base del Movimento ai vertici (Giovanni Favia, Consigliere Regionale Emilia-Romagna per il M5S, nonché ex uomo di fiducia di Grillo, si lascia andare in un discusso fuorionda registrato a Maggio, ma stranamente reso pubblico solo a Settembre, durante una trasmissione televisiva. I grillini gli contestano di aver concordato