Regionali Campania, il M5S schiera Costa. Il Pd è con De Luca

Ciarambino, capogruppo regionale di M5S: "C'è una persona più capace di me di parlare a tutti. Questa persona per me è il ministro Costa" I Cinque Stelle candidano il ministro dell'Ambiente Sergio Costa alla presidenza della Regione Campania. Una scelta che è stata subito appoggiata dal capo politico reggente Vito Crimi e poco dopo dal presidente della Camera Roberto Fico. Il Pd nazionale tace e manda avanti il Partito democratico campano, fermo sul presidente uscente Vincenzo De Luca, ma prepara una delegazione per sedere al tavolo. Valeria Ciarambino, capogruppo regionale di M5S, tra le più accanite avversarie di De Luca, dice: "C'è una persona più capace di me di parlare a tutti. Questa persona per me è il ministro Costa, un uomo

Navigator e M5s protestano sotto la sede della Regione Campania

La manifestazione di protesta a seguito delle dichiarazioni del governatore di non voler firmare convenzione Napoli, 22 luglio - Protestano davanti alla sede della Regione Campania, a Napoli, per chiedere di poter iniziare il loro lavoro: sono gli idonei del concorso per navigator, coloro che dovranno guidare chi percepisce il reddito di cittadinanza nella ricerca di un lavoro. Protestano davanti alla sede della Regione Campania assieme ai consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle "perché De Luca non vuole firmare" per stipulare la convenzione con l'Anpal, l'Agenzia nazionale per il lavoro, che permetterà ai vincitori del concorso di iniziare a lavorare. Eppure, sottolineano, "in sede di Conferenza Stato-Regione lo stesso De Luca si è impegnato a sottoscrivere lo schema di convenzione per il

Europee: in Campania Lega al 19,2%, M5s primo partito, boom di preferenze per Roberti (Pd)

M5S primo ma perde oltre 20 punti su Politiche, Pd in rimonta. Bassa l'affluenza in Campania Napoli, 27 maggio - Il Movimento Cinque Stelle si conferma primo partito in Campania con il 33,86%, ma anche in Campania sfonda la Lega che arriva al 19,20%. I dati degli scrutini in Campania segnano un'enorme crescita del partito di Salvini che un anno fa, nel collegio Campania 1, si era fermato al 2,89%. Netto il calo del M5S che alle politiche 2018 aveva toccato il 54,13%, mentre rimonta il Pd che passa dal 12% del 2018 al 19%, ma anche in Campania è dietro la Lega, seppur di poco. Sensibile calo anche per Forza Italia, che si attesta al 13,65%, mentre Fratelli d'Italia porta

Scuola, Vespa (AnDDL): “per questa politica è solo propaganda. Fa più effetto un ‘largo ai giovani’ che ‘stabilizziamo chi ha esperienza’”

L'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori lancia la campagna di video denunce social: brevi videoclip da 30 secondi dove i precari esprimono il proprio "malessere e dissenso nei confronti della politica delle chiacchiere" "Il Governo del Cambiamento ha innalzato un muro nei confronti dei docenti precari. Peggio del Pd di Renzi. Era impossibile immaginarlo eppure ci sono riusciti". Questa la dichiarazione del professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori e Coordinatore UIL Scuola Precari. "Hanno cancellato anche quel poco di considerazione che la politica aveva riservato ai lavoratori precari con il FIT votato - lo ricordiamo, continua il presidente Vespa - anche dal M5s in commissione cultura nella scorsa legislatura: il famigerato DL 59/17 cancellato

De Magistris: il tracollo del M5s è irreversibile, vanno verso il dissolvimento

"Il voto in Sardegna ha segnato una vittoria netta del centrodestra e un rafforzamento di Matteo Salvini" Napoli - “Il Movimento 5 Stelle sta tracollando e credo che sia irreversibile, non penso ci sarà una ripresa. Hanno toccato il picco positivo il 4 marzo e credo stiano andando verso il dissolvimento, come partito e come movimento”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in un'intervista a Mattina 9, il morning show in onda su Canale 9 – 7 Gold. “Il voto in Sardegna ha segnato una vittoria netta del centrodestra e un rafforzamento di Matteo Salvini. Non credo che Zedda abbia vinto – ha concluso de Magistris – Si tratta sicuramente di un bravo sindaco ma non è riuscito

