Terrorismo, arrestato a Napoli gambiano appartenente all’Isis

Secondo il procuratore di Napoli l'uomo ha partecipato a duro addestramento in Libia Napoli, 25 giugno - Un cittadino gambiano, accusato di essere legato all'Isis, Sillah Osman, di 34 anni, è stato fermato a Napoli, nel corso di un blitz di polizia e carabinieri. Lo ha reso noto il procuratore di Napoli, Giovanni Melillo, durante un incontro con i giornalisti. Il gambiano ha partecipato, è stato reso noto a un duro addestramento in Libia, in una zona desertica. Il gambiano fermato a Napoli doveva compiere un attentato in Spagna o in Francia, insieme con il giovane di 21 anni Alagie Touray (vai all'articolo), preso lo scorso 20 aprile davanti alla moschea di Licola, nel napoletano, nel corso di un blitz interforze del Ros

Napoli, passaporti falsi per terroristi dell’Isis

La denuncia di un algerino di 41 anni. A realizzare i passaporti sarebbe stata la sua ex compagna Napoli, 2 novembre - Secondo una denuncia presentata da un algerino vittima di un pestaggio subìto in un'abitazione a Napoli, sarebbero stati realizzati nel capoluogo partenopeo i passaporti falsi finiti nelle mani dei terroristi dell'Isis che hanno compiuto gli attentati di Bruxelles, nel marzo del 2016. A rivelarlo ai carabinieri è stato, lo scorso gennaio, un uomo di 41 anni che per venti anni ha vissuto a Napoli e in altre regioni italiane. A realizzare i passaporti sarebbe stata una marocchina sua ex compagna. Ai militari l'algerino riferisce di avere confidato a un amico quest'informazione e di essere stato poi convocato dalla sua

#VentiRighe – Isis, acqua al mulino delle destre

Politicamente c’è chi si avvantaggia delle stragi che insanguinano il mondo Sono i secessionisti, gli xenofobi, chi erge muri anti emigrazione, chi espelle i profughi senza distinguere tra esuli da guerre e fame e pseudo islamizzati indotti al suicidio-omicidio, plagiati da farneticanti sanguinari che inculcano odio e promettono l’utopia impossibile in una vita ultraterrena di gloria, garantita da Allah. E’ opportuno riflettere sulla tempestività degli attentati, alla vigilia di consultazioni elettorali che mettono in gioco le due sponde della destra razzista e delle opposizioni più o meno democratiche. A chi giovano le stragi, la paura, l’impotenza nel prevenirle, i kamikaze assoldati dal Califfato? Nessun dubbio, sono una buona sponda dei Trump, May, Le Pen, in Italia di Salvini, Meloni, Casa Pound. E’

Bruxelles, i numeri di una strage: 32 morti, 270 feriti, 3 kamikaze morti ed uno in fuga. Ma i terroristi volevano colpire le centrali nucleari

Probabile donna italiana tra le vittime, si tratterebbe di Patricia Rizzo scomparsa dopo l'attentato a Malbeek Il bilancio ufficiale delle vittime agli attacchi di martedì a Bruxelles continua a salire e secondo il ministro della Sanità belga, Maggie De Block, il bollettino di sangue è di 32 morti e 300 feriti, di cui 61 in terapia intensiva. Tra i morti sono stati identificati, per ora, solo tre italiani. Attualmente i familiari di una delle vittime, una donna italiana, è assistita dall'ambasciata italiana in Belgio in attesa della fase di identificazione. "E' in corso la fase di riconoscimento - ha aggiunto Maurizio Lupi, capogruppo di Ap - i familiari sono con il console a Bruxelles. Era una donna che prendeva la metropolitana

Paura a Los Angeles, allarme bomba: si ritorna a scuola dopo minaccia ritenuta dall’Fbi “non credibile”

Verranno riaperti nella giornata di oggi gli oltre 1.500 edifici scolastici chiusi a Los Angeles in seguito ad una minaccia diffusa via e-mail, dopo che la Fbi l'ha definita "non credibile", secondo quanto riferisce il sindaco di Los Angeles Eric Garcetti. Rimane tuttavia ancora un mistero il movente dietro l'invio del messaggio via posta elettronica, ha aggiunto Garcetti. Gli studenti erano stati inviati a casa per "zainetti esplosivi" nelle vicinanze dei campus Dopo che la Fbi ha definito la minaccia terroristica "non credibile", riaprono le scuole a Los Angeles. Intanto la città ha vissuto momenti di terrore. Circa 640 mila studenti di oltre 1.100 scuole pubbliche e private sono stati mandati a casa, le scuole rimaste chiuse a tempo indeterminato e i school

