Coronavirus, de Magistris al Governo: “Subito reddito di quarantena per chi è rimasto senza soldi”

Il sindaco di Napoli in un tweet lancia la sua proposta economica per aiutare le famiglie in condizioni di fragilità. Situazione difficile soprattutto nel Mezzogiorno, tanto che il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano ha proposto di allargare la platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza. Il senatore Sandro Ruotolo intanto torna a rivolgersi al Governo in tema di lavoro nero e lo fa con una lettera aperta al premier Conte: “Si estenda il reddito di cittadinanza anche a questa categoria di lavoratori invisibili. Servono soldi immediati per mettere il piatto a tavola”. Il governatore De Luca intanto fa sapere che entro martedì farà pervenire sul tavolo del Governo proposte in merito a un programma di aiuti “Il Governo deve istituire

Coronavirus, Sandro Ruotolo al Governo: “Tutelare anche i lavoratori in nero”

Il senatore chiede in un'interrogazione urgente di tutelare anche “i lavoratori della cosiddetta economia 'non osservata' cioè sommersa” che per molti nuclei familiari “specie al Sud” rappresenta “l'unico sostentamento economico” Napoli – “Ho chiesto ai Ministri del Lavoro, delle Politiche sociali e dell’Economia e Finanze, in questo momento terribile per il Paese, di non dimenticare gli ultimi, gli invisibili, i lavoratori della cosiddetta economia ‘non osservata’ cioè sommersa, in nero, che arriva quasi al 30% del Pil e specialmente nel Mezzogiorno d’Italia, e in particolare a Napoli, rappresenta per molti nuclei familiari l’unico sostentamento economico”. A dirlo il neoletto senatore Sandro Ruotolo (gruppo Misto) a proposito di un'interrogazione urgente presentata da egli stesso e sottoscritta, fra gli altri, dai parlamentari De

Infrastrutture, Delrio annuncia un “piano di investimenti da 49 miliardi per il Sud”

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, è intervenuto ad un convegno sulla logistica per lo sviluppo del Mezzogiorno Napoli, 1 febbraio – “Abbiamo messo in campo programmi di investimento infrastrutturali per il Mezzogiorno che valgono complessivamente 49 miliardi di euro, di cui 36 miliardi disponibili. Stiamo cercando di recuperare il gap accumulato nei decenni precedenti, i risultati si vedranno nei prossimi anni, ma già ora ci conforta molto che negli ultimi tre anni il Pil del Sud sia cresciuto più della media italiana (+3,9% contro +3,6%)”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, a margine del convegno La logistica per lo sviluppo del Mezzogiorno, tenutosi quest'oggi all'Unione Industriali di Napoli. L'iniziativa rientra nell'ambito

Napoli, Gentiloni inaugura la Cisco Academy

L'inaugurazione nel complesso universitario della Federico II a San Giovanni a Teduccio, già sede dell'iOs Academy Napoli, 26 gennaio – “In una delle Università più antiche del mondo, nell'Università di Stato più antica del mondo, circondati da un territorio meraviglioso nonostante qualche guasto che noi stessi abbiamo provocato, ci troviamo a celebrare che per la prima volta nel Mezzogiorno nasce una collaborazione nel campo dell'education tra due giganti della Silicon Valley: Apple e Cisco”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, nell'auditorium del complesso universitario della Federico II a San Giovanni a Teduccio, per l'inaugurazione della Cisco Corporation Academy e co-innovation Hub. “Non possiamo dire al mondo fermati perchè l'innovazione fa paura. Dobbiamo cogliere la potenzialità dell'innovazione ma gestirla senza

Qualità della vita secondo Il Sole 24 ore, de Magistris: “Non voglio fare polemiche”

La provincia di Napoli, secondo il quotidiano economico, è tra le ultime d'Italia per qualità della vita. Per de Magistris però “a Napoli si vive di gran lunga meglio rispetto alle statistiche che vengono fatte”. Ieri il sindaco ha incontrato Claudio De Vincenti, ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, alla presentazione di Resto al Sud e Banca delle terre, due misure prese dal Governo a favore dei giovani meridionali “Sarei curioso un giorno di incontrare le persone che fanno queste statistiche. Non voglio fare polemiche, ma a Napoli si vive di gran lunga meglio rispetto alle statistiche che vengono fatte”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando la classifica del Sole 24 ore sulla qualità