Migranti, De Magistris: più di 10mila offerte di aiuto

Molte offerte anche da tutta Italia e dall'estero Napoli, 7 gennaio - “Le offerte di aiuto ai migranti pervenute sul sito del Comune di Napoli hanno raggiunto quota 10792, per un totale di mail di 4810. Un forte messaggio di umanità da parte dei napoletani, ed il dato confortante è che 1249 offerte sono pervenute da altre regioni italiane e 37 dall’estero”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in un’intervista realizzata a Mattina 9, il morning show in onda sull’emittente Canale 9 - 7 Gold. “La questione è umanitaria. Sono molto contento della mobilitazione: c’è chi ha messo a disposizione la propria casa, chi le proprie barche. L’atteggiamento del governo? La linea di Salvini è chiara - ha

Di Maio, i fabbricati abusivi dovranno essere abbattuti

L'inchiesta de Le Iene su una serie di irregolarità nell'azienda di Di Maio e famiglia hanno portato a minacce di morte all'inviato Filippo Roma "Mai ricevuto minacce e critiche così violente", spiegano fonti del programma "Le Iene" che mettono nel mirino il leader M5s e suo padre, Antonio Di Maio, per una serie di irregolarità nell'azienda edile di famiglia a Mariglianella, a Napoli. Domenica sera è andato in onda il terzo e ultimo confronto con tra l'inviato Filippo Roma, "braccio armato" dell'autore Marco Occhipinti, e Di Maio. "Per il momento ci fermiamo qui - spiega Roma -. Con il video del padre di Di Maio la nostra inchiesta può dirsi se non conclusa, quasi". Non filtrano voci di pressioni dall'alto dentro Mediaset per silenziare

Il premier Conte a Napoli: da Nisida a Forcella passando per il teatro San Carlo

Accolto a Forcella dal parroco anticamorra Luigi Merola e dal consigliere regionale M5S Valeria Ciarambino Napoli, 23 novembre - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è giunto a Napoli nel pomeriggio facendo innanzitutto tappa al carcere minorile di Nisida, poi ha incontrato a Palazzo Reale i giornalisti sotto scorta per le minacce della camorra, Sandro Ruotolo, Salvatore Minieri e Nello Trocchia. "Incontro i giornalisti perché sono delle persone che con le loro inchieste rischiano la vita tutti i giorni - commenta il premier -, credo che sia giusto che abbiano il sostegno delle istituzioni. Li incontro per avere con loro una conversazione. La massima autorità di governo vuole testimoniare la vicinanza del governo alle loro vite professionali e tutto il sostegno

AnDDL incontra il Sottosegretario Giuliano al Miur. Vespa: “confronto costruttivo”

Vespa (AnDDL): "occorre dare luogo ad una Fase Transitoria come prevista al punto 22 del Contratto di Governo. Perchè alle parole dette in campagna elettorale devono seguire i fatti" Roma, 20 novembre - E' stato un incontro schietto e costruttivo quello che si è tenuto ieri presso la sede del Miur di viale Trastevere tra il professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori ed il Sottosegretario di Stato, professor Salvatore Giuliano. E' stata l'occasione per incontrare il nuovo inquilino del Dicastero di viale Trastevere con delega, tra le altre, a "classi di concorso, abilitazione all’insegnamento, reclutamento e formazione iniziale del personale scolastico", e per ribadire la linea dell'Associazione. Troppe le discriminazioni fin qui subite dai docenti precari di Terza

