Regionali Campania 2020, Salvini non pone veti su Caldoro e attacca De Luca e de Magistris: “Due incapaci”

L'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini ha fatto tappa a Napoli per incontrare gli agenti della penitenziaria del carcere di Poggioreale “Nessun veto da parte mia su Stefano Caldoro. Ha già governato e può tornare a farlo. In questa Regione non compete a me indicare il nome, ma se si tratta di persone oneste che lavorano non mi opporrò. Non entro nelle dinamiche interne degli altri partiti. Il mio obiettivo è che la Lega alla elezioni regionali sia il primo partito in Campania. Lo ha detto il segretario della Lega ed ex ministro dell'Interno nel governo Conte 1, Matteo Salvini, parlando con i giornalisti a margine di una visita agli agenti di polizia penitenziaria del carcere di Poggioreale. Salvini non ha risparmiato critiche

Salvini a Napoli: via gli sfigati De Luca, de Magistris e Di Maio

Leader Lega, progetto e squadra poi il candidato governatore Napoli, 5 novembre - "Libereremo la Campania dal malgoverno dei De Luca, dei de Magistris e dei Di Maio. Voglio una regione che pensi alla grande, non rinchiusa nel recinto dei tre moschettieri sfigati De Luca, De Magistris e Di Maio". Così Matteo Salvini, a Napoli per presentare il neo coordinatore regionale della Lega Nicola Molteni. "Molteni non viene qui a commissariare ma a coordinare. Ci sono tantissime richieste di adesione al movimento. Abbiamo tante richieste di adesione da sindaci, parlamentari, consiglieri. Ecco perché avevo bisogno di qualcuno non collegato al territorio per gestire questa fase". "La Campania è una terra che ha nella lotta alla camorra una priorità e Molteni - che è

Crisi di governo, M5s e Pd cercano intesa per una nuova maggioranza

Il presidente della Repubblica, al termine di 48 ore di consultazioni, ha concesso ai partiti altri 4 giorni di tempo. Se entro martedì non ci sarà accordo su nomi e programmi per una nuova maggioranza di governo si andrà al voto Dopo le dimissioni da presidente del Consiglio di Giuseppe Conte e 48 ore di consultazioni al Quirinale per dare avvio alla risoluzione della crisi di governo, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella concede altri 4 giorni di tempo alle formazioni politiche presenti in Parlamento. Se entro martedì non ci sarà chiarezza sui nomi e su un programma di governo, si andrà al voto. Per questa ipotesi propendono la Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia. Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e

Crisi di governo, Conte si dimette. Nel discorso al Senato duro attacco a Salvini

Il premier durante le comunicazioni al Senato: “Salvini ha compromesso interessi nazionali in cambio dei suoi”. E ancora: “I comportamenti del ministro Salvini rilevano scarsa responsabilità istituzionale e grave carenza di cultura costituzionale”. Al termine della giornata il premier è salito al Colle per dimettersi “La crisi in atto compromette l’azione di questo governo, che qui si arresta”. Con queste parole il presidente del Consiglio Giuseppe Conte mette fine all'esperienza del governo gialloverde. Parole pronunciate dal premier durante le comunicazioni in Senato, l'Aula dove appena 14 mesi fa ha ottenuto la fiducia per la prima volta. “La decisione della Lega che ha presentato la mozione di sfiducia e ne ha chiesto l’ìmmediata calendarizzazione oltreché le dichiarazioni e comportamenti, chiari e univoci,

Salvini contestato a Castel Volturno, accolto con “traditore” e “buffone”

Il Ministro dell'Interno in provincia di Caserta dove ha presieduto il Comitato Ordine Pubblico Caserta, 15 agosto - Accese contestazioni all'indirizzo di Matteo Salvini intervenuto oggi a Castel Volturno per presiedere al Comitato nazionale per la sicurezza. Due gruppetti contrapposti di sostenitori e contestatori del ministro dell'Interno, in tutto una cinquantina di persone, si sono fronteggiati all'esterno della Scuola forestale dei carabinieri di Castel Volturno, dove si è tenuto il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal titolare del Viminale. Cartelli e slogan dei contestatori che hanno gridato "Buffone buffone", "Pagliaccio" e "Vergogna, ci hai tradito. Vi siete messi la dignità sotto i piedi". La risposta dei sostenitori con il coro "Salvini Salvini".