I Cavalieri del lavoro del Mezzogiorno incontrano gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli

Presentazione del concorso Go Sud 2017 lunedì 6 novembre Napoli – Lunedì 6 novembre 2017, alle ore 9.30, all’Accademia di Belle Arti di Napoli (via S. Maria di Costantinopoli, 107) si terrà la presentazione agli studenti del concorso “Go Sud 2017, alla ricerca del possibile nei luoghi della cultura”, promosso ed organizzato dal Gruppo del Mezzogiorno dei Cavalieri del lavoro per le regioni Campania, Basilicata, Puglia e Calabria con il patrocinio del MIBACT ed ANCI. Il concorso sarà illustrato agli studenti dei corsi di Fotografia, Cinema, Televisione e di Moda e Design. Dopo i saluti del professore Giuseppe Gaeta, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, e di Gianni Carità, presidente del Gruppo del Mezzogiorno dei Cavalieri del Lavoro, l’ideatore di Go Sud

Giovani e lavoro, De Luca rilancia la sua proposta di assumere 200mila giovani nella Pubblica amministrazione

Il presidente della Campania ai vescovi delle Regioni del Sud: “Veniamo da dieci anni di blocco del turnover. Nessuna demagogia, facciamo i conti con i bilanci ma facciamo anche i conti con le necessità oggettive” Napoli, 9 febbraio – Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, torna a rilanciare la sua audace proposta di assunzione, da parte dello Stato, di 200mila giovani nella Pubblica amministrazione. Lo fa parlando ai vescovi delle Regioni del Sud, riuniti a Napoli per il convegno su Chiesa e lavoro (vai all'articolo), a qualche mese dall'Assemblea Nazionale sul Mezzogiorno (vai all'articolo), quando con la sua proposta raccolse lo scetticismo di diversi esponenti del governo Renzi. Un'affermazione, quella di De Luca, che è destinata a non essere presa

Giovani e lavoro, Mattarella ai vescovi: “ridurre le distanze tra Nord e Sud”

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo messaggio inviato ai vescovi delle Regioni del Sud scrive che “non ci sarà una vera ripresa, neppure nel resto del Paese, se dovesse aumentare ulteriormente il divario a discapito del Mezzogiorno” Napoli, 8 febbraio – “Ridurre le distanze tra Nord e Sud, far crescere le occasioni di impiego per le nuove generazioni, costituisce una necessità vitale per la nostra Italia”. È quanto scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato ai vescovi delle Regioni del Sud, riuniti alla Stazione Marittima di Napoli per una due giorni di dibattiti nella quale discutere e individuare proposte contro la disoccupazione giovanile nel Mezzogiorno. “Non ci sarà una vera ripresa, neppure nel resto del Paese,

Renzi all’Assemblea nazionale sul Mezzogiorno: “Referendum occasione per fare chiarezza”

Il presidente del Consiglio: “Prima c'era la palude, abbiamo messo a posto il passato” Napoli, 13 novembre – “Interpreto il 4 dicembre come un'occasione per fare chiarezza. Una semplificazione che non è solo il taglio delle poltrone. Per non parlare ogni giorno se ne inventano una, come la lettera agli italiani all'estero, che avevano fatto anche Berlusconi e Bersani”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio Matteo Renzi, durante il suo intervento all'Assemblea nazionale sul Mezzogiorno, che è stata per Renzi e per gli altri partecipanti l'occasione di propagandare il Sì al Referendum. “In settimana – ha proseguito – faremo i primi mille giorni di governo. Il compito del nostro governo è stato mettere a posto il passato. C'era la palude, ce

De Luca apre l’Assemblea nazionale sul Mezzogiorno: “Sud scomparso da agenda politica”

