Napoli-Inter 4-1. Gli Azzurri surclassano gli avversari con una grande prestazione

Al San Paolo gol del Napoli con Zielinski, Mertens e Fabian Ruiz (doppietta). L'Inter segna il gol della bandiera con Icardi nel finale di gara. Per la formazione di Spalletti qualificazione Champions ancora in bilico NAPOLI (4-4-2): Karnezis; Malcuit, Albiol, Koulibaly (42' st Luperto), Ghoulam; Callejon, Allan, Ruiz, Zielinski; Mertens (37' st Younes), Milik (31' st Insigne). All: Ancelotti INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Skriniar, Asamoah, Gagliardini (12' st Vecino), Brozovic, Politano (1' st Icardi), Nainggolan, Perisic (36' st Candreva); Martinez. All: Spalletti MARCATORI: 16' pt Zielinski (N), 15' st Mertens (N), 26' st, 34' st Ruiz (N), 39' st Icardi (I) ARBITRO: Doveri di Roma Il Napoli batte l'Inter 4-1 nel posticipo della 37esima giornata del campionato di Serie A. Al San Paolo la

Napoli-Inter. Gli Azzurri salutano il proprio pubblico con il secondo posto già in tasca

Squadre in campo alle ore 20.30. Ai nerazzurri servono tre punti per certificare un terzo posto che vale la qualificazione alla prossima edizione della Champions League, qualificazione di cui è già sicuro il Napoli da diverse giornate Il Napoli ospita al San Paolo l'Inter di Luciano Spalletti nel posticipo della 37esima giornata del campionato di Serie A. Gli Azzurri arrivano alla penultima gara del campionato in uno stato di assoluta serenità, avendo in tasca il secondo posto in classifica da ormai due settimane. I tre punti servono più ai nerazzurri, per certificare in maniera aritmetica un terzo posto che vale la qualificazione alla prossima edizione della Champions League, quella di cui è invece sicuro il Napoli. Fatte queste premesse quella del

Inter-Napoli 1-0. Azzurri puniti da episodi sfavorevoli

A San Siro il gol dell'Inter porta la firma di Lautaro Martinez. Nel Napoli espulsi dall'arbitro Koulibaly e Insigne INTER (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Borja Valero (64' Vecino), Brozovic, Joao Mario (83' L.Martinez); Politano, Icardi, Perisic (74' Keita). All. Spalletti. NAPOLI (4-4-2): Meret; Callejo, Albiol, Koulibaly, Rui; Ruiz (78' Ghoulam), Allan, Hamsik (24' Maksimovic), Zielinski; Insigne, Milik (70' Mertens). All. Ancelotti. Al San Siro l'Inter batte il Napoli 1-0 con un gol di Lautaro Martinez al 91'. La formazione di Spalletti si porta così a -5 punti dal Napoli e a -14 dalla Juve, che ieri ha pareggiato 2-2 in casa dell'Atalanta. I nerazzurri avevano un disperato bisogno di punti, perché quanto fatto vedere finora in campionato

Inter-Napoli. A San Siro si sfidano la terza e la seconda del campionato

Squadre in campo alle ore 20.30 per il 18esimo turno del campionato di Serie A Napoli, 26 dicembre – Il Napoli affronterà questa sera l'Inter in gara valida per la 18esima giornata del campionato di Serie A. A sfidarsi sono rispettivamente la terza e la seconda in classifica. Le due squadre ai nastri di partenza dovevano essere le anti-juve, anche se i bianconeri con la loro forza e i loro risultati stanno dimostrando che una vera e propria anti-juve non c'è, almeno per ora. Sia Inter che Napoli arrivano da recenti delusioni in campo europeo. Entrambe infatti non sono riuscite a superare la fase a gironi. I nerazzurri avevano la possibilità di qualificarsi ma non sono riusciti a battere in