Crisi di Governo ed elezioni, de Magistris: “Pronti a scendere in campo”

Il sindaco in un post su Facebook parla della crisi di governo e annuncia che in caso di elezioni è “pronto a portare l'alternativa”. Parla al plurale il primo cittadino, ma non ha mai detto che si candiderà, considerando che il suo mandato da sindaco termina nel 2021 e che nel 2020 ci saranno le elezioni regionali in Campania “Nel pieno di un agosto di fuoco il Governo è scoppiato. Sembra imminente la consumazione definitiva di un’esperienza politica e di governo complessivamente dannosa per la tenuta democratica del nostro Paese. Se il Presidente della Repubblica, garante degli equilibri costituzionali, dovesse ad un certo punto maturare, invece, la scelta dello scioglimento della Camera e del Senato, ritengo sia venuto il  nostro momento

Docenti in piazza, AnDDL: “No alle discriminazioni, Sì alla stabilizzazione ed alla progressione di carriera”

Solidarietà dai parlamentari di Fratelli d'Italia e impegni dal senatore della Lega Mario Pittoni L'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori è scesa nuovamente in piazza, in piena estate, il 7 agosto a Montecitorio, in risposta all'approvazione "Salvo Intese" dell'accordo siglato l'11 giugno tra Governo e Sindacati ma fortemente osteggiato da alcuni parlamentari del Movimento 5 Stelle. La manifestazione dal titolo provocatorio "Voi in Vacanza, Noi Docenti Precari Disoccupati in Piazza!" ha visto la folta partecipazione di docenti di ruolo e precari di Terza Fascia contro le discriminazioni della politica e per la stabilizzazione di chi ha all'attivo almeno 3 annualità di servizio, per la difesa del diritto alla mobilità professionale per tutti i docenti di ruolo "ingabbiati", per chiedere

Salvini cambia i vertici in Campania, al leghista lombardo Volpi il coordinamento

Cantalamessa diventa presidente regionale del partito Napoli, 5 luglio - "La Lega, ormai primo partito del Paese, anche in Campania registra una crescita di adesioni e consenso importantissimi. Per armonizzare l'indirizzo politico e facilitare la crescita ho inteso conferire l'incarico di coordinatore regionale al sottosegretario Raffaele Volpi che sarà coadiuvato nel suo lavoro dal deputato Gianluca Cantalamessa in qualità di presidente regionale". Lo annuncia Matteo Salvini. "Nell'augurare buon lavoro a Raffaele - dice il leader della Lega - che ha la mia assoluta fiducia, a Gianluca e a tutta la squadra di leghisti in Campania confermo la mia continuativa disponibilità verso una regione che ha molte sfide da affrontare e da vincere e dove la Lega vuole essere attore centrale e positivo".

Europee: in Campania Lega al 19,2%, M5s primo partito, boom di preferenze per Roberti (Pd)

M5S primo ma perde oltre 20 punti su Politiche, Pd in rimonta. Bassa l'affluenza in Campania Napoli, 27 maggio - Il Movimento Cinque Stelle si conferma primo partito in Campania con il 33,86%, ma anche in Campania sfonda la Lega che arriva al 19,20%. I dati degli scrutini in Campania segnano un'enorme crescita del partito di Salvini che un anno fa, nel collegio Campania 1, si era fermato al 2,89%. Netto il calo del M5S che alle politiche 2018 aveva toccato il 54,13%, mentre rimonta il Pd che passa dal 12% del 2018 al 19%, ma anche in Campania è dietro la Lega, seppur di poco. Sensibile calo anche per Forza Italia, che si attesta al 13,65%, mentre Fratelli d'Italia porta

