Napoli-Juventus 2-1. Al San Paolo gara quasi perfetta dei ragazzi di Gattuso

I gol di Zielinski e Insigne nel secondo tempo regalano la vittoria al Napoli. Gol inutile della Juve al 90' con Ronaldo NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme (69' Lobotka), Zielinski (81' Elmas); Callejon, Milik (90' Llorente), Insigne. All. Gennaro Gattuso JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentacur, Pjanic (50' Rabiot), Matuidi (72' Douglas Costa); Dybala (72' Bernardeschi), Higuain, Ronaldo. All. Maurizio Sarri MARCATORI: 63' Zielinski (N), 86' Insigne (N), 90' Ronaldo (J) ARBITRO: Maurizio Mariani (Aprilia) Nel posticipo della 21esima giornata del campionato di Serie A il Napoli batte la capolista Juventus 2-1 al San Paolo, al termine di una gara quasi perfetta dei ragazzi di mister Gattuso. La vittoria arriva grazie ai gol di

Serie A, il Napoli affronta al San Paolo la Juve capolista

Squadre in campo alle ore 20.45. Gattuso costretto ancora a fare a meno di Koulibaly, Ghoulam, Allan, Mertens. Rientra Maksimovic, che però dovrebbe partire dalla panchina. Juve senza Chiellini, Danilo e De Sciglio Napoli, 26 gennaio – Il Napoli affronta la Juventus nel posticipo della 21esima giornata del campionato di Serie A. I Bianconeri guidati dall'ex Maurizio Sarri arrivano al San Paolo da capolisti, mentre gli Azzurri a questo punto della stagione si ritrovano, al contrario di ogni aspettativa a inizio campionato, nella parte destra della classifica: cioè non lontani dalle squadre che lottano per non retrocedere. L'ultima prova in campionato della squadra di Gattuso è stata pessima, partita vinta 2-0 dalla Fiorentina proprio al San Paolo. In Coppa Italia si

Juventus-Napoli 4-3. Un’autorete di Koulibaly regala la vittoria ai bianconeri

Il Napoli regala almeno 60 minuti di gioco alla Juve, poi sul 3-0 i padroni di casa calano e nel giro di pochi minuti la squadra di Ancelotti acciuffa il pari. Il tutto è vanificato da un'autorete di Koulibaly al 92' JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio (15' pt Danilo), Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira (15' st Can), Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Higuain (31' st Dybala), Cristiano Ronaldo. All: Sarri NAPOLI (4-4-1-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam (1' st Mario Rui); Callejon, Allan (29' st Elmas), Zielinski, Insigne (1' st Lozano); Ruiz; Mertens. All: Ancelotti MARCATORI: 16' pt Danilo (J), 19' pt Higuain (J), 17' st Ronaldo (J), 21' st Manolas (N), 23' st Lozano (N), 36' st Di Lorenzo (N), 47'

Juventus-Napoli. Alla seconda di campionato è già tempo della sfida delle sfide

Squadre in campo alle ore 20.45 allo Juventus Stadium. Migliorano le condizioni di Sarri che però non sarà in campo, così come l'infortunato Chiellini. Nel Napoli invece assente Milik Siamo solo alla seconda di campionato ma è già tempo della sfida delle sfide, il big match per eccellenza della Serie A. È tempo di Juventus-Napoli, una delle gare più sentite negli ultimi anni. Presto per parlare di sfida scudetto, ma la partita vedrà sicuramente in campo due delle squadre (insieme all'Inter, ndr) che lotteranno fino alla fine per il titolo. Juventus e Napoli si affrontano all'Allianz Stadium a partire dalle ore 20.45. In campo per la Juve non ci saranno né Sarri né Chiellini. L'allenatore ex Napoli è in miglioramento ma

Il Napoli saluta Sarri, sulla panchina azzurra arriva Carlo Ancelotti

L’allenatore emiliano ha firmato un triennale da 6,5 milioni netti a stagione Napoli, 23 maggio – Al Napoli si chiude il ciclo Sarri e inizia quello targato Carlo Ancelotti. L’allenatore emiliano, vincitore di 19 trofei tra cui tre Champions League sulla panchina di Milan e Real Madrid (due coi rossoneri), quest’oggi ha firmato un contratto triennale da 6,5 milioni netti a stagione con la SSC Napoli. Dopo l’incontro con il presidente Aurelio De Laurentiis nella sede della Filmauro di ieri sera, questa mattina sono stati definiti anche gli ultimi dettagli per l’arrivo dell’ex Bayern sulla panchina azzurra. “Il Calcio Napoli è lieto di annunciare di aver definito un accordo con l’allenatore Carlo Ancelotti, avente ad oggetto la guida tecnica della Prima

