Mamme italiane sempre più digitali, quasi più degli adolescenti

Arrivano in Parlamento per un confronto con le istituzioni su come costruire un Paese a misura di mamma e bambino Con il 92% sono proprio le mamme la categoria della popolazione italiana con il maggiore tasso di digitalizzazione. Secondo lo studio dell'agenzia FattoreMamma e di 2R Research condotto su oltre 1500 donne, sono loro alla

Istat: l’Italia invecchia e il Sud si svuota

Il Report fornisce le previsioni fino a 2065 sul futuro demografico del Paese Nel 2045 la popolazione residente in Italia sarà pari a 58,6 milioni ed a 53,7 milioni nel 2065. Lo rende noto l'Istat nel report "Il futuro demografico del Paese". La perdita rispetto al 2016 (60,7 milioni) sarebbe di

ConfimpreseItalia, preoccupazione per la frenata del PIL. Perrotta: “Calo dei consumi, a pagare sono le piccole e micro imprese”

I danni per il Commercio e l’Artigianato e il rischio di una nuova stretta fiscale e criteri ulteriormente stringenti per l’accesso al credito La “crescita zero” del PIL, il calo dei consumi e l’impennata del debito pubblico costituiscono un mix micidiale per le piccole e medie imprese, in particolare nei settori dell’artigianato

Cala la fiducia di consumatori ed imprese, brusca frenata a dicembre

Istat, l'indice di fiducia dei consumatori e delle imprese si abbassa; si aggrava la percezione sulla situazione economica del Paese Si abbassa a dicembre l'indice di fiducia dei consumatori, passando da 118,4 (del mese di novembre) a 117,6. L’indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Iesi, Istat economic sentiment

Istat: consumi fermi, a giugno -0,3% sulle vendite al dettaglio

Flebili segnali di ripresa previsti per il secondo semestre 2015 Secondo i dati appena acquisiti dall'Istat sui consumi, a giugno l'indice destagionalizzato sul valore delle vendite al dettaglio è diminuito dello 0,3% rispetto al mese precedente. Nonostante questa doccia fredda, gli altri dati rilevati danno fiducia per la futura ripresa. Infatti tra

Istat: al Sud l’8,6% della popolazione vive in stato di povertà assoluta

Secondo un rapporto dell'Istat il 5,7% delle famiglie italiane è in una condizione di povertà assoluta, cioè non può permettersi di acquistare un insieme di beni e servizi considerati essenziali per uno standard di vita minimamente accettabile. Lo scorso anno la percentuale si è stabilizzata dopo due anni consecutivi di aumento, ma gli indigenti restano

7 milioni di donne in Italia hanno subito violenza. Numeri impietosi nel Rapporto Istat “La violenza contro le donne dentro e fuori la famiglia”

Secondo l'indagine Istat finanziata dal Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, una donna italiana su dieci è stata vittima di violenza fisica o sessuale prima dei 16 anni Violenza fisica, sessuale, psicologica, stupro, stolking, discriminazione sessuale. Questo è ciò che molto più spesso di quanto si creda accade

L’Italia fuori dalla recessione, il Sud resta al palo

Ritornano a crescere i consumi ma le famiglie del Sud spendono circa il 70% in servizi di prima necessità Il reddito famiglie si stabilizza per la prima volta dal 2008; il fatturato delle imprese, registra un miglioramento, con un incremento di almeno l’ 0,8%. Al contrario, continua a soffrire il mercato

Napoli tra le città test del censimento permanente dell’ISTAT

Al via la prima delle indagini sperimentali previste dall'Istat per l'anno 2015 in vista dell'avvio della nuova strategia censuaria, che prevede a partire dal 2016 dei cicli annuali di rilevazioni su un campione della popolazione Da aprile a giugno, alcune migliaia di famiglie Napoletane riceveranno la visita di un dipendente comunale

La recessione è terminata. Lo dice l’Istat

Incremento del Pil dello 0,7% già da quest'anno e riduzione della disoccupazione nel prossimo triennio Dopo un triennio, l’Istat intravede una netta ripresa ed afferma che la recessione è terminata. La nota ottimistica dell’istituto di statistica è lungimirante; essa arriva infatti fino al 2017, sulla scia del recupero del reddito disponibile,