Napoli: protesta contro l’alternanza scuola-lavoro, “noi gratis non lavoriamo”

Corteo dei liceali del Garibaldi e del Vittorio Emanuele contro l’alternanza, la fondazione e la scuola cancellano la data che impegnava una classe a fare le guide al museo nel giorno della festa del lavoro Napoli, 29 aprile - Nella giornata di ieri, dinanzi al Pio Monte Misericordia nel centro storico di Napoli, si è svolta una protesta contro l'alternanza scuola-lavoro. Protesta guidata da un corteo dei liceali del Garibaldi e del Vittorio Emanuele, i quali gridando slogan tra i quali "No all'alternanza scuola lavoro" e "noi gratis non lavoriamo", hanno ribadito che il loro impiego finisce solo per sottrarre lavoro a personale specializzato. "La nostra protesta non è mai stata contro l’ente" ripetono, "ma contro il lavoro gratuito dell’alternanza, non sempre utile, non sempre formativo, ed è

Associazione Nazionale “Docenti per i Diritti dei Lavoratori”: “Valorizzare l’esperienza dei precari di Terza Fascia confidando nell’esperienza della Ministra Fedeli”

"Convocati al Ministero della Pubblica Istruzione per un nuovo confronto. Chiediamo di poter accedere ad un transitorio vero e non al percorso FIT(tizio) definito dal DL 59/17, valorizzando l'esperienza senza discriminazioni tra lavoratori" Napoli, 24 ottobre - "L'Associazione Nazionale "Docenti per i Diritti dei Lavoratori" sarà nuovamente a Roma il prossimo 6 novembre. Convocati al Ministero della Pubblica Istruzione per un nuovo confronto, sui soliti temi: la terza fascia con servizio e i 24 crediti formativi che noi definiamo una truffa ai danni dei precari. Ci auguriamo che non sia un incontro definito quando tutto è già stato deciso, visto che il confronto con il Miur e con la Ministra Fedeli l'abbiamo chiesto abbondantemente prima della pausa estiva! A leggere i

Associazione Nazionale “Docenti per i Diritti dei Lavoratori”, in piazza a Roma per raccogliere firme contro il piano FIT(tizio) di reclutamento

L'Associazione Nazionale "Docenti per i Diritti dei Lavoratori" organizza e promuove per giovedì 28 settembre dalle ore 9.30 una nuova giornata di mobilitazione, a Roma a piazza Montecitorio, per ribadire con forza che i precari con anni di esperienza nell'insegnamento vanno assunti. Il percorso FITtizio con salto agli ostacoli di 3 anni definito da questo Governo non sana l’abuso di Stato dei contratti a termine. "Chi lavora da oltre 36 mesi deve essere abilitato e immesso in ruolo!" "Con il Decreto Legge 59/2017, emanato il 10 agosto scorso, invece, si condanna chi è precario e lavora da anni, ad un lungo ed estenuante percorso di formazione, sottopagato, che non garantisce il ruolo" - così in una nota il professor Pasquale Vespa,

Scuola, Associazione Docenti per i Diritti dei Lavoratori: “No al percorso FIT(tizio) di reclutamento. I docenti di Terza fascia vanno abilitati e messi in ruolo”

Vespa (AnDDL): "la mobilitazione non si ferma. Attenderemo che i nostri parlamentari abbiano terminato il giusto ristoro estivo fatto di ben 40 giorni di ferie e che terminerà il 12 settembre, e organizzeremo una nuova mobilitazione per settembre in piazza a Roma" Napoli, 29 agosto - "Ci accingiamo ad inaugurare un nuovo anno scolastico, il terzo anno da quando la minaccia della riforma della scuola è divenuta realtà. Non abbiate incertezze, anche questo nuovo anno scolastico si apre all'insegna della 'supplentite' - così in una nota il professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale "Docenti per i Diritti dei Lavoratori". "Senza parlare del superlavoro e del caos vissuto ancora in queste ore nelle segreterie per l'aggiornamento delle Graduatorie di Istituto - continua il

Precari scuola, “Insieme per il Diritto al Lavoro”. Indetto un presidio di due giorni a piazza Monte Citorio