Napoli-Crotone 2-1. Gli Azzurri chiudono la stagione con il record di 91 punti

Al San Paolo gol di Milik e Callejon, i calabresi rispondono nel recupero con Tumminello. Il Napoli è la prima squadra in Serie A a non vincere lo scudetto con 91 punti. La sconfitta e la contemporanea vittoria della Spal contro la Sampdoria determinano la retrocessione del Crotone in Serie B NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (dal 32' s.t. Rog), Jorginho, Zielinski; Callejon, Milik (dal 22' s.t. Mertens), Insigne (dal 30' s.t. Hamsik). All. Sarri. CROTONE (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Mandragora, Rohden (dal 1' s.t. Stoian); Trotta (dal 19' s.t. Tumminello), Simy, Nalini (dal 13' s.t. Ricci). All. Zenga. MARCATORI: al 23' Milik, al 32' p.t. Callejon; al 45' s.t. Tumminello. ARBITRO: Banti di Livorno. Napoli, 20 maggio

Napoli-Crotone. I calabresi si giocano la salvezza al San Paolo

Squadre in campo quest’oggi alle ore 18 Napoli, 20 maggio - Napoli e Crotone scenderanno in campo quest’oggi alle ore 18 nel match valido per la 38esima e ultima giornata di campionato. La sfida vede di fronte due formazioni con motivazioni opposte. Il Napoli, con la vittoria scudetto da parte della Juve, non ha più nulla da chiedere al campionato se non si considera la soddisfazione di chiudere la stagione con il record di 91 punti (prima squadra della storia in A a non vincere lo scudetto con questi punti, ndr), mentre i calabresi invece al San Paolo si giocano la salvezza. E per loro la vittoria potrebbe non bastare, visto che la Spal è a pari punti in classifica: nel

De Laurentiis sul San Paolo: “Non posso fare la figura del pezzente in Europa”

Il patron del Napoli, intervenendo al 19esimo convegno dei Giovani imprenditori edili Ance, ha parlato dell’idea di un nuovo stadio da 30mila posti “Non posso fare la figura del pezzente in Europa. Quando il Manchester City o il Real Madrid vengono qui posso fare per loro una cena da sogno, ma è un po’ di fumo negli occhi e non basta”. A dirlo, parlando dello stadio San Paolo, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, durante il suo intervento al 19esimo convegno dei Giovani imprenditori edili Ance. “Siccome i soldi per la ristrutturazione dello stadio sono messi a disposizione dalla Regione – ha aggiunto – sono andato da Vincenzo De Luca (vai all’articolo) per dirgli ‘capiamo cosa fare perché non posso

Sampdoria-Napoli 0-2. Al Ferraris il Napoli fa il record di punti in Serie A

Per gli Azzurri a segno Milik e Albiol. Raggiunta quota 88 punti, record nella storia del Club SAMPDORIA (4-3-1-2): Belec; Bereszynski, Ferrari, Andersen, Regini (36’ st Strinic); Praet, Torreira, Linetty; Ramirez; Caprari (24’ st Zapata), Kownacki (41’ st Alvarez). Allenatore: Giampaolo. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (37’ st Rog), Jorginho, Zielinski; Callejon (22’ st Hamsik), Mertens (25’ st Milik), Insigne. Allenatore: Sarri. MARCATORI: 27’ st Milik, 35’ st Albiol. ARBITRO: Gavillucci di Latina Genova, 13 maggio – Il Napoli batte 2-0 la Sampdoria allo stadio Luigi Ferraris di Genova mentre a Roma la Juve mette le mani sul settimo scudetto consecutivo (0-0 tra bianconeri e giallorossi). Grazie ai gol di Milik e Albiol, entrambi nella ripresa, gli Azzurri raggiungono quota 88

Sampdoria-Napoli. Sfida tra due formazioni che non hanno più nulla da chiedere al campionato