Napoli, migliaia di partecipanti al corteo migranti contro Lega e M5S

Ad aprire il corteo lo striscione, "Aprite i porti, Welcome refugees" Napoli, 13 giugno - Nella giornata di ieri è stato messo in atto un corteo dei migranti contro la Lega e il M5S durante il presidio a largo Berlinguer indetto dalla Rete antirazzista, dal movimento Migranti Napoli e da Potere al Popolo. I manifestanti sono arrivati in corteo da piazza Garibaldi. Ad aprire il corteo lo striscione 'Aprite i porti, Welcome refugees'. Un messaggio ribadito su un altro striscione anche in inglese e in francese. Dopo il presidio, i manifestanti si sono diretti davanti la Prefettura e poi alla Stazione Marittima al grido di 'Tutto il mondo detesta Salvini', 'Assassini' e 'Apriamo i porti, mandiamo via Salvini'. Versata vernice rossa sulle bandiere della

Vincenzo De Luca contro il governo M5s-Lega guidato da Conte: “Sono preistoria”

“Parlano di governo del cambiamento ma nell’esecutivo metà dei ministri vengono dalla preistoria”, ha affermato il governatore durante il consueto monologo sull’emittente salernitana Lira Tv L’Italia a quasi 90 giorni dal voto del 4 marzo ha un governo. L’esecutivo, guidato da Giuseppe Conte, è nato dall’accordo tra Movimento 5 Stelle e Lega. A Luigi Di Maio (M5s) e Matteo Salvini (Lega Nord), entrambi vice-premier, andranno rispettivamente il Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’Interno. 18 in totale i ministri (di cui 5 donne) che hanno giurato quest’oggi davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Critico sul nuovo esecutivo il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che durante il consueto monologo settimanale sull’emittente salernitana Lira Tv, ha

Governo, de Magistris: “Contratto? Sembra un regolamento di condominio a motore antimeridionale”

Il sindaco di napoli intervistato a Mattina 9 critica aspramente il tentativo di formazione del nuovo governo Lega-M5s Napoli - “Mi sembra che stia nascendo un governo lontano dal mio modo di intendere la politica e soprattutto dalle esigenze dei territori e del Sud. Anzi, sembra quasi che il problema del Paese siano le persone povere: non c’è niente sugli enti locali, sui sindaci, sulle città, sui bisogni della popolazione. Sembra un regolamento di condominio, ma governare un Paese è diverso dal chiudersi in una stanza con quelli con cui in campagna elettorale avevi detto che non ti saresti mai alleato. L’inizio non mi sembra dei migliori, poi valuteremo dai fatti”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris

Napoli, centri sociali protestano contro Lega e M5s

Questa mattina a Napoli cori e slogan "vergognatevi" nei pressi della metropolitana di Via Toledo, contro Lega e M5S con l'accusa di tradimento Napoli, 19 maggio - Questa mattina una ventina di attivisti dei centri sociali "Insurgencia" si sono riuniti in Via Toledo per manifestare contro la Lega e M5S, davanti gli stand dei partiti. I gazebo, allestiti per mostrare il contratto di governo ai cittadini e per sollecitare l'opinione pubblica, sono stati accolti da cori rivolti soprattutto contro il leader della Lega. Si è trattata di una protesta durata pochi minuti, necessari per esternare il malcontento degli attivisti dei centri sociali che hanno accompagnato i cori con una bambola di plastica con la foto di Salvini al posto della testa e con

Scuola, “Il Pd ha fallito, si faccia da parte”. L’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori rivolge un appello a Lega e M5s: “cancellate le discriminazioni tra lavoratori!”

COMUNICATO STAMPA dell''Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori A distanza di due settimane dall'esito del voto politico, e dopo aver collezionato un'ampia rassegna stampa sul toto-ministro da designare alla guida del Miur, come Associazione a tutela dei docenti precari sentiamo l'esigenza di replicare ad alcune considerazioni prodotte dal signor Marco Campione, esponente del partito democratico, nonchè capo della segreteria tecnica del Miur. Ebbene, mentre gli esponenti del Pd in queste ore si apprestano a lasciare le stanze dei bottoni del Ministero della Pubblica Istruzione a seguito della sonora bocciatura che gli elettori tutti, e i lavoratori della scuola in particolare, hanno ritenuto di riservare a chi in questi anni ha lavorato per attuare ad ogni costo il diabolico piano che