Il presidente della Campania fa l'elenco delle cose che non vanno e che danneggiano le Regioni del Sud, come la sottocultura del leghismo che ha descritto: “il Mezzogiorno come una palla al piede parassitaria” Napoli, 12 novembre – Si è aperta quest'oggi a Napoli l'Assemblea nazionale sul Mezzogiorno. A inaugurare i lavori il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che nel suo discorso ha elencato sostanzialmente quali sono le cose che danneggiano il Sud. Cose peraltro che il mondo meridionalista denuncia da tempo, anche se poco si è fatto per porvi rimedio. Oltre a questo De Luca si è spinto a lanciare una proposta che egli stesso ha definito provocatoria: “un piano occupazionale per 200mila giovani nella pubblica amministrazione”. Un

De Magistris all’assemblea della Cna: “Sud non è zavorra. Creare condizioni per competere in parità”

“Napoli è cambiata, c'è voglia di sentirsi protagonisti e compito della Repubblica è rimuovere gli ostacoli”, ha affermato de Magistris durante il suo intervento in apertura dell'assemblea nazionale della Cna Napoli, 22 ottobre - “Dobbiamo creare le condizioni per consentire a tutti di competere in condizioni di parità. Napoli è cambiata tanto, c'è voglia di sentirsi protagonisti e compito della Repubblica è rimuovere gli ostacoli”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante l'intervento di apertura dell'assemblea nazionale della Cna (Confederazione Nazionale dell'artigianato e della Piccola e Media Impresa) alla Mostra d'Oltremare. “Napoli – ha aggiunto – non vuole perdere la vocazione industriale ma è una città soprattutto di commercio e i giovani dimostrano che con competenza e amore

Caso Giletti, De Luca: “Basta offendere Napoli e il Mezzogiorno”

Il presidente della Regione Campania ha parlato di “abitudine al disprezzo verso il Mezzogiorno”. Nelle ultime ore la decisione della Giunta comunale di denunciare la RAI per diffamazione “È diventato uno sport nazionale offendere la dignità di Napoli e della Campania”. Lo ha affermato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ai microfoni di Radio Kiss Kiss, commentando le parole del conduttore Massimo Giletti, che nel corso del suo programma tv “L'Arena”, discutendo con l'avvocato Antonio Crocetta, aveva detto: “Iniziate a far funzionare la vostra città. Se lei esce dalla stazione centrale trova immondizia in ogni vicolo”. Il tutto davanti al segretario della Lega Nord Matteo Salvini, che sembrava come sempre in campagna elettorale. “Ora – ha anche detto De Luca

Futuro Remoto “invade” Napoli ed “abbatte i muri”. Eventi in Piazza del Plebiscito ed in molti altri luoghi della città

Per la sua 29° edizione Futuro Remoto scende in campo con alcune novità e con il tema attualissimo de "Le Frontiere", muri da abbattere ad ogni costo. Piazza del Plebiscito sarà la sede ufficiale perché "luogo simbolo della città e del Mezzogiono", secondo Lipardi area in declino che necessita di riscatto Dal 16 al 19 ottobre 2015 anche quest'anno va in scena "Futuro Remoto", la prima manifestazione italiana di diffusione scientifica e tecnologica che mette, ora, in primo piano "Le Frontiere", tema centrale di tutta la manifestazione. Per "frontiere" ci si riferisce a quelle scientifiche e culturali, ma anche frontiere fisiche che Futuro Remoto vuole abbattere, simbolicamente e non. La manifestazione quest'anno mette insieme "Città della Scienza" e l'Università degli Studi di

Delrio promette: “Sbloccheremo l’Italia con opere pubbliche da 15 miliardi”

Il ministro delle Infrastrutture si sbilancia: “Il Sud crescerà del 2,5-3% attraverso lo sblocco di fondi Ue” Dopo la direzione del Partito Democratico sul Mezzogiorno (vai all'articolo), il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio torna a parlare, questa volta in un'intervista per il quotidiano La Repubblica, di come far crescere il Sud. “In 20 mesi – ha dichiarato Delrio – sbloccheremo opere per un punto di Pil, almeno 15-16 miliardi in tutta Italia. E se il Sud sarà capace di far fruttare vecchi e nuovi fondi europei crescerà del 2,5-3%”. Delrio si rivolge agli scettici e fa sapere che i piani sono già sulla scrivania del governo. Si punterà ad utilizzare il Fondo sviluppo e coesione, “non per ripianare i debiti sanitari, come