Inter-Napoli 0-0. Gli Azzurri superati in classifica dalla Juve

Al San Siro finisce a reti inviolate, con poche occasioni da una parte e dall'altra INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D'Ambrosio; Brozovic, Gagliardini; Candreva (34’ st Borja Valero), Rafinha (19’ st Eder), Perisic (41’ st Karamoh); Icardi. All. Spalletti. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (44’ st Rog), Jorginho, Hamsik (26’ st Zielinski); Callejon, Mertens (41’ st Milik), Insigne. All. Sarri. ARBITRO: Orsato di Schio Milano, 11 marzo – Al San Siro il posticipo della 28esima giornata tra Inter e Napoli finisce 0-0, con un punto che serve a poco a entrambe le formazioni. Per la verità più all'Inter che al Napoli, visto che i nerazzurri rimangono vicini alla zona Champions. La banda Sarri, invece, perde la vetta, vista la

Inter-Napoli. Dopo il ko con la Roma la banda Sarri è costretta a vincere

Squadre in campo al San Siro questa sera alle ore 20.45 Napoli, 11 marzo – Il Napoli affronterà l'Inter questa sera al San Siro, in gara valida per la 28esima giornata del campionato di Serie A. I ragazzi di Maurizio Sarri sono costretti a vincere: dopo il Ko con la Roma e la Juve virtualmente a più 2 per la partita da recuperare con l'Atalanta, un altro passo falso degli Azzurri vorrebbe dire addio al sogno scudetto. A 11 partite dal termine del campionato, con la corsa per il tricolore che si è complicata, per il Napoli saranno tutte finali. Si inizia questa sera con l'Inter, una partita che non sarà facile, anche se il Napoli finora fuori casa ha dato

Napoli-Inter 0-0. Al San Paolo un pari che non accontenta nessuno

Nel catino di Fuorigrotta l'anticipo tra Napoli e Inter finisce a reti inviolate, al termine di una partita molto bella e combattuta NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan (30' st Rog), Jorginho, Hamsik (27' st Zielinski); Callejon, Mertens, Insigne (35' st Ounas). All. Sarri INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo; Gagliardini, Vecino; Candreva (38' st Cancelo), Borja Valero (26' st Joao Mario), Perisic; Icardi (42' st Eder). All. Spalletti ARBITRO: Banti della sezione di Livorno Napoli, 21 ottobre – Finisce 0-0 l'anticipo della nona giornata di campionato tra Napoli e Inter. Partita bella e combattuta, con le due squadre protagoniste di rocamboleschi cambi di gioco fino ai minuti finali. Entrambe le formazioni sono andate più volte vicino al vantaggio, con Reina

Napoli-Inter. Al San Paolo sfida al vertice tra la prima e la seconda della classe

Napoli alla ricerca della nona vittoria su nove partite: se la banda Sarri vince si porta a più 5 sui nerazzurri, che inseguono a 2 lunghezze di distanza Napoli, 21 ottobre – Sfida al vertice quella di questa sera al San Paolo tra Napoli e Inter, con la prima e la seconda della classe che si affronteranno per giocarsi la vetta della classifica: se gli Azzurri vincono si portano a più 5 sull'Inter, che insegue a 2 lunghezze. Un pareggio non cambierebbe praticamente nulla, ma sarebbe un risultato migliore per il Napoli, non solo perché la banda Sarri conserverebbe il vantaggio in classifica, quanto perché dimostrebbe ancora una volta tutto il suo valore. Dopo la vittoria con l'altra pretendente allo scudetto,

Roma-Napoli 1-2. Gli azzurri vincono grazie a una doppietta di Mertens

Per la Roma gol di Strootman allo scadere del secondo tempo ROMA (4-2-3-1): Szczesny; Rüdiger, Fazio (dal 7' s.t. Bruno Peres), Manolas, Juan Jesus; De Rossi (dal 34' s.t. Paredes), Strootman; El Shaarawy (dal 7' s.t. Salah), Nainggolan, Perotti; Dzeko. All. Spalletti. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysay, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Rog, Jorginho (dal 21' s.t. Diawara), Hamsik (dal 34' s.t. Milik); Callejon, Mertens (dal 29' s.t. Zielinski), Insigne. All. Sarri. MARCATORI: Mertens (N) al 26' p.t.; Mertens (N) al 5', Strootman (R) al 44' s.t.. ARBITRO: Banti di Livorno. Roma, 4 marzo – Il Napoli batte la Roma 2-1 allo Stadio Olimpico grazie a una doppietta di Mertens. Risultato in bilico fino alla fine grazie al gol di Strootman che, allo scadere del secondo tempo, ha