ISIS: Gran Bretagna pronta a bombardare la Siria

La stampa britannica, riportata da Askanews, rivela come David Cameron si stia preparando a lanciare l'offensiva finale per convincere il Parlamento ad autorizzare i raid, dopo che, all'inizio del mese, la commissione Esteri dei Comuni ha bloccato il suo piano di partecipare ai bombardamenti Londra, 23 novembre, Pugno di ferro da parte del premier britannico David Cameron che prepara la sua campagna di persuasione nei confronti dei parlamentari del Regno per ottenere il via libera ai raid aerei contro l’Isis in Siria, che secondo l’agenda del governo dovrebbero cominciare nelle prossime due settimane: lo scrive il Sunday Times. Cameron esorterà i parlamentari dicendo loro che dovrebbero cominciare a comportarsi come "Churchill, non Chamberlain" se vogliono sconfiggere il terrorismo. Dunque anche la Gran Bretagna potrebbe prendere parte alla

Terrorismo: Europa blindata, allarme rosso a Bruxelles: “stesso rischio che Parigi”

A una settimana dalla strage di Parigi il terrore si sposta trecento chilometri più a Nord e porta il nome di  Salah Abdleslam, che costringe il Belgio a dichiarare l’allerta massima e a chiudere, per paura di una Parigi-bis, tutta la sua capitale. Il rischio è di "attacchi imminenti": si tratta del primo coprifuoco "preventivo" di una città europea, che cerca di difendersi da terroristi che ha cresciuto e fatto lavorare lei stessa, contro cui ora ha liberato tutte le forze di sicurezza che ha disposizione Bruxelles, 22 novembre - "C'è il rischio di attentati simili a Parigi, gli obiettivi potenziali sono centri commerciali, trasporti comuni, grandi eventi, che saranno annullati per consentire di risparmiare forze dell'ordine": è quanto ha affermato il premier belga Charles Michel in conferenza stampa. L’allerta

ISIS, si delinea piano antiterrorismo in Italia. Allerta per Colosseo, Pompei, gli Uffizi e la Pinacotea di Brera

Con una circolare da parte del Mibact alle soprintendenze speciali e ai segretari regionali è stata richiesta una revisione dei piani d'emergenza alle direzioni dei musei italiani, in relazione al "grave contesto nazionale ed internazionale che riguarda gli istituti maggiormente vulnerabili per la presenza di un elevato numero di visitatori o per la loro rappresentatività". Alfano: "Preoccupazione per il Giubileo. Roma e il Papa sono già stati minacciati" Roma, 16 novembre - All'indomani delle stragi di Parigi anche l’Italia inizia a prendere le dovute precauzioni, alzando il livello di sicurezza nei musei e nei siti archeologici italiani. Il Ministero dei Beni culturali ha chiesto con una circolare alle direzioni dei musei autonomi e alle sovrintendenze speciali di revisionare i piani di emergenza, dato il rischio connesso ad azioni di terrorismo. La

Attentato a Parigi, Papa Francesco: “Utilizzare il nome di Dio per giustificare la strada della violenza e dell’odio è una bestemmia”

Dopo l'Angelus di questa domenica, Papa Francesco ha riespresso il suo cordoglio e la sua vicinanza alla Francia, accusando e condannando le "barbarie" di venerdì sera a Parigi "Desidero esprimere il mio dolore per gli attacchi terroristici che nella tarda serata di venerdì hanno insanguinato la Francia, causando numerose vittime. Al Presidente della Repubblica Francese e a tutti i cittadini porgo l’espressione del mio più profondo cordoglio. Sono vicino in particolare ai familiari di quanti hanno perso la vita e ai feriti". Sono queste le parole di Papa Francesco pronunciate oggi in Piazza San Pietro dopo l'Angelus domenicale in riferimento ai fatti di Parigi. Bergoglio, che già ieri aveva commentato gli attentati nella città francese dichiarandoli come fatti "non umani", anche oggi

Terrore a Parigi: 127 morti e 192 morti per mano di kamikaze islamici. Isis rivendica: “E’ 11 settembre della Francia”

