Jovanotti in concerto a Caserta, unica data in Campania. Sold out del 5 gennaio al Palamaggiò

Tutto esaurito il 5 gennaio, pochissimi biglietti rimasti sulla seconda data del 6 gennaio Napoli, 2 gennaio - Nuovo sold out per Lorenzo, il 5 gennaio al Palamaggiò di Caserta, che si aggiunge ai “tutto esaurito” di Rimini, Livorno, Milano, Torino, Montichiari, Conegliano, Bologna, Roma e Acireale. Ancora pochi biglietti disponibili per il 6 gennaio. Dopo la trionfale data allo Stadio San Paolo di Napoli della scorsa estate, dove con l'amico Eros e con James Senese, Jovanotti ha ricordato l'amico Pino scomparso un anno fa, torna in Campania, Lorenzo nei Palasport al Palamaggiò di Caserta, con due date che si preannunciano già un nuovo grande successo. Il 2015 è stato senza dubbio l’anno di Jovanotti: Lorenzo 2015 cc è stato l’album più

In 40mila al San Paolo per il concerto di Jovanotti dedicato a Pino Daniele

Presenti anche  Ramazzotti e Senese per omaggiare il grande Pino Daniele a cui è stato dedicato lo show Napoli, 27 luglio - Erano in circa 40 mila, nella splendida cornice dello stadio San Paolo di Napoli ad ascoltare la musica di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti. Uno splendido spettacolo all'insegna dei più grandi successi e degli ultimi brani che il rapper-cantautore romano ha regalato al pubblico partenopeo e ai numerosi fans che lo seguono fin dagli esordi quando, alla fine degli anni ottanta fu scoperto e lanciato sul panorama musicale italiano da Claudio Cecchetto. Il concerto è stato dedicato al collega e amico Pino Daniele scomparso lo scorso gennaio lasciando un vuoto incolmabile nel cuore di chi amava la musica dello

Jovanotti in concerto a Napoli, in forse la presenza di Eros Ramazzotti. Residenti sul piede di guerra per danni agli edifici

Lorenzo in viaggio già da tempo per il suo tour negli stadi fa tappa anche a Napoli nello stadio San Paolo forse, con la presenza di Eros Ramazzotti; si organizzano anche i mezzi di trasporto pubblico napoletani ma i cittadini temono possibili danni Napoli, 23 luglio - Eros Ramazzotti sarà ospite al concerto di Jovanotti domenica prossima a Napoli per omaggiare il grande Pino? Sarebbe un onore ma è difficile. Trident management, l'organizzazione dei concerti di Lorenzo Jovanotti e di Eros Ramazzotti, al momento smentisce l'indiscrezione apparsa su alcuni giornali della possibile collaborazione dei due artisti nella tappa napoletana del tour "Lorenzo negli stadi 2015" che si terrà il 26 luglio. "Lorenzo - dice Maurizio Salvadori, patron della Trident - ha più volte dichiarato

Allo stadio San Paolo i concerti di Vasco Rossi e Jovanotti, e gli abitanti di Fuorigrotta si infuriano

Il comitato civico “Fuorigrotta vivibile” dice no a Vasco Rossi e Jovanotti. Ma le date non vengono annullate Lo Stadio San Paolo, dopo circa 10 anni di stop, spalanca di nuovo le porte alla musica. In programma per l’estate 2015 i concerti di Vasco Rossi e Jovanotti. Scoccano fiumi di proteste, però, per questa decisione. In testa il comitato civico “Fuorigrotta vivibile” che ha dichiarato duramente: “I concerti allo Stadio San Paolo non si possono fare!”. Alla notizia della riapertura dello storico stadio napoletano, che ha visto esibirsi in passato artisti del calibro dei Rolling Stones e degli U2, i cittadini di Fuorigrotta non sono rimasti in silenzio.  “Chiediamo tutela e regole”, dice il presidente del comitato Mariano Attanasio. E non hanno

Stefano Senardi, fiore all’occhiello della discografia italiana, ci parla della musica in Italia ripercorrendo la sua carriera.

Stefano Senardi, discografico italiano di fama internazionale, parte dalla CGD (Compagnia Generale del Disco), passando dalla Warner, diventando infine presidente di Polygram. Fondatore dellla Nun Entertainment, direttore Radio Fandango. Ha lanciato i Simply Red, lavorato con Madonna, Frank Sinatra, Eric Clapton, U2, Sting, Prince, Tracy Chapman, Matt Bianco, Litfiba, Vanoni, Tozzi, Raf, Pooh, questo solo per citare alcuni dei suoi importanti contributi nel campo discografico. Insomma professionisti come lui sono un vanto per la nostra discografia, e sono anche, come ammette lui stesso, una “specie” in via d'estinzione. Stefano, tu sei uno dei più affermati discografici del panorama italiano ed internazionale, hai decenni di esperienza alle spalle, come è iniziato il tuo rapporto con la musica? “Il mio rapporto con la