L’Associazione Nazionale “Docenti per i Diritti dei Lavoratori”, a seguito della partecipata Assemblea svoltasi a Napoli il 17 giugno scorso, ha indetto una mobilitazione congiunta Gae Infanzia “Storiche” & Precari Terza Fascia per rivendicare insieme il proprio Diritto al Lavoro Il 3 luglio dalle ore 14,00 alle 20,00 e il 4 luglio dalle 8 alle 20,00 si terrà un presidio a Piazza Monte Citorio a Roma per contestare la mancata assunzione dei precari Gae Infanzia Storiche e il percorso ad ostacoli previsto per i docenti non abilitati che hanno esperienza acquisita sul campo anche oltre i canonici 36 mesi, a fronte dei quali l’Unione Europea prevede l’assunzione. Terza Fascia con 3 Annualità di Servizio #AbilitatiSubito - Percorso FIT no grazie! "Contestiamo il piano

A Napoli precari da tutta Italia per l’Assemblea: “La Scuola cambia: la favola dell’ascolto!”

L'appuntamento nazionale dell'Associazione Docenti per i Diritti dei Lavoratori, a pochi mesi dall'approvazione delle Deleghe alla Legge 107/15, ha voluto segnare la ripresa della lotta alla cosiddetta Buona Scuola Napoli - Si è tenuta ieri, sabato 17 giugno, presso la sala Nugnes del palazzo del Consiglio comunale di Napoli, l'Assemblea Nazionale dell'Associazione Docenti per i Diritti dei Lavoratori. Una lunga e partecipata assemblea dalle 9,30 alle 14 divisa tra un momento di confronto interno rivolto ai soci e una successiva sessione plenaria "dal titolo evocativo e volutamente provocatorio - dice il professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale - 'La Scuola cambia: la favola dell'ascolto!', che sta a sottolineare come lo stravolgimento subito dalla Scuola Statale, sia stato operato con una scellerata

“La Scuola cambia: la favola dell’ascolto!”, se ne discute a Napoli

L'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti deil Lavoratori organizza e promuove un'Assemblea pubblica dal titolo: "La Scuola cambia: la favola dell'ascolto!" - che si terrà a Napoli, Sabato 17 Giugno 2017 presso la Sala Nugnes di Via Verdi, n. 35 alle ore 10,30 COMUNICATO STAMPA In seguito all'approvazione delle deleghe previste dalla Legge 107/15 l'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori terrà un incontro-confronto con chi avrà voglia di confrontarsi con i precari della scuola tagliati fuori dalla fase di stabilizzazione definita dalla Legge 107/15. Sarà un confronto tra il mondo politico-sindacale e quello della scuola. Al meeting sono state invitate le maggiori sigle sindacali - anche di base come Cobas - Cgil, Cisl e Uil e non solo la categoria

Scuola, approvate le 8 deleghe della Legge 107. Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori: “si è chiusa la farsa dell’ascolto targato Renzi e Fedeli”

Il Governo Gentiloni in assoluta continuità con il Governo Renzi approva, nella seduta del Consiglio dei Ministri del 7 aprile, gli schemi dei decreti legislativi previsti dai commi 180 e 181 della legge 107/15 "Si è conclusa la farsa dell'ascolto nella versione 2.0 della Ministra Valeria Fedeli - ex Cgil - che nei confronti dei lavoratori precari da oltre 36 mesi non ha mostrato alcuna sensibilità". E' con queste parole che il professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori commenta l'approvazione delle 8 deleghe previste nella Legge 107/15. "Ci aveva convocati a Roma nel suo ufficio - ricorda il presidente Vespa - di primo mattino insieme all'Assessore all'Istruzione della regione Campania Lucia Fortini, e aveva

Scuola e precariato, Italia “non degno di uno Stato membro dell’Unione europea”. Per l’AnDDL si persevera nell’errore di non assumere i precari

La richiesta dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori: "abilitare chi ha 3x180 giorni di servizio e prevedere un piano di assunzione di tutti i precari che lavorano da 36 mesi" Napoli, 5 aprile - "E' stato un incontro improduttivo quello che si è tenuto ieri al Ministero dell'Istruzione con il sottosegretario on. Vito De Filippo e con i dirigenti del Ministero". Questo il commento del professore Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori all'indomani dell'incontro al Miur. "Sentirsi dire che il parere formulato dalla Commissione cultura della Camera sullo schema di decreto n.377 che regola il transitorio, la selezione e l'immissione in ruolo dei precari di seconda e terza fascia sarà vincolante per il Governo il quale potrà

Scuola, pressing sul Governo per l’assunzione dei precari con 36 mesi di servizio. L’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori ascoltata in extremis al Miur