Squadre in campo stasera alle ore 20.45 al Ferraris di Genova. Probabile Milik dal primo minuto Napoli, 13 maggio – Ultima gara in trasferta per il Napoli a due giornate dal termine del campionato: gli Azzurri stasera sfideranno la Sampdoria di Marco Giampaolo al Ferraris di Genova. Una gara che si preannuncia combattuta, tra due formazioni che sono guidate da allenatori dalla filosofia di gioco simile. Questo, nonostante sia Napoli che Samp abbiano ormai poco da chiedere al campionato. La banda Sarri è distante 6 punti dalla Juve, a cui basta ne basta uno per portare a casa il settimo scudetto. I blucerchiati, invece, hanno provato a qualificarsi in Europa League, ma ormai la distanza di 5 punti dal settimo posto

Napoli-Torino 2-2. Ora per lo scudetto è davvero finita

Al San Paolo il Napoli si fa riprendere due volte. Al vantaggio di Mertens risponde Baselli a inizio ripresa, poi dopo il 2-1 di Hamsik, per i granata firma il pareggio De Silvestri NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches, Mario Rui; Allan, Jorginho, Zielinski (dal. 24' s.t. Hamsik); Callejon, Mertens (dal 18' s.t. Milik), Insigne (dal 43' s.t. Ounas) All. Sarri TORINO (3-5-2): Sirigu; Nkoulou, Burdisso, Bonifazi; De Silvestri, Acquah, Rincon (dal 42' s.t. Valdifiori), Baselli (dal 33' s.t. Iago Falque), Ansaldi; Ljajic, Niang (dal 18' s.t. Belotti) All. Mazzarri MARCATORI: Mertens 25' p.t., Baselli (T) 10', Hamsik 26', De Silvestri (T) s.t. Napoli, 6 maggio – Al San Paolo il Napoli pareggia 2-2 col Torino dell’ex Walter Mazzarri e dice addio al sogno

Napoli-Torino. Al San Paolo accoglienza straordinaria per gli Azzurri

Squadre in campo quest’oggi alle ore 15 Napoli, 6 maggio – Dopo aver probabilmente detto addio al discorso scudetto con la sconfitta di Firenze, il Napoli affronterà quest’oggi il Torino dell’ex Walter Mazzarri nel match valido per la trentaseiesima giornata di Serie A. Se il Napoli vince i punti di distacco in classifica dalla Juve restano 4, difficilissimi da recuperare in appena due giornate dal termine del campionato, anche se nulla è impossibile. Nell’impianto di Fuorigrotta sarà comunque festa: previsto il pubblico il pubblico delle grandi occasioni, con i tifosi pronti a ringraziare la banda Sarri per una stagione che resta straordinaria. E chissà che non ci sia spazio anche per qualche protesta contro i vertici del calcio italiano, viste le

Fiorentina-Napoli 3-0. Al Franchi si infrange il sogno scudetto degli Azzurri

Tripletta di Simeone per i viola. Napoli in 10 uomini dall’8’ minuto del primo tempo per espulsione di Koulibaly FIORENTINA (4-3-2-1): Sportiello; Laurini (dal 17' s.t. Bruno Gaspar), Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Veretout, Badelj (dal 38' s.t. Cristoforo), Benassi; Chiesa, Saponara (dal 30' s.t. Eysseric); Simeone. All. Pioli. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho (dal 10' Tonelli), Hamsik (dal 13' s.t. Zielinski); Callejon, Mertens (dal 13' s.t. Milik), Insigne. All. Sarri. MARCATORI: al 34' p.t., al 17' s.t. e al 48' s.t. Simeone ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo. Firenze, 29 aprile – La Fiorentina batte 3-0 il Napoli al Franchi grazie a una tripletta del Cholito Simeone. Azzurri mai davvero in partita: la vittoria della Juve con l’Inter (con tanto di polemiche per

Fiorentina-Napoli. Per gli Azzurri una partita da non sbagliare

Squadre in campo alle ore 18 al Franchi di Firenze. Dopo la vittoria della Juve con l’Inter, il Napoli è chiamato a tenere il passo dei bianconeri Napoli, 29 aprile – Il Napoli scenderà in campo questa sera alle ore 18 al Franchi di Firenze per la sfida con la Fiorentina. Gara cruciale per la banda Sarri, soprattutto dopo il successo della Juve con l’Inter. In caso di vittoria con la formazione di Pioli, gli Azzurri resterebbero a una sola lunghezza di distanza e potrebbero continuare a sperare in un passo falso dei bianconeri, quando mancano ormai poche gare dal termine del campionato. Il Napoli deve dimostrare di credere ancora al sogno scudetto, perché con un solo punto di distacco tutto