Serie A, all’Olimpico c’è Roma-Napoli. Gli azzurri tenteranno il colpaccio

Squadre in campo sabato alle ore 15. Nel Napoli torneranno i titolari che non sono scesi in campo nella semifinale di andata di Coppa Italia con la Juventus. Nella Roma Spalletti potrà contare su Nainggolan, che nel post partita con la Lazio zoppicava vistosamente Napoli, 3 marzo – Prosegue il tour de force del Napoli, chiamato in questi ultimi tempi a sfide dall'elevato coefficiente di difficoltà. Gli azzurri, reduci da due sconfitte tra campionato e Coppa Italia, affronteranno domani pomeriggio la Roma allo Stadio Olimpico, per poi incontrare martedì gli spagnoli del Real Madrid nel match di ritorno degli ottavi di Champions. Quella tra Roma e Napoli sarà una sfida tra due squadre arrabbiate, visto che entrambe dovranno probabilmente dire addio

Il Napoli ospita la Roma al San Paolo. Azzurri chiamati a reagire dopo la brutta sconfitta di Bergamo

Nel Napoli, vista l'assenza per infortunio di Milik, Gabbiadini giocherà da punta centrale. In difesa Maksimovic al posto di Albiol. Doppia tegola in casa Roma, con Spalletti che dovrà rinunciare a Strootman e Bruno Peres, entrambi alle prese con acciacchi Napoli, 14 ottobre – Dopo la sosta per le nazionali torna la serie A. Il Napoli ospita la Roma per l'anticipo dell'ottava giornata del campionato: le due squadre scenderanno in campo al San Paolo sabato alle ore 15. Gli azzurri sono reduci dalla brutta sconfitta di Bergamo e sono chiamati a reagire per non rischiare di perdere ulteriori punti rispetto alla Juventus, al momento capolista a più 4. Il Napoli ha finora avuto un rendimento alto tra le mura amiche, mentre in

Roma-Napoli 1-0. Per gli azzurri si complica la qualificazione Champions

Gol di Nainggolan all'89' minuto, proprio nel momento migliore del Napoli ROMA (4-2-4): Szczesny; Florenzi (dal 1' s.t. Maicon), Manolas (dal 21' p.t. Zukanovic), Rudiger, Digne; Pjanic, Keita; Salah, Nainggolan, Perotti, El Shaarawy (dal 36' s.t. Totti). All. Spalletti. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan (dal 34' s.t. Lopez), Jorginho (dal 45' s.t. Gabbiadini), Hamsik; Callejon, Higuain, Mertens (dal 29' s.t. Insigne).All. Sarri. MARCATORI: Nainggolan (R) al 44' st ARBITRO: Orsato di Schio. Napoli, 25 aprile – Allo stadio Olimpico Roma batte Napoli 1-0, con la Juventus che diventa matematicamente Campione d'Italia. Nonostante l'ottima prestazione, gli azzurri incappano in un'altra sconfitta, la terza nelle ultime tre trasferte. Una sconfitta quella di quest'oggi che assomiglia a quella subita lo scorso 13 febbraio a Torino

Roma-Napoli, all’Olimpico la sfida per il secondo posto

Squadre in campo lunedì alle ore 15.00. Spalletti recupera Pjanic mentre Sarri ritrova Higuain dopo tre giornate di squalifica. Probabile l'impiego di Insigne come titolare, nonostante l'ottima prestazione e la tripletta di Mertens nella gara contro il Bologna Napoli, 24 aprile – Cresce l'attesa per quella che è la sfida più importante della stagione di Roma e Napoli. Le due squadre scenderanno in campo domani alle 15.00 allo Stadio Olimpico, per una gara che è destinata, comunque vada, a influenzare la corsa al secondo posto. Gli azzurri hanno a disposizione due risultati su tre, grazie al vantaggio di 5 punti sulla formazione di Spalletti e dopo tre giornate di squalifica ritroveranno Gonzalo Higuain, l'attaccante più prolifico della serie A. Il Pipita,