Oggi al Miur il presidente dell'Associazione Pasquale Vespa incontrerà il sottosegretario all'Istruzione onorevole Vito De Filippo. Intanto presentate due interrogazioni parlamentari da parlamentari Pd, M5s e Articolo 1 Napoli, 4 aprile - Dopo i due incontri con la Ministra della Pubblica Istruzione Valeria Fedeli e alla vigilia delle decisioni del Governo sulle Deleghe della "Buona Scuola" si  intensificano le azioni di pressione politica dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori presieduta dal professor Pasquale Vespa in favore dei precari della scuola. In extremis un nuovo colloquio oggi al Miur, questa volta con il sottosegretario all'Istruzione onorevole Vito De Filippo. La linea del presidente Vespa è chiara e punta all'assunzione dei precari con 36 mesi di servizio. Sulla stessa scia il sindacato Anief che

Scuola, caos convocazioni in Campania: chi è l”avente diritto” a fine marzo? Studenti, precari o burocrati?

A seguito della circolare del 14/03/2017 n°1764 della dottoressa De Lisa Maria Teresa dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania si è venuta a creare negli Istituti della città di Napoli e della Provincia una situazione caotica per le scuole e drammatica per i docenti precari La circolare avente come oggetto "modifica contratti" nella quale testualmente si legge: "Le Istituzioni scolastiche che alla data odierna hanno docenti in servizio con contratti "fino all'avente diritto" sono invitati a modificaretali contratti "fino al termine delle attività didattiche". Tanto per consentire ai docenti interessati di presentare istanza di partecipazione agli Esami di Stato in qualità di commissario esterno ai sensi della circolare Miur n. 2 prot. 2600 del 932016 - punto 2.c.c.". La circolare poi continua,

Scuola, incontro al MIUR con la Ministra Fedeli: “stiamo lavorando ad una nuova fase transitoria”. Vespa: “soddisfatti per l’importante possibilità di dialogo, attendiamo i dettagli”

Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori: occorre soluzione politica, ci sono "oltre centomila docenti impegnati ad insegnare, inseriti in gae, seconda e terza fascia d'Istituto che ancora non vedono la luce della stabilizzazione" Roma - "È stato un confronto costruttivo. Ringrazio pubblicamente la Ministra Valeria Fedeli per l'occasione di dialogo, l'Assessora regionale Lucia Fortini e l'Onorevole Camilla Sgambato per avermi accompagnato in questo difficile ruolo di portavoce di un'intera categoria di Lavoratori precari. Le nostre ragioni sono state perfettamente condivise anche dalla dirigente Miur la dottoressa Bono che accompagnava il Ministro". Con queste parole il professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori, ha commentato l'incontro con la Ministra della Pubblica Istruzione Valeria Fedeli, tenutosi

Scuola, i docenti precari alla politica: rivediamo insieme il “transitorio” per valorizzare l’esperienza acquisita dai lavoratori

Il presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori Pasquale Vespa rivolge un appello alla politica: "Ricuciamo lo strappo tra le Istituzioni ed i lavoratori precari della Scuola pubblica" Napoli, 21 febbraio - "Dopo aver partecipato all'Audizione informale presso la VII Commissione Cultura della Camera sullo Schema di decreto legislativo n.377, rivolgiamo con forza e determinazione al Partito di Governo ed alle forze sane di questo Paese un appello al confronto che vada al di là dei sette-otto minuti che ci sono stati concessi in audizione. La soluzione al problema dei Lavoratori della conoscenza è puramente politica e non deve e non può continuare a passare per le aule dei Tribunali creando altre disparità tra chi ricorre e chi no,

Scuola, audizioni alla Camera. Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori sui profili attuativi della Buona Scuola: lavoratori di terza fascia abilitati subito, seconda fascia in Gae

Si sono svolte lunedì 6 febbraio, presso la VII Commissione Cultura della Camera, le audizioni informali delle Associazioni rappresentative dei docenti di ogni ordine e grado sui profili attuativi della legge n. 107 del 2015 Roma - Continua il pressing delle associazioni di categoria dei precari della scuola sul lavoro svolto in Commissione cultura con le osservazioni allo Schema di decreto legislativo n.377 - le contestatissime deleghe della Buona Scuola. Presente all'appuntamento anche l'ingegner Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori in rappresentanza dei colleghi di Seconda e Terza Fascia d'Istituto. "Nel ribadire che la Direttiva Europea n. 36/2005 afferma che è abilitato alla professione chiunque abbia un titolo valido allo svolgimento della stessa e almeno tre