Napoli, da Scampia al centro storico striscioni contro Salvini

Su Facebook: "Prendi una bomboletta, un telo grande e visibile, scrivi 'Salvini Napoli non ti vuole', esponi lo striscione da una finestra o un balcone di casa"" Napoli - Dal rione Sanità allo storico quartiere Materdei, dai Decumani alle Vele di Scampia: crescono in città gli striscioni contro il vicepremier e ministro degli Interni Matteo Salvini, atteso oggi pomeriggio a Napoli per una riunione del comitato provinciale per la sicurezza. Una iniziativa spontanea che si alimenta attraverso i social (su Facebook è stato creato un gruppo ad hoc, con una ventina di iscritti) e che oggi viene rilanciata da Potere al Popolo e dagli attivisti di "Je so pazzo". "Prendi una bomboletta, un telo grande e visibile, scrivi 'Salvini Napoli non ti

Pozzuoli, scontri centri sociali e manifestanti Lega

Cariche della polizia per sedare che la situazione degenerasse Pozzuoli, 28 aprile - Momenti di forte tensione in piazza della Repubblica a Pozzuoli (Napoli) tra manifestanti della Lega ed un centinaio di giovani dei centri sociali: i due gruppi sono venuti a contatto ed è stato necessario l'intervento delle forze di polizia per evitare che la situazione degenerasse. Nel momento di maggiore criticità la Polizia ha dovuto far ricorso ad una carica per allontanare i manifestanti dei centri sociali, arrivati a Pozzuoli da Napoli e Quarto con striscioni antiLega. Gli antagonisti contestavano un gazebo della Lega, regolarmente autorizzato, che svolgeva attività nel centro storico di Pozzuoli. La piazza è rimasta presidiata dalle forze di polizia per circa un'ora, il tempo che i

I precari della scuola ancora in piazza sotto attacco del M5s

Vespa (AnDDL): "ci attendevamo le scuse del M5s per l'attacco senza senso della senatrice Granato. Chiediamo un transitorio che stabilizzi i lavoratori della scuola" #IOLAVOROASCUOLA - Grande manifestazione in tutta Italia dei sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil alla quale ha aderito anche l'AnDDL (Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori). Sit-in presso gli USR delle principali città hanno messo a nudo un sistema-scuola allo sbando. Fatto di proclami e non da soluzioni serie. O meglio soluzioni sulla pelle dei precari. "Il prossimo anno farà registrare cifre sbalorditive riferite ai contratti a termine. 200mila precari continueranno a far funzionare la scuola statale, è la stima dei sindacati" - così il professor Pasquale Vespa, coordinatore UIL Scuola Precari e presidente AnDDL -.

Migranti, De Magistris: più di 10mila offerte di aiuto

Molte offerte anche da tutta Italia e dall'estero Napoli, 7 gennaio - “Le offerte di aiuto ai migranti pervenute sul sito del Comune di Napoli hanno raggiunto quota 10792, per un totale di mail di 4810. Un forte messaggio di umanità da parte dei napoletani, ed il dato confortante è che 1249 offerte sono pervenute da altre regioni italiane e 37 dall’estero”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in un’intervista realizzata a Mattina 9, il morning show in onda sull’emittente Canale 9 - 7 Gold. “La questione è umanitaria. Sono molto contento della mobilitazione: c’è chi ha messo a disposizione la propria casa, chi le proprie barche. L’atteggiamento del governo? La linea di Salvini è chiara - ha

De Magistris: Di Maio ha venduto il Sud nel contratto con la Lega

"Di Maio ha responsabilità nazionali e dovrebbe dire la stessa cosa per l'autonomia di Campania, Puglia, Basilicata, Calabria" Napoli - “Aprendo all'autonomia del Veneto a discapito di altre regioni, Luigi Di Maio ha venduto in qualche modo il Mezzogiorno, dove ha preso i voti, perché nel contratto con la Lega Nord, tra i vari punti su cui si sono messi d'accordo, c'è quello di cedere tutto su Veneto e Lombardia. Questo non è autonomia, è dividere definitivamente l'Italia”. Lo ha detto il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris nel corso di un'intervista rilasciata a Mattina 9, il morning show in onda su Canale 9 – 7 Gold. “Rispetto molto il voto dei veneti e una battaglia per l'autonomia è senza dubbio importante.