6 terroristi si sono fatti esplodere 8 in tutto morti. Altri 'probabilmente in fuga'. Dopo Parigi, ora "tocca a Roma, Londra e Washington". Su Twitter, i sostenitori dell'Isis celebrano gli attacchi a Parigi, con l'hashtag "#ParigiInFiamme" Parigi, 14 novembre - Otto in tutto i terroristi morti negli attacchi a Parigi delle ultime ore, secondo i dati forniti dal procuratore Francois Molins e dai suoi servizi. Almeno sei di loro si sono fatti esplodere con la cintura esplosiva. 4 sono morti durante l'irruzione della polizia al Bataclan, tre si sono fatti saltare con la cintura esplosiva, uno è stato ucciso. Altri tre kamikaze si sono fatti saltare davanti allo Stade de France. Un ottavo terrorista, è stato ucciso a boulevard Voltaire. Sette attentati hanno

Finte esecuzioni dell’Isis, quando la finzione supera la realtà: scoperto un set per girare video

Il sito hacker "Cyber Berkut" accusa il senatore repubblicano Usa Jonh Mc Cain di essere coinvolto nella realizzazione di video fittizi mostranti false esecuzioni Isis di ostaggi Esiste un set per false esecuzioni Isis, ed "il mondo deve sapere". Ad affermarlo è "Cyber Berkut", un sito di hacker ucraini che ha accusato il senatore repubblicano statunitense John Mc Cain di aver messo in piedi, insieme al suo staff, un set per girare false esecuzioni facendole sembrare di matrice islamica. Gli hacker ucraini sono riusciti ad estrapolare il video dimostrante i fatti da un dispositivo appartenente ad un componente dello staff del senatore statunitense in viaggio in Ucraina, anche se è ancora sconosciuta l'identità del possessore del dispositivo (che potrebbe essere un pc,

Egitto, l’ISIS rivendica l’attentato: 450kg di esplosivo per allontanare l’Italia dal Maghreb

L'Isis ha rivendicato l'attentato di ieri mattina al consolato italiano al Cairo. Lo riferisce il Site sul profilo Twitter. I miliziani dello Stato Islamico hanno fatto esplodere 450 kg di esplosivo piazzati dentro una macchina parcheggiata davanti al Consolato italiano al Cairo. Probabile avvertimento per tenerci fuori dal Cairo e dalla partita libica, l'attacco punta inoltre ad allontanare l’Italia dal Maghreb La potente esplosione che si è verificata ieri mattina al Cairo davanti al Consolato italiano che si affaccia su Galaa Street nel quartiere residenziale di Boulac è stata rivendicata dallo Stato Islamico tramite un post su Twitter; intanto  continua a salire il bilancio dei feriti dell'esplosione. Il ministero della Salute precisa che "nove persone sono rimaste ferite, di cui due gravi", nessun italiano è rimasto coinvolto. "L'Italia

Strage in Tunisia: primi arresti per l’attacco terroristico di Sousse

Scattati i primi arresti: in prigione e sotto interrogatorio un gruppo di persone sospettate di far parte di una cellula terroristica guidata da Seifeddine Rezgui, autore delle carneficina. Quest'ultimo non avrebbe agito da solo ed è giunto sulla spiaggia a bordo di un utilitaria. In passato avrebbe lavorato come animatore in alcuni villaggi turistici della zona Tunisi, 30 giugno - La Tunisia è ancora sotto shock dopo l'attacco terroristico di venerdì scorso sulla spiaggia di Sousse dove 38 turisti occidentali hanno perso la vita. Le immagini dei cadaveri riversi sulla spiaggia hanno fatto il giro del mondo suscitando rabbia e indignazione che si mischiano al dolore dei familiari delle vittime. Forte è la preoccupazione della comunità internazionale difronte alle barbarie messe in atto

Procida: processione dei Misteri con Gesù rinchiuso in gabbia

La singolare rappresentazione ha destato non poco scalpore tra la folla che assisteva alla processione, poi è stato svelato il mistero: si trattava di un chiaro riferimento al pilota giordano arso vivo dall'Isis qualche mese fa Procida (Napoli), 4 aprile - Ieri era venerdì santo e come ogni anno sulla magica isola di Procida ha avuto luogo la processione dei Misteri, un evento che ha alle proprie spalle una tradizione secolare. Per le stradine colorate dell'isola del "Postino" sfila un lungo corteo che parte da Terra Murata e si conclude nel porto de la Marina Grande e in cui vengono rappresentate scene della vita di Gesù. Tuttavia ieri è accaduto un qualcosa di singolare che ha attirato l'attenzione e la curiosità delle